Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

Sel replica ad Autonomia Cittadina e ricostruisce la verità

sel casamassima torta

Articolo pubblicato su "La Voce del Paese - ediz. Casamassima (una delle 10 edizione del nostro grande network!)" nelle edicole e nelle vostre case da sabato 14 febbraio.


 

“Noi coerenti”

Ecco la verità e la ricostruzione del giallo sugli incontri riservati

 

In seguito alle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal segretario di Autonomia Cittadina (AC), riteniamo opportuno fare chiarezza e contestualmente informare i nostri cittadini ed elettori sul percorso tenuto finora in vista delle elezioni comunali dal Circolo SEL Casamassima.

Sin da quando è caduta l’amministrazione di centrodestra, guidata dal sindaco Birardi, avevamo auspicato che le forze politiche che coerentemente e collegialmente si erano opposte a tale amministrazione potessero presentarsi unite alla nuova competizione elettorale, magari aggregando, possibilmente, altri raggruppamenti.

Infatti nel mese di novembre i segretari di PD e SEL si incontravano e insieme concordavano di espletare autonomamente un giro di consultazioni per valutare se tale processo potesse attuarsi.

Era convinzione di molti, ma non la nostra, che si dovesse votare a febbraio 2015 e pertanto i tempi per le consultazioni e per organizzare eventuali primarie erano ritenuti abbastanza stretti e si parlava già di candidati sindaci e di coalizioni.

Eravamo dubbiosi sulla possibilità che Autonomia Cittadina avrebbe potuto aderire alla nostra richiesta, in quanto aveva sin da subito e più volte espresso la propria volontà di non intrattenere rapporti con i partiti, così come previsto dal suo statuto costitutivo.

Abbiamo voluto provarci comunque e il giorno 5 gennaio siamo riusciti a riunirci noi di SEL con il segretario di AC e con il suo candidato sindaco, non ancora ufficializzato, per valutare se potessero esserci le condizioni per un'alleanza programmatica tra le forze, ripetiamo, che erano all’opposizione dell’amministrazione Birardi.

In tale contesto era stata avanzata ai presenti la proposta di convocare una riunione sul tema con le altre forze politiche che intanto avevano dato vita ad un coordinamento cittadino del centrosinistra e cioè, oltre al PD, Libera Casamassima e Realtà Italia.

Contestualmente anche attorno ad Autonomia Cittadina si era coagulato un gruppo di liste civiche e noi, sino ad allora, non avevamo sottoscritto alcun documento di coalizione e quindi eravamo assolutamente equidistanti dalle forze politiche in campo.

Il segretario di AC, preso atto della proposta, si era riservato di darci una risposta entro quindici giorni, perché, cosa logica, doveva riportarla all’interno della sua formazione politica e verificare se si potesse derogare a quanto previsto dal proprio statuto.

Il giorno 17 gennaio c.a., su invito del segretario della stessa Autonomia Cittadina, ci siamo riuniti presso la sua sede, dove erano presenti, oltre a rappresentanti di Autonomia, anche esponenti della lista civica Cambia Casamassima.

In tale contesto il segretario di Autonomia ci comunicò che, dopo un'approfondita valutazione e discussione sulla proposta ricevuta, si era deciso per una successiva riunione da tenersi a breve con le forze politiche di centrosinistra che avevano già sottoscritto un documento di coalizione.

In quella sede non si era raggiunto alcun accordo elettorale perché il segretario di Autonomia Cittadina aveva tenuto a precisare che nel movimento si era aperta una discussione seria e partecipata circa la posizione di SEL alle prossime elezioni.

Dal confronto interno a SEL, nel frattempo, emergeva sempre più la volontà di partecipare alla coalizione di centrosinistra per le stesse elezioni allo scopo di rendere più coerente il percorso politico del partito, impegnato nella competizione elettorale anche a livello regionale in alleanza con quelle forze politiche.

Tutto ciò che è successo dopo la firma da parte del nostro segretario, che ufficializzava il documento di coalizione di centrosinistra, è ormai di dominio pubblico. Ci preme far sapere che siamo sempre stati coerenti e chiari e che sempre lo saremo. Pertanto riteniamo chiusa da parte nostra la discussione sulle alleanze. D'ora in poi ci concentreremo sulle imminenti primarie e sulla successiva campagna elettorale del centrosinistra.

 

IL CIRCOLO SEL CASAMASSIMA

Commenti  

 
#1 rinnegamento cittadi 2015-02-19 14:51
Certo a qualcuno interessa vincere a tutti i costi. Autonomia Cittadina, nata perchè contro i partiti e con gente da sempre di centro destra, vuole fare le primarie con i partiti di sinistra, PD e SEL. Come mai. Si sfrutta la passione del calcio per intralazzare sul campo sportivo, o qualche per qualche lottizzazione da approvare, o per fare qualche altro supermercato o distributore di carburante? E il povero PD che brutta fine ha fatto, porta alle primarie un bravo ragazzo Vito Cessa perchè mancano marionette in Comune da far muovere da alcuni responsabili di servizio. La Ferri, volto nuovo nelle mani dei volponi, cacciati dal partito ma ancora con l'obiettivo di depredare Casamassima e i casamassimesi a favore delle lobbi economiche. Auguri Casamassima.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI