Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

PIGNATARO REPLICA ALL’OPPOSIZIONE

pignataro

“Con un manifesto indirizzato direttamente al sottoscritto, (ringrazio per la considerazione, ma sinceramente non pensavo di ossessionare ancora così tanto la sinistra nostrana), parte della minoranza definisce una follia quanto da me dichiarato in consiglio comunale a proposito dei ponti che conducono ad Auchan. E, come c'era tuttavia da aspettarsi, gli amici della sinistra, traboccanti di insana strumentalizzazione e ubriachi di demagogia, hanno omesso le premesse, le motivazioni e le conclusioni del mio ragionamento. Chi avesse voglia di verità potrebbe riguardarsi il consiglio comunale, e si accorgerebbe che nelle premesse ho espresso grande rispetto per la morte della signora investita, ho precisato che sull'argomento si è sollevato un enorme polverone ed è stata innescata una spirale di ipocrisia, ho ribadito che tale speculazione sulla pelle di una persona non è rispettosa del ricordo della signora che non c'è più. Una questione di stile, educazione e livello culturale. Solo dopo ho dichiarato la mia contrarietà all'illuminazione e all'allargamento dei ponti che conducono all'Auchan”. E' la replica del consigliere comunale dell'Unione centrodestra Casamassima, Franco Pignataro, al manifesto realizzato da Pd e Autonomia cittadina, che lo chiama direttamente in causa, relativo alla questione dei ponti di via Noicattaro e via Cellamare.

“La mia contrarietà a illuminare e allargare i cavalcavia in questione – sottolinea ancora Pignataro – è motivata dal fatto che i ponti sono di proprietà dell'Anas e nessuno può pertanto intervenire in casa altrui senza chiedere il permesso. Insomma, quando è stata sottoscritta la convenzione, nel 2009, (allora governava la sinistra), sono stati fatti i conti senza l'oste. Una stima tecnica, inoltre, ha escluso la possibilità di allargare le carreggiate dei ponti al centro della discussione, perché le strutture non reggerebbero. Con la conseguenza che un'eventuale pista pedonale si potrebbe realizzare soltanto restringendo la carreggiata esistente, rendendo ancora più pericolosi i cavalcavia stessi. Cambiando poi la convenzione, con i 700-800 mila euro destinati alle opere sui ponti, si potrebbero sistemare strade, marciapiedi, giardini, piazze del centro urbano, favorendo sia la vivibilità che il commercio urbano, e non gli interessi del centro commerciale. D'altra parte – aggiunge ancora il consigliere dell'Ucdc – in nessuna città d'Italia esistono accessi pedonali ai centri commerciali. Casamassima, quindi, rappresenterebbe un caso unico, restando però con la fogna bianca ancora incompleta, il depuratore fermo, le scuole costruite con il gesso, i mille problemi sociali che ogni giorno la strangolano. In compenso, però, avremmo un bellissimo ponte di periferia ristretto, illuminato e percorribile a piedi. E allora dico alla sinistra: quanto servilismo. Quale innaturale e curiosa sintonia con i grandi gruppi imprenditoriali. Esattamente come con l'Enel – continua ancora Pignataro – alla quale, con la centrale, la stessa sinistra stava svendendo l'aria e la salute dei casamassimesi. Il tutto, senza contare che il termine dei due anni previsto dalla convenzione del 2009, per le opere di cui parlano gli amici della sinistra, è un termine ordinatorio e non perentorio. Il che significa che la scadenza entro la quale realizzare eventualmente le opere è di 10 anni, lo stesso periodo previsto per la realizzazione della lottizzazione. Anche questo aspetto è stato spiegato molto chiaramente in consiglio comunale, ma non c'è verso – conclude l'esponente di maggioranza – si miete con le forbici. Durezza di comprendonio o malafede?”.

[da La voce del paese del 24 maggio 2014]

Commenti  

 
#25 Arcangelo Gabriele 2014-06-12 06:23
Non ne sono sicuro, ma i biglietti aerei per le trasferte inutili da Venezia a Bari non dovrebbero essere sottoposte alla attenzione della Corte dei Conti? Pensiamoci, partendo dal presupposto che se non solo 1 ma tutti i consiglieri abitassero, risiedessero e lavorassero fuori dal Comune dove hanno nammà, i cittadini avrebbero 20 vampiri succhia sangue in più tra le p*? È 20 vampiri farebbero quasi uno scaiola. Pensiamoci
 
 
#24 * na 2014-06-10 17:38
Se ho ben inteso chi è il personaggio indicato da Che ridere e senza nome, il primo MALCELA la sua vera identità.
Ingenuo più che mai, dimenticando il suo nickname, si firma questa volta con un banalissimo Poveraccio.
Senza nome è un senza palle perchè non cita il personaggio.
P. S. I Galantuomini, comunque, non viaggiano a spese della comunità!
 
 
#23 Uniplus 2014-06-10 15:31
Cara Supposta Rossa, mi sa che stai riportando informazioni scorrotte. Mi è giunta voce che sia stato il consigliere Valenzano a sollevare per primo problemi sul Consiglio in piazza. Temeva che il solleone gli fondesse la cabeza, impedendogli di fare i suoi ragionamenti.
 
 
#22 Credente 2014-06-10 14:45
Vuoi vedere che "senza nome" si batte anche il petto in Chiesa? Si assolve così dai peccati ma tanto, l'aspetta il girone degli invidiosi e dei gelosi.
 
 
#21 Che Ridere 2014-06-10 14:30
hai preso una cantonata mio caro "senza nome". Odi così tanto quel signore a cui ti riferisci che ti perseguita come un fantasma in tutti i post che leggi.
Davvero pensi che non ci sono persone capaci di fare analisi lucide sugli sfoghi che si leggono sul questo sito? Ti sbagli a pensare sempre ai tuoi incubi. Ricorda che invidia e gelosia ti fanno vivere male.
Firmato: un di quei Poveracci che danno la preferenza ad un Galantuomo.
 
 
#20 senza nome 2014-06-10 12:09
Tutto d'un fiato.
DISANIMA APPREZZABILE QUELLA DEL SIGNOR "CHE RIDERE" MA CHE NON TIENE CONTO DI DATI E FATTI MACROSCOPICI E REALI CHE INDUCONO CHIUNQUE SEGUE LE AZIONI DI QUESTA EVANESCENTE E PASTICCIONA AMMINISTRAZIONE A METTERE IN RISALTO IN MANIERA PIÙ O MENO CIVILE L'ARROGANZA E INCAPACITÀ DI ALCUNI ATTORI DI QUESTA TRAGICOMICA COMMEDIA.

Riprendo fiato per dire:
non serve nasconderti dietro tale pseudonimo, sei riconoscibilissimo dalle solite frasi che ami ripetere come un pappagallo da troppi anni!
Hai sempre dimostrato di valere meno di una risata e la riprova é quel pugno di poveracci costretti a darti la preferenza per puro pietismo.
Più che ridere dovresti piangere, costretto a sopravvivere e convivere tra arrestati e indagati che fanno parte dei ...tuoi partiti.
Fin.e
 
 
#19 Che Ridere 2014-06-09 17:59
da molto tempo leggo quello che viene scritto su questo sito e dopo tanto mi sono accorto che:
1) Appena appare una dichiarazione o una intervista di un amministratore, sia di destra che di sinistra o di centro, "partono" come razzi alcuni individui che sembrano appostati in attesa di "caricare" a testa bassa e sfogare ogni istinto animale. Non so quanti siano quelli che scrivono. Forse sempre gli stessi. Insultano tanto ma nessuno propone niente.
2) Quasi sempre si parte da un argomento e invece di discutere, compare il solito "senza nome" (una volta era un insulto) che ce l'ha con tizio o con caio e parte a sua volta con gli improperi. Una volta è uno pseudo camerata di convenienza, un'altra volta è un compagno puro e fuso, un'altra una pedina o un alfiere nero, altre volte è rosso o bianco ma il risentito schizofrenico c'è sempre e come sempre non ha nulla da proporre.
3) Sembra che gli amministratori del sito facciano a gara per seminare pettegolezzi e dare in pasto ai frequentatori appostati un po' di sale per farli eccitare e istigarli contro la vittima di turno. Più contatti web, più pubblicità, più profitto. Dopotutto fanno il loro mestiere.
4) Ho notato anche però, che gli interessati neanche rispondono. E allora gli arrabbiati si arrabbiano ancora di più e si tormentano.
5) L'unica speranza di salvezza sembra affidata alle tastiera dell'Alfiere Nero. Un po' palloso ed incomprensibile per i più, ma proprio per questa ragione gli "Agitati" si appagano della litania, non capiscono un * ma pensano che l'Alfiere abbia fatto giustizia e finalmente, al grido "Alfiere ti stimo" o "Alfiere sei tutti noi", soddisfatti vanno a cuccia.
 
 
#18 Felice 2014-06-09 17:55
P d M = Pezzo di *. Bellissima interpretazione da parte di SUPPOSTA ROSSA.
Ma il politico che goffamente tenta di difendere non ha mai dato prova di incisività tale da mettere preoccupazioni. Figuriamoci a gente di provata esperienza!
 
 
#17 Supposta rossa 2014-06-08 18:48
la lingua batte dove il dente duole e gli "onesti" compagni sono alla frutta. Come mai Nitti e Rodi si sono opposti per evitare che il prossimo Consiglio Comunale sul centro commerciale si tenga in PIAZZA?^
Paura, vero? Questa volta qualcuno finisce all'inferno.
A proposito, PdM significa "Pezzo di M...a?
 
 
#16 Nero davvero 2014-06-08 16:31
A tutti i detrattori di Pignataro vorrei spiegare una cosa molto semplice. Ma come fate a prendervela con un politicante che è nato per stare, gioco forza, alla opposizione, e che oggi, grazie all'accettazione incondizionata del potere e dei comandamenti di un grande uomo politico qual'è Birardi, riesce addirittura a far parte della maggioranza. Come fate a pensare che il Buon Pignataro possa determinare o soltanto condizionare le linee di una maggioranza che, per necessità, deve difendere sino in fondo la propria posizione. Cosa volete che faccia fine di Fini. Scusate la cacofonia, ma è così! Da solo non può mandare a casa questa amministrazione. Mancherebbero i numeri per farlo. E se pure ce la dovesse fare con qualche altro signorino ancora inutilmente attaccato alla poltrona, come farebbe a farsi rieleggere? C'era bisogno della mia spiegazione?
 
 
#15 Vito cassano 2014-06-08 11:11
Ethos, phatos, logos dell'imbonitore. Un'arma impropria per uccidere ogni possibilità di alimentare una sana politica. E' noto che in tutti i centri commerciali d'Italia (ma li avrà visitati proprio tutti?) si arriva per teletrasporto e se qualcuno arriva a piedi lo denunciano (sic!); E' evidente che ancora oggi non abbiamo ne la sicurezza dei ponti ne la soluzione dei mille problemi di Casamassima (e chi gli ha impedito di risolverli in questa maggioranza?); chi fa gli interessi delle imprese inadempienti se si vogliono mettere in discussione gli accordi, le opere da realizzare, i tempi di realizzazione?. Non sarebbe più normale che l'amministrazione comunale chiedesse la realizzazione delle opere e FOSSE L'IMPRESA a sollevare le mille obiezioni sollevate dal retore? E' la solita storia; “lo sparafucilismo” trova sempre (meno) un qualche pesce pronto ad ad abboccare; ma i tempi stanno cambiando e lo sparacilismo è finito per tutti.
 
 
#14 P d M 2014-06-08 09:23
Bravo Pignataro, vero politicante simile a quei suoi colleghi romani (nel suo piccolo, però) che "stuzzicati" irriverentemente dalle IENE con domande imbarazzanti e dai temi forti, si tappano furbescamente (o vergognosamente, come si preferisce) orecchie e bocca, accelerando la loro andatura come dei provetti fondisti in vista del traguardo, suscitando così l'ilarità degli spettatori!

Eppure il Pignataro ha sempre avuto una ...buona lingua!
L'avrà forse persa?

Gli elettori bramano risposte, soprattutto i giovani elettori che, guardando al futuro, votano persone schiette e leali.
Altrimenti bisognerà sperare nei riduttivi "ripescaggi" per coltivare la passione da consigliere comunale.
P. d. M.
 
 
#13 Domanda 2014-06-06 11:08
Bravo hahah sei Pico della Mirandola.
 
 
#12 come la vedo 2014-06-05 20:36
Ma non si può neanche giocare a saper fare meno e parlare di più e a sproposito.
Il gioco del criticare senza ragione e dopo aver male fatto non si può accettare. Prima le scuse , i mea culpa e i non lo faccio più e poi ci possiamo sedere ad un tavolo per discutere.
 
 
#11 ahahah 2014-06-05 19:08
Solita stupidità contenuta nel post 10. E gli altri che hanno fatto?
Si gioca a chi sa far meno?
Stupido!
 
 
#10 Domanda 2014-06-04 11:33
Vorrei chiedere agli scriventi, vi siete chiesti cosa hanno fatto le amministrazioni precedenti sull'argomento.
Le polemiche sono sterili , riduttive e si tenta come sempre di speculare sempre su tutto.
La morte della povera signora, ha fatto scatenare le menti di tutti coloro che, non avendo altri argomenti usano tutto pur di commentare e criticare.
La smania del contorcere e falsificare anche la realtà.
Sarebbe opportuno fare una petizione e raccolta firme,
per il divieto di dire cose non vere.
 
 
#9 CArMEla RAsTA 2014-06-04 09:52
Sinistra, centrosinistra, destra e centro destra, tutti in galera nella patria che ti ha adottato. È questa la politica che dobbiamo subire caro Franco Pignataro?
In gioventù hai lottato perché questo non accadesse, perché oggi ti sei lasciato fagocitare?
Solo un Don Chisciotte potrebbe pensare di cambiare il sistema stando all'interno.
Fortuna che Venezia dista 900 km. da Casamassima, potremmo essere immuni da tali raccapriccianti e squallidi episodi?
Non corriamo alcun rischio?
Oh! Franco, la magistratura comincia a lavorare alacremente da un po' di tempo, che ne pensi?
Ti saluto.
 
 
#8 Sensato Assennato 2014-06-03 23:34
Al post 7 consiglierei di non chiedere tanto ad un Pignataro fortemente ignorante in materia urbanistica. Anzi lo terrei fuori da queste problematiche che lui cerca di risolvere chiedendo pareri a tecnici poco affidabili!
E da qui i disastri aumentano!
Per carità, fatelo parlare e basta!
 
 
#7 DETRATTORE PIGNATARO 2014-06-03 18:21
DEI 27.000 MQ DI PARCHEGGI INTERRATI NON REALIZZATI SOTTO I CAPANNONI DI VIA CELLAMARE, NEL CENTRO COMMERCIALE,COSA PENSA L'ILLUSTRE DIFENSORE DELLA LEGALITA' DR. FRANCO PIGNATARO? A PROPOSITO LE CONVENZIONI URBANISTICHE VANNO RISPETTATE OPPURE VANNO PRIMA MODIFICATE E POI ATTUATE.
 
 
#6 Estimatore Pignataro 2014-06-03 15:23
Di grande effetto i commenti postati sul # 4 e # 5, ma sicuramente il buon consigliere Franco Pignataro avrà un "detterio" anche per i raffinati titolari dei suddetti post.
Grazie.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI