Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

Il minicredito del M5stelle? Un bluff!

Ottomano

 

 

 

Parla il signor Eligio Ottomano: il tasso di interesse è al 8,20%

Come è noto, gli attivisti del Movimento 5 stelle, quest'anno, si sono fatti promotori di una nobile iniziativa. Si sono infatti dimezzati lo stipendio ed hanno messo a disposizione un microcredito per gli imprenditori che volessero avviare una nuova attività o per le aziende in difficoltà. Ma come in quasi tutte le cose, l'inganno c'è e non si tratta di minuzie. Ce ne parla il signor Eligio Ottomano, che ha constatato sulla sua pelle che "non è tutto ora quello che luccica" . Ci racconta dunque la sua personale esperienza: «Tutto comincia il 10 febbraio quando vedo uno stand del Movimento cinque stelle in piazza; gli attivisti mi fermano e cominciamo a parlare. Mi parlano del famoso "micro credito 5 stelle" e lì per lì mi sembra una soluzione se pur "troppo facile", vantaggiosa». Ma ci sono molti elementi che mettono in allarme il signor Ottomano:«Per prima cosa, mi danno questi volantini e mi danno una lista di nomi di consulenti del lavoro di Casamassima. Vado da ognuno di loro e tutti mi rispondono la stessa cosa: sono laureati ma non esercitano». La seconda perplessità di Eligio Ottomano riguarda il fatto che gli attivisti si siano messi in movimento prima ancora che il governo avesse dato l'ok definitivo:«I 5 stelle hanno pubblicizzato tutto questo senza che avessero ancora l'autorizzazione dal governo. Gli attivisti mi avevano assicurato tutti i consulenti del lavoro erano tenuti a seguirmi; tuttavia quando sono andato dal mio consulente del lavoro, stavolta abilitato alla professione, mi ha detto che la cosa gli era stata comunicata ma non era ancora ufficiale da parte del governo e quindi non poteva aiutarmi fino a che la cosa non divenisse ufficiale» Ma la perplessità più grossa del signor Ottomano riguarda il tasso d'interesse: «A metà marzo i rappresentanti casamassimesi 5 stelle incontrano gli interessati al microcredito e anche io partecipo, se pur, a questo punto, con qualche perplessità. Ci parlano finalmente nel dettaglio del microcredito e ci fanno parlare anche con dei consulenti del lavoro; a un certo punto chiedo quale sia il tasso di interesse e mi rispondono che è all'8,20 %! Ma una finanziaria fa lo stesso tasso se non di meno! Come mi hanno confermato anche esperti del settore, il tasso è altissimo. Per questo decido di rinunciare». Altro sintomo della poca serietà del progetto è il continuo rimandare "il click day",il giorno in cui verranno presentate le domande e il progetto si avvierà a conclusione: «Dopo vari slittamenti, viene previsto per il 24 aprile. Intanto mi dicono che gli attivisti cinque stelle hanno raggiunto la cifra di 10 milioni mentre dal governo hanno avuto 30 milioni, per un totale di 40 milioni. Il 24 aprile si tiene il famoso click day, i moduli sono effettivamente online ma vengo a scoprire che il progetto verrà presentato almeno un mese dopo.».

Ritieni dunque che sia una truffa anche a livello nazionale?

Certo, è anche al livello nazionale! Di certo "i signori" di Casamassima ne hanno approfittato in un momento di campagna elettorale; se io fossi stato un po' più ingenuo avrei elogiato l'operato degli attivisti 5 stelle ad amici e parenti che probabilmente li avrebbero votati.

Non vi hanno mai chiesto esplicitamente voti?

«No assolutamente: però, cose come "vieni a firmare la lista" ed altri inviti del genere sono sintomatici, ma non sono mai stati espliciti».

I dubbi del signor Ottomano riguardano anche l'elargizione dei soldi: «Mi hanno detto che mi sarà fatto l'assegno appena avviene l'approvazione del progetto. Il mio dubbio è: io presento il progetto, senza fattura senza documentazione, e mi danno i soldi?». Insomma, tanti dubbi, tanti punti oscuri. Il progetto non è ancora concluso visto il continuo rimandare per cui non possiamo giudicare. Di certo il dubbio che si insinua è forte: i soldi che loro hanno preso dal proprio stipendio alla fine li hanno recuperati (o forse ci hanno guadagnato anche), facendosi belli davanti alla comunità?   VALERIA MARANGI

 

 

Commenti  

 
#7 Biagio Elefante 2015-08-03 20:10
FACCIAMO CHIAREZZA
1)Il fondo per piccole e medie imprese esisteva da anni con la funzione non di prestare i soldi, ma di consentire alle banche(sono sempre le banche a dare i soldi in prestito) di prestarli anche a chi non ha immobili da porre a garanzia della restituzione, garanzia che viene appunto fornita dal fondo. Si tratta della stessa funzione svolta dal COFIDI.
2)Questo fondo di garanzia è sempre stato finanziato dallo stato; e non poteva ricevere somme da privati. Infatti i parlamentari 5 stelle per consentire che il fondo venisse accresciuto, in parte minoritaria dalle loro donazioni, hanno chiesto e ottenuto l'approvazione di una legge che prevede questa possibilità, previo emanazione di un decreto ministeriale.
3)E' vero che in campagna elettorale, prima ancora che venisse emanato il decreto, e comunque prima ancora che venissero emanate le ulteriori istruzioni applicative previste dal decreto, Grillo e automaticamente i suoi valvassini pappagallini, si sono messi a pubblicizzare un volantino equivoco che dava la cosa già fattibile e spacciava i prestiti come finanziati dalle loro donazioni; quando invece non era ancora nemmeno presentabile alcuna domanda per questi prestiti che vengono fatti dalle banche e solo a loro discrezione.
4)Grossolana l'ignoranza dimostrata dai locali bidelli a 5 stelle di ogni dove e in particolare dei nostri comuni ove sono stati selezionati dall'alto per servilismo ai vassalli baresi (lo si è visto da come hanno chiesto il voto per certi balordi baresi alle regionali) che inetti come sono non potevano certo scegliere persone capaci e meno che mai lasciarle scegliere liberamente ai cittadini(come potrebbe poi un deficiente farsi acclamare da uno che capisce molto più di lui?!).
Non sapevano di cosa parlavano...,nè arroganti come sono, cercavano di farselo spiegare da qualcuno!
5)L'elenco di tutti i consulenti del lavoro abilitati(praticanti o meno...!) pubblicato acriticamente dai crapuloni stipendiati coi soldi nostri da casaleggio (quale atto di inconcludente e demagogico clientelismo),è stato ovviamente preso per oro colato dai grulli a 5 stelle di tutta Italia....
6)Inutile dire che quelli versati al fondo non sono soldi lavorati e guadagnati dai parlamentari 5 stelle, e meno che mai dal ridicolo loro ducetto grillo,
ma soldi nostri: e anche a ritenerle donazioni, la beneficienza si fa in silenzio non vantandosene da sbruffoni!
 
 
#6 shiva 2015-08-03 16:22
E' chiaro che se si parla di prestiti i soldi poi tornano indietro e pure con gli interessi e a chi tornano? Ai 5stelle? allora che dimezzamento di stipendio è?
 
 
#5 Ex piddino 2015-05-15 16:19
Ma il signor Eligio ottomano ha i requisiti per poter accedere a questo MICROCREDITO?
Non vorrei che sia un insolvente e quindi non può' accedere!
Attenti a ciò che scrivete ! Potreste incorrere in qualche querele x falso!
INformatevi prima di scrivere certe cose!
Sia sul MICROCREDITO che su questo Eligio.........
 
 
#4 Abete 2015-05-15 08:27
Scusa Pino, parli di polemica tirata fuori "in questo periodo" e non ti sembra strano che proprio in questo periodo il Movimento promuove questa iniziativa, peraltro, senza che sia ancora in vigore? Ridicolo a 5 stelle!
 
 
#3 pino 2015-05-14 16:40
mi sembra una polemica sterile,nonché pretestuosa , oltretutto "tirata fuori in questo periodo".Qualora ci fossero state iniziative premature sul dare queste informazioni da parte degli attivisti del nostro comune, non capisco come si possano fare insinuazioni generali verso tutto il movimento.Rispetto l'opinione dell'intervistato , che resta pur sempre un esperienza personale ,ma un monito anche a chi ha scritto l'articolo che, oltre alle opinioni, dovrebbe spiegare anche lo stato dei fatti.
 
 
#2 beataignoranza 2015-05-14 15:55
www.lavoroediritti.com/2015/05/microcredito-alle-pmi/

un po' di informazione non fa mai male.
Complimenti per l'articolo sia alla giornalista che all'intervistato. Ma quante inesattezze avete scritto?
 
 
#1 Considerazione 2015-05-13 21:30
Ma di cosa ci meravigliamo e uno scherzo da comici.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI