Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

Casamassima verso i Rifiuti Zero

Casamassima- Bilancio Comunale- Nello De Padova

 Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Nello De Padova: ecco il bilancio delle attività del Comitato costituito contro il degrado dei rifiuti. Tra gli obiettivi futuri una maggiore collaborazione con le scuole, le associazioni e le nuove realtà del territorio, sempre nell'ottica della sensibilizzazione sul tema ambiente

 

 

Tarantino di nascita, barese d'acquisizione e residente nel nostro comune da quasi vent'anni, Nello De Padova, ingegnere elettronico, consulente di innovazione organizzativa, nonché attivista della sostenibilità, ha tracciato il proprio punto della situazione sulle attività del Comitato Casamassima verso Rifiuti zero prima dell'inizio della parentesi estiva.

Un’altra stagione, un altro ciclo del Comitato Casamassima verso Rifiuti zero volge al termine. Quale il bilancio?

"Questo comitato opera sul territorio da oltre due anni ormai e in particolare si è contraddistinto per la collaborazione con le scuole del territorio. Nello specifico la collaborazione con la scuola elementare Rodari sui temi su cui cerchiamo di sensibilizzare è nata anche prima della costituzione del comitato, grazie alla disponibilità di alcuni genitori e docenti che poi sono subentrati nello stesso comitato: Roberto Abello, presidente per molti anni del Consiglio di Circolo, le insegnanti Stefania Alì e Angela Di Donna, l'allora dirigente scolastico Giancarlo D'Addabbo".

Di quali attività nello specifico si è reso recentemente protagonista il comitato?

"Il comitato, che da tre anni realizza Via Rifiuti zero, si riunisce una volta al mese. Da un paio d'anni realizza un piano di lavoro con entrambe le scuole elementari, consistente in attività teoriche e lavori manuali a contatto con la natura. Il nostro operato si è inoltre arricchito nell'anno scolastico appena terminato grazie alle azioni intraprese con l'istituto superiore Majorana, tra le quali spicca certamente 'L'orto delle spezie', realizzato con la cooperativa 'Semi di vita' di Angelo Santoro. Altra cosa saliente dell'anno scolastico trascorso è la Pentolaccia, sempre con gruppi scolastici. Anche in questo caso si è trattato della nostra seconda edizione".

Avete già calendarizzato le iniziative in previsione da settembre?

"Ci occuperemo della loro calendarizzazione durante l'estate, anche in considerazione dell'avvio di tre nuove realtà: lo Iat, le Officine Ufo e la nuova amministrazione, che sappiamo tutte sensibili ai temi del comitato".

Con il sopraggiungere dell'estate cosa consiglia ai casamassimesi per gestire al meglio la questione rifiuti?

"Non vorrei sembrare provocatorio ma la risposta è: se i cassonetti sono pieni, trattenete i rifiuti in casa. Peraltro è la legge che lo prevede (oltre che il buon senso), anche perché, specie nelle zone periferiche, se i cassonetti sono stracolmi ed aperti gatti e cani, rovistando, spargono il tutto per terra. E poi la solita raccomandazione che mi preme fare è di effettuare la raccolta separata dell'umido e il relativo compostaggio. Il nostro è un paese agricolo, in cui chiunque possiede o può accedere ad un terreno in cui scavare una buca e versare a giorni alterni l'umido da ricoprire con un velo di terra. Bene, dopo tre o sei mesi in quella buca ci sarà dell'ottimo concime. È proprio questo che insegniamo ai bambini nella giornata ecologica scolastica ogni anno, ma diciamo che nel frattempo non possiamo limitarci ad aspettare che loro crescano e lo facciano. Dobbiamo iniziare a farlo sin da ora noi adulti".

Lei da anni professa la cosiddetta 'decrescita felice'? Di cosa si tratta e nel frattempo ha trovato qualche altro suo 'adepto' a Casamassima?

"Qualche discepolo c'è ma sicuramente sono innanzitutto onorato del fatto che il sindaco neo eletto in una delle ultime interviste prima delle elezioni abbia affermato che l'ultimo libro che aveva letto era quello che gli avevo regalato io quando vinse le primarie, un testo dal titolo: Un programma politico per la decrescita".

Può suggerire ai lettori una vacanza 'sostenibile'?

"Un suggerimento al volo per le vacanze è: trovate qualche conoscente interessato a venire in Puglia e scambiate la vostra casa con la sua. Lasciategli sul tavolo della cucina le nostre ricette tradizionali e un elenco dei posti da visitare in zona e fate fare altrettanto a lui. Vacanze a costo zero e felicità garantita!".

Ci si rivede a settembre. Di cosa si occuperà nel frattempo il comitato?

"Le attività non sono concluse e ve ne saranno sicuramente anche in estate. La prossima ci attende già il prossimo lunedì con lo sprint finale per l'aumento del 5% della differenziata per evitare l'ecotassa".

FRANCESCA DELL'AIA

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI