MONTANARO: “STIAMO PROVVEDENDO A RIPULIRE”

paolo montanaro

“Abbiamo già provveduto a dare il via agli interventi di potatura delle piante che ostruiscono parte della carreggiata lungo il ponte della via vecchia per Rutigliano. I lavori a tal proposito sono cominciati giovedì scorso 16 aprile”. L'assessore a verde pubblico e arredo urbano, Paolo Montanaro, fa questa precisazione dopo che nei giorni scorsi, su facebook, erano apparse delle foto che mostravano il cavalcavia di via vecchia Rutigliano occupato in alcune sue zone da piante e arbusti. “La messa in sicurezza del cavalcavia è stata prontamente eseguita – ha spiegato ancora l'assessore – e presto ci saranno interventi di sistemazione del verde pubblico anche in altre aree della nostra cittadina. Opere di questo tipo, del resto, ma anche di pulitura delle villette, al di là della sistemazione delle piante, sono già state portate a compimento più volte negli ultimi tempi, ma purtroppo spesso la diffusa mancanza di attenzione verso il bene comune da parte di una fascia della cittadinanza ci porta poi ad avere parchi e spazi verdi poco puliti e poco adatti ad accogliere genitori, anziani, ragazzi e bambini. A breve, in ogni caso, partiranno nuovi ulteriori lavori di pulizia e sistemazione delle aree verdi cittadine, e per questo abbiamo già predisposto un piano di interventi con l'Ecologica pugliese, che ha già operato recentemente in tal senso sulla villetta di via Piave. Ma adesso verranno risistemate anche altre aree con alberi e piante del nostro paese, con i giardinieri comunali che sono già intervenuti nella zona del cimitero, per poi spostarsi presto in altri luoghi. Il tutto – ha proseguito Montanaro – senza dimenticare la villa comunale di via Acquaviva, all'interno della quale opereremo ancora una volta nel più breve tempo possibile. E, vista la vastità della stessa villa e la quantità di piante presenti al suo interno, circa 200, vale a dire quante ce ne sono dall'inizio di piazza Aldo Moro alla fine di corso Vittorio Emanuele, comprese tutte le traverse interne, stiamo pensando anche di dividere la stessa villa comunale per zone, al fine di darle poi in 'adozione' a privati. L'idea, a tal proposito, è quella di affidare a dei privati alcuni spazi della villa, o anche di altre villette cittadine, offrendo loro la possibilità di apporre dei cartelloni pubblicitari nell'area loro concessa, e ricevendo in cambio la cura di queste stesse aree e la loro manutenzione. In questo modo speriamo anche di riuscire al più presto a ottenere la collocazione di giostrine nuove all'interno della villa comunale, dato che quelle che ci sono sono obiettivamente inutilizzabili da tempo. Il lavoro da fare è tanto, ma noi non stiamo di certo con le mani in mano, dato che la cura del verde è e rimane una priorità per la nostra amministrazione. E questo al di là dei problemi oggettivi che siamo costretti a fronteggiare quotidianamente”.

[da La voce del paese del 19 aprile 2014]