Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

Si gioca allo stadio: scattano le denunce?

foto

 

Scoppia nuovamente la polemica attorno al campo sportivo. Questa settimana due cittadini hanno denunciato alla Polizia Municipale la presenza di bambini sul terreno di gioco. I “sospetti” sui denuncianti sono ricaduti sull’ex sindaco Birardi e su Franco Pignataro, poiché lo stadio non è agibile.

In effetti dei ragazzini c’erano. Si tratta dei giovani dell’Atletico Casamaxima che hanno calpestato il solo terreno di gioco, per scaldare i muscoli in vista del match che si disputerà domenica 23 novembre in campo neutro, ad Acquaviva, contro il Norba Conversano.

La denuncia dunque pregusta tutto il sapore amaro della campagna elettorale.

“È vero – ammette l’ex presidente della SudEst Calcio ed ex consigliere comunale Pinuccio Fortunato, contattato dalla nostra Redazione – i ragazzini si sono allenati ma non hanno occupato né gli spalti e né gli spogliatoi, peraltro privi di luce e acqua. Inoltre, non abbiamo scavalcato nessun cancello. La convenzione tra la società (di cui è presidente Franco Palmisano, ndr) e il Comune è ancora in essere, quindi abbiamo le chiavi per entrare”.

Aldilà delle ripicche e delle polemiche politiche, resta il dato di fatto che Casamassima, cittadina di 20mila abitanti, non ha ancora uno stadio degno. “Le società si sobbarcano i costi – osserva Fortunato (portavoce della squadra) – hanno il dovere di garantire almeno gli allenamenti. Al Comune non chiediamo soldi, ma a questo punto non è giusto che lo stress delle ripicche dei politici debbano subirlo i bambini”.

Intanto, pare che la Polizia non sapesse nulla e dagli uffici comunali non è chiaro se sia stata rilasciata o meno l’autorizzazione a praticare il campo. E non è detto che però ci voglia.

Abbiamo contattato l’ex sindaco Birardi che si sfoga: “Ricordo che quando ero sindaco, la Sudest voleva 90mila euro per rimettere a nuovo il campo. Noi rivedemmo la convenzione e scoprimmo che l’Amministrazione De Tommaso voleva dare alla società ben 125mila euro realizzare le gradinate e l’illuminazione del campo. Di questa ipotetica spesa a oggi non sappiamo ancora nulla, non ci sono fatture, non c’è alcun rendiconto dell’impresa che realizzò alcuni lavori. Poi la Sudest mi chiese altri soldi perché rischiava di non affiliarsi al Campionato di calcio. Io non li ho dati e così ha citato il Comune per danni di 200mila euro, perché non essendo agibile il campo, non ottenne l’iscrizione al Campionato. La società procedette con l’arbitrato, la cui Commissione è presieduta dall’avvocato Caputi Jambrenghi. Poi è caduta l’amministrazione e non so altro…”.

Noi sappiamo solo che negli ultimi anni l’Amministrazione non ha fatto nulla per lo sport. Quindi, i ragazzi dove vanno se non possono nemmeno allenarsi sul campo?

Commenti  

 
#1 SPORTIVO 2014-11-26 19:42
BIRARDI E COMPANY ANCORA IN GIRO STATE A SPARARE CA...TE?
VI CONSIGLIO, INVECE DI DENUNCIARE CHI STA FACENDO QUALCOSA (SENZA CHIEDERE UN CENTESIMO A NESSUNO) PER RIPORTARE IL CALCIO E I RAGAZZI CHE SI SONO ALLONTANATI DA CASAMASSIMA A CAUSA DELLA MANCANZA DI UN CAMPO SPORTIVO DOVE POTER PRATICARE LO SPORT PIU' SEGUITO AL MONDO, DI RIVEDERE TUTTO QUELLO CHE AVETE FATTO A DISCAPITO DELLO SPORT. E'FACILE DARE LA COLPA ALL'AMMINISTRAZIONE PRECEDENTE CHE VI HA PRECEDUTO, INTANTO VOI CON TUTTI I SOLDI CHE AVETE SPESO IN AVVOCATI PER DIFENDERVI DALLE BEGHE CON IL SIG. PALMISANO, POTEVATE SISTEMARE QUEL MINIMO INDISPENSABILE PER POTER FARE GIOCARE ALMENO I RAGAZZI DEL SETTORE GIOVANILE.
MA COME SI PUO' BUTTARE DEL FANGO SULLA GENTE CHE STA FACENDO QUALCOSA DI BUONO PER I NOSTRI RAGAZZI?
LA POLITICA NON CENTRA UNA MAZZA CON LO SPORT A CASAMASSIMA E NON E'QUESTO IL MODO PER FARSI BELLI E OTTENERE DEI VOTI,TANTO ALLE PROSSIME ELEZIONI, CARI BIRARDI E COMPANY NESSUNO VI VOTERA' PERCHE' AVETE GIA' FALLITO!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI