Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Fabio Leli (M5S): La Casa della Salute non s'ha da fare!

fabio leli candidato m5s

“L’onestà tornerà di moda” è il motto della campagna elettorale per le regionali del Movimento 5 Stelle. Uno fra i candidati più giovani della competizione è il 28enne barese Fabio Leli, già candidatosi al consiglio comunale di Bari nelle ultime amministrative. Laureato in Informazione e Sistemi Editoriali presso l’Università agli Studi di Bari, il giornalista freelance Fabio Leli è attivista del MoVimento 5 Stelle da ben cinque anni.

“Come giornalista e come attivista del MoVimento 5 Stelle – esordisce Fabio Leli – ritengo che la migliore presentazione per un candidato alla Regione Puglia siano i fatti, non le parole. Ho girato il territorio in cerca di sprechi e per denunciare situazioni che se dovessi essere eletto ho intenzione di risolvere insieme ai miei compagni. L’attivismo è di tutti, non ci sono individualismi nel MoVimento 5 Stelle, neanche in campagna elettorale”.

“Era il 2010 quando finalmente ho aperto gli occhi – afferma il candidato del Movimento 5 Stelle – e ho capito che per fare politica non bastano solo le parole ma serve armarsi di buone intenzioni. Fino ad oggi, abbiamo pensato che il politico fosse solo un lavoro ben retribuito, in realtà, come affermava Cicerone, fare politica è un privilegio e non un lavoro. Ecco perché nel MoVimento 5 Stelle, noi ci tagliamo lo stipendio ed abbiamo deciso di impegnarlo per il reddito di cittadinanza per chi non lavora e per il microcredito per i giovani, per le imprese in difficoltà e per i cittadini. Sono stato scelto dagli stessi attivisti perché nel MoVimento 5 Stelle non ci si candida, ma si viene candidati. Ho scelto il MoVimento 5 Stelle perché è l’unica forza politica che ha sempre detto quello che ha fatto e fatto quello che ha detto. La politica non è fatta di vane promesse in campagna elettorale ma di fatti concreti. E il MoVimento 5 Stelle agisce”.

Che cosa ha potuto constatare in questa campagna elettorale per le regionali?

“Assolutamente il fenomeno del voto di scambio, ho ricevuto moltissime segnalazioni di comitati elettorali utilizzati per assoldare ragazzi per fare volantinaggio, attacchinaggio e rappresentanti di lista a 30 euro con il proprio voto e quello della propria famiglia. Ho potuto constatare direttamente un giovane candidato del centrosinistra organizzare un evento a tema Garanzia Giovani dove però i partecipanti si presentavano con la tessera elettorale. Perché? A che serviva la tessera elettorale? Ci sarebbe molto altro da dire in realtà… solo che è in corso un’indagine e preferisco fermarmi qui. Naturalmente solo a parole perché, di fatto, continuerò a denunciare. Noi siamo per il voto libero, anzi liberato da quelle logiche che poi ci rendono schiavi. In caso vogliate denunciare segnalateci su  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ”.

Antonella Laricchia, candidata alla Presidenza della Regione Puglia, siederà probabilmente nei banchi del consiglio regionale per essersi candidata anche come consigliere nella lista di Bari. Ritiene che questo “stratagemma” possa danneggiare la vostra campagna elettorale, riducendo la possibilità degli altri candidati di essere eletti? Che cosa risponde alle polemiche sul caso?

“Innanzitutto la notizia è un po’ distorta perché Antonella si è candidata come consigliera regionale. Successivamente, seguendo il principio di democrazia che vige sovrano nel MoVimento 5 Stelle è stata scelta dalla base, che in questo caso sono tutti i candidati consiglieri regionali, me incluso, e candidata alla presidenza della Regione Puglia. Infatti, non dovrebbe fare scalpore la notizia che Antonella Laricchia sia candidata sia come presidente sia consigliere perché è una scelta democratica, ma dovrebbe fare scalpore che nelle altre coalizioni il presidente sia scelto non dai cittadini ma da gerarchie politiche. In questo modo che esempio di democrazia diamo?”

Perché i cittadini dovrebbero votare il MoVimento 5 Stelle e Fabio Leli al consiglio regionale?

“Perché ho sentito troppe volte le parole “sono tutti uguali” ma in realtà, ad onor del vero, mentre tutte le forze politiche hanno avuto l’opportunità di governare, ma in realtà non hanno fatto altro che impoverire il nostro territorio, il M5S non ha avuto l’occasione di dire la sua e di governare questa Regione. Che sia Fabio Leli o che sia un altro candidato non fa differenza. Se i cittadini giudicheranno il mio lavoro sul territorio concreto, vorrà dire che sarà corretto votare Fabio Leli. Parte del mio lavoro è raccolto in molte video-denunce che ho pubblicato sul mio profilo facebook, altrimenti ci sono altri 14 candidati da poter votare liberamente nella provincia di Bari agguerriti come me. Nel Movimento 5 Stelle ognuno vale uno. Le individualità le lasciamo alle altre coalizioni politiche”. 

Una promessa da mantenere a tutti i costi?

“Da buon attivista intendo sostenere Antonella Laricchia nell’attuazione del programma presentato per queste elezioni regionali, al fine di continuare ad essere l’unica forza politica che realizza quello che dice in campagna elettorale. Sono da sempre sensibile alle tematiche ambientali e sono un amante degli animali, ma se dovessi scegliere una promessa da mantenere a tutti i costi sceglierei di attuare e applicare il reddito di cittadinanza regionale che permetterebbe a tutti i disoccupati e alle famiglie in difficoltà di poter conseguire un reddito che andrà da circa 500 a circa 780 euro mensili per 3 anni, periodo in cui la Regione s’impegnerà a cercare un lavoro dignitoso e in linea con le attitudini dei cittadini pugliesi. Dicono che non ci sono i fondi? Io dico di no perché come fanno i nostri parlamentari da 2 anni, ci taglieremo lo stipendio per poterlo attuare. Chissà se lo farebbero anche le altre forze politiche… io non credo proprio, e voi?”

 

Che cosa ha potuto riscontrare nel Comune di Casamassima?

“Dopo tante promesse e diversi colpi di scena, la Casa della Salute a Casamassima probabilmente non si farà più. Dal 2009, il progetto si fonda su un problema strutturale, l'amministrazione di centrosinistra si accorda con l’ASL per creare all'interno dell'ex-ospedale un CPT con annesse specializzazioni e spende 3 milioni di euro senza, a quanto pare, consultare i medici. Terminati i lavori, iniziano i problemi in conseguenza del fatto che il progetto non ha trovato la piena disponibilità dei medici. Questi ultimi, o meglio una parte di essi, iniziano ad avanzare la volontà di entrare nella struttura, che però non trova pieno accoglimento, se non, a quanto pare, soltanto verbalmente da parte dell’ASL e della Regione Puglia. Nel silenzio più totale delle Istituzioni e dei medici, gli attivisti Movimento 5 Stelle del territorio hanno depositato una denuncia/esposto alla Corte dei Conti perché si ritiene che i cittadini abbiano subito un danno. In ultima istanza, sembrerebbe adesso che l’ASL, il comitato cittadino e i medici abbiano dato l'estrema unzione al progetto Casa della Salute per pianificare un nuovo progetto. Ma in tutto ciò i cittadini non contano? Il comitato cittadino quando si è riunito per informare la cittadinanza di questo cambio di rotta? La partecipazione dei cittadini non deve essere richiesta soltanto in occasione delle elezioni”.

“Inoltre, esiste il problema del depuratore di Casamassima che sverserà reflui in Lama San Giorgio, quando esiste già un invaso artificiale in Lama Cupa a due passi da Casamassima che sarebbe ideale per il riutilizzo in agricoltura dei reflui. E per concludere parliamo di un elettrodotto che dall'Albania dovrebbe arrivare fino alla bellissima costa di Polignano a mare per giungere a Casamassima. In un primo momento l'opera è stata pensata per acquistare l'energia elettrica dall'Albania. Dal momento in cui ci si è resi conto che produciamo 3 volte il nostro fabbisogno, i nostri politicanti pur di non cancellare l'opera hanno addirittura pensato di vendere l'energia elettrica all'Albania. Così poco valgono le nostre coste? Perché il nostro territorio deve essere sempre deturpato dalle grandi opere che non portano mai posti di lavoro ma sprechi e scempi?”

Commenti  

 
#6 Biagio Elefante 2015-06-03 21:47
COME I PEGGIORI DEI VECCHI PARTITI
Sig. "Moderatore" trombato nelle aspettative di elezioni vissute come concorso a premi per se e "famiglia", il tuo calunnioso anonimo intervento da mille e una invenzione,è ancora una dimostrazione della miseria anche morale, oltre e prima che politica, degli arrivisti falsi stellati , politicamente incapaci e "vagabondi", che usano le unzioni ricevute dall'alto (e non dal basso dei cittadini del cui giudizio non a caso hanno grande e razzistico terrore) per dedicarsi esclusivamente ad arrampicature verso individuali poltrone; fortunatamente senza riuscirci quando non sono più gli adepti di setta ma i cittadini a decidere..
Poi se vuoi imparare qualcosa di come si lavora in campagna, posso darti una mano, serve anche a sviluppare le capacità dialettiche... e l'abitudine di ben osservare e rendersi conto prima di sparare scempiaggini.
Lo "schifo" a quanto dimostri lo hai tu per te stesso di cui hai vergogna di mostrare la faccia ed il nome; a differenza di chi, come e tantissimi altri, svolge il proprio impegno da sempre pubblicamente.
Solo i peggiori politicanti, e quelli veri e propri mafiosi, allorquando criticati per le loro pubbliche attività politiche, alle quali loro si erano volutamente proposti,invece di rispondere nel merito, usavano insultare e calunniare l'interlocutore che esercitava il proprio diritto di critica. Una razza di politicanti ormai in via di estinzione, che pare da un pò essere rimpinguata da certi falsi stellati assatanati di gloria.
 
 
#5 moderatore 2015-05-31 09:11
Caro Biagio tu vai in giro per meet up a fare cosa? Dimmi un po' tu dichiari di essere un contadino e poi sei un pensionato. Eri professore vero? Ho parlato e ho le testimonianze di alcune tue alunne ancora arrabbiate con te? Perché mai una bambina dovrebbe essere schifata del suo professore? Ne sai qualcosa per caso? Oppure se vuoi te li ci faccio parlare di persona. Se un uomo come te attacca Fabio è un vanto perché non vedo niente di umano nel tuo passato. Adesso sparisci e sappi che almeno lui prova a dare risalto a problemi che tutti sanno ma che fanno finta di non sentire. Tu invece a parte criticare cosa fai?
 
 
#4 ubnd 2015-05-30 16:42
Grande Fabio A tutta forzaaaa!!!
 
 
#3 Aldo, aldissimo 2015-05-29 22:49
Basta! Non se me può più! Peggio di spam e phishing sono questi del M5S!
 
 
#2 Gorilla 2015-05-29 09:12
Elefante, tu giudichi chi, "assatanato di potere", pur di combattere i delinquenti del potere, rinuncia anche al denaro.
Tu, Elefante, fai parte di quella schiera di elettori che si lamentano di tutto e di tutti e poi votano con stolta caparbietà per questo sistema di incalliti intrallazzatori.
 
 
#1 Biagio Elefante 2015-05-28 17:08
ASSATANATI DI VOTI
Ci voleva questo che gira per la provincia a raccontare cose che tutti già sanno, e per le quali tanti stanno da tempo combattendo.
Peggio dei peggiori politicanti di casta, piombano in campagna elettorale, dopo aver spadroneggiato nelle portinerie a 5 stelle, svolgendo quale unica attività quella di procacciarsi adepti da utilizzare nelle ristrettissime selezioni interne per le candidature.
E, dopo aver ridicolamente scomunicato i veri attivisti che criticavano l'oligarchia invocando la chiamata dei cittadini tutti a scegliere i candidati delle liste nei comuni e oltre, questi autoproclamatisi candidati , novelli apprendisti di casta, hanno la spudoratezza di rivolgersi ai cittadini tutti per chiedere il voto, per loro, i vari Leli, Milone, Conca, gli stessi falsistellati che hanno definito i cittadini ignoranti incompetenti ed immaturi per partecipare alle scelte del movimento.
Leli, fatti votare da quei casamassimesi a cui hai conferito insieme a Milone(sin dal 2013 quali detentori del simbolo dei miei stivali) l'unzione, sulla testa degli elettori tutti di casamassima.
I quali se voto daranno non lo daranno certo agli assatanati di potere, ma casomai a persone competenti che non vanno ad elemosinare voti, quale ad esempio è la Elisabetta Pani, mai macchiatasi di gesti squadristi ed intolleranti.Alla pari della Laricchia che si occupa dei governanti ladroni, e non di fare guerre per il potere.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI