Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

LILLI-BIRARDI: NUOVA LITE IN COMUNE

casamassima palazzo comunale

"Dura la vita di un consigliere donna", è Nica Lilli a commentare, amaramente, i postumi di una sbornia dialettica (un’altra) con il primo cittadino. "Quest'uomo – ha aggiunto – non ha davvero nessun rispetto e stima per le donne. Forse non crede possano rappresentare un valore aggiunto alla politica. Fatto sta che ha intrapreso questa battaglia nei miei confronti senza nessun motivo".

Il commento di Lilli arriva a seguito di un brutto battibecco intercorso tra lei e il sindaco Birardi durante la conferenza dei capigruppo e dopo che la consigliera di sinistra aveva preso parte alla riunione a porte chiuse al Comune, indetta per affrontare la questione relativa alla convenzione Comune-Auchan e non ancora dipanata.

"Ha un atteggiamento altalenante nei miei riguardi (riferendosi a Birardi, ndr) perché quel giorno mi ha fatto entrare in stanza mentre erano in riunione. Ha permesso questa cosa nonostante si trattasse di un incontro a porte chiuse. Poi però vai a capire perché ha cambiato atteggiamento". “Sono arrivata lì – racconta Lilli – verso le 10.30 di venerdì. Al Protocollo avevo appena portato proprio delle richieste riguardanti la questione del ponte, quindi ero andata a parlare con l'architetto Capacchione per chiarire alcuni punti e per vedere se poteva darmi delle informazioni. Ho bussato e mi è stato aperto. Ho chiesto di parlare con lui, mi ha detto che era impegnato in quella riunione. Alla mia richiesta di entrare come uditrice mi ha fatta accomodare. Ero seduta a fianco all'assessore Franchini e siccome il cellulare mi squillava, ho abbassato la suoneria. Quel suono ha destato sospetti nell'assessora che mi ha chiesto se stessi registrando. Ho spiegato la mia versione mostrando il cellulare, nonostante non fossi tenuta a farlo. Così ho spento il cellulare e l'ho lasciato sul tavolo. Il sindaco non è intervenuto nella vicenda”.

“La riunione – continua la ricostruzione dell’episodio increscioso la consigliera – è terminata. La mia sensazione è che gli esiti della stessa erano davvero molto vaghi. C'erano cose che andavano ulteriormente definite ma che sono state rimandate. C'erano tecnici Anas e Provincia, neanche i responsabili. Quando sono arrivata io, alla sintesi dell'incontro, si è parlato della cessione da parte sia della Provincia che dell'Anas al Comune dei ponti ma che dal Comune non è mai stata fatta la voltura. Di contro si è fatto riferimento a una delibera della Regione Puglia che dava per territorio di Casamassima quei ponti, per cui nulla era chiaro. Si è comunque lasciato tutto nella bolla sino a maggio”.

“Dopo un paio d'ore - ero rimasta nel Comune perché avevo da fare altre cose - alla conferenza dei capigruppo era presente il sindaco. I consiglieri del Movimento Schittulli avevano sollevato la questione del consiglio monotematico sul ponte. Il sindaco ha detto che innanzitutto non avendo i numeri non si poteva richiedere (un terzo dei consiglieri devono essere firmatari) e che non ce ne sarebbe stato bisogno perché stava risolvendo le cose diversamente, che quel giorno stesso aveva incontrato Provincia e Anas e che dopo essersi aggiornato avrebbe fatto sapere. Per trasparenza ho provato a ipotizzare una conferenza cittadina per interloquire e rendere partecipe la gente su come intervenire.. È stato lì che Birardi mi ha ricordato che faccio parte della minoranza e che devo fare la minoranza, mentre lui è un uomo di centro destra e in quanto tale decide tutto da solo, come vuole e senza il bisogno di assemblee pubbliche. Perché la minoranza tutte le volte che si sono svolte assemblee pubbliche è intervenuta screditandolo e denigrandolo”.

La sorpresa e la costernazione: Lilli non comprende a cosa si riferisca il sindaco e lui sbotta. “Io sarei peggio degli altri – ha detto Birardi – perché stavo registrando”. “Perché non chiama i Carabinieri?”, gli ha risposto. “Perché me lo sta dicendo a distanza di due ore davanti a tanta gente e prima non ha detto niente? Sempre perché lui vuole infierire sulle donne e si è accanito verso di me. Alla domanda sui Carabinieri ha risposto che lui non fa denunce”.

Come si è conclusa? “Lo hanno invitato a calmarsi e lo hanno portato via”, ha infine riferito Lilli. “Non ci può essere neanche un rapporto di cordialità perché ha aperto nei miei confronti questo attacco continuo. Non posso parlare che va subito su tutte le furie. È la mia posizione all'opposizione – ha concluso – che rende le cose più complicate, oltre che la mancanza di stima da parte di molti nell'immaginario collettivo verso le donne in politica”.

[da La voce del paese del 26 aprile 2014]

Commenti  

 
#18 Michele 3 2014-05-08 14:39
Per Michele 2.
IL NULLA NON PUÒ CHE GENERARE IL NULLA.
 
 
#17 michele2 2014-05-08 08:13
Paese bigotto ed arretrato. Campanilistico a più non posso. Terribilmente diviso tra rossi e neri, ricchi e poveri, maschi e femmine, casamassimesi e baresi. BASTA. Un po di buona volontà e ricostruiamo questo mortorio di comune. E cominciamo a ripopolare il centro. Cominciamo a ritrovarci in piazza, cominciamo a parlarci guardandoci negli occhi, e vedrete che le cose si affrontameranno con diverso spirito. Ed il Sindaco dovrebbe dare l'esempio favorendo questo progetto perche, "qua non c'e' nulla"
 
 
#16 INDIGNATA 2014-05-08 01:07
Tutte chiacchiere..tante troppe chiacchiere..Maggioranza, opposizione beghe inutili mentre il paese va allo sfascio. Gente che muore su di un ponte sempre attraversato da pedoni ma mai messo in sicurezza, marciapiedi impercorribili strabordanti escrementi, erbacce alte 2 metri che circondano il paese e presto diventeranno roghi pericolosi. Ma volete fare qualcosa di serio e concreto o vi basta passare il tempo a litigare?
 
 
#15 COMPAGNI da merenda 2014-05-07 15:09
Non vediamo nessuna politica di SX a Casamassima. Quella espressa dalla precedente amministrazione nel nome del popolo ha perpetrato la via del * e "famigliarismo", progetti utopici e sballati, realizzazione difforme o non realizzazione ; quella attuale (sx) di minoranza e opposizione , non è ne di opposizione e ne alternativa , nessun progetto ma gossip a più non posso. La popolazione è stanca di aspettarvi , non vi crediamo più, come non crediamo nell'attuale amministrazione di centro-destra. Datevi una mossaaaaaaaaaaaaaaa siamo stanchi del vostro chiacchiericcio da pettegoli inconcludenti.
 
 
#14 Laura M. 2014-05-07 06:34
Gentile redazione,quando ritorneremo a leggere un giornale super partes???
 
 
#13 Gioiele 2014-05-06 19:36
Credo che in questa affermazione ci siano estremi del reato di diffamazione a mezzo stampa: "Atti furtivi e maldestri, ma lei tutto può è di "sinistra" come la maggior parte di questi interventi falsi e di parte (della parte ignorante e faziosa). Le donne e gli uomini il rispetto l'hanno se si comportano da Donne e Uomini e non da malandrini".Credo che sia opportuno che l'autore del post: #10 FALSI compagni 2014-05-06 06:19, rettifichi il suo commento e chieda scusa alla Consigliera Lilli.
 
 
#12 pro lilli 2014-05-06 16:10
DOVE L IGNORANZA PARLA, L' INTELLIGENZA TACE!
 
 
#11 Avvocato 2014-05-06 11:20
Mamma mia Giudice io non saprò leggere ma tu non sai scrivere....quanti errori!!!!
PS: invece credo di aver letto molto bene e ti consiglio di rileggere l'articolo!!!!
 
 
#10 FALSI compagni 2014-05-06 06:19
Incredibile sai pure girare le frittate.
Meglio un'amministrazione ingenua e arrogante che una falsa anche sui fatti accertati. Nella correttezza e il rispetto delle leggi la vera protagonista avrebbe dovuto chiedere il permesso di registrare e non fare atti furtivi e maldestri, ma lei tutto può è di "sinistra" come la maggior parte di questi interventi falsi e di parte (della parte ignorante e faziosa). Le donne e gli uomini il rispetto l'hanno se si comportano da Donne e Uomini e non da malandrini.
 
 
#9 giudice 2014-05-05 22:26
X avvocato. Ti scancello dall albo, perchè non sei capito niente e non zai nemmanco leggere! radiato subito!
 
 
#8 Lilli il vagabondo 2014-05-05 20:54
Cantava Venditti: Lilli, Lilli; Lilli quante fesserie racconti eh. eh. eh.
Registrare è un reato, non ricorrere all'alibi delle donne per nascondere le tue lacune e da donna mi vergogno per te.
 
 
#7 incredibile 2014-05-05 15:22
il tutto è nato dall'assessora degna del suo *.
Squilla un telefono e l'assessora accusa che sta registrando.
complimenti bell'entrata.
Sono sempre fiducioso che fra due anni sparirete tutti quanti.
 
 
#6 Avvocato 2014-05-05 11:45
Dura la vita di un consigliere donna??!?! Ma se testuali parole "Ho bussato e mi è stato aperto. Ho chiesto di parlare con lui, mi ha detto che era impegnato in quella riunione. Alla mia richiesta di entrare come uditrice mi ha fatta accomodare."!!!
La sorpresa e la costernazione???!?
Sempre testuali parole "Io sarei peggio degli altri – ha detto Birardi – perché stavo registrando”. “Perché non chiama i Carabinieri?”...Non ha infatti negato di registrare...questi sono comportamenti corretti? Sig.ra Lilli questa è demagogia pura e semplice ed è ....... utilizzare la condizione femminile per strumentalizzare...Dall'Articolo si comprendere che è stata trattata bene e se a registrare ci fosse stato un uomo la reazione sarebbe stata la stessa.
 
 
#5 politicamente deluso 2014-05-05 09:48
Un atteggiamento degno di un uomo di Neanderthal. Come fa un essere di tale levatura ad Amministrare, bene, la cosa Pubblica? Infatti i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Caro Pifferaio, IMPARA A COMPORTARTI E A TRATTARE LE DONNE CON RISPETTO!!!!!! DA LORO HAI SOLO DA IMPARARE!!!!!!! Voglio esternare tutta la mia solidarietà alla Cons. Lilli.
 
 
#4 fifa 2014-05-05 04:56
ma il sindaco ha paura di cosa anche se fosse stato registrato ?????
 
 
#3 Incredulo 2014-05-04 21:43
# 2.
Chiacchiere da bar di bassa levatura nei confronti delle donne?
Mah, sembra improbabile...sa...azzardato...strano... non posso credere...boh
 
 
#2 donne in rivolta 2014-05-04 17:38
e se invece d'invocare la censura, provassimo ad indignarci, per questo accanimento, rude e volgare contro, non la LIlli, ma contro le DONNE ! Il primo cittadino si è più volte speso in "chiacchiere da bar" di bassa levatura, nei confronti delle donne!
 
 
#1 Paola 2014-05-04 15:09
La signora LILLI dovrebbe denunciare chi Le rivolge accuse infamanti.
Il consiglio comunale non può diventare un palcoscenico per vecchie comari litigiose. Ora davvero si è superato il limite della civile convivenza. E se le accuse rivolteLe sono veritiere, denunciate la signora LILLI . Ma finitela!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI