Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

RODI: “BILANCIO FORTEMENTE NEGATIVO”

vito rodi

“Il nostro giudizio in merito al bilancio approvato dall'attuale amministrazione nel corso dell'ultimo consiglio comunale è fortemente negativo. Già in occasione del lasciapassare dato dal centrodestra al bilancio di previsione avevamo sottolineato le nostre perplessità, che poi sono state tutte riconfermate anche quando si è trattato di dare il via libera pochi giorni fa al consuntivo”. È netto Vito Rodi, capogruppo di Autonomia cittadina in consiglio comunale, nel bocciare il rendiconto che l'attuale maggioranza ha approvato in assise cittadina lo scorso 28 aprile. “Quando la maggioranza dice che il bilancio preventivo lo scorso novembre ha ricevuto il lasciapassare dell'assemblea consiliare con forte ritardo per colpa dello Stato, e quindi del governo centrale – afferma Rodi – non dice la verità. E questo perché i tagli agli enti locali stabiliti da Roma, così come l'obiettivo del patto di stabilità, erano noti da tempo e si conoscevano già. Con la conseguenza che il bilancio di previsione si sarebbe potuto approvare con largo anticipo, senza arrivare a fine novembre. La verità è che l'attuale amministrazione non riesce a darsi un programma, vive alla giornata, rincorrendo emergenze su emergenze che si potrebbero evitare e che invece alla fine non le consentono nemmeno di svolgere le attività di ordinaria amministrazione. E i lavori di manutenzione degli immobili comunali, delle scuole, delle strade e del verde pubblico, solo per fare degli esempi ai quali se ne potrebbero aggiungere molti altri, non sono né più né meno che attività di ordinaria amministrazione. L'incapacità da parte dell'attuale amministrazione di darsi un programma – aggiunge Rodi – è dimostrata dal fatto che negli ultimi tre anni è stato accumulato un avanzo d'amministrazione pari a 2.200.000 euro, con buona parte di queste risorse che potevano essere utilizzate appunto per la manutenzione di strade, immobili e verde pubblico, eliminando il degrado diffuso e dando un po' di lavoro. E poi, come abbiamo evidenziato sempre nel corso dell'ultima seduta consiliare, quei pochi fondi utilizzati spesso non sono stati impiegati con oculatezza: per esempio, per incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti sono stati impiegati, grazie a un contratto aggiuntivo stipulato nel 2009 con l'impresa della nettezza urbana, circa 25.000 euro al mese senza che sia stato mai raggiunto l'obiettivo, previsto nel primo contratto, del 35% di raccolta appunto differenziata. In questi tre anni di amministrazione di centrodestra abbiamo subito solo un aumento della pressione fiscale: nel 2011 c'è stata l'addizionale Enel, per un totale di circa 200.000 euro, che adesso è stata fiscalizzata dallo Stato con la conseguenza che le nostre imprese e le nostre famiglie hanno un maggior costo dell'energia rispetto ad altri Comuni. Nel 2012 è stata introdotta l'addizionale Irpef comunale, che è stata portata quasi al massimo consentito, concedendo l'esonero dal pagamento soltanto ai titolari di reddito inferiore ai 7.000 euro annui. L'anno scorso poi, nel 2013, è arrivata la Tares, la nuova tassa dei rifiuti che l'amministrazione attuale ci ha detto essere inferiore rispetto alla vecchia e precedente Tarsu, raccontandoci però soltanto una barzelletta peraltro poco divertente. Su quest'ultimo tributo, infatti, è stato operato soltanto un riequilibrio tra le utenze domestiche e le attività commerciali e artigianali, il che vuol dire che fino al 2012 le utenze domestiche hanno pagato molto più di quel che avrebbero dovuto. Il nuovo tributo inoltre – prosegue ancora Rodi – che noi di Autonomia cittadina abbiamo fortemente contestato in consiglio comunale, è stato applicato secondo un regolamento che contiene non poche incongruenze. Allora adesso ci chiediamo: per Casamassima, che tre anni fa doveva ripartire, quali sono stati i miglioramenti portati dall'attuale amministrazione? Il bilancio comunale è allo stesso tempo il provvedimento più tecnico e più politico di un'amministrazione, in quanto è espressione delle sue scelte e di ciò che una squadra di governo fa o non fa. E allora il nostro giudizio sul bilancio di questa maggioranza, a partire dal preventivo per arrivare al rendiconto approvato il 28 aprile scorso e sul quale abbiamo manifestato ovviamente il nostro voto contrario, non può che essere fortemente negativo”.

[da La voce del paese del 10 maggio 2014]

Commenti  

 
#2 Alfiere Nero 2014-05-16 11:25
Rodi ( specchio della sua indole ) è sempre moderato e misurato.

La mia prognosi su questa amministrazione è invece a due chiavi: assertiva e ipotetica.

Cos’è questa amministrazione? Nothing

Come sarà questa amministrazione? Nobody
 
 
#1 Carlo 2014-05-15 22:34
Caro Vito, fosse solo il bilancio negativo...e tutto il resto?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI