Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

UN COMPLEANNO INDIFFERENTE

birardi festeggiamenti 02

‘Il carico da 90’ – come si suol dire – messo sul banco dai firmatari del manifesto affisso per le vie cittadine la settimana scorsa (e che ancora, per la verità, è presente sui muri di Casamassima) che chiamava il popolo cittadino a partecipare al comizio pubblico degli attuali amministratori (per ‘festeggiare’ i 3 anni), non ha sortito gli effetti sperati. Chi ha concepito quel manifesto probabilmente ha perso di vista che la comunicazione politica si è evoluta e che certi clamori – quando fomentati da fonti ‘indifferenti’ – non colpiscono l’immaginazione collettiva. Un flop annunciato. Peccato che non se ne siano accorti in tempo utile, forse sarebbero riusciti a evitare una figuraccia e forse qualche ripercussione futura per i contenuti dello stesso. Primo perché i casamassimesi sono rimasti indifferenti ai proclami del governo cittadino attuale (si contavano i soliti astanti da piazza e qualche sparuto amico dei politici sul palco), secondo perché la gravità delle parole e dei concetti utilizzati potrebbero provocare la reazione di chi, sentitosi chiamato in causa, potrebbe chiedere conto di quelle dichiarazioni. Gravi e pressoché inopportune.

Come può un’amministrazione comunale presentarsi ai casamassimesi proclamando una relazione stilata da un legale (che annuncia “un quadro – così è scritto – dal quale sembrano trasparire gravissime inadempienze degli amministratori precedenti”) e poi tacere beatamente sulla questione? E inoltre, lo stesso manifesto, anticipava che “Emerge – è scritto – uno scenario nel quale, con la Sinistra al governo di Casamassima, si sono consumati scempi edilizi in via di accertamento da parte dell’Autorità giudiziaria, a seguito di denuncia di questa amministrazione”. Ma di tutto ciò non si è sentita una parola di spiegazione o di precisazione. Accuse pesantissime che nemmeno il peggiore dei politici navigati si permetterebbe il lusso di blaterare. Non è dialettica politica questa, è lanciare accuse infamanti a vanvera pur di distrarre l’attenzione da qualcos’altro. Questo ci è sembrato.

Così come in consiglio comunale ci aspettavamo, la settimana scorsa, di capirci qualcosa in più su quel che sta accadendo ai lavori in corso nell’area Happycasa-Auchan (pare siano stati bloccati, visto che da un paio di giorni non si vedrebbero operai in zona), così ci aspettavamo di sentire in piazza il rumore di documenti e atti che comprovassero quanto sbandierato nel manifesto. Invece il nulla. E il silenzio sulla questione ha aperto scenari ipotetici che ci hanno solleticato sull’argomento e che ci portano dritto dritto negli archivi e nelle carte che contano. Non è tutto oro quel che luccica, si dice.

Strategia della distrazione si chiama: si dicono tante di quelle cose, confuse, a raffiche, che l’uditore (politico e civile) – se non ‘esperto’ – rischia di farsi ‘imbrogliare’ dalle tante fesserie messe in giro ad arte. Ma anche per mettere in campo questa strategia occorre intelligenza e preparazione.

Insomma, ci pare che i toni siano un attimo sopra le righe e che sia ora che i geni della comunicazione di questi rappresentanti politici comincino seriamente a darsi una linea informativa e comportamentale degna di essere definita istituzionale.

[editoriale da La voce del paese del 7 giugno 2014]

Commenti  

 
#17 Rigordilogica 2014-06-18 13:52
Post 16.
C'è stato solamente uno scambio di ... posizione.
Alla fine Birardi, passando dietro a Columbo, ha potuto effettuare quello che non avrebbe potuto fare stando sul davanti.
 
 
#16 tu tu ... tu tu... 2014-06-13 12:01
Che bel trenino. vedo Columbo col viso semicoperto che se la ride sotto i baffi.
Magari pensava che stando dietro a Birardi non avrebbe corso rischi. Purtroppo così non è stato e.... il citrulo s'è rivoltato.
 
 
#15 tanto per chiarire 2014-06-13 11:58
E' giusto cara REDAZIONE essere dalla parte dei cittadini.
Bravi, anzi BRAVISSIMI,
ma un'inchiesta sull'operato della scorsa amministrazione quando? L'attuale amministrazione vi ha dato molti indirizzi e spunti, a quando una vostra inchiesta-denuncia con prove e da premio pulitzer?
 
 
#14 redazione. 2014-06-13 10:12
#12
Certo lettore saltuario, dalla parte dei cittadini. Cosa cui non ha mai pensato nessuno in questo paese. :lol:
Tanti saluti.
 
 
#13 Innamorata 2014-06-13 09:41
Che simpaticone, veramente bello e simpatico!
Hua hua hua
 
 
#12 lettore saltuario 2014-06-13 08:03
Peccato che il giornale sia "leggermente" di parte.
Dalla maggior parte degli articoli politici pubblicati, si intuisce che ogni occasione è buona per sparare a zero sull' amministrazione e scatenare la mente di utti coloro che amano gli stimoli della frustrazione.
 
 
#11 Soddisfatto 2014-06-12 16:25
Quante notizie interessanti in questi anni dalla signora Rodi.
Tutte corredate da documenti che fanno riflettere sulla capacità ed onestà dei nostri baldi amministratori!
Si scopron le tombe, si scoprono i morti, i Martiri nostri...
 
 
#10 Tifoso 2014-06-12 16:22
Birardi caro, quattro curiosi alla festa del tuo triennio!
Questo risultato non ti dice niente?
Ieri sera la Bari ha perso l'occasione di salire in A, ma un nuova aria tira nella tifoseria, quasi sessantamila spettatori che avevano abbandonato la squadra perché nelle mani dei Matarrese?
Capisci il paragone?
 
 
#9 Falstaff 2014-06-11 21:58
Attacchi alla giornalista gratuiti! Con il denaro che non ti manca, perché non metti su anche tu un giornale dal quale fare informazione come ti pare! Ti manca purtroppo il cervello e la cultura per farlo, oltre che le ragioni per attaccare il prossimo. Quindi ... taci e vai a lavorare!
 
 
#8 il lettore attento 2014-06-11 18:09
Stimatissima sig.na Marilena, RITIENE PROPRIO NECESSARIO rispondere ad individui così poveri di spirito e di CULTURA? Chi dimostra propensione all'offesa ed all'esternazione di pensieri vacui, merita solo indifferenza! Perseveri nel suo ottimo lavoro anche nei modi esplicitati al penultimo capoverso della sua risposta a quel "lettore" che quasi certamente conoscono tutti: "CUCURBITAE CAPUT NON HABEMUS".
 
 
#7 Risentito 2014-06-11 15:51
Semplicemente ridicolo e vergognoso.
Ma siamo in un circo di paese?
 
 
#6 Ha ua ua ua 2014-06-11 15:45
Hi hi hi hi hi che bel trenino divertente e intelligente. Hi hi hi hi hi hi.
 
 
#5 Vanda 2014-06-11 15:43
Non ero presente nella marea di gente che assisteva al comizio del Sindaco vincente, ma ha parlato di denunce che qualche amministratore ha subito per abusi edilizi antichi e recenti?
 
 
#4 Hohoho 2014-06-11 15:38
Questa foto la dice lunga sulla pochezza che avrebbe offerto questa amministrazione, e così é stato!
 
 
#3 redazione. 2014-06-11 15:22
Gentile lettore,
abbiamo una rubrica, ‘La parola ai lettori’, con la quale forniamo l’opportunità a chiunque – con garbo e cortesia – di esprimere la propria idea, riverenza, rimostranza, sudditanza o alternanza. Di qualunque colore politico. I cittadini usano questo spazio quando devono alzare al voce su eventuali sgarbi nei loro confronti e nei confronti della comunità. I politici – per onestà cronachistica – spesso di colore diverso dal suo, lo usano per manifestare pensieri. Non siamo noi a decidere quando esercitare il diritto di utilizzare quello spazio (relativo al settimanale). Per quanto attiene questo sito prima di noi chi?
Casamassima ha carenze culturali che non denunciamo noi, ma le raccogliamo nel momento stesso in cui lei fa questo commento, caro lettore. Sfruttare questo sito come gli altri 4 sparuti dissociati non crede sia deleterio per la sua comunicazione?
Una testata giornalistica qualunque – in tutto il mondo – può fare informazione, disinformazione, qualunquismo, pedagogia, sociologia, analisi di costume e società, valutazione politica, opinione, cronaca e via discorrendo. Se prova a spostarsi dall’Italia (anzi, da questo ombelico del mondo di Casamassima, che tanto le piace e di cui non riesce a fare a meno) si accorgerà di quanto l’opinione giornalistica sia ben più ‘pesante’.
Ma noi, qui a Casamassima, non abbiamo altro. Di questo, purtroppo, deve farsene una ragione. Al di là di qualche scimmiottamento (come tanto le piace immaginare) le opinioni contano se sono credibili perché fatte da persone credibili. Oltre i titoli, oltre i possedimenti, oltre i colori. Oltre questo livello così effimero di discussione.
Non è la prima volta che si prova a stuzzicarmi, ma non accolgo provocazioni. Non sono interessata. E poi, Birardi chi?
Tanti cari saluti, le giungano cari. Potrebbero essere gli ultimi. ;-)

[m.r.]
 
 
#2 Mahhhhhhhh 2014-06-11 14:26
Lei ne sa qualcosa di "Strategia della distrazione" vero Sig.ra Rodi? E non per i titoli posseduti ma per vocazione.
E poi, anche lei pensa che il popolo possa farsi "imbrogliare"? Ha davvero una grande idea di Democrazia anche se un tantino razzista nei confronti di chi non possiede la sua eccezzzzzionale intelligenza.
Ha mai pensato di candidarsi, così potrà esprimere le sue ripetitive opinioni da posizioni più consone? E tra 2 anni o forse prima, quando non avrà più l'incubo di Birardi come farà senza?
Si riguardi e soprattutto non mostri così tanta rabbia per un comizio. Dopotutto cosa teme? Che i cittadini su accorgano della disinformazione che semina o che vengano fuori le porcate del passato? Lei ha qualcosa da temere forse?
 
 
#1 Jena Ridens 2014-06-11 12:40
Questa felicità in esposizione prelude ad un futuro migliore! Grazie per il vostro coraggio e grazie per esserci. Io ho smesso di ridere da quando, nella Savana, non riesco a trovare nemmeno i cadaveri da magiare.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI