Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

“NON HO CEDUTO AI RICATTI. HANNO VINTO I POTERI FORTI”

birardi durante lintervento dellopposizione

L’11 settembre sarà una data da ricordare anche per l’ormai ex sindaco di Casamassima, Mimmo Birardi. “Ho pagato il prezzo della legalità e della trasparenza”. Questo, il commento a caldo, ai nostri microfoni, di Birardi, mandato a casa a poche ore dalla festa patronale, anche grazie alla firma di tre suoi consiglieri di maggioranza. Firme raccolte nella notte tra giovedì 11 e venerdì 12 settembre.

Dopo questa secca analisi, Birardi si confida, ed è un fiume in piena. “Racconterò tutto ai casamassimesi in un imminente comizio”.

Cosa racconterà?

“Stavo conducendo una battaglia di legalità e di trasparenza. Ci siamo messi contro i poteri forti. E per questo me ne vado a casa, ma a testa alta”.

Quali poteri? Cosa è accaduto per la precisione?

“Nei miei tre anni di mandato abbiamo cambiato le regole. Questo modus operandi ha dato fastidio… la politica purtroppo si è concentrata sugli interessi urbanistici e privatistici. Noi abbiamo messo ordine in un paese dove l’Auchan ha comandato e voleva comandare su di noi. Stavamo dando fastidio ad alcuni responsabili di servizi che sono diventati l’arma della sinistra. Così, i poteri forti si sono messi insieme e alla fine hanno convinto i 3 consiglieri comunali tecnici a firmare la sfiducia. Domandatevi, come mai non sono andati a stuzzicare i funzionari? La verità è che il regista di tutto questo è sempre l’ex responsabile dell’Ufficio Tecnico, l’ing. L’Abbate, che noi con forza abbiamo sospeso perché aveva delle condanne. A proposito, L’Abbate l’ho visto oggi (12 settembre, ndr) brindare, alla caduta di questa amministrazione, assieme ad altri ex assessori Gengo e Columbo, suoi amici… proprio loro, quelli che abbiamo cacciato dalla giunta…”.

Ma dove li ha visti?

“In un bar. La cosa che mi rattrista di questa caduta amministrativa è che proprio oggi dovevo firmare la convenzione con la Asl per poter avere l’uso di un immobile da consegnare ai bambini per via della scuola inagibile. Inoltre, oggi scadeva la firma per l’agibilità di una scuola. Ancora: oggi rischiamo di perdere un finanziamento per il museo pari a 800mila euro, e un altro pari a 1,2 milioni di euro per lavori nel centro storico. Tutto questo ben di Dio fa a farsi benedire per colpa di questi irresponsabili che non hanno a cuore il bene del paese, ma che tutelano solo il potere gestito a titolo personale. Sarà difficile recuperare tali somme, perché andando via io, va via anche il responsabile dell’Ufficio tecnico”.

Denuncerà tutto?

“Stamattina (12 settembre, ndr) ho già parlato col Prefetto dott. Nunziante, a cui giorni fa evidenziavo criticità urbanistiche a Casamassima e ricatti messi in atto da qualcuno per i propri interessi. “I poteri forti ci hanno mangiato” – gli ho detto. Lui ha annuito, sapeva tutto, e mi ha confidato di aver apprezzato il mio modo di fare politica. Tre anni fa, Casamassima era il paese con il più alto tasso di corruzione nella Provincia di Bari. Grazie al nostro lavoro, stava tornando alla normalità. Per questo stamattina, alla notizia, sono seguite numerose telefonate di solidarietà: mi ha chiamato il senatore Perrone, il presidente della Provincia Schittulli, e altri sindaci, tra cui quelli di Capurso, Noicattaro… perfino quelli di centro-sinistra come Menino Coppi di Turi”. Stavo ridando al paese quella dignità che avevamo perso”.

Ma giovedì 11 settembre si aspettava tutto questo movimento notturno?

“Certo che me l’aspettavo, specie da questi tre soggetti della maggioranza, che hanno sempre posto problemi personali e mai di interesse della collettività. Questi consiglieri, Pietro Cristantielli, Pinuccio Valenzano e Antonio Lucio Episcopo sono tre tecnici (un ingegnere e due geometri) e hanno bisogno della politica per poter fare progetti, lavorare… Ora che stavo riorganizzando l’ente e l’assetto organizzativo del comune, il braccio oscuro della maggioranza si è ribellato… mi riferisco a qualche altro funzionario. Ieri ho capito che mi stavano facendo fuori quando ho visto l’ing. L’Abbate e il consigliere Episcopo insieme, in macchina”

Ma che interessi hanno questi “tre moschettieri”, più il “cavaliere oscuro”?

“Abbiamo fatto controlli su situazioni passate. Tutti sanno delle insofferenze di questi tecnici che chiedevano di portare a casa provvedimenti che non ho mai condiviso. Volevano concessioni edilizie, autorizzazioni…. Ma noi ci siamo imposti di portare avanti la legalità. Ma ora non mi interessa e non ho rimorsi; preferisco andare a casa, piuttosto che cedere a ricatti di questi politicanti. Me ne vado a testa alta. Ho fatto tanto in questi 3 anni. Certo, si poteva fare di più. Ma, ripeto, i poteri forti ci hanno mangiato”.

[da La voce del paese del 13 settembre 2014]

Commenti  

 
#48 CaRIsmatiCa CreaturA 2014-09-23 11:50
RIEPILOGO.
Elenco scacciati dal comune di Casamassima per volere di Birardi:
- Ingegner Alessandro L'Abbate, capo dell'ufficio tecnico, condannato per abusi (dichiarazione dello stesso sindaco riportate sui giornali e GIAMMAI CONSIDERAZIONI DELLO SCRIVENTE!)
1 - vice sindaco Ninni Columbo, non chiara la motivazione di tale provvedimento
2 - assessore Pino Gengo, come sopra
3 - assessore Maria Montanaro, per inefficiente azione amministrativa (motiva il sindaco Birardi).

Funzionari del comune trasferitisi in altro comune (sic!) o che ricorrono al pronto soccorso per sconosciuti motivi di litigi sul posto di lavoro.

Epilogo di questo triste film, la scacciata del sindaco Birardi causata da sovversive trame del regista L'Abbate (sempre gratuite affermazioni del sindaco Birardi, GIAMMAI CONSIDERAZIONI DELLO SCRIVENTE CHE SI DISSOCIA!) coadiuvato dai tecnici Cristantielli, Valenzano, Episcopo, professionisti dell'interesse personale, in quanto "in politica per poter lavorare" o per un palo d'illuminazione in più (anche questa terrificante accusa è del sindaco Birardi e GIAMMAI CONSIDERAZIONI DELLO SCRIVENTE CHE SI DISSOCIA!)

E stendiamo un pietoso velo sul Giuda dell'ultimo momento che scriveva delle pesanti e veritiere (?!?) accuse dirette alla sua stessa amministrazione ( o al suo sindaco?). Ma altri lo precedevano e la frittata era già pronta,

Quanto sopra scritto si evince dalla lettura dei giornali che riportano notizie e interviste di alcuni dei personaggi succitati.

Il tutto, comunque, risulta davvero pietoso e deplorevole!!!
 
 
#47 Disgustoso... 2014-09-22 23:35
Birardi ha tentato di combattere "i poteri forti" usando una pistola ad acqua. Che ridere!!!
Quei "poteri forti" vanno combattuti con i cannoni, Sindaco, e tante, tante, ma tante palle.
Fottuto come l'ultimo dei pivelli!
 
 
#46 Palinuro 2014-09-22 18:54
Caro Mimmo, hai fatto dichiarazioni molto pesanti e pericolose e spero che tu abbia tutte le carte in regola per rispondere agli attacchi che, inevitabilmente, ti bersaglieranno. E' incredibile come Ti sia abbandonato alla rabbia, al vituperio, all' ineleganza dialettica ed alla povertà di argomentazioni. E' possibile che non ci sia proprio nessuno pronto a consigliarti a ponderare le azioni e reazioni alle quali Ti sei abbandonato? E, ancora, è possibile che Tu sia stato tanto cieco, malaccorto, da non guardarti intorno e non sentire le critiche spietate che in tantissimi rivolgevano a Te e sopratutto al Tuo collaboratore dell'U.T.C.,rimanere sordo alle grida DI DOLORE proveniente dagli operatori di tutti i settori, primo tra tutti quello edilizio, che si è impaludato, che non permette agli operatori a tutti i livelli LA SOPRAVVIVENZA, IL PAGAMENTO DEI FITTI, DELLE BOLLETTE, DELLE TASSE; speravi di tickettare i parcheggi all'AUCHAN,dimenticando che in nessun ipermercato d'Italia tanto è consentito, e che a conti fatti quell'operazione sarebbe comunque ridicola e deficitaria. Hai eliminato, dici, l'illegalità nel Comune e sopratutto nell'U.T.C.,ma pare che Pignataro sia di parere contrario, valutando quanto di brutto ha scritto pubblicamente proprio sul Capacchione. "EN PASSANT" una vera carognata è stata la vicenda del palo della luce voluta dal cons. Episcopo, in un tratto di strada ove da anni i cittadini interessati, fanno petizioni per una necessaria corretta distribuzione della pubblica illuminazione ed una cretinata la questione dei due gelati che avrebbe consumato l'ing. Episcopo per preparare un visionario "tradimento". Hai resistito ai poteri Forti, ma chi sono? dove stanno? nomi e cognomi caro Mimmo, altrimenti non sei assolutamente credibile. Mi fermo qui per non umiliarti!
 
 
#45 Alfiere Nero 2014-09-22 12:23
Il rimedio ( per tornare al discorso di prima )? Far crescere il pensiero antagonista. Non so oggi in Italia, ma sull' altra sponda dell' oceano un filosofo e linguista, Noam Chomsky, con la sua analisi del tardo capitalismo imperiale riesce a muovere milioni di individui, cito solo Occupy W. S., del resto vedremo. Gli intellettuali non venduti possono fare qualcosa per la gente, e la gente qualcosa per se stessa. Non è il caso di lasciarsi spiaggiare, come i capodogli feriti? Siamo alla decadenza più assoluta. Credi che la gente possa diventare abbastanza sveglia per questa impresa? Che non voterà più i vari Columbo, Episcopo, Verdini, Berlusconi, Renzi, Madia, Boschi, Pinotti, Mogherini et cetera?
 
 
#44 Alfiere Nero 2014-09-22 12:23
Come sai, Marx postulava che il capitalismo avendo bisogno di un tasso di profitto sempre più alto, avrebbe creato sempre più imprenditori seppellitori di se stessi e quindi prevedeva la caduta tendenziale del saggio di profitto del capitale donde la sua caduta che possiamo compendiare nella formula: l' impresa capitalistica con dimensioni crescenti registrerà profitti decrescenti. Ma la previsione non era corretta perché postulava un mercato costante ed anelastico, mentre l' imperialismo ha permesso anche la costante espansione dei mercati. Solo oggi si stanno, forse, raggiungendo i limiti fisici dei mercati, ma c' è anche la possibilità di cambiare settore se si è saturata la domanda della merce fin li prodotta. Questo vale per il momento:altre dinamiche come la saturazione del mercato, la consapevolezza e la rivendicazione dei propri diritti dei lavoratori
Quindi, quel che sorregge ancora il capitalismo estremo è la sua capacità "estrattiva" di capitale finanziario ( non previsto da Marx: e come avrebbe potuto? ) e lo sfruttamento di manodopera di paesi in via di sviluppo. Le faccio un esempio che mi riguarda direttamente ( e che tu sai ): Come può fare la multinazionale General Electric a mantenere costante il suo saggio di profitto? Esternalizzando in Romania ed India, mandando a casa i suoi dipendenti a migliaia. E come c'era riuscita prima? Violando in modo estensivo ed intensivo la legislazione del lavoro et ultra. Come? Mi ritengo un insider e sarebbe troppo lungo e complesso. Poi, con ipocrisia all'ennesima potenza, i CEOS, in occasione dell'Annual Meeting ( una sorte di notte degli oscar hollywoodiana ) commossi e con le lacrime agli occhi esaltavano i risultati raggiunti. Ricorrono all’illegalità, e poi lo chiamano successo...Come sai se una multinazionale ( come la suddetta ) viene a investire in Italia e occupa migliaia di lavoratori facendo scempio del giuslavorismo, gode della protezione delle istituzioni ( in primis dei sindacati ) per il semplice fatto che da lavoro....Forse sono troppo rassegnato per non avere la tua speranza. Cioè in quelle forme di mobilitazione che hanno caratterizzato i movimenti contro la precarietà, delle occupazioni delle case, di riappropriazione del comune. Ma come realizzare una Costituente mondiale contro la schiacciante potenza del neoliberismo? Quando un lavoratore ( anche il più volenteroso ) ha il tempo d informarsi? Esce di casa in media alle sei e ritorna in madia alle 19: ha il tempo di lavarsi, cenare, dedicare una mezz’oretta ai propri cari e poi casca dal sonno. Diminuire l’orario lavorativo? Una chimera: e anche se fosse lo dedicherebbe ad un secondo lavoro per dare la possibilità ai propri figli di essere meglio di lui.
 
 
#43 Alfiere Nero 2014-09-22 12:19
Caro Vito ( Vacchiano ),
Non discutiamo di responsabilità che ci sono, ma della mediocrità della classe politica post-tangentopoli. Ecco, io credo che proprio questo sia il tema. Tangentopoli non è venuta fuori dal cavolo. E, soprattutto, il dopo Tangentopoli, con l'impoverimento dei partiti e l'idea ( falsamente maggioritaria ) del rapporto diretto tra leader ed opinione pubblica ed elettori ( un tempo si chiamavano masse ) ha filtrato un ceto politico insofferente alle procedure e al confronto. Vale per i sindaci o per i capi di governo.
Il tramonto di ideologie e partiti di massa, il correlato declino dei corpi intermedi, come il sindacato, l'emersione del partito azienda e di leaderismi personalistici, con cordate e cerchi magici, sono tutti fenomeni collegati. Se poi dobbiamo aderire a un concetto meccanicistico di causalità naturale, e non di causalità umana o adeguata, allora il punto di crollo del sistema dobbiamo dire che fu proprio tangentopoli. Io alle rivoluzioni per vie diverse da quelle canonizzate dalla storia non ho mai creduto
Sta di fatto e credo che con l'attuale situazione si sia raggiunto il punto più basso, e non mi pare di vedere nessuno in grado di invertire la tendenza.
Se poi vogliamo aggiungerci il fenomeno del liberismo globalizzato che ci ha portato alla condizione di recessione-deflazione e che ha portato gli enti locali all’impossibilità di governare per mancanza di flussi finanziari dallo stato, non ne usciamo più. Con questo non voglio sminuire le responsabilità di Birardi che è il frutto delle dinamiche sopra elencate. Viaggiamo nella tempesta, e personalità politiche che fino agli anni settanta erano in seconda fila ora ci sembrano dei giganti.
Ho maturato un convincimento arbitrario e terribile (come tutto ciò che è arbitrario), niente affatto originale: Il craxismo ( costume ) e Craxi sono stati l’incubatrice del berlusconismo ( costume ) e di Berlusconi; il berlusconismo ( costume ) e Berlusconi l ’incubatrice del renzismo ( costume ) e di Renzi. Allo stesso modo, il renzismo è la tensione tra l’ambizione del "faster, taller, longer" e una quotidianità di esasperazione del potere esecutivo, sfregio delle regole e populismo di bassa lega (per tacere dell'austerity neoliberista); prono alla troika tanto è vero che la sua contraddizione sta tutta nell’equazione: Da una parte difendo il precario, dall’altra do 80€ ai “garantiti” ( come li chiama lui ).
 
 
#42 Verdetto 2014-09-22 09:47
L''analisi dello scrivente Mutande gialle e' la pura verità.
Birardi ha sbagliato nel credersi il migliore è il suo egocentrismo e' sta la causa della sua fine.
Io, io, io, copiando e prendendo spunto da tutto quanto qualcuno lo consigliava come agire.
Poi, l'interesse di alcuni che hanno decretato la sua fine è altra cosa, anzi , L' esecuzione materiale delle sofferenze che qualche consiglierie aveva da tempo, non sopportando più questo modo di fare.
 
 
#41 CaRamIa ConCettA 2014-09-21 09:25
E come anticipato da qualcuno, Pignataro esce allo scoperto dopo il misfatto. Una letterina di Pignataro pubblicata , chissà come, sul giornale rende giustizia al modo di essere dell'anziano politico di paese.
Anch'io ero contrario a questa amministrazione, ma qualcuno mi ha anticipato. Questo il senso della sua letterina pubblicata sul giornale.
Da una parte gli sconfitti, il passato (ormai inutili); dall'altra i vincitori, il futuro. E lui in mezzo, in attesa di sviluppi e nuove alleanze.
Importante esistere!
 
 
#40 Spettatore 2014-09-21 09:05
Il sindaco con durezza colpisce l'ex capo dell'ufficio tecnico e quest'ultimo si limita ad una semplice diffida?
Mah, molto strano!
E la diffida dell'ingegnere, dopo la crudele replica del sindaco dal palco, avrà un seguito?
Schermaglie paesane, che ancora una volta mettono in luce quelle che sono state e saranno le vere cause del disfacimento di questo paese.
Magistratura, dove sei?
 
 
#39 Nicolino 2014-09-21 07:32
Piccola previsione per maggio 2015: a Casamassima se tutto gira vengono fuori 10000 voti.
4000 sono del PD
1500 sono della civica del dott. Franco Pastore
1500/1800 per i 5 Stelle
1000 tra Realtà Italia, Sel e varie ed eventuali
2000 per tutto il Centro Destra frammentanto in tante piccole liste.
Ma voi pensate che governerà il PD da solo?
 
 
#38 Rosa 2014-09-20 21:41
L'ingegnere diffida il sindaco che, con grande coraggio, ripete le accuse anche dal palco durante il comizio.
L'ingegnere ora passerà alla denuncia o tacerà per sempre?
A chi conviene il silenzio, al sindaco o all'ingegnere?
Qualcuno potrebbe avere scheletri nell'armadio?
Episcopo, Cristantielli, Valenzano, abbondantemente umiliati dal Birardi, come reagiranno?
Le accuse molto pesanti ed infamanti, sono state fatte in pubblico e riportate sui giornali, reagiranno e smentiranno, i tre tecnici?
O veramente hanno avuto bisogno della politica per lavorare, come dice l'irruento Birardi?
Bel romanzo che se non finirà in una bolla di sapone, potrebbe avere dei risvolti drammatici per i protagonisti.
 
 
#37 penosi 2014-09-20 18:22
Più che l'ex sindaco a fare pena erano le comparse che stavano sul palco. Ma lo avranno capito che la gente non li vuole più vedere?
 
 
#36 Luigi 2014-09-20 10:21
dopo tutto questo trambusto:

CHI PAGANO SONO SOLO I CITTADINI.
 
 
#35 Non è stupido 2014-09-20 05:45
Per #32 B.M., perché hai dubbi sulla necessità che la Procura interroghi o meno Birardi sugli abusi edilizi denunciati?! Non dimenticare che Birardi è quello che ha costituito il NOPE non appena è arrivato; quindi qualche motivo lo aveva. Non dimenticare che Birardi non può avere niente a che fare gli abusi edilizi sino ad ora denunciati perché, nel NOPE, non vi erano uomini suoi ma persone al di sopra dei sospetti. Non dimenticare che Birardi ha fatto costruire la Scuola Superiore dove non doveva essere costruita ("per la gioia" di qualche addetto ai lavori) ed ha fatto lasciare libere (a questo punto ritengo inconsapevolmente) le aree dove invece doveva essere costruita senza nulla c'entrare con quelle aree. Per quanto sopra e per quanto non detto, Birardi, anche se non richiesto direttamente dalla Procura o dai denuncianti degli abusi edilizi, visto il suo carattere e presupponendone la buona fede delle sue dichiarazioni, in via H. Nazariantz ci andrà di sua iniziativa. Salvo che .............ma non credo!
 
 
#34 Mutanda Gialla 2014-09-19 19:44
Tutto ciò che di buono è stato fatto dall'Amministrazione è merito solo di Birardi.
Tutto ciò che ha fatto schifo è colpa degli altri.
Lo ascolti e ripete sempre io, io, io ,io e così pensi che sia tutta farina del suo sacco, che ha fatto tutto lui. E ti chiedi, possibile che non ci sia stata una proposta avanzata da un assessore o da un consigliere? Era circondato solo da incapaci? In realtà non ha perso l'abitudine di copiare le idee e le iniziative degli altri e, quando gli piacciono, spacciarle per sue, in perfetto stile da capopopolo sudamericano.
Se la politica fosse un'attività commerciale bisognerebbe insegnargli il significato di "copyright".
Un politico perfetto, affidabile, umano, carismatico, umile, trasparente, anche se il suo punto di forza è la LEALTA'.
 
 
#33 Domanda 2014-09-19 17:38
Avete letto il manifesto protesta della pro loco? Quato si voleva appunto segnalare! Vergognati sindaco, paladino della legalita' del cavolo!
 
 
#32 B. M. 2014-09-19 14:30
COMIZIO DEL CITTADINO BIRARDI.
Un comizio dell'ex Sindaco forte nei contenuti, zeppo di gravi accuse che dipingono il consigliere Episcopo alla pari di un * della * edilizia operante nella zona e che, senza risparmiare il consigliere Valenzano ha coinvolto anche l' ingegner Labbate, ex responsabile dell'ufficio tecnico casamassimese, destituito da tale incarico (dice l'ex) per aver subito condanne per abusi edilizi. Tanto afferma l'ex Sindaco Birardi, parole pronunciate senza peli sulla lingua ma senza uno straccio di documenti comprovanti le sue terrificanti accuse.
Se ci fossero state delle denunce perchè la Procura non è intervenuta?
E la Procura, alla luce delle accuse del Birardi, ex Sindaco, non dovrebbe ora interrogarlo per chiarire storie che hanno l'odore di associazione a delinquere?
Si raccontano fiabe o fatti che dovrebbero essere di competenza della giustizia penale?
 
 
#31 ACHILLE 2014-09-19 11:33
..BIRARDI.. Fai sempre il puritano, infatti anche nel tuo ultimo show serale hai asserito pubblicamente di avere le MANI BIANCHE e che tali resteranno per il resto della tua vita....Congratulazioni!!
Il tempo è galantuomo:LO VEDREMO!!
 
 
#30 vito vacchiano 2014-09-19 08:33
sono d'accordo con nicolino,visto che ne la destra ne il centro ne la sinistra(ma ci sono differenze?)non sono in grado di governare questo paese,chiediamo al Prefetto di mandarci un Commissario perenne,quanto meno si riuscirà a frenare la caduta in verticale degli ultimi dieci anni amministrativi.
 
 
#29 Alfiere Nero 2014-09-19 07:31
Dedica a poteri forti di Birardi

L'attualità del Giusti

1 Il nostro sapientissimo Padrone
2 con venerato motuproprio impone,
3 che da oggi in avanti ogni impiegato,
4 per il ben dello Stato

5 (per dir come si dice) ari diritto;
6 e in caso d'imperizia o di delitto,
7 lo vuol punito scrupolosamente
8 colla legge seguente.

9 Se un real Segretario o Cameriere
10 tagliato, puta il caso, a barattiere,
11 ficca, a furia di brighe, in tutti i buchi
12 un popolo di ciuchi;

13 se un Cancellier devoto della zecca
14 sulle volture o sul catasto lecca,
15 e attacca una tal qual voracità
16 alla Comunità;

17 se a caso un Ispettor di polizia
18 sganascia o tiene il sacco, o se la spia
19 inventa, per non perder la pensione,
20 una rivoluzione:

21 son piccoli trascorsi perdonabili,
22 dall'umana natura inseparabili,
23 né sopra questi allungherà la mano
24 il benigno sovrano.

25 Ma nel delitto poi di peculato,
26 posto il vuoto di cassa a sindacato,
27 chi avrà rubato tanto da campare,
28 sia lasciato svignare.

29 Chi avrà rubato poco, si perdoni,
30 e tanto più se porta testimoni
31 d'essersi a questi termini ridotto
32 per il giuoco del Lotto.

33 Se un real Ingegnere o un Architetto
34 ci munge fino all'ultimo sacchetto,
35 per rimediare a questa bagattella
36 si cresca una gabella.

37 Se saremo costretti a trapiantare
38 un vicario bestiale o atrabiliare,
39 tanto per dargli un saggio di rigore
40 sarà fatto Auditore.

41 Se un Consiglier civile o criminale
42 sbadiglierà sedendo in tribunale,
43 visto che lo sbadiglio è contagioso,
44 si condanni al riposo.

45 Se poi barella, o spinge la bilancia
46 a traboccar dal lato della mancia,
47 gl'infliggeremo in riga di galera
48 congedo e paga intera.

49 Se un ministro riesce un po' animale,
50 siccome bazzicava il Principale,
51 titolo avrà di Consigliere emerito
52 e la croce del merito.

Giuseppe Giusti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI