Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

È presto per il candidato sindaco. Pino Gengo ci svela alcuni “retroscena” della campagna elettorale.

23-magritte-uomo-con-mela-100x70-70x50_jpg

 

L'ex assessore alla Pubblica Istruzione, Pino Gengo (Nuovo Centro Destra), è tornato alla ribalta dopo l’acceso confronto con il giovane segretario del Partito Democratico, Adriano Bizzoco. Dopo lo scontro, il confronto, infine il chiarimento. Racconta ai nostri microfoni l’epilogo di questa disputa che, a nostro avviso, ha tutto il sapore di uno scontro generazionale in atto non solo a Casamassima. Gengo, che ama definirsi un politico “vecchio stampo”, spiega che i giovani hanno comunque bisogno del supporto dell’esperienza, quindi di politici navigati. Stuzzicato dalle nostre domande, preferisce non fare nomi di possibili protagonisti della campagna elettorale che pian piano ci sta accompagnando verso il voto delle comunali del 2015. Per adesso possiamo solo provare a interpretare le realtà. I volti non si vogliono “bruciare”.

 

Signor Gengo, lei sa tutto e di tutti... Scherzi a parte, ci sveli qualche segreto di questa campagna elettorale?

Ha detto bene.... Scherzi a parte, ma realisticamente davvero si può pensare che esistano ancora i segreti?

 

Chi è in pole per la candidatura a sindaco? Ci faccia qualche nome...

Ritengo sia prematuro, siamo nella fase iniziale della campagna elettorale per parlare di candidati sindaci.

 

Ha chiarito con il segretario del PD? Cosa significa per lei essere giovani in politica? Si possono avere ambizioni?

Giorno dopo giorno si è montato un caso mai esistito, credo proprio di avere un buon rapporto con il segretario locale del Partito Democratico. Per il raggiungimento di un ottimo risultato si ha bisogno di forze giovani che sono fonte di nuove idee e nuovi impulsi e stimoli. Ritengo, però, necessario abbinare l'esperienza, l'equilibrio e la capacità dei meno giovani che hanno potuto acquisire tali caratteristiche nel tempo.

 

Lei si definisce uno vecchio stampo della politica. Ci spiega il senso?

Per me significa essere vicino ai cittadini da tanto tempo.

 

Ci parli un po' del suo progetto politico. Quali direttive avete ricevuto da Massimo Cassano?

Il nostro progetto politico è come sempre riuscire a fare qualcosa di buono per il paese. Non abbiamo direttive da alcuno.

 

Secondo lei Birardi avrebbe potuto resistere? E a quali condizioni?

Sono stato allontanato da Birardi, per mia fortuna, da oltre due anni ed ho assistito a quello che hanno visto tutti i cittadini: un totale disastro! Impossibile, pertanto, in questa condizione.

 

Che ne pensa di un ritorno dell'ex sindaco De Tommaso?

Io credo in un lavoro di squadra, non identifico in una sola persona l'operato di un'amministrazione e di un consiglio comunale. 

 

La coalizione che risulterà vincente, quali condizioni dovrà avere? 

Condizioni necessarie sono: onestà, esperienza, capacità di affrontare innumerevoli problemi quotidiani, passione, trasparenza, un naturale carisma e capacità di ascolto.

 

Il suo identikit ideale del prossimo candidato sindaco...

Alle qualità innanzi dette, il sindaco deve anche essere in possesso di una notevole capacità aggregativa.

 

Se fosse lei sindaco, chi metterebbe sicuramente in squadra tra gli assessori?

Credo di aver già toccato quest'argomento, al di là dei nomi devono essere tenute presenti capacità e competenze di ognuno.

 

Il centro-destra vince se... E il centro-sinistra vince se...

A mio avviso potrebbe prevalere la coalizione che, senza estremismi, abbia un programma concreto, realizzabile e ricco di iniziative tese al rilancio di CASAMASSIMA, per assumere il ruolo che merita.

 

Intervista e scelta foto a cura di Nicola Teofilo


Il post di Gengo e la replica a Bizzoco

Riportiamo la replica di Pino Gengo, al post del segretario PD, Adriano Bizzoco, pubblicato nello scorso numero.

“Per prima cosa vorrei ringraziarti per l’alta considerazione che hai di me e che nessuno mi aveva attribuito fin’ora. Mi aiuti a comprendere meglio il tuo pensiero ".... nel rapportarmi con i giornalisti della carta stampata e virtuale, ho scoperto la sua (la mia) notevole conoscenza dei fatti e la capacità di diffondere informazioni e indiscrezioni riguardanti tutti i partiti politici della scena camassimese"?
Se le tue esternazioni fossero vere, sarebbero un’offesa alla professionalità dei giornalisti?
Mi dispiace deluderti, ma non credo di aver tali capacità persuasive nei confronti di professionisti. 
E’ mia opinione che non è con la furbizia o con l'intelligenza fine a se stessa che si vincono o perdono le competizioni elettorali, ma con i programmi seri e con gli uomini giusti, in piena e totale trasparenza. 
Nel considerarmi a tua disposizione, colgo l'occasione per salutarti”.

Commenti  

 
#4 Giuseppina 2014-12-08 11:32
Parlare dei defunti è cosa scorretta, cara volpe sparata.
Accusare il bravo Pino di essere alla corte del potente è cosa buona e giusta! Una spalla forte fa comodo a tutti, soprattutto a chi le palle* forti non le ha mai avute.
* errore di battitura, leggi: SPALLE.
 
 
#3 lessy 2014-12-02 04:40
Quante cazzate3....
 
 
#2 lilliput 2014-11-30 16:39
Ma dico abiti a Turi perchè non lasci Casamassima. Ti vedo dalla mattina alla sera ad avvicinare gente, ma che lavoro fai? Come vivi? Forse è la politica il tuo mestiere per campare?
 
 
#1 volpe sparata 2014-11-25 22:38
Gengo, ma per vecchia politica intendi le clientele ereditate perché tuo padre ha fatto assumere tante persone? Dove è il tuo merito? Già tu sei vicino alla gente.
Hai bisogno di forze giovani per il raggiungimento di un buon risultato, cioè di marionette mosse da chi ha esperienza: Tu, Columbo, Cristantielli, L'Abate, il grande sottosegretario Cassano ed il mitico Degennaro.
Venghino signori venghino, ahahahahah
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI