Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

Francesco Risoli: La mia candidatura a sindaco rappresenta una rottura col passato

L'avvocato Risoli

Pubblichiamo una nota del candidato sindaco del Movimento Schittulli.

****

Ho appreso che, negli scorsi giorni, sul giornale "La Voce del Paese" è apparso un articolo in cui - a poche ore della notizia della mia candidatura - la stessa è stata già data per "bruciata". Ebbene, pur non nascondendo lo stupore per una presa di posizione così repentina oltre che netta, ritengo doveroso precisare, in tutta serenità, la mia posizione.

Posto che non ho intenzione di alimentare polemiche futili quanto inopportune in questa fase iniziale della campagna elettorale, mi limiterò a ricostruire brevemente le vicende che hanno portato alla mia candidatura così che le stesse possano essere conosciute anche da chi, evidentemente, pur non conoscendo le più recenti dinamiche politiche che riguardano la Città di Casamassina, ritiene arbitrariamente di poter avanzare fantasiose quanto suggestive ipotesi al riguardo.

Ebbene, il Movimento Schittulli ha sin da primo momento convocato un "tavolo" di confronto (in data 29.01.2015) finalizzato all'individuazione di un candidato sindaco comune per lo schieramento di centro-destra, un candidato che potesse rappresentare un "punto di rottura" col recente passato.

Faceva seguito (ahimè) l'immobilismo delle forze politiche coinvolte nel predetto confronto, ragion per cui il Movimento Schittulli, in linea con i propri principi e nell'ottica di un rinnovamento della classe politica locale, decideva - optando per il sottoscritto in veste di candidato sindaco - di intraprendere un nuovo percorso, forse coraggioso, ma non per questo meno credibile di altri.

E' in questo contesto che si colloca la candidatura del sottoscritto, candidatura che in ogni caso non preclude alcun dialogo con le forze politiche che avranno l'intenzione di condividere i programmi e le idee che il Movimento Schittulli intende attuare anche grazie al mio sostegno.

Un'ultima precisazione: in democrazia è doveroso confrontarsi ed accettare le critiche di tutti, ma le tendenziose ed aprioristiche definizioni di un certo giornalismo locale - probabilmente ancora legato a dinamiche appartenenti ad un vecchio modo di fare politica - non sono tollerabili soprattutto quando arrivano a considerare l'elemento personale (e probabilmente l'età anagrafica) quale unico parametro attendibile per poter esprimere giudizi affrettati nonché ingiustificati; la mia candidatura nasce dalla volontà di rompere una volta per tutte col passato e rappresenta - a prescindere dalle ideologie - un nuovo modo di fare politica, un'alternativa possibile in cui saranno solo i programmi e la ferma volontà delle persone che mi onoro di rappresentare a fare la differenza.

Ecco, il mio augurio è che a "bruciarsi" sia una volta per tutte proprio questo vecchio modo di fare politica, a prescindere dalla mia eventuale elezione a sindaco della Città in cui sono cresciuto e che sogno, prima o poi, di poter servire responsabilmente e con il massimo impegno.

Cordialità.

Francesco Risoli

Commenti  

 
#10 Renzo 2015-03-09 13:45
Cosa state aspettando ancora? Ritenete di correre da soli o di stringere accordi con altre liste? State attenti a non cadere nella trappola di alcuni soggetti. Siete un gruppo "nuovo", pulito e pieno di grinta.
Andate avanti come un treno.
n.b. siete l'unica lista di cui si parla bene a Casamassima (ovviamente la mia considerazione è limitata all'analisi del centro-destra) ed altrettanto positivi sono i commenti delle persone di Casamassima su Petroni e sulla sua scommessa.
Buona fortuna, ve ne servirà tanta, ma le sfide sono belle per questo. Non demordete.
 
 
#9 informazione 2015-03-06 20:17
Signor risoli una informazione: ma ci può confermare che non farete brutte alleanze con ninni columbo e persone a lui vicine? miraccomando solo così Casamassima potrà uscire dal pantano.
tanti cari saluti. un suo stimatore.
 
 
#8 Saint Moritz 2015-03-03 23:51
Sarebbe interessante sapere anche chi guida Il Sig. Risoli...la passione per la politica, la voglia di cambiare...o semplicemente un avvocato?
 
 
#7 Gaspare 2015-02-24 09:59
A Casamassima non c è la casa bianca. ......!!!
 
 
#6 chissà... 2015-02-20 17:24
se qualcosa davvero cambierà qualora dovesse diventare Risoli il primo cittadino. Sarebbe un forte segnale!
Spero che le belle parole dette dal giovane candidato siano sincere, ma che più sincero ancora sia il programma elettorale che lo stesso candidato vorrà attuare.
Non posso che augurarti, caro francesco, un grande in bocca al lupo per la tua avventura.
E stai attento a chi ti vorrà accarezzare, perché in cambio vorrà l'anima!
 
 
#5 poco realista 2015-02-19 17:08
per commento n. 4
molto di parte, sembra una autobiografia positiva
 
 
#4 Realista 2015-02-18 13:38
Il Movimento Schittulli, con l'investitura dell'avv.to Risoli a candidato sindaco, ha evidentemente voluto dimostrare come sia possibile rompere con il passato e dare alla politica la freschezza delle idee e dei rapporti, che più che mai in questo periodo può giovare alla collettività e al paese tutto. Il Movimento è politicamente giovane, ancora per fortuna avulso - e lo sta dimostrando - dalle dinamiche e dagli intrecci che hanno negli ultimi anni caratterizzato la realtà e le dinamiche della politica casamassimese; e non c'è da sorprendersi di ciò, considerando chi coordina il Movimento, persone di un certo spessore umano e morale. Spero vivamente che il Movimento continui su questa scia di cambiamento positivo e che possa garantire un futuro politico limpido e prospero per il paese.
 
 
#3 Adriano 2015-02-17 09:44
Analisi lucida del candidato sindaco del Movimento Schittulli che ha saputo respingere con eleganza e fermezza le illazioni avanzate in maniera frettolosa sulla sua candidatura. La politica ha bisogno di voltare pagina e Risoli rappresenta davvero una rottura col passato
 
 
#2 Gustavo 2015-02-17 08:50
Grande! Tu te la suoni e tu te la canti! Grandissimo!
 
 
#1 sacrosanta verità 2015-02-17 08:30
Risoli ti stimo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI