Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

CGIL: “PIÙ PRESENTI D’ORA IN POI”. DOMANI IN PIAZZA

giuseppe-carone cgil

“Aspettando il 1° maggio tra lavoro e diritti”. È questo il titolo dell'assemblea cittadina organizzata dalla Cgil Casamassima martedì 29 aprile in piazza Aldo Moro a partire dalle 18.00 (in caso di condizioni meteo avverse l'assemblea si svolgerà nell'aula consiliare del comune). La Cgil ha deciso di anticipare la tradizionale manifestazione del primo maggio in questa data per poter essere presente alla cerimonia organizzata insieme a Cisl e Uil a Molfetta in occasione della festa dei lavoratori. In quel corteo, che si svolgerà in onore dei due operai annegati l’8 aprile scorso in un pozzo-cisterna della ditta di prodotti ittici 'Di Diò' i sindacati, uniti, chiederanno una maggiore sicurezza sul luogo di lavoro, ritenendo inaccettabili le morti sul lavoro che ancora continuano a essere numerose nel nostro paese. Anche la Cgil Casamassima parteciperà mettendo a disposizione dei pullman gratuiti per la manifestazione che si svolgerà a Molfetta.

“I temi dell'assemblea cittadina del 29 aprile sono molto importanti per il sindacato – spiega il segretario della Cgil Casamassima Giuseppe Carone, che aggiunge – è previsto l'intervento di diversi relatori, con la partecipazione dei segretari generali di associazioni delle categorie più importanti per il territorio casamassimese: il commercio e l'agricoltura”.

Tra gli argomenti che saranno discussi nell'assemblea ci saranno i diritti dei lavoratori del commercio, con il sindacato che si dichiara contrario alle aperture straordinarie dei centri commerciali (come quella del 25 aprile e dello stesso 1° maggio dell'Auchan) perché, come riferisce Carone “In queste occasioni si vieta ai lavoratori di trascorrere del tempo importante con le loro famiglie in giornate così importanti, e inoltre è stato dimostrato che non c'è un aumento del fatturato degli stessi centri grazie a queste aperture”.

Si parlerà anche del ‘job act’, in cui il sindacato ravvisa delle criticità, come la possibilità del rinnovo di contratti a tempo determinato per 5 volte con la durata massima di 3 anni: in questo modo un lavoratore potrebbe vivere 15 anni di precariato. Per quanto riguarda l'agricoltura si parlerà della piaga dell'immigrazione clandestina e dello sfruttamento degli immigrati in condizioni di lavoro spesso disumane e a nero, oltre che della lotta al fenomeno del caporalato. Sarà dato un ampio spazio nel dibattito anche ai referenti delle associazioni di categoria: Raffaella Altamura, coordinatrice della Confesercenti Puglia e a Vito Scalera, presidente provinciale della Cia. A concludere, l'intervento del segretario generale della Cgil Bari Pino Gesmundo.

“L'obiettivo principale è quello di rafforzare la nostra presenza sul territorio e tra i cittadini, attraverso la presenza concreta nelle piazze di Casamassima, in quest'ottica si inserisce quest'iniziativa. Sono contento dell'approvazione che hanno dimostrato i cittadini e coloro che frequentano la nostra nuova sede in via Dante 14, molti di loro si sono detti soddisfatti dei temi che saranno trattati nell'assemblea – riferisce il segretario Giuseppe Carone, che conclude – con questa assemblea vogliamo dare il via a una serie di iniziative, desideriamo essere presenti nella vita reale dei cittadini e diventare un punto di riferimento per tutte le problematiche sociali”.

Continua in questo modo il forte rinnovamento dell'attività sindacale della Cgil a Casamassima, iniziata a ottobre, con la nomina del nuovo segretario Giuseppe Carone.

Commenti  

 
#1 Eric 2014-04-28 15:33
un buon lavoro a tutti i nuovi della cgil che stanno dimostrando grande impegno qui a casamassima. domani ci sarò!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI