Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

SUOLO SCUOLA SUPERIORE: È PERSECUZIONE?

scuola superiore giu 2103

Un altro puzzle nella vicenda intricata del suolo cu cui sorge la scuola superiore, un altro pezzo che affiora dagli atti e di cui veniamo a conoscenza solo nelle ultime ore.

Che si potesse configurare un accanimento nei confronti del proprietario della porzione privata del suolo è un’immagine che non emergeva chiaramente, sicché non avrebbe potuto rimbombare come la eco di una persecuzione nei suoi confronti, ma stando a quanto riportato nella corrispondenza intercorsa tra il Comune e la Regione anche nel lontano 2007, comincerebbe a prendere forma tale ipotesi. Certamente potrebbero essere tanti altri i documenti da consultare e che potrebbero far luce su questa faccenda. Fintanto che ci immergiamo nell’archivio saltano fuori note da appuntare.

Era il 18 ottobre 2007 (il suolo dove oggi sorge la scuola superiore non era ancora stato ceduto alla Provincia per costruire l’edificio) quando il dirigente del Settore urbanistico (Ufficio strumenti urbanistici) Nicola Giordano (lo stesso citato nel corso dell’ultimo articolo pubblicato su queste pagine) inviava al Comune di Casamassima, all’attenzione del sindaco, una nota nella quale citava la conferenza di servizi convocata dal Comune di Casamassima per “le valutazioni in merito alla proposta progettuale di costruzione di parcheggi coperti su istanza della ditta Imcona”, come riportato nella corrispondenza.

“Dall’esame degli atti trasmessi – riporta la lettera – si rileva che l’intervento proposto interessa un lotto ricadente della maglia P19”, che da Piano regolatore vigente è “destinato a urbanizzazione secondaria: parcheggi”.

In quella lettera Giordano fa riferimento al fatto che ci sia da parte dell’amministrazione un’eventuale destinazione diversa, e cioè a palazzetto dello sport (come da noi riportato in un altro articolo del 22 giugno 2013), ma “senza l’indicazione di specifici provvedimenti amministrativi”. Così facendo, quindi, l’amministrazione dell’epoca avrebbe variato i programmi in origine. La proposta della Imcona – scrive Giordano – “mira alla riconferma della originaria destinazione di Prg”, e cioè proprio i parcheggi. In base a questa specificazione, Giordano conclude che “questo ufficio rileva di non avere allo stato degli atti alcuna competenza in merito alla proposta progettuale che tende all’attuazione delle previsioni di Prg, il cui pedissequo rispetto rientra nelle competenze di codesta amministrazione”. In sostanza dice al Comune che vista l’aderenza alle previsioni del Piano regolatore che c’entra la Regione? Non si deve mica variare una destinazione, in sostanza. E difatti Giordano sottolinea: “Resta inteso che questo ufficio dovrà essere interessato solo in esito ad aspetti di variante urbanistica”.

La risposta della Regione, tuttavia, viene interpretata dal Comune di Casamassima – ufficio tecnico – in maniera ‘cavillosa’: “Il Prg – scrive l’allora capo del servizio – dunque, per quella maglia non prevede la realizzazione di autonomo parcheggio privato ma la costruzione di un complesso sportivo che viene ad essere dotato di parcheggio pertinenziale e giardino nei limiti imposti dall'art. 2.03, comma 6° delle Nta”. Cioè – aggiunge – “L'istanza del permesso di costruire in oggetto andava quindi rigettata siccome non confacente alla destinazione del Piano e al vincolo ivi previsto”. E rinvia la decisione al consiglio comunale facendo presente “però che alcuni esponenti dell'amministrazione non condividono l'intento di istruire questo procedimento presso il competente consiglio comunale”.

Ma cosa prevede il comma 6 della nota richiamata da L’Abbate? “Nella maglia P19 – riporta il documento ufficiale – sono insediabili strutture edilizie per lo sport, tipo palazzetto per lo sport, con superficie coperta non superiore al 40% della superficie della maglia e con la residua superficie destinata per almeno il 40% a parcheggio e per almeno il 20% a verde”. Sicché (e ne avevamo già reso nota la storia) prima dell’approvazione definitiva del Prg, nel 2001, si sarebbe fatto in modo che quell’area – inizialmente destinata ad altro (“fabbricati industriali esistenti” tanto da restare esclusa dal piano di lottizzazione Brancaccio, come si legge in un vecchio atto del 1985) – fosse convertita, appunto, per questo scopo, facendovi ricadere un vincolo. Vincolo, poi, che sarebbe durato meno rispetto agli anni che sono serviti al Comune per decidere di destinare l’area a istruzione, nel 2008. Il progetto del Palazzetto dello sport risalirebbe al 1992, quando l’amministrazione Orofino, con la delibera 167 del 12 febbraio di quell’anno, deliberò di “prendere atto del progetto esecutivo presentato dall’ing. Italo Scivittaro per la costruzione di un Palasport in via Cellamare con una spesa complessiva di lire 5 miliardi 208 milioni 164.993, e di autorizzare il sindaco a inoltrare istanza al competente Ministero del turismo e dello spettacolo per la concessione di un ulteriore finanziamento di lire 2.808.164.993, tenuto conto che è stato disposto un primo finanziamento di lire 2 miliardi e 400milioni”. “Gli uffici tecnico e ragioneria – riporta la delibera del 1992 – ognuno per la propria competenza, vengono incaricati della esecuzione del presente provvedimento”. Copia del provvedimento fu inviata anche alla Prefettura. Il progetto di massima di Scivittaro veniva approvato il 26 gennaio 1990 e il giorno dopo fu inoltrato al medesimo ministero, il quale aveva inserito il Comune di Casamassima nel “riparto dei benefici” per l’anno 1989 per 2miliardi e 400milioni di lire. Una nota riportata in quella delibera era anche il riferimento alla legge 65 del 6/3/1987 che prevedeva misure urgenti per la costruzione e l’ammodernamento di impianti sportivi etc. etc. con concessione di mutui a totale carico dello stato.

In mancanza del Piano regolatore, nel 1992, si sarebbe dunque ‘orientato’ quel suolo verso questa destinazione (sport), ma oggi, come sappiamo, sorge un edificio che sconta una serie di domande ancora inevase.

[da La voce del paese del 17 maggio 2014]

Commenti  

 
#25 Pazzo 2014-06-02 13:33
X domanda ... Mica è scemo il padrone del terreno ...
Seno non avrebbe fatto tutto sto casino ....
 
 
#24 Domanda 2014-05-30 12:16
È vero che il privato ha presentato un nuovo progetto per parcheggi in silos sul suo terreno? E si può costruire un autosilo vicino ad una scuola? Al posto dell'autosilos perché non ha presentato il progetto per un asilo dandolo in gestione a tante persone disoccupate?
 
 
#23 CEPU PER VOI 2014-05-28 19:15
Ci sono sì i grillini a Casamassima. Bene, noi siamo pronti per tenere il corso gratuito ed accelerato sul PRG casamassimese. Purtroppo per loro, però, visti i numeri elettorali, gli amanti del PRG sono stati forse già allontanati o quanto meno preavvisati. Non serviranno esperti in urbanistica per esercitare il controllo urbanistico, basterà semplicemente il nuovo vento che tira: sembrerebbe provenire dalle cloache ma diretto al cambiamento. E non si illudano i beneficiati dal PRG, di sinistra. Il loro attuale capo, Renzi, non ha bisogno dei loro consensi. I consensi, sono suoi non delle "parrocchie" organizzate. Comunque, viste le mie idee, non ce ne sarebbe bisogno, ma vorrei precisare che sia a destra che a sinistra ritengo ci siano molte persone per bene. Per queste ultime è molto utile Grillo! Renzi potrà fare il resto. Gli sporcaccioni? Si arrendano!
 
 
#22 Leonardo Nanna 2014-05-28 17:39
il signor Come La Vedo è uno di quelli che pensano che con un apparente legittimo colpo di mano si possa acquisire parte di una Maglia, per fare i gradassi, vendendola a quattro soldi alla Provincia e per l'altra parte espropriandola dopo (se ne ricorressero gli interessi) per fare i parcheggi. Non si fa così. Per questo le commissioni che danno il parere su questi profili devono essere "sane". E poi, signor Come La Vedo, sai cosa sosteneva l'avvocato del Comune innanzi al TAR ed al Consiglio di Stato? Diceva che che quella maglia non è utilizzabile parzialmente ..... etc. etc.. E sai cosa risposero il TAR ed il Consiglio di Stato? Risposero che ha ragione l'avvocato del Comune...... condanniamo il Privato!
 
 
#21 Pantegana 2014-05-28 17:05
Al prossimo consiglio, a sentire i bene informati, si discuterà di quell'area acquisita dall'amministrazione Birardi e decidere se costruire un silos per parcheggi auto, oppure un asilo nido di cui se ne sente il bisogno.
 
 
#20 Pantegana 2014-05-26 18:18
Per COME LA VEDO del post 17.
Ha visto bene in realtà, quell'aria é stata già acquisita dal comune! Ha notato che hanno già provveduto all'estirpazione delle erbacce?
Si dice che il proprietario l'abbia ceduta gratuitamente per non incorrere nel pagamento della solita tangente!
 
 
#19 Territorio Urbano 2014-05-26 17:16
Ma come la vedo ha mai conosciuto il piano regolatore? Ha mai sentito parlare di perequazione? Ha letto soltanto Topolino da bambino oppure qualche volta ha letto di gente condannata per l'uso maldestro della proprietà altrui. Evidentemente a Casamassima non è mai successo oppure le letture si fermano a Topolino
 
 
#18 La vedo così 2014-05-26 17:02
COME LA VEDO, scopre l'acqua calda. È chiaro che non vi è amministrazione che (a Casamassima naturalmente) si arrenderebbe alla realtà delle pianificazioni esistenti, volute o semplicemente appostate per ragioni di ...... . Non scopri niente, nemmeno che ai cittadini non gliene frega niente! Ed i consigli che dai sono soltanto strumentali perché l'attività giudiziaria, come ben sai, è non soltanto attiva ma anche ben seguita. Nonostante le informazioni che il tuo sindaco dispensa anche ai consiglieri, e nell'ambito dell'assise consigliare. Per l'eventuale esproprio? Chiedi ai tuoi amici quanto vale il terreno su cui avete costruito un edificio del valore di circa 8milioni di euro utilizzando indiscriminatamente il resto della Maglia? Non chiedere questa notizia ai tuoi amici poco o niente scolarizzati, chiedi agli altri.
 
 
#17 come la vedo 2014-05-26 10:36
Se la soluzione dei problemi del Nanna fosse una nuova amministrazione , visto che non ha avuto nulla sia dalla SX che dalla DX ci vuole indicare a quale amministrazione fa riferimento ? Persegua la strada legale e se ha ragione l'avrà.
La popolazione è ignara e resterà tale di tutta la situazione e oserei dire non gliene * nulla. Sicuramente ci sarà necessità di parcheggi in quella zona e la sua area sarà espropriata per tale uso a beneficio dell'intera comunità come ALTRI CITTADINI sono stati espropriati per strade-piazze-impianti-ecc..
 
 
#16 Attenti al voto 2014-05-23 23:02
TIXOTROPICO perché non vai a misurare l'altezza del palazzo che sorge su via Conversano al posto del vecchio Macello? Probabilmente sarà regolamentare: ma non ti sembra che la strada sottostante appaia molto compressa da quell'altezza pur regolamentare? Poi, scrivi sul blog quale doveva essere l'altezza dei parcheggi che sarebbero sorti , secondo il PRG, sul terreno del privato oggi accerchiato dalla scuola superiore. Ancora, se la scuola superiore dovesse rimanere lì dov'è, i motorini, le auto, gli autobus per un flusso di quasi 1.000 persone dove verranno parcheggiate? Non appena risponderai, sul blog naturalmente, ti darò il compito di fare altre misurazioni.
 
 
#15 Il conoscente 2014-05-23 22:18
#13 AMLETO, conoscendo il signor Leonardo Nanna, amministratore della srl proprietaria di quel terreno, ti posso assicurare che non è soggetto da perder tempo dietro alla cialtroneria. Per questo, credo, che laddove non avesse già provveduto a rivolgersi alla magistratura con una sostanziosa denuncia è solo perché, evidentemente, ritiene di poter risolvere al TAR il contenzioso. Se poi come tu dici, si ostina a gridare le sue ragioni ai cittadini, conoscendolo, credo che lo faccia per far fallire la vita politica di chi ha distrutto Casamassima. Questo penso che lo voglia fare attraverso i cittadini a cui grida. Non dimenticare che lui è originario di Casamassima, forse rimasto legato alle sue origini. Forse per questo non aveva provato con gli addetti ai lavori a fare caserme e supermercati al posto di un asilo e una casa per gli studenti.
 
 
#14 Pazzo 2014-05-23 22:10
X proposta biologica ... Figurati se fanno una cosa del genere ... Sarebbe fantastico ... Ma figurati se il il proprietario con tutta questa battaglia che ha fatto rinuncerà a qualche business che ha in mente ...
La verità, a parte tutti indettagli degni di grandi appassionati della materia, è che quella terra doveva essere espropriata e tutto il complesso doveva essere realizzato con maggiore armonia è più spazio x gli studenti e per piste da corsa e varie x attività sportive ...
Ma non siamo capaci il nostro paese è un paese di perdenti e codardi ... Di gente senza palle e senza il senso di responsabilità ... Quello che abbiamo è quello che ci meritiamo ..
Io vi saluto e me ne vado nel manicomio ... O forse nel manicomio ci siete voi ...
Saluto
 
 
#13 Amleto 2014-05-23 11:57
Il signor Nanna spiega le sue ragioni con certosina citazione di leggi e di fatti anche se poco comprensibil a chi in materia di urbanistica è poco avvezzo.
Il signor TIXOTROPICO, con meno tecnicismo e utilizzando un linguaggio chiaramente polemico nei confronti della redazione e fortemente ironico nei confronti dei "proprietari" del suolo (ma il proprietario non è il signor Nanna Leonardo?) tenta una difesa "a braccio"... che obiettivamente lascia spazio all'oggettività!
Due legittimi dubbi:
1 - quale motivo spinge il signor TIXOTROPICO a nascondersi dietro un nickname se la ragione è dalla sua parte? Perchè tale fervore contro Redazione e "proprietari" (sic!) ? Dal suo commento focoso si evidenzia un coinvolgimento totale in questa allucinante storia!
2 - perché il proprietario del suolo si ostina ad urlare le sue ragioni ai cittadini? Non sarebbe opportuno risolvere il contenzioso con una sostanziosa denuncia alla magistratura considerato il materiale in suo possesso, come lo stesso dichiara?
Buondì.
 
 
#12 tifo per il privato 2014-05-22 15:16
Trucchetti a parte previsti dagli amministratori e tecnici pianificatori, le Norme Tecniche di Attuazione del PRG di Casamassima, all'art. 2.38 - PARCHEGGI PUBBLICI O DI USO PUBBLICO così recitano:
1) le opere da destinare a parcheggi pubblici di US devono essere ubicate in ogni maglia, nelle dimensioni minime di superficie indicate nella tav. E2, e possono essere a unico livello, con sistemazione di tipo stradale, oppure a più livelli in edifici di tipo autosilo.
Una mia considerazione: cosa avrebbe preferito come progetto il signor TOPICIDA, uno "squallido autosilo" al posto di una "squallida batteria di locali compressi" per parcheggiare le auto? Auto che, vedremo, quando e se verrà mai aperta la Scuola Superiore, si risolverà il problema parcheggi per 750 persone (alunni e professori) e gli esterni che utilizzeranno le sue strutture aperte al pubblico.
Topicida, hai mai guardato le quote di imposta della maggior parte dei fabbricati "post PRG" di Casamassima che, con il tuo EQUILIBRIO, dovrebbero farti riflettere di più quando metti il naso, male e da interessato, nelle cose altrui?
Intanto vediamo il documento della Provincia; quello che il Sindaco potrebbe pubblicare come richiestogli dal signor Nanna. :P
 
 
#11 Gino Laneve 2014-05-22 14:43
Ad occhio e croce nel vedere quel campo incolto circoscritto dal nuovo edificio scolastico si ha la sensazione che qualche imbroglio sia stato compiuto!
Quale interesse avrebbe avuto il proprietario di quel suolo a farsi chiudere da edifici di qualsiasi genere?
Un pugno nell'occhio che merita attenzione e andrebbe risolto.
Magari con un esproprio.
 
 
#10 redazione. 2014-05-22 14:21
#2
Gentile lettore,
questa redazione si avvale sempre di ottimi consulenti.
Saluti, e pensi meno a noi.. ;-)
 
 
#9 CEPU PER VOI 2014-05-22 12:42
Ci sono grillini a Casamassima disposti a fare un corso gratuito ma accelerato sul PRG? Questo corso sarà finalizzato a tenere lontano dalla politica chi dal PRG ci vive! Se sì, da lunedì incominciamo a studiare.....
Comunicatelo con il voto chiaro ed onesto di domenica
 
 
#8 Leonardo Nanna 2014-05-22 11:39
#2 tixotropico, non il dottor Giordano, bensì l'INGEGNER Giordano asserì che.... (invio alla redazione il documento relativo, senza scomodare l'ing. Colucci come lei suggerisce, per leggere quello che realmente scrisse per i parcheggi e per il l’inesistente progetto del Palazzetto dello Sport ).
Poi, deve sapere, che non per la "squallida batteria di locali compressi in quell'area" vi fu la bocciatura del progetto dei parcheggi. Fu soltanto la volontà di "alcuni esponenti dell'Amministrazione che non condividevano l'intento di istruire il procedimento presso il competente Consiglio Comunale" a dare inizio a complesse procedure amministrative per bocciarlo. Se tu avessi studiato il greco oggi capiresti anche il significato di democrazia, alla quale allora, l'ing. L'Abbate faceva appello per risolvere un problema di (prot. 16798 del 27/11/2007 del tuo Comune).
Ma per quanto riguarda la questione Scuola Superiore, cosa c'entrano i parcheggi, il TAR, le cause perse dal privato e vinte dal Comune e soprattutto dalla Provincia?
Vai tu da un ingegnere che ti legga l'art. 16 della LR Puglia 13/2001 e poi, insieme, andate a leggervi il PRG di Casamassima a proposito della MAGLIA PI.I che è destinata proprio alla costruzione della Scuola Superiore, voluta fortemente dal dottor Pignataro, ragion per cui, forse, il PRG ne adottò la previsione.
Mi fermo per non sparare sulla croce rossa. Almeno però sappi, che un Uomo, quando è tale, non fa su un blog apprezzamenti su delle persone ("riservatissimi proprietari", "personaggi amabili") nascondendosi dietro un idiota pseudonimo. Tira fuori il tuo nome, almeno quello… . Il mio è Leonardo Nanna che ti capisce e per il momento ti saluta. A presto
 
 
#7 proposta biologica 2014-05-22 06:37
Giusta la domanda (1), proporrei una coltivazione biologica a servizio della scuola superiore. Proporrei la gestione a quanti nel tempo hanno dimostrato capacità non comune di produzione di cavolate e retro-cetrioli.
 
 
#6 Menica 2014-05-22 01:09
Al post n 1.
La comunità di Casamassima non deve preoccuparsi di nulla. Nel suo ultimo comizio il Birardi ha dichiarato che il privato, proprietario di quel terreno, ha perso tutte le cause e lo stesso concetto lo ha ribadito in consiglio comunale, rispondendo alle interpellanze presentate dall'opposizione!
Mica Birardi è un bugiardo, sa quello che dice. É uomo di parola!
E poi, cosa c'entra l'incolpevole cittadino? In caso di risarcimento danni pagherebbe chi ha sbagliato.
Grazie per lo spazio e buonanotte.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI