Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Il vero confronto Cessa-Ferri: CLICCA QUI - VIDEO INTEGRALE

nica ferri vito cessa

Ecco il video del vero confronto tra Nica Ferri e Vito Cessa, organizzato da "Amo Casamassima" e "La Voce del Paese", tenutosi giovedì 26 febbraio. Nel numero de "La Voce del Paese - edizione Casamassima" in edicola domattina, 28 febbraio, particolari, esclusive e anticipi sulle prime primarie di Casamassima di domenica 1 marzo per la scelta del candidato sindaco di centro-sinistra.

CLICCA TASTO PLAY NEL RIQUADRO IN BASSO O IN ALTO

SE NON SI APRE, CLICCA QUI PER VISUALIZZARE

Commenti  

 
#30 Nicolino 2015-03-06 21:27
Alfiere Nero si nu mostr!
 
 
#29 MediciInPolitica 2015-03-05 23:25
Una vera iattura
 
 
#28 Alfiere Nero 2015-03-05 13:10
Mutuando dalla biologia ho spiegato più volte in questo sito le dinamiche che hanno portato a Renzi: Berlusconi covata di Craxi, Renzi covata di Berlusconi e, attenti, del berlusconismo. La logica epidemiologica vuole che un virus si annidi o proliferi dentro un corpo debole, cioè con un apparato di difese immunitarie basso o vulnerabile. Ora, è il virus del berlusconismo e non Berlusconi ad aver prodotto Renzi. La risposta naturale contro il virus del berlusconismo non c'è stata per la debolezza dell'apparato politico-sociale: insomma non c'erano e non ci sono gli anticorpi. Ora, sperare o chiedere aiuto a Berlusconi o a Salvini altra covata del berlusconismo ( factum sceleris di alcuni ) che spazzino Renzi è come chiedere ad un virus di spazzare se stesso: cosa impossibile in natura. Il virus per antonomasia è spazzatura che si nutre del corpo ( paese ) in cui si è annidato. Ribadisco ancora una volta: occorre spazzare via Berlusconi e non chiedergli aiuto, altrimenti il virus si rafforza. Considerata la debolezza del paese occorrono almeno dieci anni per sconfiggere il virus del berlusconismo sempre che si riesca a debellarlo. Ricordo altresì che, quando l'apparato immunitario non reagisce, in medicina si agisce dall'esterno iniettando antivirus: così come tentò di fare l' Europa in varie occasioni. Ma l'italia non volle iniettarselo. In termini medici per rigetto.
Requiem.

PS: Lei come psichiatra si rende conto che con autolesionismo si è iniettato un virus? Per adesso: In bocca al vibrione.
 
 
#27 Alfiere Nero 2015-03-05 13:09
Caro dott. Cesssa,

Noi ci conosciamo. Da sempre. Frughi nella sua mente…

Posso dire che dal punto di vista professionale l’ho messa alla prova. Lei è una persona onesta. Ma soprattutto era una persona “quasi” di sinistra con non irrilevanti influenze cattoliche. D’altronde ero e sono rimasto tale anch’io tranne il quasi.. Lei invece non più.
Farsi vessillifero di un partito ormai di centro destra ha abiurato a se stesso; e lei sa quanto conta il Sé nella struttura della personalità…Non solo nel senso psicanalitico ma anche filosofico dell’heideggerriano “Dasein”; cioè come si sta nel mondo: autenticamente o inautenticamente.

Posso vantare un’esperienza estremamente complessa, articolata e concreta tra politica e psichiatria. Prima come aspirante fidanzato di una psichiatra donna ormai in carriera politica in quel di Bari e collateralmente pervicace frequentatore di vernissage ( leggi inaugurazioni con buffet gratis ) politico-medico-forensi. D’altronde anche nell’ordine psichiatrico vi sono correnti. Perdoni la semplificazione: ma che c’azzecca Psichiatria Democratica o il grande Basaglia a cui, credo, abbia fatto riferimento in tutti questi anni di onesta professione con il renzismo?

Ormai ho maturato la consapevolezza lapalissiana che in certa politica non solo si mangia ma si magna senza misericordia. Ci si riempie, zeppa, tracanna e soprattutto si bissa: di ogni cosa. Ponendosi, a bocca piena et ultra, non certo estetici e santi rovelli per ridurre le disuguaglianze. Lei è entrato, con la sua scelta, direttamente nella bocca del Leviatano. Che non è la politica con la P maiuscola ma l’Economia dell’iperliberismo di cui la politica è ormai ancella. Verdini le ricorda qualcosa?
Posso quindi un po’ dubitare della sua scelta quantomeno incoerente rispetto a ciò che è stato precedentemente?

Io ho una piccola metafora o allegoria di ciò che è successo nella politca italiana in questi ultimi vent’anni. Rifletta e mi dica se è d’accordo. Sono certo che se rifletterà con coscienza quando sarà eletto sindaco le verrà qualche inquietudine.
Continua...
 
 
#26 vito cessa 2015-03-04 09:25
Caro Alfiere Nero, c'è ancora tempo fino al 10 maggio!
Scenda anche lei in campo e provi, come me e la dott.ssa Ferri, a metterci la faccia candidandosi in prima persona.
Mi creda, sarei onorato di confrontarmi in campagna elettorale con una persona colta e appassionata come lei.
 
 
#25 Alfiere Nero 2015-03-03 21:12
Caro dott. Cessa, Ha vinto il confronto quasi a mani basse. Troppo fair play e inesistente aggressività della Ferri. Se fossi stato al posto della Ferri le avrei fatto vedere i sorci rossi...
 
 
#24 Biagio Elefante 2015-03-03 18:29
DA UN BIRARDI DI DESTRA A UNO DI FALSA SINISTRA
Dr. Cessa, il diritto non è proprio il suo forte, e nemmeno le norme che la riguardano direttamente.
La possibilità di proroga per non oltre il 30 aprile 2013 delle prestazioni "intramurarie" già autorizzate presso studi professionali, disposta dal d.l.158/2012 all'art.2 co. 1 lett.c conv. con l.189/2012) è una cosa;E non centra niente e non consente per niente quanto nel suo interesse beneficio deliberato dalla ASL BA.
La sua domanda di passaggio dal rapporto esclusivo al non esclusivo è disciplinata dall'art.2 septies della legge 138/2004, nonchè dall'art. 10 co.2 del CCNL 2005 della dirigenza medica, per le quali norme detta domanda deve essere presentata necessariamente entro il 30 novembre, ed ha effetto dal 1° gennaio successivo.
E' davvero risibile la giustificazione che della "eccezione" fatta dalla ASL lei(o probabilmente chi gliela ha passata) prova a dare raccontandoci che la Direzione della ASL ha autorizzato a se medesima codesta eccezione in virtù della quale le ha concesso l'autorizzazione in violazione delle tassative scadenze di legge.
Scadenze stabilite, come si rileva dalla norma(l.189/2012) da lei citata,al fine di poter ogni ASL programmare l'utilizzo del personale e delle strutture, onde evitare danni al servizio salute...
Questa sua personale vicenda e più ancora la non-sostanza e lo stile delle sue pretese giustificazioni, illuminano ogni casamassimese su quale futuro lo attenda se dovesse malauguratamente votarla.
 
 
#23 vito cessa 2015-03-03 10:45
Caro sig. Elefante, nonostante che le carte gliele abbiano passate, continua a fare illazioni e deduzioni tanto facili quanto assurde.
Per capire il senso dell'espressione "in via eccezionale" bisogna rifarsi alla legge 189 del 08/11/2012, la quale prevede la non prosecuzione della attività libero professionale intramoenia in forma allargata oltre il 30 aprile 2013. È sulla base di questa normativa che la mia ASL ha dato questa scadenza, in via eccezionale, a TUTTI i dirigenti alle sue dipendenze con una nota datata 30 aprile 2013!
Pertanto, l'eccezionalità è una conseguenza della corretta applicazone della legge e non dalle fesserie che lei va insinuando.
La prego, esprima pure giudizi su di me, ma lo faccia evitando di fare cattiva informazione in mala fede o avanzando assurde interpretazioni.
Accetterò ogni critica, ma non le idiozie!
 
 
#22 Futura 2015-03-02 09:37
Sig. Biagio Elefante, ma come fa da Turi a conoscere la realtà casamassimese? Parlando dei problemi sociali afferma che Vito Cessa è stato sin da ragazzo impegnato nelle associazioni casamassimesi e lo si vede passeggiare per le vie cittadine, non altrettanto si può dire della Ferri che dopo aver svoloto la professione nel suo studio, pare rivolga l'attenzione in altri paesi limitrofi. La sua analisi è partigiana, forse come la mia, ma io parlo di ciò che conosco lei di ciò che non sa.
I risultati odierni hanno rivelato chi fosse l'alieno e chi la persona destinata a governare il nostro paese.
Lei può continuare a prestare atenzione ai problemi del suo paese che gia a Casamassima ne abbiamo abbastanza di professori criticoni.
 
 
#21 perplesso 2015-03-01 22:37
per NINO
Cattivo esempio. il dott. Marino a Roma sta facendo uno sbaglio dietro l'altro, senza parlare degl'intrallazzi con le cooperative, gl'imprenditori e la mala.

Cambia discorso che è meglio.
 
 
#20 Considerazione 2015-03-01 21:54
Infatti si vede come è governata Roma.
Ma scusatemi, dimentichiamo i para occhi o forse troppi caffè oggi, hanno reso alcuni confusi.
 
 
#19 Considerazione 2015-03-01 21:42
È' meglio non agitarsi, uno psichiatra penso che dovrebbe sapere bene che lo stato agitativo è' sinonimo di varie situazioni.
 
 
#18 Nino 2015-03-01 19:55
#14 Considerazione
Una grande città metropolitana come Roma e' amministrata da un Sindaco Medico "Docente di chirurgia dei trapianti "
questo dimostra che un medico può fare politica ma che un politico non può fare il medico
 
 
#17 Considerazione 2015-03-01 19:06
Dr Cessa non si agiti subito quando qualcuno esprime pareri che possono o non possono essere condivisi.
Chi decide di entrare in politica deve abituarsi a queste situazioni anche di imbarazzo.
Se perde così presto la pazienza, come farà eventualmente a fare il sindaco.
Mi auguro che lei non pensi che amministrare un comune sia solo una festa come oggi .
Il tutto denota inesperienza e questo sinceramente preoccupa.
Comunque tanti auguri.
 
 
#16 Biagio Elefante 2015-03-01 18:50
La deliberazione del direttore generale della ASL BA del 27 MAG.2013 n.0935, a firma di Giuseppe Luisi funzionario istruttore,Rodolfo Minervini dirigente amministrativo,Francesco Lippolis direttore della S.C. stabilisce di "accogliere in via "eccezionale l'istanza presentata dal dr. "Vito Cessa dirigente medico "psichiatra.........relativa al passaggio al "rapporto di lavoro NON ESCLUSIVO, con "effetto giuridico ed economico di tale "opzione dal 1° maggio 2013.
"Di applicare dal 1° maggio 2013 il nuovo "trattamento economico previsto dal CC.NN.LL. "della dirigenza medica/veterinaria in "vigore":
La anzidetta delibera è PUBBLICATA ALL'ALBOo, e ogni casamassimese munito di internet può visionarla scrivendo sul motore di ricerca qualche dato di essa.
Tuttaltro quindi che attinta da persone fornitrici di informazioni mendaci e ai limiti della diffamazione.
Sorprende in proposito la strana "eccezione" fatta dalla ASL che a fronte della legge che prevede la possibilità del passaggio da rapporto esclusivo a quello non esclusivo con domanda da farsi entro il 30 novembre, ha consentito detto passaggio richiesto con domanda fuori tempo massimo, senza per nulla motivare in cosa consistesse la dichiarata eccezionalità, che non pare pertanto essere conforme a legge!
Effetti della politica?
Cominciamo bene!
 
 
#15 Domanda 2015-03-01 13:18
Vorrei chiedere a questi 2 protagonisti
di una bella domenica di sole di marzo,
Dopo tutte queste strette di mano e gioiose compiacenze con i bravi e ben addestrati elettori, cosa farà il perdente dopo lo show di quest'oggi.
Il perdente si ritirerà oppure si incontreranno per decidere come dividersi lle poltrone del nostro bel consiglio comunale.
 
 
#14 Considerazione 2015-03-01 13:00
Ma cosa pensano che amministrare in comune sia solo una gara tra 2 medici.
È' bene che ognuno di loro faccia il medico, la politica è ben altra cosa.
 
 
#13 Foxy 2015-03-01 12:14
Sostanzialmente a mio parere non sanno ne quello che dicono e ne immaginano come poterlo realizzare concretamente, sono sempre piu' convinto che il mio voto andrà al M5S !!!
 
 
#12 Neos 2015-03-01 10:13
@liberate casamassima
Citazione:
ma la Dott.ssa Ferri era assonnatA O semplicemente distratta? "Mi può ripetere la domanda?"
Non sarà un essere umano anch'ella, forse?
Se cerchiamo le pagliuzze negli occhi altrui non ne usciamo più...
 
 
#11 Vito Cessa 2015-03-01 01:29
Spett.le Redazione,
Vi sarei molto grato se il mio commento fosse pubblicato oggi, domenica primo marzo, vista l'importanza e l'urgenza politica del momento.
Grazie è buon lavoro.
Vito Cessa
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI