Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

PD Casamassima: confermata la fiducia a Bizzoco

Casamassima- PD Casamassima confermata la fiducia a Bizzoco

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa 

Respinte le dimissioni del giovane segretario. L’intervista: ora si apre una nuova fase per il partito. Sui rifiuti Bizzoco ammette: “Stiamo messi male.

Abbiamo intervistato Adriano Bizzoco, giovane segretario del Partito Democratico (PD) di Casamassima dalla fine del 2013, in merito a talune questioni che affliggono il panorama politico casamassimese ma anche e sopratutto in merito al futuro e allo stato di salute del PD casamassimese.

Quale sarà il futuro del partito? Pensa di mantenere la sua carica di segretario o è in vista un nuovo congresso?

 

«Subito dopo l'insediamento del Consiglio ho riunito il coordinamento cittadino del Partito Democratico di Casamassima e, assieme agli altri componenti della mia segreteria, ho rimesso il mandato nelle mani del partito, per certificare la chiusura di una fase (quella nata con il congresso che mi ha eletto a fine 2013 e che aveva come obiettivo la costruzione di una proposta politica credibile per la cittadinanza in vista delle amministrative del 31 maggio), e verificare il raggiungimento degli obiettivi che ci eravamo posti. Il coordinamento cittadino ha respinto all'unanimità le dimissioni, chiedendomi di proseguire ed aprire una nuova fase».

In cosa consisterà questa "nuova fase"?

«Il PD dovrà dare il proprio contributo fondamentale all'azione e alla programmazione di questa Amministrazione e del Consiglio Comunale. Naturalmente per farlo al meglio dovremo essere in grado di accogliere e valorizzare le forze fresche e le intelligenze che nel corso della campagna elettorale si sono avvicinate al nostro progetto e che ora meritano di trovare spazio nel gruppo giovanile e negli organismi dirigenti locali. Organizzeremo nuove iniziative pubbliche e affiancheremo i nostri amministratori: la scommessa della partecipazione, già vinta nell'eccezionalità delle elezioni, ora dovrà essere nuovamente vinta nella quotidianità dell'Amministrazione del territorio. In tal senso sono fiducioso, potremo fare ancora un buon lavoro».

Cosa ne pensa di quanto accaduto durante il primo Consiglio Comunale, cioè del giovane Nitti, "grande escluso" dalla carica di Presidente del Consiglio?

«Una situazione spiacevole, senza dubbio, sul piano umano prima ancora che politico, in quanto nata e sviluppatasi all'interno di una lista - Libera Casamassima - che ha avuto un ruolo determinante nella vittoria del centrosinistra. Ho sempre pensato che Giuseppe e Nica (Nitti e Ferri ndr) sarebbero state risorse preziose e fondamentali per la buona riuscita di questo progetto, e continuo a pensarlo nonostante quanto si é verificato. Sono sicuro che l'esigenza di lavorare fianco a fianco per risolvere i grossi problemi che affliggono Casamassima, contribuirà a riavvicinare le parti e ad aumentare l'affiatamento all'interno della maggioranza, come già sta avvenendo con riunioni settimanali in cui si respira una buona aria: c'é voglia di rimboccarsi le maniche, e questo mi sembra lo spirito giusto».

Un commento sulla situazione rifiuti, al momento vera spina nel fianco per la cittadina.

«Casamassima è in effetti messa male, siamo al grado zero e da qui bisogna iniziare a misurare la risalita. Con il nuovo anno, l'ARO di cui fa parte il nostro comune decreterà finalmente l'inizio del nuovo servizio di raccolta intercomunale all'insegna della raccolta differenziata porta a porta. Il punto è: come ci arriviamo al nuovo anno? Con i bidoni fantasma e i depositi a cielo aperto di frigoriferi e divani? Nonostante i limiti imposti dalla legge regionale (niente nuove gare giacché c'é l'ARO), Casamassima ha avuto la ghiottissima occasione di cambiare azienda nella prima metà del 2012, come altri comuni ma l'Amministrazione dell'epoca se l'é fatta sfuggire (qualcuno ricorderà lettere, litigi e cacciate legate proprio a questo tema). Oggi i margini di manovra sono molto più stretti, ma ho visto il Sindaco estremamente determinato a voler migliorare e possibilmente risolvere la situazione nel più breve tempo possibile. Con lui, anche gli Assessori e alcuni Consiglieri stanno monitorando la situazione giorno per giorno. A differenza di chi gufa per strada e sui social network, senza rendersi conto di augurare così il male del proprio paese, io tifo affinché riescano nell'impresa di risollevare le sorti del servizio».

 

VALERIA MARANGI

Commenti  

 
#4 Osservo 2015-09-04 06:45
Il PD studia di notte tutte le strategie per perdere.
 
 
#3 Comunista 2015-09-02 08:23
Nel PD siamo arrivati alla frutta. Viene ridata la fiducia al segretario fu non è riuscito a farsi eleggere consigliere comunale. Un segretario politico che si espone candidandosi non puó non essere eletto. È un segretario che non viene votato dal suo partito ha il dovere di cambiare mestiere. Per fare un esempio, Renzi, segretario nazionale del PD si candida e non viene eletto. Se poi il PD Casamassimese ha bisogno di bambocci allora siamo alla frutta. Auguri ed mio partito. PS: sono stati eletti persone che in altri comuni si sono candidati con la destra è che non sono neanche di Casamassima
 
 
#2 minnie 2015-09-01 19:51
Tranquillitá eccessiva. Farebbe bene ad essere più prudente.
 
 
#1 Sara 2015-09-01 15:25
Che follia è stato perdere un esponente da 500 voti come Nitti soprattutto se si considera la sua giovane età e la stima di cui gode.
Quante forze politiche gli stanno già dietro?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI