Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

La banda del rame colpisce ancora

Casamassima- Furto- RAME

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Di nuovo furti ai danni delle ferrovie Sud Est a Casamassima

Negli ultimi mesi i furti di cavi di rame ai danni dell'azienda di trasporti Sud Est sono diventati una pagina fissa nella sezione cronaca di ogni giornale locale che quasi non stupisce più. Basti pensare che sono stati circa quindici, negli ultimi tre mesi, i furti di questo genere subiti dalla Sud Est; solo lo scorso 3 luglio, nella notte, si era verificato l'ennesimo furto di rame lungo un tratto della linea ferroviaria Bari-Putignano e nello specifico tra le stazioni di Casamassima e Sammichele. Nella notte tra mercoledì 19 e giovedì 20, stesso copione sulla linea Turi-Putignano, o quasi. La differenza rispetto ai precedenti è stata che, questa volta, i ladri sono stati sorpresi dalla vigilanza e sono fuggiti, ma sono riusciti a portar via comunque ben 1200 chili di cavi in rame, lasciando però parte del cospicuo bottino sul posto. La Vigilanza ha immediatamente allertato i Carabinieri intervenuti sul posto per l'ennesimo sopralluogo. Come da copione, inevitabili sono state le conseguenze sulla circolazione dei treni e i disagi provocati ai molti pendolari. I tecnici Sud Est stanno cercando in queste ore di ripristinare il tratto "depredato".

Negli ultimi anni il rame, oramai definito "l'oro rosso" è diventato un materiale ambitissimo grazie alle sue qualità che l'hanno reso indispensabile per sostenere le economie emergenti, con gruppi criminali che si sono adeguati facendo nascere un mercato parallelo in cui il materiale costa la metà con ingenti danni alle imprese locali. Esiste nel sud barese una vera banda, ben organizzata e assolutamente non inesperta.

La situazione è divenuta oramai insostenibile: è dal 2014 che i CC dell'intero circondario sono sulle tracce della banda, che in un  anno ha colpito circa 25 volte. Questa volta si è riusciti quantomeno a cogliere i malviventi in flagrante, ma comunque non sono stati arrestati. Si saranno spaventati o dobbiamo aspettarci l'ennesimo "colpaccio"? Basta aspettare pochi giorni per saperlo, la "banda del rame" colpisce a cadenza quasi mensile.

Commenti  

 
#4 nelloilterribile 2015-08-26 06:37
Sparare a vista anche ai ricettatori.
 
 
#3 La caricatura 2015-08-25 17:49
Siamo stanchi, paghiamo abbonamento che poi nn sfruttiamo, pagano le conseguenze sempre e solo i pendolari. Quest'anno nn farò l'abbonamento!!!!! Servizio inefficiente, ritardi, carrozze sporche e vecchie!!!!
 
 
#2 nelloilterribile 2015-08-25 15:47
Sparare a vista
 
 
#1 Neos 2015-08-25 10:41
E i poveri pendolari patiscono le colpe di questi criminali.
A proposito: a qualcuno dovranno pur rivenderli tutto quel rame? E allora? Ci vuole così tanto a scoprire ricettatori e grossisti di rame?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI