Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

PILLOLE DAL CONSIGLIO COMUNALE

consiglio comunale

Due sono state le interpellanze presentate dal Pd nel corso del consiglio comunale svoltosi mercoledì 28 maggio. Il consigliere Nitti prima di discuterle ha posto l'accento sulla mancata indicazione del titolo delle interpellanze nei manifesti pubblicati per la convocazione dello stesso consiglio.

La prima interpellanza concerneva la nuova disciplina della sosta su corso Umberto e corso Vittorio Emanuele, entrata in vigore da circa un mese. A riguardo dei parcheggi sul lato destro della carreggiata sono stati espressi dubbi sull'utilità e l'efficacia. È stata inoltre sottolineata la pericolosità per gli utenti della strada, provocata dalla sosta di auto e camion sulla parte stretta della stessa e in prossimità delle curve, oltre che dell'abitudine di alcuni clienti di esercizi commerciali a parcheggiare anche sul lato opposto della carreggiata, creando ingombro alla circolazione. A quest'interpellanza ha risposto l'assessore Bovino dichiarandosi soddisfatto dalla nuova disciplina della sosta che ha portato un aumento del numero dei posti per il parcheggio, oltre alla risoluzione dei problemi di visibilità degli incroci su via Bari. L'assessore si è detto disponibile a rivalutare l'area destinata al parcheggio all'altezza della banca Carime, arretrandola di un paio di metri, facendosi inoltre carico di chiedere alla Polizia Municipale di effettuare maggiori controlli affinché vengano rispettate le nuove regole. Ha infine dichiarato che il nuovo regolamento è stato adottato per rendere più ordinato il traffico nel centro cittadino che “deve essere a misura di cittadino e non delle auto”.

La seconda interpellanza riguardava invece la “Regolarità urbanistica dei nuovi capannoni del centro commerciale Casamassima, via Cellammare, corpo C2”. Da parte del Pd sono state rilevate presunte evidenti irregolarità nella costruzione dei lotti, sottolineando la mancanza di 27mila mq di parcheggi interrati, previsti dal piano approvato dal consiglio. “Questa è una grave difformità urbanistica, non solo edilizia”, ha incalzato il consigliere Nitti, invitando il primo cittadino a fornire delle risposte. Il sindaco ha dato lettura della relazione fornita dall'ufficio tecnico, che però non ha soddisfatto i consiglieri dell'opposizione, che si sono riservati di approfondire le eventuali irregolarità anche in altri ambiti.

Nel corso del consiglio il sindaco ha anche voluto rassicurare i frequentatori del centro polivalente per gli anziani, che in una petizione con la raccolta di numerose firme, chiedevano di non sopprimere il centro, sostenendo che gli over70 sono una realtà da non sottovalutare nel nostro paese. Il primo cittadino si è detto sorpreso da questa petizione, sottolineando di non avere nessuna intenzione di porre fine alle attività del centro, che anzi in futuro potrà essere migliorato, ma non peggiorato nei servizi.

Nel corso dell'assise si è deliberato anche a favore della mozione presentata dal consigliere Laricchia, per l'adesione di Casamassima alla rete pugliese delle “Città sane”. Una rete promossa dall'Oms (Organizzazione mondiale della sanità), con numerose adesioni anche in Puglia. “La città sana è una città che costantemente crea e migliora i contesti fisici e sociali ampliando le risorse della comunità, permettendo ai cittadini di aiutarsi a migliorare tutti gli aspetti della vita e a sviluppare al massimo il proprio potenziale. Una buona salute è una risorsa capitale per lo sviluppo sociale, economico e personale”, si legge tra le altre cose nel sito della rete delle città sane.

Il consiglio si è concluso per la mancanza del numero legale ai due appelli, verso le 21.30, senza che venissero affrontati gli altri temi inseriti nell'Ordine del giorno, tra cui quello dell'intitolazione del plesso della scuola superiore di Casamassima e quello delle avversità atmosferiche di aprile e maggio circa la coltura del "ciliegio" nell'agro del nostro paese.

Commenti  

 
#5 tanto per chiarire 2014-06-06 17:25
X confuso.
Auspico l'intervento della magistratura e tu mi tacci di giustificare la illegalità?
SVEGLIA , un caffè doppio oltre ad un'aspirina è quello che ci vuole.
La chiarezza la devono dare i consiglieri interpellatori , perchè dormire per anni e svegliarsi un attimo prima delle denunce ufficiali della maggioranza è come dire mettiamo le mani avanti per non cadere, oppure prendiamoci meriti immeritati. Chi Vi ha suggerito questa mossa brillante, o meglio chi Vi ha anticipato quello che l'amministrazione aveva in progetto di fare? Mascherine di un bel rosso sbiadito, siete stati scoperti.
 
 
#4 come la vedo 2014-06-05 21:18
Vogliamo "i piombi" anche a Casamassima e un "MOSE" che apra le acque fedite di una politica sporca senza distinzione di partiti. Sinistra e mò come la metti? Ti sei fatta trascinare nel " a chi è più bravo e onesto" e mò? E a Casamassima quando un pò di chiarezza, avete finito di dare pacche sulle spalle? Quando le prime dimissioni? Che brutta lezione di politica e incapacità state dando ai futuri amministratori , ecco perchè , giustamente, qualcuno va in confusione; abituato al pensiero di una sinistra brava-onesta-capace-vicina al popolo, contro i potenti e le lobbi e ora invece si scopre tutt'altro. Mamma mia che confusione è proprio una * politica indifferenziata. Per fortuna che c'è il futuro a cinque stelle , mi sento proprio tutelato e sereno, come dire dalla padella alla brace.
Come dire dalla confusione casco nella disperazione ma già sta montando la rabbia , alla prossima pacca credo che risponderò con un pugno ( non alzato ma in faccia).
 
 
#3 CONFUSO 2014-06-04 16:29
MAH, ANCORA NON CAPISCO, AL CONTRARIO DEI COMPAGNI E DELLE COMPAGNE, IL POST 2 GIUSTIFICA LA ILLEGALITA'. I PARCHEGGI, CHE E' IL PRESENTE, NON ESISTONO E BASTA. SONO SEMPRE PIU' CONFUSO. E' VERO, FORSE LA MAGISTRATURA, FARA' CHIAREZZA E LA CONFUSIONE PASSERA'
 
 
#2 tanto per chiarire 2014-06-04 14:13
Confuso menti sapendo di mentire e a furia di mentire non sai più qual'è la via giusta e vai in confusione. Una pillola per mal di testa ?
E se qualcuno ha voluto fare un passo in avanti per nascondere il passato?
E se i compagni o la compagna di quel qualcuno lo hanno messo alle strette? E se si è voluto ( da masochista) prendere meriti immeritati? E se uffa?!? quanti se? speriamo nella chiarezza della magistratura.
 
 
#1 CONFUSO 2014-06-04 10:16
perchè dopo la interpellanza del PD sulla mancanza di 27000 metri quadri di parcheggi, pevisti dal piano particolareggiato De Gennaro Auchan sotto i lotti in costruzione, la reazione della maggioranza di centrodestra, con a capo il Sindaco Birardi e Pignataro, è stata quella di accusare di illegalità la sinistra, piuttosto che ringraziarla per il coraggio manifestato? Non capisco, sono confuso. Qualcuno mi aiuti a fare chiarezza
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI