Soppresso il Nucleo di Polizia Edilizia. I primi effetti collaterali del Commissariamento dopo la caduta di Birardi

Il commissario prefettizio Alfonso Magnatta

 

Il 4 novembre scorso, il Commissario Straordinario del Comune di Casamassima, che sostituisce il vuoto di potere politico-amministrativo dalla caduta del sindaco Birardi (il 12 settembre scorso), ha approvato una delibera (n. 21 del 04 Novembre 2O14) dal titolo: “Atto di indirizzo per l'adeguamento funzionale dell'attività di controllo edilizio”.
Con questo atto, si decide così di trasferire le competenze del N.O.P.E. (Nucleo Operativo di Polizia Edilizia) alla Polizia Municipale.

Il NOPE fu istituito dal sindaco Birardi, con delibera di Giunta Comunale n.129 del 7 ottobre 2011 presso il Servizio di gestione del territorio infrastrutture ed opere pubbliche, “al fine di dare maggiore incisività e regolarità alla funzione dì vigilanza sull'attività edilizia in essere sul territorio comunale e quindi di prevenire e reprimere l’edilizia abusiva”. Il 23 luglio 2013, con delibera di Giunta Comunale, veniva dettato l’atto di indirizzo per il funzionamento del N.O.P.E. che da quel momento diviene operativo, in un paese segnato dalla speculazione affaristica e dagli abusi edilizi. Nemmeno il tempo di entrare in funzione, oggi si decide di sopprimerlo. Confidiamo nella professionalità della P.M., già purtroppo oberata di lavoro e sotto-organico, affinché non venga meno la missione per cui il N.O.P.E. era stato istituito.

Giustamente, ricorda qualcuno, “il NOPE non è da sottovalutare, infatti sorvegliava e denunciava piccoli e grandi abusi edilizi, era contro la cementificazione selvaggia, per un periodo è stato anche accusato di fare il suo lavoro in modo "esagerato"”.