Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

Un comizio a Cinque Stelle

m5 (Viviana Guarini)

 

Elezioni Comunali di Casamassima: parlano Fabio Leli e Viviana Guarini

 

In attesa dell'arrivo della protagonista del comizio 5 stelle, la candidata alla Presidenza della  Regione  Puglia Antonella Laricchia, tenutosi giovedì scorso 14 maggio in Viale della Libertà, il candidato sindaco M5stelle ha presentato alcuni Candidati alla Regione Puglia del Movimento, tra i quali Fabio Leli e Viviana Guarini. Fabio Leli ha definito la questione Casa della salute come "un pugno allo stomaco" per la sanità pugliese: «Sono stati spesi ben 3 milioni di euro per allestire la struttura ed ora si parla di destinare questi locali ad altri usi! Una vergogna». Fabio Leli cogli l'occasione per chiarire in poche battute le accuse mosse da un cittadino casamassimese apparse in un articolo dello scorso numero del  nostro giornale riguardo il microcredito Cinque Stelle: «Noi abbiamo le mani legate se il governo non fa partire il finanziamento. Di certo le nostre intenzioni sono le migliori: aiutare i cittadini!». Fabio Leli affronta anche la questione del depuratore appena installato in Via Noicattaro che scaricherà in Lama S. Giorgio. Senza peli sulla lingua denuncia: «Non sverserà come sarebbe più ovvio in Lama Cupa, perché ci sono in ballo gli interessi dei "signori" di BariAlto. E sapete la motivazione? Un potenziamento del piano golfistico! Noi vogliamo un cambiamento radicale e sopratutto vogliamo fatti e non parole!» Prende anche la parola la giovane Viviana Guarini, anche lei candidata alla Regione. La Guarini ritorna sul caso "Casa della Salute" asserendo che il problema principale è stato che in questi ultimi dieci anni si sono costruite strutture del genere in maniera quasi inarrestabile senza tenere conto dei dati. Spiega Viviana Guarini: «Per aprire una struttura come la Casa della Salute occorre che vengano approvati numerosi atti aziendali; abbiamo invece scoperto che a Casamassima la struttura era pronta ma nessuno di questi atti erano mai stati approvati! Sono stati dunque letteralmente sperperati soldi pubblici a causa dell'incompetenza della politica. Questo ci insegna che nella sanità il cittadino viene prima di tutto e  che la politica deve restare assolutamente fuori dalla sanità!»

 

VALERIA MARANGI

Commenti  

 
#4 Biagio Elefante 2015-05-19 21:26
IL LUPO C'E' CASCATO
La rabbia dell'anonimo falso stellato("ex piddino") contro me che ho appena elogiato una candidata 5 stelle dimostra lo spirito arrivistico individualistico dei candidati falsi stellati che nel movimento ci bivaccano solo per la propria personale brama di emersione; per cui chi non è con loro è contro il movimento, anche se è del movimento e per il movimento.
Più chiaro e confesso di così.....!
E più indicativo di quanto certi bidelli a 5 stelle siano dei poveri a loro.
 
 
#3 Radical chic 2015-05-19 06:38
Anche nei cinquestelle ci sono i radical chic, quelli col portafoglio pieno, il palazzotto in piazza e le opere d'arte (tante, tantissime... forse troppe) a casa di mammina, ma che predicano da francescani.
Certo che l'orbo in un mondo di ciechi fa' il re.
 
 
#2 Ex piddino 2015-05-18 13:44
Elefante.....
Sei stato cacciato dal MOVIMENTO ..... Ormai ti conoscono tutti!
 
 
#1 Biagio Elefante 2015-05-17 18:46
Leli e Milone, due baresi distruttori del movimento da scartare inesorabilmente, un coacervo di incompetenza e settarismo arrivista, basta dire che a bari hanno fatto si che esistano tre quattro gruppo ognuno in guerra con gli altri. Più di qualche copiaincolla non sono mai riusciti a fare.L'unica loro forza sta nell'unzione dall'alto per virtù di arruffianamento, le stesse che hanno usato per vassallizzare a se qualche casamassimese, che non a caso in loco ha adoperato gli stessi metodi di autounzione.
Da quanto mi risulta finora una sola persona si salva nella lista 5 stelle della nostra provincia ed è la Elisabetta Pani, da votare quale candidata consigliera.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI