Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

AUCHAN, PIGNATARO: “PIÙ DANNI CHE VANTAGGI”

pignataro

Mentre sabato scorso era in pieno svolgimento il comizio del centrodestra cittadino, organizzato per fare il punto – secondo la maggioranza – della situazione e di tutto quello che è stato fatto negli ultimi tre anni di vita amministrativa del nostro paese, si è allontanato dal palco scendendo tra la gente – poca per la verità – intenta ad ascoltare il resoconto delle forze politiche alla guida del paese. Lasciando che accanto al sindaco che in quel momento stava presentando la sua relazione restassero tutti e cinque gli assessori che compongono la giunta, unendosi ai consiglieri presenti in piazza Aldo Moro in quel momento, Pinuccio Valenzano, Antonio Episcopo, Pietro Cristantielli, Donato Dalfino, Gianfranco Laricchia oltre al presidente del consiglio Rino Carelli (solo a fine incontro è giunto anche Nicola Vallarelli). Poi, quando il sindaco lo ha invitato a risalire nuovamente sul palco per prendere la parola, è apparso quasi sorpreso. Stiamo parlando del consigliere comunale di maggioranza Franco Pignataro, il cui comportamento non è passato inosservato in occasione del comizio di una settimana fa. Come leggere la sua sorpresa, il suo stupore seguiti all'invito del sindaco? Sono frutto di una mossa inaspettata da parte del primo cittadino, oppure hanno rappresentato una scelta 'tattica' da parte di Pignataro, quasi a voler aumentare la suspance prima del suo intervento? Il consigliere, si sa, vanta una lunga esperienza politica, è il casamassimese con più presenze in assoluto in consiglio comunale, nove tra le diverse legislature nel corso del tempo, dunque che abbia fatto un po' di 'scena' (nel senso buono del termine, ovviamente) ci può anche stare e appare la cosa più plausibile.

Ma a parte questo, una volta salito sul palco Pignataro ha dato vita al suo intervento, durante il quale non è mancato anche un lungo applauso da parte delle persone che erano in piazza ad ascoltare. “Da parte nostra e dell'attuale amministrazione – ha detto Pignataro una volta presa la parola – è arrivata la richiesta, rivolta a un avvocato, di effettuare un lavoro di verifica per cercare di capire quale fosse la situazione venutasi a creare nell'area commerciale. Dopo un lungo lavoro, durato cinque o sei mesi e svolto anche con la collaborazione dell'ufficio tecnico cittadino, siamo finalmente riusciti ad avere il quadro della situazione complessiva. Tutti sanno, da un punto di vista politico, da dove vengo e tutti sanno che per me la legalità è un dogma, è quel che ho sempre respirato in tanti anni. Adesso, dopo venti anni di sinistra al governo del paese, e dopo il tumultuoso sviluppo commerciale, abbiamo soltanto chiesto che si facesse chiarezza. Ritengo che il nostro comune, sempre negli ultimi venti anni, sia stato condizionato dagli insediamenti produttivi che, a mio avviso – ha proseguito ancora Pignataro – hanno portato alla nostra cittadina più danni che vantaggi. Danni al nostro ambiente, al nostro territorio, alla qualità della nostra aria che è diventata più inquinata col maggiore flusso di auto, ma anche danni a seguito dei quali non vi è stato come contraltare un aumento di posti di lavoro per i casamassimesi. Quando il centrodestra ha cominciato ad amministrare Casamassima, noi abbiamo cercato di capire se sarebbe stato possibile ottenere qualcosa in più dal territorio dell'area commerciale, pensando anche all'eventualità di istituire lì dei parcheggi a pagamento in modo da alleggerire la pressione fiscale sui nostri concittadini qui in paese. Ma quando, in virtù di questa nostra idea, un legale da noi incaricato ha tentato di capire quali fossero le aree del Comune, e quali invece quelle di terzi, sono venute fuori tante difficoltà. Da questa ricognizione – ha aggiunto sempre il consigliere comunale di maggioranza – è emerso un quadro disarmante relativo agli ultimi venti anni, e non credo che chi governa da appena tre anni possa avere delle responsabilità in tutto questo. Credo che la sinistra nella nostra cittadina, nel corso di due decenni, abbia realizzato soltanto la fontana all'ingresso di via Turi, ma in compenso abbia operato in un modo che non possa affatto far pensare al primato morale della sinistra di cui si sta sentendo spesso parlare in televisione negli ultimi tempi. Noi stiamo cercando di ripristinare un controllo diverso, anche al di là della circonvallazione. E in questo andremo fino in fondo. Adesso provo soddisfazione nell'aver raggiunto un obiettivo che inseguo da venti anni: quello di fare chiarezza. Capisco che il paese abbia ancora tanti problemi di diversa natura, comprendo anche il fatto che dopo tanti anni di centrosinistra la gente adesso voglia tutto e subito, non cerco neppure giustificazione ai nostri errori e ai nostri ritardi che ci sono stati. Ma una cosa posso affermarla senza paura di smentita: stiamo governando mettendocela tutta per risollevare questo paese messo in ginocchio da tanti anni di governo della sinistra”.

[da La voce del paese del 7 giugno 2014]

Commenti  

 
#38 Casamassimese 2014-06-19 13:41
i dormienti di questo paese ci stanno qui solo a dormire perché le case costano poco, guarda un po', per effetto della massiccia colonizzazione post costruzione del CC, che ha dato così tanti posti di lavoro ai casamassimesi, così tante opportunità, che è venuta gente da fuori a riempire i posti vacanti...Ma per favore. Tutti quelli che sono venuti a invaderci sono per buona parte forestieri richiamati dal CC e non lavoratori casamassimesi. E le iniziative sono sterili perché organizzate solo per prendere contributi. Chi non ha il CC come Turi organizza ben altro, SENZA i contributi del CC.
 
 
#37 Neos 2014-06-18 17:21
@tantoperchiarire:
Citazione:
Neos la tua analisi dei fatti e della nostra recente storia è da drogato, prova a scrivere di mattina magari non sei ancora fatto.
Scrivendo questo, presumo che Lei si sia sentito chiamare in causa quale casamassimese ottuso e insofferente del mio esempio.
Meno male che tra noi esistono anche i baresi come Martina e Giancarlo...

Ah, ho scritto il messaggio a mente fresca (a me la mente funziona, non ce l'ho a marcire come qualcun altro in questa discussione... :D )
 
 
#36 giancarlo 2014-06-18 13:37
x casamassimese. turi e sammichele non hanno mai permesso di far comprare al comune di bari case dove sistemare sfrattati loro, e questo grazie ai cittadini intelligenti. ma voi casamassimesi ke ca..... avete mai fatto ? siete soli buoni ad additare i baresi ma strizzarvi le @@ ? no vero ? ringraziate il cc che almeno nel resto d'italia casamassima esce da qualke parte ( es. mappe geografiche specialmente ).almeno parlate x dati di fatto e nn avere la bocca x divedere le orekkie. ma pov'r a nu.
 
 
#35 martina 2014-06-18 13:15
Casamassimese, non stareste meglio(io ci abito qui, ma non sono di Casamassima, né voglio esserlo) se il cc non ci fosse e sai perché?Perchè Casamassima è da sempre un paese dormitorio, che stronca qualsiasi inizitiativa culturale seria, perché la Cultura non è nel vostro dna!
Basta guardare i paesi limitrofi(rutigliano, adelfia, acquaviva e persino Sannicandro) per capire come a voi piaccia dormire!!!!!
Non siete interessati a nulla(tranne quei pochi)che non sia il vostro lavoro nei campi..e a dormire per poter recuperare energie fisiche..e per quelle mentali?????
Il presepe???Una delle poche cose belle che siano state fatte qui..e critiche su critiche, idem la cerula nox..il balcone fiorito???????Alle 22 non c'era più nulla..ridicolo, tanto per fare qualcosa..siete il paese del poco e del fatto male, perché, ripeto, arretrato culturalmente!
Perciò, ti dico, ringrazia Auchan se qualche anima sopraggiunge in questo arido paese..
 
 
#34 Casamassimese 2014-06-17 23:45
martina, forse sei tu che non capisci che è A CAUSA del cc che noi stiamo PEGGIO di quelli che non ce l'hanno, pur quelli avendo gli stessi politicanti nostri. Quindi il cc è la CAUSA non la panacea.

La risposta alla tua domanda è: staremmo meglio, cioè staremmo COME quelli che non ce l'hanno. Avremmo gli stessi politicanti, ma almeno staremmo meglio. E saremmo molto più padroni del nostro territorio di quanto non lo siamo oggi. E ci conoscerebbero per altro, se non altro per il quieto vivere, lo stesso che Sammichele ha mantenuto. In sostanza, farsi riconoscere sulla cartina per il cc non è un gran merito, ma uno squallido distintivo piuttosto. Abbasso i CC. W i paesi liberi e sovrani.
 
 
#33 Esterrefatto 2014-06-17 22:50
Ma perchè tanta acredine nei confronti del consigliere Pignataro?
Non è stato mai determinante nelle faccende amministrative!
Ha rinunciato quasi subito alla delega al bilancio e si è sempre limitato a firmare quello che c'era da firmare. Quale grave colpa lo rende inviso ai più? È reato essere prolisso e ripetitivo? Il benedetto rimborso dei biglietti aerei é un sacrosanto diritto che questo stato spendaccione accorda al politico. Voi rinuncereste a tale privilegio?
E infine, non devono preoccuparvi le chiacchiere di Pignataro, ma coloro che seduti comodamente in quegli scranni, tacciono!
E tra i muti, si dice in giro, vi sono degli indagati che il buon Renzi ha detto di voler mandare a casa, al contrario dei meno buoni che li vorrebbero sbattere in galera ancor prima del processo.
Coraggio Franco.
 
 
#32 tanto per chiarire 2014-06-17 20:28
GIUSTO l'albero è marcio e come poteva essere diversamente se continuiamo a concimarlo con letame e scorie velenose.
Dovremmo calmarci un pò dall'invocare la Procura della Repubblica come ultimamente si grida anche in Consiglio Comunale e trovare un tavolo di dialogo e concertazione sia tra noi cittadini che tra l'Amministrazione e le grosse realtà economiche attive nel nostro territorio.
Ma pare che in Consiglio Comunale non è stato recepito questo messaggio e invece di approvare il punto all'Ordine del Giorno si è preferito scappare avanti alle responsabilità come se queste ultime si annullassero con l'assenza. Se viene la Procura della Repubblica si fermerà tutto a Casamassima e tutti avremo da lamentarci, sopratutto quelli innocenti (moltissimi) che ad oggi hanno già subito e pagato.
 
 
#31 tanto per chiarire 2014-06-17 20:16
Martina, tanto per le negatività e la non cultura di questo paese parla solo per te.
 
 
#30 Martina 2014-06-17 18:41
Casamassimese, ma forse non ti è chiaro che, sui paesi limitrofi e sul fatto che stiano meglio di noi, nonostante l'assenza di un cc, ti sto dando ragione..ma è proprio in virtù di questa ragione che, si "aggrava" la tua posizione..se noi, nonostante l'auchan, stiamo peggio di quelli che non ce l'hanno, ti immagini come staremmo se non ci fosse??????Nessuno saprebbe dell'esistenza di Casamassima, di questo paese morto, di bassa cultura, privo di bellezze artistiche, naturalistiche e di iniziative culturali e mondane?????????Ti è chiara l'idea?????Se ancora no, scusa, ma mi fermo qui, perché non saprei più come spiegartelo
 
 
#29 Fini Armando 2014-06-17 18:27
Franco Pignataro, per anni hai calcato le scene politiche di casamassima come strillore della desta che veniva definita extracostituzionale. Poi grazie unicamente a Berlusconi, il tuo partito è diventato costituzionale ed hai avuto la possibilità in 2 delle 8 o 9 legislature che puoi vantare, di governare Casamassima! Sei stato anche consiliere provinciale di maggioranza! Orbene hai fatto un bilancio del tuo operato politico/amministrativo? E ti sei accorto di quanto fallimentare esso sia? Continui ad occupare poltrone solo per sfruttare il vantaggio di venire spesso al tuo paese natio, a spese della comunità; mantieni ancora in piedi questa amministrazione Birardi-Cap......ne e company; fai dichiarazioni * in consiglio (minacce di morte e * varie); sei sempre più patetico e politicamente finito! Fai un estremo gesto veramente responsabile: vattene! E trascina con te tutti gli altri incapaci!
 
 
#28 Casamassimese 2014-06-17 13:59
martina, ripeto non potendo disegnare: altri comuni limitrofi, pur NON AVENDO il CC, NON SONO CERTO uno stridore di denti per fame e miseria e anzi stanno molto meglio di noi PUR avendo gli stessi politicanti da 4 soldi. Non sarà che il cc c'entra qualcosa? Spero che ti sia più chiaro il concetto.
 
 
#27 Acciaio Inox 2014-06-17 13:54
Francooooo, se sei pronto batti un colpo! Non minacciare il Sindaco, usa le carte se le hai.... ma soprattutto se ci sono. Poi non pensare che tutto sia scontato, il più delle volte è ben contato
 
 
#26 Una leggenda 2014-06-17 08:17
'O DOMANI PARTE LA DENUNCIA IN PROCURA, OPPURE IL SINDACO SI DIMETTE',questa la minaccia di Pignataro esternata in sede di consiglio comunale del 16/6/2014 e rivolta al suo Sindaco.
Un'altra delle sue inutili e deprimenti performance che ne fanno un personaggio sempre più inconcludente.
Dopo anni di presenza (e sola chiacchierona presenza) in consiglio, quante denunce ha presentato per gli illeciti che lui stesso fantasticamente ha notato?
E poi, perché le denunce alla procura non le inoltra lui stesso anzichè chiederlo e minacciando il buon Birardi?
Vedremo se questa volta tirerà fuori le palle dimostrando di aver capito qualcosa!
 
 
#25 martina 2014-06-16 22:27
Appunto casamassimese..lo hai detto tu, altri paesi, pur non avendo il centro commerciale e pur avendo i soliti politicanti..stanno meglio di Casamassima che, consentimi il termine, nessuno si caxxxrebbe se non ci fosse Auchan..ti è chiaro il concetto???????????Ringrazia il cc se Casamassima lo conosce qualcuno
 
 
#24 Boia 2014-06-16 14:29
Interessanti i sinistrorsi: attribuiscono ai 20 anni di berlusconi (lo stesso che sta portando avanti egregiamente i propositi della P2 con il caro renzi) lo sfascio dell'Italia, ma allo stesso tempo negano che lo sfacelo di casamassima sia colpa degli altrettanti 20 anni di amminstrazione sinistrorsa, dando invece la colpa all'amministrazione in carica, guarda un po', da 3 anni. Gli stessi 3 anni in cui si sono susseguiti Monti, Letta e ora Renzi, da loro sostenuti. 2 pesi 2 misure?
 
 
#23 Alfiere Nero 2014-06-16 13:22
Per "tanto per chiarire"

Che ne so io? Guardo senza sorpresa che cadano i frutti marci dall'albero. Aspetto per capire se anche l’albero è marcio.

La potenza evocatrice dell’antifascismo, come architrave dello spirito pubblico, in Italia, non si è mai esaurita, come, nella prospettazione di Enrico Berlinguer, si era esaurita la “spinta propulsiva” dell’Unione Sovietica; per paradossale che sia, per la dominante analisi politica italiana, contano più, in negativo, i diciotto anni di dittatura fascista (1925-1943) che i settant’anni della “dittatura del proletariato” (1919-1989), nata nella Russia di Lenin e di Stalin, esportata manu militari nei paesi satelliti, e morta di autoconsunzione, senza uno schiaffo e senza un sospiro.

Non c’è politico, dalla fondazione delle prime città, che possa sfuggire alla “prova suprema” della decisione; governare è, essenzialmente, “decidere”. E ogni decisione, già in termini etimologici, costituisce una “cesura”, vale a dire un taglio con lo status quo ante. Decidere è sempre “prendere una nuova strada” rispetto agli equilibri – politici, economici e sociali – sino ad allora consolidati e, sino ad allora, ritenuti immutabili. E la mediazione (con l’opposizione, con i corpi sociali potenzialmente lesi dal nuovo ordine, con i rappresentanti del territorio) si accompagna sempre al gesto del decidere, e quasi sempre lo precede.

Esistono, in ordine alla mancata rilettura della storia italiana e al mancato sguardo in avanti, ragioni “di destra” e ragioni “di sinistra”; le prime, giustificate dall’ossessione autogiustificatrice (quanto alle responsabilità della sconfitta militare e delle leggi “razziali”), dalla sopravvivenza ai plotoni d’esecuzione, a Piazzale Loreto e all’epurazione; le seconde, dall’incubo della perdita della legittimazione resistenziale e dalla pressione esercitata dalla guerra fredda, in una nazione militarmente legata al carro dell’occidente. A complicare ulteriormente il quadro di un possibile riformismo costituzionale condiviso, è intervenuto il ventennio di “presenza” berlusconiana nel Paese, con appendici autoreferenziali e sicuramente macchiettistiche, come il contributo fondamentale dei quattro “saggi della Baita di Lorenzago”.

Serve, ovviamente, svecchiare gli scenari e favorire l’ingresso di nuovi protagonisti. Sul punto, ritengo delittuosa e assolutamente priva di senso la progressiva emarginazione, dalle stanze del potere, del corpo dei docenti. Malgrado qualche elegante prolusione e qualche polemica giornalistica o televisiva di alto respiro, i professori italiani, mal pagati e peggio considerati, tranne che dai loro alunni migliori, non contano più nulla. Basta scorrere le liste approntate in occasione di appuntamenti elettorali, per avere la conferma di questo ininterrotto suicidio intellettuale dell’anima italiana.

Temo che l’albero sia marcio….
 
 
#22 tanto per chiarire 2014-06-15 14:57
Avevo qualche dubbio, ma la stregua difesa dell'amministrazione di SX e il voler buttare in siamo malfattori alla pari di voi di DX mi lascia pensare che non solo ci sta del vero ma anche che siete in tanti a sapere delle malefatte. Alfiere Nero e tu che ne sai? Neos la tua analisi dei fatti e della nostra recente storia è da drogato, prova a scrivere di mattina magari non sei ancora fatto.
 
 
#21 R.G.L. 2014-06-15 14:48
Caro Franco detto il *, se soltanto tu facessi mente locale sui soggetti a cui oggi ti accompagni in quello che ritieni poter essere il tuo percorso politico, potresti da solo immaginare quanti Uomini della destra che ti hanno formato (male) stai facendo rigirare nelle loro tombe. Lascia i ricordi, che hai molto confusi, e soprattutto non continuare a pesare sulle casse dei tuoi ex concittadini che domani andranno a pagare l'IMU. Il tempo è maturo per sparire dal teatro dei burattin, grazie al cambiamento che è in corso. È un cambiamento inarrestabile grazie al nauseabondo clima di sfiducia che siete riusciti a creare ed alla assoluta distruzione di risorse che, anche i tuoi colleghi di politica, hanno provveduto a praticare.
Che la vergogna sia con voi. Con noi incomincia ad esserci la fiducia. W Renzi, W Grillo, W La Lega Nord. Falliranno? Voi lo siete già!
 
 
#20 Osservatore futuro 2014-06-15 07:25
Pignataro ma hai gli attributi per andare fino in fondo a questa storia? Vediamo se sei capace di farlo chiudere il centro commerciale o se serve a te ed al tuo caro amico Birardi per tenere in pugno i vertici del centro commerciale
 
 
#19 Deluso 2014-06-14 19:50
...tutti sanno da dove vengo, politicamente... e tutti sanno dove sei arrivato Pignataro!
Eri circondato da galantuomini, ora sei circondato da *.
Troppo benevolo Alfiere Nero nel ricordarti solo quattro nomi di farabutti che militano nella tua moderna destra, attualmente nelle celle delle patrie galere.
Inutile ricordarti le imprese di Fini e Gasparri, anche loro vengono da dove vieni tu, ma faresti bene a non rimarcarlo per rispetto di coloro che rimasero fedeli a quel partito e che mai hanno venduto l'anima nel nome di una destra dove militano anche pedofili, indagati e detenuti!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI