Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

NITTI: “NON HO CAPITO COSA APPROVIAMO”

consiglio 16 giu 2014 nitti

“Abbiamo ascoltato le relazioni dell'avvocato Vito Di Natale e del responsabile dell'ufficio tecnico cittadino, Donato Capacchione, ma sinceramente io non ho ancora capito che cosa oggi stiamo andando ad approvare. Non ho compreso di che cosa dobbiamo prendere atto”. Il capogruppo consiliare del Pd, Alessio Nitti, si è espresso così lunedì scorso, in assise cittadina, nel corso della discussione che ha preceduto la votazione del primo argomento all'ordine del giorno, la presa d'atto della relazione dell'ufficio tecnico, riguardante 'criticità, acquisizioni urbanizzazioni e lottizzazioni varie', Una votazione che poi ha determinato lo scioglimento della seduta per mancanza del numero legale necessario a dare il via libera al provvedimento, che la maggioranza intendeva emendare prima di sottoporre alla valutazione definitiva dell'assemblea. Ma proprio al momento del lasciapassare all'emendamento, proposto dal consigliere di maggioranza Franco Pignataro, in aula sono venuti a mancare i numeri necessari a far proseguire la seduta.

“All'avvocato – ha detto Nitti nel corso del suo intervento – vorrei chiedere una cosa. Oggi il nostro diritto di acquisire le opere di Auchan, diciamo di Auchan, da dove riviene oltre che dalla legge? Penso rivenga anche dalla convenzione del 2009. Convenzione in cui, per le opere realizzate prima del 2009 era previsto che il Comune potesse in ogni momento acquisirle. I lottizzanti, quindi, hanno riconosciuto il diritto del Comune e, riconoscendolo, hanno comunque quantomeno posto fine al problema della prescrizione. Poi – ha fatto presente sempre Nitti rivolgendosi al consiglio comunale – se quella convenzione del 2009, stipulata nel pubblico interesse, manchi di questo requisito me lo dovete dimostrare. Nel documento di cinque anni fa è scritto che il Comune poteva acquisire le opere, pertanto ritengo già che questa clausola della convenzione, scritta e sottoscritta da tutte le parti interessate, desse al Comune il diritto di acquisirle, appunto. Anzi, io non ho nulla in contrario circa il fatto che vengano acquisite. Le mie osservazioni non vanno nella direzione della non acquisizione delle aree perché in passato, checché ne dicano gli altri consiglieri, noi abbiamo dimostrato di voler seguire questa strada. Ma per quel che riguarda la proposta di deliberazione in oggetto c'è il parere negativo della responsabile del servizio finanziario del Comune, Regina Stolfa, che ha dichiarato – ha aggiunto ancora Nitti – che 'si destituisce la proposta di deliberazione di consiglio comunale in oggetto, sulla quale si ritiene di non poter esprimere parere contabile'. Questo è il punto di vista di Regina Stolfa, un parere negativo motivato dal fatto che 'non risulta quantificato e quantificabile l'onere finanziario da sostenere a carico del civico bilancio , non vi è un cronoprogramma delle eventuali acquisizioni al patrimonio indisponibile dell'ente che consenta di individuare l'esercizio finanziario di riferimento cui imputare la spesa per manutenzione ordinaria e straordinaria delle aree e degli impianti, oltreché eventuali altri oneri di gestione'. In ogni caso, prima di chiedere di acquisire le aree di urbanizzazione – ha sottolineato ancora Nitti – dovreste dire con quali risorse di bilancio intendete voi dell'amministrazione gestire la loro manutenzione, la loro cura e tutto ciò che serve per renderle utilizzabili dai cittadini di Casamassima. La relazione dell'avvocato Di Natale la condivido pienamente, pure io sono per l'acquisizione delle opere, purché ci venga detto con quali risorse si intenda manutenerle, mentre per quel che riguarda la presa d'atto della relazione dell'ufficio tecnico, lo ripeto, non mi è ancora chiaro che cosa ci venga sottoposto ad approvazione, a che cosa dovremmo dare il nostro assenso attraverso il voto”.

“Il complesso e la mole della relazione – ha poi osservato l'avvocato Di Natale – sono tali che è possibile un'ulteriore puntualizzazione in corso di procedura. Quello che è stato specificato è che, ai fini dell'acquisizione al patrimonio comunale delle opere è necessario un frazionamento che ad oggi mi pare non sia stato mai fatto. A fronte di indicazioni nascenti dalle convenzioni, l'ultima delle quali risale al 2009, mi pare che, mi smentisca se ci sono atti diversi che io non conosco – ha aggiunto ancora l'avvocato Di Natale rivolto a Nitti, prendendo la parola subito dopo di lui – successivamente alcun impulso è stato dato. In ogni caso, lo ribadisco ancora, a me è stato chiesto un parere. Ma io non sono un organo giudicante”.

“Sulla base della convenzione stipulata – ha poi fatto presente all'assemblea il capogruppo consiliare di Sel-Prc, Nica Lilli – non è l'ufficio preposto che dovrebbe procedere all'acquisizione delle opere senza la necessità di coinvolgere il consiglio comunale? E il consiglio, nella fattispecie, è l'organo competente ad acquisire le opere stesse? La responsabile del servizio finanziario del Comune, Regina Stolfa, si è inoltre espressa negativamente sulla questione, sottolineando – anche qualora si volesse lavorare in tal senso – che sarebbe stato prima più opportuno quantificare le risorse disponibili per attuare poi gli oneri convenzionalmente stabiliti che hanno valore di legge tra le parti”.

“La responsabile di servizio Regina Stolfa – ha poi concluso il sindaco, Mimmo Birardi – mi ha detto che siccome la questione è molto complessa, e non si riesce adesso ancora a capire quali possano essere le risorse economiche necessarie, senza un dato finanziario preciso non ha potuto esprimere un parere circa i costi derivanti dall'acquisizione delle aree in questione. Ma non ha dato alcun parere negativo. Non si è potuta esprimere, ma il suo non è stato unparere negativo”. 


[da La voce del paese del 21 giugno 2014]

Commenti  

 
#11 Montolivo 2014-06-27 23:01
Che volete dire che il Pd non è di sinistra? E chi glielo deve dire mò a Bi....z????
 
 
#10 Ballotelli 2014-06-26 13:12
Avvocato Nitti lei è l'unica persona di sinistra di Casamassima......ECCO PERCHE' NON E' A SUO AGIO NEL PD!!!!!!!!!!
 
 
#9 poeta contadino 2014-06-26 07:12
Zorro Z = N+90°

Se aveva capito tutto perchè N ha sostenuto di non aver capito ?
Qui sono in tanti a non voler capire .....
 
 
#8 zorro 2014-06-25 16:40
il segno di Zorro.... "Z"... ahahahahah
 
 
#7 Z 2014-06-24 21:46
Zorro ma vai a cagxxxx
Ahahahahahah
 
 
#6 zorro 2014-06-24 12:05
l'hanno approvata di Giunta (n. 83 del 20.06.2014) e dunque il Consiglio Comunale non serviva a niente. Aveva ragione Nitti. Bravo Nitti
 
 
#5 poeta contadino 2014-06-24 10:50
Ahi ahi ahi all'avocato-contadino gli hanno stretto le ciliegie e per il forte dolore non capisce più niente.
Il dolore spostandosi alla testa lo rende confuso e masochista e disposto a tutto pur di svincolarsi dalla stretta.
Questa volta però la raccolta è fatta e la marmellata è finita con l'inacidirsi sia per lui che per gli amici di merenda.
 
 
#4 Chiarina 2014-06-24 00:04
Ma non c'è da capire avvocato, è tutto un casino. Anche i giudici difficilmente riescono a capire. Avanti tutta, chiudiamo gli occhi e tappiamoci le orecchie. Ma voi politichesi, almeno, cucitevi la bocca che siete deprimenti.
 
 
#3 bizzoca 2014-06-23 19:02
Nitti non hai veramente capito o fai finta di non capire?
 
 
#2 risposta 2014-06-23 17:53
Meglio che non ha capito, tanto non cambierebbe nulla.
 
 
#1 Avvocheto 2014-06-23 14:21
Alla fin fine credo che, pur tu essendo un avvocato, non ti sia reso realmente conto del casino che avete combinato quando governavi ed oggi non riesci a capire: NON C'È PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE!

Fortunatamente hai la campagna a cui dedicarti :-)))
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI