Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

GIANNI RELLA: EMERGENZA RANDAGISMO

giovanni rella

Diverse le interpellanze presentate dal Partito democratico all'ultimo consiglio, tra le quali figurano anche quelle discusse dal consigliere Gianni Rella a proposito di due problematiche attualmente riscontrate dalla cittadinanza, l'una riguardante la presenza di branchi di cani randagi in paese, l'altra la ripulitura del canale di scorrimento di acqua piovana sito in via Bari.

Quanto al primo punto, si è posto in evidenza l'allarme scattato in paese, dato che tali branchi, pur occupando l'area della circonvallazione ovest e della complanare della statale 100, nel tratto tra Casamassima e Sammichele di Bari, spesso nelle ore notturne si riversano in paese, finendo per costituire, scorazzando aggressivi tra le strade cittadine in cerca di cibo, un vero e proprio pericolo per persone ed animali, soprattutto domestici. 

Il fenomeno del randagismo è comunque in generale in forte crescita, tanto da destare non poche preoccupazioni, anche perché le zone interessate più nello specifico da tale problema sono giornalmente frequentate da ciclisti e podisti che percorrono tali strade, oltre che da agricoltori dediti alla coltivazione dei propri terreni.

Quali i provvedimenti del caso che l'amministrazione intende adottare per evitare soprattutto che, con il sopraggiungere della stagione estiva e con l'aumento considerevole della pratica sportiva su strade extraurbane, si verifichino aggressioni ai danni dei cittadini?

"Da un primo sopralluogo effettuato qualche giorno fa nella fascia mattutina presso le zone interessate - ha spiegato l'assessore ad Ambiente, Igiene Urbana, Protezione Civile, Sicurezza sul Territorio, Mobilità Urbana Michele Bovino - il branco non è stato individuato, ma la ricerca continuerà per debellare il problema".

Gianni Rella nel frattempo ha sollecitato i cittadini ad una maggiore collaborazione nella forma di segnalazioni che aiutino a rintracciare i cani.

Quanto, invece, all'altro punto, Rella ha sottolineato che sempre con l'arrivo della stagione estiva e con i frequenti acquazzoni e temporali di forte intensità che solitamente si registrano in questo periodo dell'anno, come già segnalato peraltro lo scorso anno, su via Bari, nel tratto di ingresso in paese, provenendo dalla statale 100, si creano allagamenti piuttosto estesi, che creano non pochi problemi alla viabilità e costituiscono un pericolo per gli automobilisti, per i pedoni e per i bambini che si recano a scuola percorrendo l'area interessata.

La richiesta avanzata pertanto all'amministrazione è stata quella di provvedere con urgenza alla manutenzione del canale di scorrimento delle acque piovane presente in quel tratto di strada. Maggioranza e opposizione hanno pattuito, di comune accordo, che alla risoluzione della questione si provvederà celermente e di comune intendo. Un primo sopralluogo, infatti, dovrebbe essere già effettuato già in questi giorni, sempre dall'assessore Bovino e dal consigliere Rella.

Commenti  

 
#11 Effettivamente 2014-04-14 06:36
Ogni mattina un branco di cani alle ore 07/00 circa li trovi nei pressi della stazione, tra il panificio e l'emporio dei cinesi, quel tratto di strada e percorsa da decine di pedoni che si apprestano a prendere il treno. I nostri consiglieri e responsabili a quell'ora che fanno? Dormono? Aggiungo che quei cani sono gli stessi che si accucciano lungo la nuova provinciale, dove molti podisti correvano, ora non più.
 
 
#10 Anonimo 2014-04-13 15:55
Per notizia la provenienza molto probabilmente è stata scoperta....
 
 
#9 Anonimo 2014-04-13 15:53
Tutti bravi a parlare.... Chiunque ci riuscirebbe bravi.... IL SIG. O LA SIG. DOMANI HA SCOPERTO L'ACQUA CALDA AHAHAH.... LA PRATICA DALLA TEORIA È DIVERSA...
 
 
#8 Pazzo 2014-04-12 17:46
Tutto parlano .. Nessuno fa niente ... A partire dal carabiniere che è stato intervistato .......
Sabato un bel branco nella zona del mercato ... Siamo alla frutta ...!!!
Paese omertoso e si * ... Tutti fuggono davanti alle proprie responsabilità !!!!!
Questo sei cani è solo uno dei numerosi problemi si questo * di paese !!!!!!
E ovvio mi rivolgo ai volontari o gente ipocrita che difende i cani e dice che non sono aggressivi .... È ovvio che in un paese normale questi cani non devono essere in giro .. Ma nei canili ... È da brividi proporre di mettere del mangiare nei pressi dei cassonetti ...!!
Ma come sempre dico .... Il pazzo sono io ....
Godetevi sto paese !
 
 
#7 mmm 2014-04-12 16:22
Io sono bravissimo a trovarli questi cani, guarda un po' voi non riuscite a trovarli. Oggi, Via gioia vecchia, passavo in bicicletta e mi hanno attaccato. Cosa si sta aspettando di dare mandato ad un cacciatore di * tutti? Faccio lo screenshot del commento per dimostrare l'eventuale censura.
 
 
#6 Domanda 2014-04-12 13:12
Abbiamo una consigliere Rella e chi è?
Comunque assessore bovino e consigliere Rella leggete quello que ho trovato sul sito di casamassima:

Randagismo: segnalazioni
Il Comando di Polizia Municipale del Comune di Casamassima si occupa del fenomeno del randagismo e dei problemi ad esso collegati.
Alla Polizia Municipale pervengono le segnalazioni, a voce o in forma scritta, da parte di cittadini, associazioni, enti ecc, riguardanti l'individuazione di cani randagi.
Le segnalazioni vengono trasmesse alla Natura Center di Cassano Murge (Ba), ditta convenzionata con il Comune di Casamassima.
Nel caso in cui si renda necessario l'intervento della squadra accalappiacani, questa, previo accordi con il Comando di Polizia Municipale di Casamassima, provvede alla cattura degli animali e al loro ricovero presso il canile.
Il Comune di Casamassima, in caso di restituzione dell'animale al legittimo proprietario, rilascia permesso scritto al fine di recuperare il cane accalappiato.
I cani accalappiati vengono iscritti all'anagrafe canina della ditta e, se nessuno li reclama, rimangono a disposizione nella casa canile autorizzata e possono essere ceduti in affidamento a cittadini maggiorenni che diano sufficienti garanzie di buon trattamento oppure a Enti o Associazioni.
Nota bene

La legge Regionale n. 12/1995 prevede il riconoscimento del "cane collettivo", ovvero del cane che, vivendo abitualmente in un caseggiato o in un rione, può essere affidato a più persone. In tal caso si rende necessaria l'individuazione di un tutore che garantisca il suo mantenimento e ne diventi a tutti gli effetti responsabile.
A chi rivolgersi

Polizia Amministrativa
Natura Center
Piccola società cooperativa a r.l. - Amministratore unico: Angelo Ceglie
Contrada Malatesta
70020 CASSANO MURGE (Ba)
Tel: 080764963

Signori amministratori invece di parlare agite
 
 
#5 Domanda 2014-04-12 07:33
Ma è vero che il comune di casamassima versa una cifra al canile di Cassano? Se è vero, si può sapere per cosa?
 
 
#4 volontaria 2014-04-11 16:11
in che modo dici di risolverlo se i canili dei d intorni sono pieni i cani ci stavano anche l anno scorso e ancora 2 anni fà e stiamo sempre a parlarne io quello dico fare un rifugio e cercare anche di farli addottare se chi di competenza si muovesse verso questa strada è la cosa più giusta secondo me
 
 
#3 Anonimo 2014-04-10 22:23
IL PROBLEMA ESISTE DA TEMPO, MA IL PROBLEMA ATTUALE CONSISTE NEL FATTO CHE C'È UN BRANCO DIREI NUMEROSO, PARECCHIO AGGRESSIVO, QUINDI BISOGNA RISOLVERE QUESTO DI PROBLEMA POI IL CANILE E TUTTE LE COSE BELLE ..
 
 
#2 volontaria 2014-04-10 16:04
iniziamo a pensare di costruire un canile che si vanno a vederecosa dovete fare questo problema cè da parecchio tempo quindi cè solo da fare non da vedere
 
 
#1 bah 2014-04-10 14:02
L'emergenza è così grande che nessuno sa dove stanno i cani randagi! Ma voi non state bene eh!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI