Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

PINUCCIO FORTUNATO (AC) CHIEDE CONTO IL SINDACO

consiglio 17 lug 2014 02 ac

Sono state diverse le interpellanze presentate da Autonomia cittadina nel corso del consiglio comunale svoltosi giovedì 17 luglio.

La prima di queste riguarda i venditori ambulanti che utilizzano il suolo pubblico durante le feste patronali. È stato chiesto all'amministrazione di considerare che con i loro banchetti spesso, su corso Umberto e corso Vittorio Emanuele, impediscono il passaggio e creano disagio ai cittadini; la proposta di Autonomia cittadina è quella di creare dei mercati in strade non principali, magari fornendo agli ambulanti l'elettricità, per evitare l'uso dei motori elettrici con cui inquinano l'aria. L'assessore Gino Petroni ha risposto ricordando che in data 15 luglio con il provvedimento n.95 della delibera di giunta, si è deciso di liberare la piazza dagli ambulanti in occasione delle feste patronali e che questi saranno spostati, per quanto possibile, nelle vie limitrofe.

La seconda interpellanza presentata dal capogruppo Vito Rodi riguarda la proposta di intitolare una pubblica via a Francesco Paolo Bellomo, conosciuto come Belfrank, uomo e artista particolarmente sensibile che ha pubblicato diverse opere ispirate alla sua terra d'origine e che tanto teneva a Casamassima. Il consigliere ha dato poi alcuni accenni della biografia, leggendo anche una delle poesie dello scrittore. Il sindaco ha accolto l'interpellanza sostenendo che sarà seguito lo stesso iter che ha portato all'intitolazione della strada al defunto professor Maiellaro, invitando a consegnare le motivazioni per ricevere l'autorizzazione straordinaria del Prefetto, non essendo trascorsi 10 anni dalla morte.

Il dibattito si è poi spostato sul contenzioso tra la società Asd Sudest e il Comune di Casamassima, con i consiglieri di Autonomia cittadina che hanno chiesto al sindaco chiarimenti sullo stato dello stesso, sui costi sostenuti dall'ente e sul futuro utilizzo dello stadio. Il primo cittadino ha riferito al consiglio che in data 29 maggio c'è stato un incontro tra le parti e i rispettivi legali con il presidente del collegio arbitrale che ha cercato un accordo. Il sindaco ha evidenziato le premesse che hanno portato al contenzioso: “Il comune, anni or sono, ha elargito una somma di circa 120mila euro per fare un impianto di illuminazione delle gradinate, interventi che non mettevano a norma un campo che tutti sapevamo non a norma. Inoltre a oggi non ci sono atti che certifichino al Comune come l'Asd Sudest abbia speso quei soldi”. Ha poi inoltre aggiunto che la struttura è chiusa perché è inagibile e non a causa del contenzioso. Nella risposta l’altro consigliere di Ac, Pinuccio Fortunato, ha elencato le spese dell'ente: 8861,60 euro all'avvocato Russo e 4800 euro all'arbitrato, che hanno portato a nessun risultato, se non alla chiusura dello stadio per due anni e mezzo e all'allontanamento delle società sportive. Dietro indicazione della Figc la Sudest chiedeva al comune di Casamassima di effettuare interventi di manutenzione straordinaria pari a 6mila euro per consentire il prosieguo dell'attività. Nella stessa data, con nota di suo pugno, protocollo 12440 con raccomandata scrive alla Figc chiedendo una proroga di omologazione per la stagione sportiva, garantendo che verranno immediatamente effettuati tutti i lavori di cui al vostro protocollo n°135, alla luce della volontà dell'amministrazione di voler realizzare un’idonea struttura sportiva prima della prossima stagione 2013/2014. “Il sindaco Birardi ha fatto venir meno il calcio a Casamassima perché non ha mantenuto fede a una lettera scritta”: questa l'accusa lanciata da Fortunato al primo cittadino, al quale ha ricordato che l'Asd ha avuto i soldi quando era in prima categoria e che, avendo ottenuto due promozioni in due anni, la squadra aveva bisogno di infrastrutture diverse. “Lei si è sempre dichiarato uno sportivo per eccellenza, ma la nostra Eccellenza, campionato in cui milita la Sudest, porta grazie a lei un altro logo, un’altra bandiera, quella della città di Locorotondo”.

Birardi, sostenendo di essersi impegnato a suo tempo con il presidente dell'Asd a realizzare un nuovo campo sportivo, ha riferito di aver atteso un preventivo di spesa dallo stesso (Franco Palmisano, ndr), il quale – a detta del sindaco – gli avrebbe presentato un conto da 6milioni e 600mila euro. Soldi che – sempre secondo Birardi – di cui il Comune non disponeva. A quel punto arriva un secondo preventivo, da 90mila euro stavolta. Il sindaco, sorpreso per il nuovo importo, avrebbe ricordato che la società sportiva di Palmisano avrebbe incassato 120mila euro all’epoca, soldi utilizzati per l’impianto di illuminazione ma mai ‘giustificati’: mancherebbero le fatture, secondo Birardi.

Il contenzioso – infine, secondo quanto riferito dal primo cittadino – sarebbe stato aperto dalla società sportiva e non dal Comune: “Non si può – ha detto – addossare all'amministrazione la responsabilità per la chiusura del campo”. L’obiettivo della Sudest – secondo il ragionamento del sindaco – non era quello di fare calcio, ma quello di fare soldi: “Io mi allenavo a mille lire al giorno, forse con 120mila euro poteva fare qualcosa”.

Ma non si è fatta attendere la replica dura di Pinuccio Fortunato: il progetto di 6.600.000 euro – secondo quanto emerso in consiglio – non era stato consegnato da Franco Palmisano. “A Tennis Tecnica – ha dichiarato Fortunato – non è andato Franco Palmisano, ma un suo parente, signor sindaco. Questo deve dire. Si devono dire le cose reali, il Comune di Casamassima invece di spendere 6mila euro (questa la richiesta dell'Asd per sistemare il campo ad hoc per il campionato di Eccellenza, ndr) ne ha spesi 13.600 e il campo è ancora chiuso. Ha fatto venire tutto lo sport a Casamassima, grazie signor sindaco. Deve rimanere la sua eccellenza in ginnastica”.

“Siccome conosceva mio cugino – ha ribattuto Birardi – si sarebbe rivolto da lui solo ed esclusivamente per avere il quadro economico, che mio cugino gli ha fatto gratuitamente. Non poteva intervenire nel progetto non essendo un tecnico. Per cui ha detto delle falsità grandi come una casa”.

L'ultima interpellanza di Autonomia cittadina riguardava la manutenzione straordinaria delle aree incolte o abbandonate del centro urbano: il problema della pulizia di alcune aree, in particolare quella di fronte al caffè Melior e nelle vicinanze del Dharmha. L'assessore Montanaro ha risposto che tutte le aree di proprietà dell'ente sono state manutenute ed è stata tagliata l'erba. “Nell'area di fronte al Melior sono intervenuti gli operatori dell'Ecologica pugliese, così come intorno al Dharmha, non di proprietà comunale e in via Sammichele in un'area per il verde pubblico, ma non è ancora stata ceduta al comune. Tutto questo senza spese, perché la pulizia delle aree adibite ad uso pubblico è prevista nel contratto con l'Ecologica”.

[da La voce del paese del 19 luglio 2014]

Commenti  

 
#5 Sfortunato 2014-07-24 15:02
Al post 2.
Guardati da chi tace!
Attento a R lup surd!
Osserva attentamente i muti o quasi muti dell'amministrazione e, se hai capacità riflessive, fattene una ragione!
Per non parlare di coloro che parlano, parlano, parlano, dicono cose che si dicono in pochi minuti, ma devono fare scena e non senza si rendono ancora conto di valere meno di un centesimo.
Il Fortunato è un vulcano di di idee e lo puoi evincere dalle tante attività messe su in un paese dove il commercio è morto e sepolto con l'avvento del centro commerciale.
 
 
#4 Pinco Pallo 2014-07-23 17:10
Al post 2. Caro consigliere del piffero, le interpellanze le leggono tutti i consiglieri perché è la prassi.
Piuttosto Fortunato è così sicuro delle risposte del sindaco, che ha già preparato la sua replica. E poi, meglio uno che legge e sa quel che dice, che tanti che tacciono vergognosamente e senza dignità.
 
 
#3 S.o.S. 2014-07-23 14:36
Non vogliamo un nuovo stadio. Aggiustate quello vecchio, altrimenti noto come Campo comunale del Littorio.
 
 
#2 consigliere comunale 2014-07-22 22:39
Ma il consigliere Fortunato perchè le legge le interpellanze in consiglio comunale? Chi le scrive?
 
 
#1 Imbarazzante 2014-07-22 19:01
Esagerato!!!!!!! Un' interrogazione letta significa inchiodare.
La faziosità continua ancor di più.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI