Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

Le linee programmatiche del Sindaco in sintesi

Casamassima- Il sindaco Cessa e i suoi assessori durante la lettura delle linee programmatiche

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa 

Il Consiglio comunale di mercoledì scorso, 22 luglio, il primo dell'era Cessa, ha presentato sei ordini del giorno. Il primo ha riguardato la verifica delle condizioni di eleggibilità, il secondo l'elezione del Presidente e del Vicepresidente del Consiglio, il terzo il giuramento del Sindaco, il quarto la comunicazione dei componenti della Giunta Comunale. L'ordine del giorno n.5 del Consiglio Comunale prevedeva l'esposizione delle linee programmatiche di mandato, mentre il n.6, l'elezione dei componenti della commissione elettorale. Le linee programmatiche del mandato sono state esposte da Vito Cessa con precisione e meticolosità. Riportiamo qui una sintesi dei punti del programma esposto la Vito Cessa.

Finanziamenti: «Verrà abbandonata la logica dei finanziamenti a pioggia e verrà fatto un focus su base annuale su progetti specifici a medio e lungo termine. Sarà destinata particolare attenzione alla capacità di accesso ai finanziamenti europei diretti»

Bilancio e ufficio stampa: «Realizzeremo su base annuale un bilancio partecipato nell'ottica di una crescita del senso civico. Basilare sarà l'individuazione  di un nuovo ufficio stampa comunale per promuovere un'azione informativa per mezzo non solo della stampa ma anche dei moderni mezzi del web»

Politiche sociali: «Creeremo occasioni di lavoro promuovendo la crescita di una rete di cooperative e associazioni, in particolare servizi socio assistenziali, di pubblica utilità, di tutela ambientale. Sarà importante analizzare lo stato di salute del tessuto sociale tramite appositi tavoli tecnici».

Edilizia e Urbanistica: «Promuoveremo uno sviluppo sostenibile del paese. La riqualificazione del tessuto urbano rappresenta il volano per la crescita del territorio. Una delle priorità sarà quella della riqualificazione degli immobili comunali destinati agli Istituti scolastici: è prevista a tale scopo, l'istituzione di un tavolo tecnico permanente tra il Comune e i Dirigenti scolastici; è prevista inoltre la realizzazione di nuovi spazi vista la crescente domanda di iscrizione di bambini dai cinque anni in su. Per quanto riguarda il centro storico e il centro cittadino, la lotta al degrado sarà prioritaria perché il degrado alimenta degrado favorendo atti di vandalismo. Per quanto riguarda l'ex monastero di Santa Chiara occorrerà una seria progettazione a lungo termine per la realizzazione di un contenitore culturale; Piazza Aldo Moro avrà bisogno di una riprogettazione per renderla più sicura. Vorremmo inoltre risolvere una volta per tutte l'annosa questione del quartiere Bari Alto al fine di realizzare un'integrazione tra l'area residenziale e il centro cittadino, allacciando la rete fognaria del centro residenziale»

Gestione delle acque: «Da anni Casamassima non riesce ad assolvere il compito basilare di gestire i propri scarichi comunali. Intendiamo risolvere la questione del depuratore di Casamassima al fine di raggiungere un livello di depurazione delle acque qualitativamente eccellente. Si procederà pertanto ad una periodica manutenzione degli scarichi delle acque piovane»

Ambiente e aree verdi: «La villa comunale, penalizzata da una posizione ormai inadeguata agli sviluppi della città dell'ultimo decennio, dovrà essere portata in tempi brevi a uno stato dignitoso che ne consenta la fruizione da parte dei cittadini. L'Amministrazione si impegna ad una manutenzione straordinaria delle aree verdi nei primi cento giorni di governo»

Agricoltura e attività produttive: «L'Amministrazione si impegna ad una valorizzazione dei prodotti agroalimentari locali e di una sensibilizzazione verso il consumo di prodotti a chilometro zero. Riqualificheremo inoltre grotte, masserie, strade comunali creando anche occasioni di lavoro»

Sport e benessere: «Strutture come il palestrone saranno sottoposte ad una periodica manutenzione. L'interlocutore privilegiato sarà il consorzio delle associazioni sportive casamassimesi, già attivo sul territorio, che consentirà un' accesso facilitato al mondo dello sport. Creeremo inoltre progetti sportivi per disabili».

VALERIA MARANGI

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI