Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

Paolo Montanaro: “Io parlo per me”

Casamassima- Paolo Montanaro, ex assessore ai Lavori Pubblici, Arredo Urbano e Ambiente

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” in edicola la settimana scorsa

Caso Vigili urbani. L’intervista all’ex assessore: “Abbiamo agito così per garantire più trasparenza” .

Montanaro ammette: “Forse qual cosina l’abbiamo commessa, usurpando le funzioni della dirigente”

 

Il caso del Concorso dei Vigili urbani del 2013 e dell'avviso di garanzia che ha raggiunto gli ex Assessori e l'ex Sindaco della passata Amministrazione, sta agitando gli animi casamassimesi. Abbiamo sentito dunque anche l'ex Assessore Paolo Montanaro.

Avvocato Montanaro, come risponde alle accuse relative al famoso concorso? Cosa c'è di vero?

«Allora, premetto che io parlo per me. Come si saprà, noi ex Assessori della giunta Birardi e lo stesso Birardi abbiamo ricevuto un avviso di garanzia che contestava un reato, in particolare il 347 del Codice Penale, che consiste nell'usurpazione delle attribuzioni di Carmela Fatiguso, responsabile Area Affari Generali del Comune di Casamassima. Questa usurpazione consisterebbe nel fatto che abbiamo dato carico ad un' azienda di Matera, dal momento che il Regolamento comunale prevede che per i bandi di concorso con domande oltre le 100 si faccia una preselezione, di fare questa preselezione e di ridurre, da 129 a 40 le persone che dovevano partecipare al bando»

L'accusa è di aver scelto un'azienda per la preselezione "ad hoc".

«Il discorso è questo: da parte dell'Amministrazione e sopratutto del Sindaco Birardi, sono stati chiesti chiarimenti sulle modalità di individuazione di quest'azienda. Leggendo la determina si capisce che in zona non esistono altre società in grado di fare questo tipo di preselezione. Nonostante si parlasse di quattro posti a tempo determinato, abbiamo ritenuto di fare la preselezione per garantire la massima trasparenza. Leggendo la determina, si legge che c'era un carattere d'urgenza; urgenza che in verità non c'era anche perche mi risulta che ad oggi non ci sia nessun nuovo assunto nel Comando  di Polizia Municipale di Casamassima. Il concorso, ad ogni modo, si è tenuto, seguendo però un iter diverso, imposto dal commissario che si è insediato dopo la caduta di Birardi. Sono un avvocato e, dal punto di vista giuridico,  mi rendo conto che in effetti c'è stata una prevaricazione ma l'abbiamo fatto per garantire la massima trasparenza al concorso. Al momento posso dire solo che, e io, lo ripeto, parlo a titolo personale, sono a posto con la coscienza».

Quindi ritiene che sia stato paradossalmente un eccesso di zelo?

«Più che un eccesso di zelo, l'Amministrazione aveva chiesto che, qualunque passaggio in questo caso ma anche in tutti gli atti fatti, ci fosse la massima trasparenza. Dovevamo dare un incarico x? Anziché farlo con l'affidamento diretto, abbiamo sempre chiesto di fare i preventivi, e ti posso garantire che con questo metodo qualcosina l'abbiamo risparmiata. Per quanto riguarda il concorso noi parlavamo del futuro di alcune persone che potevano sistemarsi per tutta la vita. Era doveroso da parte nostra garantire la massima trasparenza. Probabilmente abbiamo commesso "qualcosina" usurpando le funzioni della dottoressa Fatiguso ma se l'abbiamo fatto, è stato, lo ripeto, per avere la massima trasparenza»

La ringrazio per la disponibilità,

VALERIA MARANGI

Commenti  

 
#1 Ultras 2015-06-29 09:04
Slurp, slurp
Non conviene, ora, averla contro vero PM ?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI