Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

PINUCCIO FORTUNATO (AC): "SINDACO TI CONTRADDICI"

pinuccio fortunato

Nel corso del consiglio comunale svoltosi lunedì 28 aprile Vito Rodi e Pinuccio Fortunato, in qualità di consiglieri di minoranza per la lista civica Autonomia cittadina, sono intervenuti su molteplici problematiche, tornando anche su argomenti non ancora discussi nelle precedenti pubbliche assisi. Innanzitutto hanno fatto riferimento all'iniziativa 'Adotta un'area verde', proposta con delibera del Comune a fine 2013. Pur condividendone l’obiettivo generale di migliorare lo stato di degrado diffuso sul territorio, hanno posto in evidenza che alcune aree situate agli ingressi del paese, e dunque ad alto impatto visivo, dovrebbero esserne escluse in quanto i pannelli pubblicitari che le ditte interessate dalla gestione delle aree verdi solitamente vi posizionano potrebbero deturpare il paesaggio "ben più delle erbacce" e, non in ultima istanza, distrarre gli automobilisti.

"Proprio allo scopo di non creare problemi di questa natura - così in replica il sindaco Birardi - se saranno adottate tali aree verdi sarà data al massimo la possibilità di esporre delle piccole targhe pubblicitarie".

La seconda interpellanza ha invece riguardato dubbi e proposte relativamente alla segnaletica stradale orizzontale e verticale presente in paese, considerando che già durante il consiglio comunale del 24 aprile 2013, quindi più un anno fa, Autonomia cittadina aveva evidenziato alcune importanti disfunzioni nella segnaletica di alcune strade, a nessuna delle quali nel frattempo pare sia stato posto rimedio. Anzi, la recente modifica di molti sensi di marcia avrebbe peggiorato la situazione, rendendo non transitabili alcune strade a causa delle difficoltà di manovra, dovute anche a spazi insufficienti e a parcheggi in prossimità degli incroci.

Autonomia cittadina ha evidenziato, a causa di una serie di incongruenze ravvisate, la necessità di un riordino della segnaletica stradale che non terrebbe conto di alcuni principi di buon senso. Nell'occasione ha anche avanzato la richiesta di realizzazione di un dosso artificiale con strisce pedonali, o almeno soltanto di strisce pedonali, su via Sammichele, all’altezza dell’incrocio con via Grandolfo, e di altri passaggi pedonali sia su via Bari che su via Sammichele, oltre che di rivedere e rendere compatibile al traffico la segnaletica nelle vie comprese tra via Giovanni Bovio, via A. Pende e Corso Garibaldi e di verificare la possibilità di innalzare a 50 km orari il limite di velocità sulla circonvallazione ovest.     

Subito dopo Ac è tornata su una questione già affrontata in passato. Lo scorso anno, infatti, aveva presentato un’interpellanza e una richiesta tese a ottenere notizie dettagliate in merito agli immobili di proprietà comunale, senza ottenere alcuna risposta. Ha inoltre sollecitato l'amministrazione a far conoscere gli sviluppi sulla vicenda delle concessioni delle palestre alle associazioni sportive, sugli eventuali costi da queste sostenuti e sulla necessità già segnalata dal gruppo di procedere ad una verifica e ad un riordino generale di tale aspetto.

Birardi, dopo aver aggiornato i presenti a proposito del cambiamento nella convenzione con le scuole di Casamassima, stipulata, in ordine di firma, da Marconi, Rodari e scuola media, allo scopo di far sì che l'autorizzazione all'utilizzo delle palestre non venga più richiesta ai dirigenti scolastici, bensì al Comune, per evitare lungaggini legate all'attesa sulle riunioni dei Consigli di circolo, è rimasto un po' vago sulla questione intesa in senso più generale.

"Il problema - ha sottolineato però Fortunato - non è solo sportivo, ma più generale. Vorremmo l'elenco di questi immobili a titolo conoscitivo, per verificare che la loro gestione sia economica ed equa, che tenga conto delle esigenze di tutte le società sportive e le associazioni. Un anno fa la risposta era stata che le avreste pubblicate online ma non è mai stato fatto. Potreste fornirci almeno una copia cartacea?".

 

Si è poi passati ad affrontare un'intricata questione, quella concernente il contenzioso aperto tra l'Asd Sud Est e il Comune, per il quale il servizio Affari generali avrebbe impegnato la somma di 8.881,60 euro in favore dell’avvocato Giuseppe Russo per la difesa dell'ente. Autonomia cittadina ha affondato sulla problematica di non poco conto, chiedendo di conoscere lo stato di tale contenzioso e le ragioni della persistente inutilizzazione e dello stato di abbandono dell’impianto comunale di calcio, che ha costretto i giovani atleti casamassimesi ad allenarsi e a giocare a calcio fuori dal proprio comune.

Il sindaco ha spiegato di voler chiudere ogni rapporto con l'Asd Sud Est prima di far ripartire la struttura, inquadrando la matrice del problema nelle incomprensioni verificatesi con Franco Palmisano, gestore dell'impianto sportivo, quando, prima dell'avvio della stagione calcistica, lo stesso avrebbe avanzato la richiesta di una somma utile a rendere a norma la struttura, secondo i canoni dettati dalla Figc, dopo che la squadra casamassimese era risalita di categoria, passando per la prima volta a disputare il campionato di calcio in Eccellenza. Il rifiuto dell'amministrazione, che in passato aveva già elargito fondi, di dubbio utilizzo, indirizzati alla società sportiva, avrebbe innescato il contenzioso, sul presupposto, peraltro, denunciato dal Comune di una serie di difformità strutturali dell'impianto. 

Ci si è dunque interrogati sulle vie di fuga da questo 'grattacapo', tenendo conto che la convenzione stipulata tra Palmisano e il Comune è vincolata fino al 2016 a favore del gestore e che, come rilevato dal consigliere Fortunato, "ci ritroviamo a pagare più di 8mila euro per un legale, quando con 7mila euro avremmo apportato migliorie al campo".

L'ultimo argomento passato al vaglio dalla lista civica in seno al consiglio, oltre che dalla coalizione Sel-Prc, ha riguardato la notizia, appresa nei giorni scorsi, in particolar modo dagli organi di stampa, di una nota pervenuta al Comune a firma di Lucia di Lauro, dirigente regionale, con cui si invita l'amministrazione a riflettere sugli atti posti in essere relativamente alla procedura seguita per consentire la realizzazione del nuovo istituto di scuola media superiore. L'ing. Di Lauro, infatti, con il suo scritto, ha richiamato l'attenzione su una serie di irregolarità tali che potrebbero inficiare l'intero procedimento.

Il gruppo consiliare di Ac, in passato già fortemente critico rispetto alla procedura a suo tempo seguita, tanto da abbandonare l'aula al momento delle votazioni sull'approvazione del progetto per l'edificazione dell'edificio scolastico in questione, rispettivamente nei due consigli comunali del 17 novembre e del 21 dicembre 2011, ha richiesto, alla luce di questi nuovi e preoccupanti elementi, che l'amministrazione fornisse chiarimenti.

"La nota non va a inficiare il percorso amministrativo", ha rassicurato Birardi, che, dicendosi sicuro della correttezza dell'intero procedimento seguito, ha quindi fornito tutte le rassicurazioni del caso.

"Non sarei molto tranquillo", ha commentato sulla questione nel post-consiglio Rodi, "perché gli aspetti da approfondire sulla vicenda restano ancora molteplici". Staremo a vedere l'evoluzione dei fatti. I nodi da sciogliere sembrano moltiplicarsi col passare del tempo.

[Da La voce del paese del 3 maggio 2014]

Commenti  

 
#6 michele 2014-05-13 16:31
SIETE FAZIOSI E TENDENZIOZI
 
 
#5 ÉononloÉ 2014-05-10 00:15
Fortunato definisce bugiardo il Sindaco e questi che fa: tace?
Non sarà per davvero bugiardo il nostro sindaco?
 
 
#4 La topa grossa 2014-05-09 13:24
Il Consiglio Comunale ed il suo Presidente con i poteri sostitutivi che detiene, si sentono scevri dall'obbligo del rispetto delle Leggi Regionali? Perché il Presidente non convoca il Consiglio Comunale invitando a chiarire le questioni oggi alla luce, sia il vecchio ed il nuovo Dirigente dell'UTC sia i consiglieri giuridici del Sindaco? Mi sembra ovvio che i Consiglieri Comunali debbano conoscere qual'è lo stato dell'opera dello strano contenzioso. Fatevi coraggio, non cincischiate
 
 
#3 Scoiattola in attesa 2014-05-09 12:36
Caro Pinuccio Fortunato, tu che appartieni alla opposizione e sei insieme al Consigliere Rodi tra quelli che cercano la chiarezza sulla questione scuola superiore, perché non solleciti al Consigliere Lilli di conoscere la posizione del Presidente Vendola nei confronti degli atti di diffida ricevuti a tal proposito? Il Consigliere Lilli vorrebbe dei chiarimenti dal Sindaco di Casamassima, ma lui certamente è favorevole a tutti i costi a lasciare il mondo come stà, il suo Capo politico invece, dopo le pubbliche dichiarazione di un suo Dirigente e le sollecitazione avute per annullare determinati atti amministrativi forse dovrebbe già avere le idee chiare. Almeno chieda il Consigliere Lilli al Presidente, cosa ha scritto la Regione Puglia in sua difesa nel procedimento che pende innanzi al TAR?

Per correntezza cito l'art. 50 della LR 58/80:

Art. 50 - Annullamento provvedimenti illegittimi
La giunta regionale, su proposta dell'assessore all'urbanistica, provvede, entro trenta giorni dalla conoscenza, ad assegnare un termine di ulteriori trenta giorni al sindaco o al consiglio comunale per l'annullamento dei provvedimenti o delle delibere non conformi alla disciplina urbanistica e/o edilizia vigente. Tale disposizione non si applica su provvedimenti o delibere per i quali siano trascorsi dieci anni dalla data di emanazione o di adozione.
In caso di inadempienza nel termine, la giunta regionale, su proposta dell'assessore all'urbanistica, annulla tali deliberazioni o provvedimenti e dispone la notifica dell'atto di annullamento al comune
ed ai privati interessati.
 
 
#2 Scoiattolo ristretto 2014-05-08 21:13
Purtroppo anch'io non avevo capito che per stare tranquillo è meglio sapere tutto. Purtroppo non sapevo di essere proprietario di una grande casa vista Colosseo! Adesso che mi trovo in una più piccola e con vista .... cortile, imparerò a capire prima, non dopo
 
 
#1 Alfiere Nero 2014-05-08 18:42
Caro Fortunato,
Birardi scrive alla maggioranza: Caro Mimmo...
Ma ce' addavere...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI