Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

PONTI AUCHAN, PEDONI ABBANDONATI

consiglio 17 lug 2014 04

Otto voti favorevoli, tre contrari e un astenuto. Sono i numeri attraverso i quali la maggioranza, giovedì scorso, ha approvato in consiglio comunale la proposta di modifica dell'articolo 5 bis della convenzione del 3 marzo 2009, che prevedeva che fossero allargati e illuminati, con la contemporanea realizzazione di pista pedonale e ciclabile, i ponti di via Cellamare e via Noicattaro che conducono al centro commerciale cittadino, con spese a carico della società Sud Commerci. In virtù del lasciapassare al provvedimento ratificato con i voti favorevoli dei consiglieri comunali Franco Pignataro, Antonio Episcopo, Pinuccio Valenzano, Donato Dalfino, Gianfranco Laricchia, Nicola Vallarelli, del sindaco Mimmo Birardi e del presidente del consiglio comunale, Rino Carelli, (assenti per tutta la seduta sono risultati Salvatore Nacarlo e Pietro Cristantielli), dunque, la maggioranza ha approvato la proposta – una proposta unilaterale che dovrà essere ora oggetto di un confronto con la controparte che nel 2009 ha sottoscritto la convenzione relativa ai ponti in questione – che prevede che i 776.000 euro inizialmente previsti per gli interventi sui cavalcavia adesso non vengano più spesi per quelle opere ma investiti per creare un parco urbano cittadino da edificarsi in via Angelo Pende, dove oggi insiste il campo sportivo comunale. Allo stesso tempo, sempre nello stesso atto che ha ricevuto il via libera del consiglio (negativamente rispetto al provvedimento si sono espressi Vito Rodi di Autonomia cittadina, Alessio Nitti del Pd e Nica Lilli di Sel-Prc-Idv, mentre il consigliere di maggioranza Martino Carelli della Puglia prima di tutto ha optato per l'astensione al momento del voto) l'assise ha deciso di dare mandato agli organi comunali competenti di predisporre anche tutti gli atti necessari a dar vita a un concorso di idee che preceda e supporti la stesura del progetto relativo al parco urbano. Sempre attraverso lo stesso documento approvato dalla maggioranza, inoltre, l'amministrazione si è anche impegnata a lavorare per far sì che siano predisposti tutti gli atti in grado quantomeno di dare avvio alla procedura per l'individuazione di un'area su cui poi tirar su il nuovo stadio cittadino, la cui realizzazione però resta comunque subordinata al reperimento di finanziamenti che possano sostenere la spesa necessaria a trasformare il nuovo impianto sportivo in realtà. Adesso, ovviamente, questa proposta unilaterale avanzata dall'amministrazione dovrà essere portata al confronto con le realtà che nel 2009 si erano dette disponibili, attraverso convenzione, a investire oltre 750.000 euro per illuminare, ampliare e mettere in sicurezza i ponti di via Noicattaro e via Cellamare.

Nel frattempo, però, da parte della minoranza non sono mancate le perplessità espresse sull'argomento, soprattutto per quel che riguarda il fatto che i fondi destinati inizialmente ai cavalcavia adesso possano essere investiti per un intervento diverso. “Da un lato – ha osservato a riguardo il capogruppo consiliare del Pd, Alessio Nitti – la maggioranza chiede all'assise cittadina la modifica dell'articolo 5 bis della convenzione del 3 marzo 2009, dall'altro invece mischia la questione della modifica stessa con il progetto di un nuovo parco urbano. Il tutto senza ancora sapere, però, se i lottizzanti accetteranno la proposta avanzata dalla maggioranza. Quindi si vorrebbero vincolare dei soldi senza conoscere cosa faranno poi i lottizzanti. E allora mi chiedo: un iter di questo tipo è giuridicamente corretto? A mio avviso, viste le tante perplessità, una delibera di questo tipo non può essere accolta”.

“Il problema dei due cavalcavia – ha fatto presente invece nel suo intervento il capogruppo consiliare di Autonomia cittadina, Vito Rodi – non è affatto secondario, dato che tante persone, e numerosi ragazzini, continuano ad andare a piedi al centro commerciale. A parte questo poi, dato che il terreno dell'attuale campo sportivo comunale al momento rimane in concessione, è possibile ad oggi prevedere su quell'area un investimento così importante? Io credo che tutta questa vicenda vada affrontata con molta cautela, fermo restando il fatto che tutti vorremmo un parco urbano qui a Casamassima. Ma vogliamo anche che la sicurezza dei cittadini venga messa al primo posto. E di gente che percorre ancora a piedi quei ponti ce n'è davvero molta”.

“L'attività di ogni amministrazione – ha fatto presente invece Nica Lilli di Sel-Prc-Idv – si sviluppa procedendo per priorità. Allora mi pongo una domanda: ma davvero la messa in sicurezza del territorio cittadino, di quei ponti, può passare in secondo piano rispetto ad altro? A settembre, tra l'altro, proprio in via Cellamare, si aprirà anche la scuola superiore con un presumibile aumento di traffico di mezzi e pedoni nella zona. Non sarebbe pertanto il caso di porre maggiore attenzione alla messa in sicurezza dei due cavalcavia? L'amministrazione inoltre – ha aggiunto ancora Lilli – non aveva individuato una persona specializzata nel reperimento di fondi europei? Cosa ha portato finora al Comune, in termini di finanziamenti, questa stessa persona? Il parco urbano non si potrebbe realizzare cercando di reperire le risorse necessarie attraverso bandi pubblici, senza sottrarre risorse alla messa in sicurezza dei ponti che corrono verso l'area commerciale?”.

“La convenzione del 2007, poi firmata nel 2009 - ha detto invece il consigliere di maggioranza Franco Pignataro, espressione dell'Unione centrodestra Casamassima – credo non sia stata pensata per favorire l'accesso al centro commerciale, ma piuttosto per offrire ai cittadini di Casamassima, che dal centro commerciale – lo ribadisco ancora - hanno ricevuto più danni che vantaggi, una sorta di ristoro. I 776.000 euro inizialmente previsti per i ponti, dunque, ritengo potessero essere una somma da investire in favore della popolazione di Casamassima, a fronte di un'opera che è stata obiettivamente di forte impatto sul nostro territorio. Avendo pertanto noi previsto nel piano triennale delle opere pubbliche la realizzazione del parco urbano, penso che lo spostare quei fondi per quest'opera possa rappresentare un'ottima possibilità. Certo, oggi (giovedì scorso per chi legge, ndr) approviamo una proposta unilaterale che poi dovrà essere probabilmente portata al confronto con l'altra parte interessata alla questione, ma noi siamo convinti che il parco urbano di Casamassima rappresenti una priorità rispetto all'illuminazione e alla pedonalizzazione dei ponti. Ponti che peraltro, come ha già fatto presente l'ufficio tecnico in una precedente seduta consiliare, sono di proprietà dell'Anas, e quindi non rientrano attualmente nella disponibilità del Comune. E allora è bene che sia favorita la cittadinanza del nostro paese rispetto al centro commerciale. E il provvedimento che andiamo ad adottare credo vada proprio in questa direzione”.

Martino Carelli della Puglia prima di tutto, dal canto suo, ha inoltre sottolineato di “aver optato per l'astensione al momento del voto, pur condividendo l'idea del parco urbano, perché merita di essere sposato l'obiettivo del provvedimento ma invece non può essere sostenuto con altrettanta convinzione l'iter iniziato per cercare di raggiungere lo scopo. E questo in considerazione del fatto – ha evidenziato ancora Carelli – che l'idea di investire i 776.000 euro per la nuova opera, prevederebbe l'abbattimento del campo sportivo attuale. Con la conseguenza che si eliminerebbe l'unico campo di calcio comunale senza sapere con certezza quando la nostra cittadina, coi suoi 20.000 abitanti, potrebbe poi averne un altro”.

[da La voce del paese del 19 luglio 2014]

Commenti  

 
#19 Gina 2014-07-30 08:56
dis-piaciuto beato te che ti accontenti di vivere nella mediocrità!
la tua umiltà mentale è disarmante e diviene linfa di morte civile. gira un attimo l'angolo di casa tua e vedrai quanto è diverso il mondo.
ho adoperato solamente lettere minuscole per rispettare la visione minuscola che hai del mondo.
 
 
#18 Pepo 2014-07-29 22:16
X Vito Cassano ... Non ho capito da che parte stai ??
Ma tu non dovresti essere il rappresentante si questo 4 sprovveduti ???
Allora se sei a favore dei ponti come lo siamo tutti noi cittadini perché grazie ai tuoi immensi poteri non li ribalti tutti questi 4 pagliacci incompetenti ???
Cassano per favore almeno aiutaci tu ..
 
 
#17 dis-piaciuto 2014-07-28 13:49
Può essere che a CASAMASSIMA non succede nulla di positivo?
Può essere che il nostro paese sia l'ultimo degli ultimi?
Può essere che il giornale non abbia capito niente o che sia pagato da chi vuol screditare il nostro paese?

Oggi davanti ad un bar parcheggia contromano e ostacolando il traffico un B...se, dopo essere entrato nel bar con strafottenza e arroganza , aver ingoiato un caffè e un cornetto passando avanti a chi già attendeva, esce dicendo " iend a cus pais di merd na sta na cosa bone"; ora mi domando e vale anche per il giornale , ma che ci state a fare se il paese " ie d merd"? Cosa volete con il vostro comportamento non propositivo ma accusatorio anche dell'aria fritta?
Per il prossimo numero ci piacerebbe leggere un titolo positivo GRAZIE , io intanto ho acceso un cero alla Madonna dicendo " Madonna mia salvaci dagli amici che dai nemici ci pensiamo noi".
 
 
#16 Teresa 2014-07-28 10:50
Ho firmato la petizione comprendendo perfettamente cosa ci fosse scritto, gli amministratori non devono permettersi di dire che siamo stati forviati nel firmare. A Casamassima c'e' gente che conosce perfettamente cio' che vuole! E' veramente offensivo tutto cio'!
 
 
#15 Vergogna 2014-07-28 10:48
Perche' non spendono gli 800000 euro per fare altre trivelle nei punti che si allagano con la pioggia?
 
 
#14 Vito cassano 2014-07-28 06:44
Emiliano #3, ma perché mai i ponti che attraversano la ferrovia e portano alla circonvallazione di Casamassima li hanno dotati di marciapiedi? perché non è stato predisposto un servizio navetta (ma lei vuole favorire l'Auchan?!?) per i tanti pedoni che fanno Jogging su tali strade. Ma, soprattutto, perché i Casamassimesi che fanno Jogging possono andare sicuri su alcuni ponti e su altri no? Mi imbarazza (per la ovvietà) molto dovermi e doverle porre queste domande (contrapporre sicurezza a verde pubblico) anche perché i soldi per avere l'uovo oggi (800.000 previste per la sicurezza nel 2009 due mesi prima che cadesse la giunta De Tommaso seguita da circa un anno di commissario e da tre anni di sindacato Birardi) ci sono, a fronte della gallina di domani (parco urbano che comunque richiede risorse per manutenzione che, viste le condizioni del verde urbano, non mi pare ci siano) che oltre all'incertezza di realizzazione propone impegni di spesa di soldi che oggi non abbiamo?
 
 
#13 Biagio Elefante 2014-07-27 18:50
IL PONTE E' STRADA URBANA COMUNALE
Non c'è ombra di dubbio in proposito.
Le strade pubbliche non sono beni privati trasferibili con un atto da un soggetto all'altro; sono beni demaniali(da demos che significa popolo..) la cui proprietà è di stato, regioni provincie o comune; ma non a secondo di come gli gira ai rappresentanti di stato regioni provincie e comuni o a qualche ingegnere o sindaco che vuole fare regali a qualcuno o scrollarsi pesanti responsabilità.
Non esiste una tale libertà di trasferimento, nè(similmente che per gli immobili privati) l'accatastamento ha valore giuridico sostanziale atto a incidere su quella che è la qualificazione e la titolalità e responsabilità amministrativa e gestionale della strada.
Le strade sono statali regionali o comunali in base ai territori che esse collegano(art.2 del codice della strada; e il ponte in questione che collega il centro urbano di Casamassima al centro commerciale Auchain di Casamassima è una strada urbana e comunale. Come infatti esplicitamente e letteralmente scritto nell'art.5bis della convenzione del 2009(riportato in commento del 17.3.14 da "informatosuifatti" ove il comune esige la illuminazione e apposita pista pedonale e ciclabile da attuarsi ampliando la sopraelevazione dei due ponti, a carico dei gruppi Auchan e De Gennaro.
Nei rapporti ultradecennali coi quali di più d'un amministratore a mio avviso può esclusivamente risiedere la spiegazione di vecchie e nuove barzellette a copertura di illeciti * in danno dei cittadini complottate da corrotti e corruttori, alcuni di conclamata abitualità a tali pratiche,e qualcuno persino avvezzo a fingere di combattere Auchan mentre conta le banconote incassate sul sangue dei cittadini.
 
 
#12 Vergogna 2014-07-27 17:22
Ma se non sanno mantenere i parchi che gia' esistono! Fatiscenti, sporchi, abbandonati e bui, che ne devono costruire un'altro! E chi deve andare sino al campo sportivo per passeggiare? E' una zona sociologigamente isolata e fuori mano! Per non parlare del terreno, che appartiene alla parrocchia da cio' che so io...e i soldi che stanno sperperando per il contenzioso con l'azienda che ha lo stadio in concessione, chi li paga?
 
 
#11 lettore attento 2014-07-27 16:16
La sinistra non può sbagliare sempre a Casamassima. La convenzione per mettere in sicurezza i ponti è del 2009. L'uFficio tecnico nel 2010 ribadisce che i ponti sono di proprietà dell'ANAS. Quindi la sinistra sbaglia sapendo di avere sbagliato. E non fa nulla per rispettare la sua stessa convenzione. Ora critica questa amministrazione per una cosa che non ci credevano anche loro. Ma!
 
 
#10 Gianni 2014-07-26 14:17
...facevano promesse faraoniche. Chi ricorda?
Ecco qui un aiutino

http://www.casamassimaweb.it/politica/2592-uno-stadio-nuovo-a-casamassima.html
 
 
#9 vergognoso 2014-07-25 13:50
per Pignataro, ma che dici, che danno ha procurato a Casamassima l'Auchan, anzi per fortuna c'è l'auchan, almeno qualche casamassimese ha un reddito e vista la situazione odierna è una grande fortuna. Anzi sei tu che in piu di 30 anni di sttivita politica, che cosa hai fatto per casamassima? ti ricordo che molti imprenditori casamassima che hanno cercato di aprire le prorpie attivita a casamassima, li avete mandati a c...re ed anno preferito aprire nei paesi limitrofi. Mentre oggi avete cercato di favorire l'apertuta di attivita nel centro sptorico, con una delibera bluff, con quali risultati? zero!!!!!. spero che questa sila la tua ultima esperienza politica di casamassima, perche ti sei dimostrato una persona * per la colettività casamassimese, ci state sposlpando vivi avete introdotto IRPEf comunale aumentato le aliquote IMU e poi mi è giunta voce che nell'* del nuovo bilancio, volete portare l'aliquota imu dal 7,60 al 10,60, il tutto per coprire le spese pazze del *, persona che è stat messa in quel posto perche era un esperto di finanziamenti europei. Invece che ha fatto a bloccato l'edilizia e con voi anche tutte le lottizzazioni che avete promesso di approvare, e poveri casamassimesi, per una negligenza vostra devono pagare l'imu. a prorposito, ti sei fatto pagare il viaggio per la ridicola convocazione del consiglio comunale d'urgenza per il caso dell rodi con il sindaco???. vergonati e sparisci da casamassima vai vai
 
 
#8 Elettore cdx 2014-07-25 12:02
No al nuovo stadio. Si ad aggiustare quello vecchio con i soldi della pedonalizzazione dei ponti. Un parco urbano può anche aspettare, ma è più giusto riparare ANZICHE' consumare nuovo terreno agricolo per un casermone che potrebbe benissimo non farsi RIPARANDO lo Stadio Comunale del Littorio, edificato nel 1931 dal Podestà Vincenzo Colonna.
 
 
#7 Lettore 2014-07-25 12:00
Apprezzabilissimo l'intervento del dottor Biagio Elefante che pare sappia più di qualche consigliere locale (o quasi) che spara baggianate senza logica se non addirittura pericolose per gli utenti che liberamente scelgono di spendere e senza costrizione alcuna la propria moneta nel centro commerciale.
Dottor Elefante, qui a Casamassima nulla è penalmente rilevante!
Tante denunce di presunti abusi edilizi presentate ai vari organi, compresa la Procura della Repubblica, giacciono impolverate da diversi anni (troppo lavoro grava sui magistrati). Qualche giornalista attento ha informato i cittadini, con il supporto di documenti ufficiali, di alcuni (presunti) abusi che riguardano il territorio di Casamassima.
Il dottor Elefante si affacci dalla sua Turi, probabilmente ne scorgerà già qualcuno. Ma tutto tace, anzi, il NOPE, unica grande idea scaturita dalla mente del Birardi per liberarsi finalmente degli abusivisti di sempre, odora di cadaverina (o per il troppo lavoro,si è inceppata la macchina?).
Non desideriamo le condanne a tutti i costi, ma vorremmo sapere chi, realmente, gira nelle stanze del potere. Solo ed esclusivamente per quella importante trasparenza tanto ventilata dai politici che oggi, in qualche caso, si ritrovano nelle patrie galere per reati gravi contro il popolo (alto tradimento).
 
 
#6 Pepo 2014-07-24 23:08
Ok ... Tanto i pedoni ed i prossimi studenti .. Comunque ci andranno a piedi all'auchan !!!
Allora evitando in tutti i modi di fare brutti pensieri ...come la mettiamo in caso si incidenti ??
Durbans stai rischiano grosso ...
Ripeto DIMETTITI e cerca di salvare la faccia ...
State facendo veramente in grande distratto e i cittadini pagheeanno le conseguenze di questo vostro cattivo lavoro almeno per i prossimo 10 anni !!
Fuori dalla palle per favore !
 
 
#5 Biagio Elefante 2014-07-24 22:05
PROPOSTA ILLECITA CRIMINALE E SERVILE
Se l'avessero fatta gli obbligati alla messa in sicurezza dei ponti, qualsiasi imbecille avrebbe capito che l'intento era quello di pararsi da ogni responsabilità civile e penale passata presente e futura per l'inadempienza e quel che l'inadempienza ha causato e potrebbe causare in danno degli utenti e del comune.
Ma un pò più difficile è coglierne il senso ed il fine diabolico se la proposta la presenta il comune per bocca di Birardi ed altri grandi benefattori degli inadempienti e al contempo dei passati amministratori complici degli inadempienti.
E ancor più ambigua(per gli sprovveduti, o finti tali)è la proposta se la si spaccia addirittura, come con stupefacente amenità fa il Pignataro, per volta alla realizzazione di un pubblico interesse anzi "l'interesse dei cittadini e non quello di Auchan".
E no sig. Pignataro, la vostra proposta è un servizio(ancora un altro dei tanti)ad Auchain;e un danno, pesante e criminogeno ai cittadini di Casamassima.
Quanti ne devono continuare a morire pur di continuare a fare regali milionari a qualche privato in odore di corruttele?
E per colpa dei tanti mestieranti della casta o sottocasta politica locale?
Della quale forse fa parte anche qualche membro della cosiddetta opposizione che si limita a comparare ponti e parco, dimenticandosi dell'aspetto fondamentale della vicenda che è la pesante responsabilità passata, dal 2009 ad oggi di chi non ha fatto le opere dovute e chi non gliele ha fatte fare?
Una responsabilità che con questa delibera verrebbe cancellata attestando che è stato lo stesso comune a non esigere l'effettuazione dell'opera ritenendola inutile!
Poi c'è da valutare la probabile illegittimità giuridico-urbanistica della vicenda, che comunque pare già penalmente rilevante.
 
 
#4 Vergognoso 2014-07-24 18:52
La vostra fortuna è stata che ha morire è stata una povera giorgiana, volevo vedere se l incidente fosse capitato ad un italiano.
 
 
#3 Emiliano 2014-07-24 16:19
Bravo sindaco, finalmente si fanno gli interessi del paese e non dell'Auchan, come tutte le amministrazioni precedenti hanno fatto. Il ponte nn è pedonale e nn si deve percorrere a piedi, al massimo una navetta che faccia da spola da casamassima al centro commerciale. Non è perché ci sono delle persone che ci vanno a piedi, il paese deve spendere quasi 800.000 mila euro per farceli andare!! Si trovino alternative.
 
 
#2 Sereno 2014-07-24 15:29
Incazzatonero si scontra con quelle che sono le priorità del comune di Casamassima.
Non dimentichi che ancora si discute di Borboni, di briganti, di poeti, di chianconi e tutto quello che fa del nostro comune un'eccellenza nel circondario.
Calmati e vivi questa straordinaria realtà che nessuno potrà mai offrirti!
 
 
#1 Incazzatonero 2014-07-24 14:49
Intrighi, polemiche, litigi, minacce e niente di concreto!
Nessuno ha mai pensato di risolvere il problema con la chiusura totale ai pedoni sui ponti dell'Auchan ed istituire un piccolo bus navetta, privato o comunale, dai costi accessibili a tutti gli utenti con passaggi frequenti da e per il centro commerciale?
In attesa che * i responsabili di tale grave situazione, se ci dovesse essere una testa pensante tra gli amministratori, che dia seguito a questo semplice ed attuabile progetto.
Per questo si devono riunire i consigli monotematici urgenti, non per le presunte e fiabesche offese al sindaco Birardi!
La vita di persone è in gioco e pare sia più importante dei capricci del singolo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI