Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

Gli scout di Casamassima interrogano i 6 candidati sindaco

.

 

Articolo pubblicato su “La Voce del Paese” della settimana scorsa

 

Domande su Ambiente e Territorio. Lasceranno il mondo migliore di come lo hanno trovato?

 

La scorsa domenica i ragazzi dei Clan dei gruppi Scout Agesci Casamassima 1 e 2 hanno invitato i 6 candidati sindaco ad un incontro sui temi di ambiente e territorio.

Nessuno dei 6 papabili mancava all’appello, seguiti da un buon numero di ascoltatori e curiosi, fra cui i giornali locali, liberi cittadini, candidati e alcuni rappresentanti della Pro Loco che ha patrocinato l’iniziativa.

La pioggia incessante ha costretto al cambiamento di location passando dal “salotto buono all’aperto” di Palazzo Monacelle alla genuina sede del Casamassima 1 nei pressi delle Officine UFO. I sei candidati sindaco, tutti schierati nelle prime due file, pronti ad ascoltare i giovani fruitori del territorio che andranno a governare.

Il dibattito è stato interamente moderato dai ragazzi dei Clan vertendo principalmente sui temi della tutela dell’ambiente, raccolta differenziata e piste ciclabili. La serata è proseguita dinamicamente grazie ad alcuni giochini provocatori, con un’alternanza dei due Clan, in una serie di domande rivolte ai candidati sui tre temi principali con un tempo concesso per le risposte di due minuti ciascuno, scanditi da un tamburello. Ciascun candidato ha risposto con le proprie idee e risoluzioni possibili, ma tutti ovviamente favorevoli a trasformare in poco tempo Casamassima in una realtà competitiva con paesi limitrofi riguardo la cura e fruizione di aree verdi urbane, una corretta raccolta dei rifiuti e la realizzazione di piste ciclabili anche urbane.

Abbiamo chiesto ad Oriana Giannini del Casamassima 1 di spiegarci l’origine di questa iniziativa e come è stata costruita.

“Lo scoutismo è un gioco pieno di allegria disse a suo tempo Robert Baden Powell, il nostro fondatore, e come tale va vissuto a pieno rimboccandosi le maniche della camicia e incominciando a giocare. Questo è proprio quello che abbiamo fatto noi Rover e Scolte dei Clan/Fuoco dei 2 gruppi scout locali, interessandoci ancora una volta a problematiche ambientali presenti nel nostro territorio. Riteniamo che sia i candidati che i cittadini siano particolarmente sensibili alla situazione attuale del nostro paese, questo è emerso da due sondaggi condotti proprio da noi. Durante tutto il tempo impiegato a organizzare il lavoro, ci siamo serviti del 'capitolo', ovvero di uno strumento che ogni comunità Clan/Fuoco ha a disposizione per trattare una tematica di interesse comune. Esso consta di tre frasi: il conoscere, ovvero la ricerca di informazioni e la loro esposizione, il giudicare, cioè il discutere tutti insieme per formarsi ognuno la propria opinione, e l'agire, ovvero trasferire il tutto in termini pratici. Come prima cosa ci siamo divisi in gruppi: c'era chi si occupava della presentazione, chi del montaggio dei vari video e chi scriveva lettere d'invito all'evento. Abbiamo anche ideato un percorso ciclabile ripulendo dai rifiuti con le nostre mani le zone interessate. Tutto il nostro lavoro è stato poi presentato durante la veglia rover tenutasi nella nostra sede domenica 24 maggio. All'evento abbiamo voluto invitare soprattutto i candidati sindaco poiché riteniamo che essi siano il futuro dell'autorità civile nel nostro paese, persone a cui rivolgere le nostre richieste. Il nostro intento è quello di apportare un cambiamento significativo nel territorio casamassimese, tenendo fede a uno dei motti più importanti per noi, ovvero lascia il mondo migliore di come lo hai trovato.”

 

L.P.

 

 

. .

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI