Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

IL BILANCIO DEGLI ASSESSORI A METÀ STRADA

valentina franchini vignetta

“Il mio lavoro, per quel che riguarda la delega assessorile al servizio di igiene urbana, finora è stato condotto seguendo prevalentemente due binari. Il primo relativo a tutto ciò che riguarda la costituzione dell'Aro e i lavori propedeutici al nuovo appalto, il secondo inerente il miglioramento e il potenziamento del servizio di nettezza urbana già in essere. In entrambe le direzioni posso dire che sono stati centrati risultati importanti”. A tracciare un bilancio della sua attività è l'assessore e vicesindaco Michele Bovino, che fa il punto della situazione a quasi un anno e mezzo dal suo ingresso in giunta e a quasi tre anni dall'insediamento dell'attuale amministrazione. “Per quel che concerne il servizio di igiene urbana attuale – osserva Bovino – la ditta che se ne occupa sta collaborando attivamente con la nostra amministrazione al fine di valutare l'istituzione di nuove attività, come per esempio l'organizzazione nelle scuole cittadine di incontri per sensibilizzare i giovani studenti all'utilità della raccolta differenziata. Ma sta anche provvedendo a dare avvio in breve tempo al servizio di raccolta degli oli da cucina e ha già sistemato lungo le nostre strade i nuovi bidoni neri per i rifiuti indifferenziati. È stato inoltre rinforzato il servizio di raccolta degli ingombranti, che adesso viene effettuato non una ma due volte a settimana, e poi dovrebbe presto andare a bando la realizzazione dell'isola ecologica meccanizzata. Sono stati realizzati, passando adesso alla viabilità, lavori relativi a nuova segnaletica stradale, sia orizzontale che verticale, abbiamo messo mano alla redazione del nuovo piano urbano del traffico, ed entro quindici giorni dovrebbe prendere il via la nuova organizzazione dei parcheggi in centro, con la sosta dei veicoli, da via Sammichele a via Bari, che dovrà avvenire solo sul lato destro della carreggiata, al fine di dare un maggiore ordine alla circolazione dei veicoli e ai parcheggi. Sotto la mia giuda assessorile inoltre – conclude ancora Bovino - è stato costituito il gruppo comunale di protezione civile, e presto partiranno un corso di viabilità e uno di sicurezza, indirizzati a questo stesso gruppo comunale, e un corso di formazione, primo soccorso e antincendio che sarà invece portato nelle classi delle scuole medie cittadine. Il lavoro fatto, dunque, è stato finora davvero tanto”.

“Per quel che attiene le attività produttive e quelle agricole – spiega invece l'assessore competente in questi settori, Gino Petroni – dal 2011 ad oggi sono stati raggiunti traguardi che hanno portato il nostro Comune ad attivare il Suap, lo sportello unico attività produttive, ad aderire all'associazione dei Borghi autentici d'Italia, a promuovere incontri continui tra l'ente locale e i portatori di interesse, ma anche Confesercenti, Confartigianato, Cia agricoltura, Gal Sudest barese, Slowfood. Tramite il Gal inoltre, e anche grazie al lavoro fatto in sinergia con il consigliere di quest'ente Arianna Zizzo, il nostro Comune ha ottenuto un finanziamento di 70mila euro per realizzare un infopoint, un altro di 190mila euro per ristrutturale la vecchia casa mandamentale cittadina, oltre all'apertura di masserie didattiche e sociali, bed and breakfast, senza contare l'attività di sostegno alle microimprese e la vittoria della nostra ciliegia casamassimese nella gara internazionale 'Citta delle ciliegie'. Durante questi quasi tre anni di lavoro, inoltre, il mio assessorato ha provveduto a redigere il regolamento per la valorizzazione e riqualificazione delle attività produttive del centro storico, a dar vita al progetto Italia-Lituania, che ha portato alla promozione di Casamassima e dei suoi prodotti nella repubblica baltica, a organizzare un convegno nazionale sulle attività cerasicole a costo zero per l'ente municipale. Non vanno tralasciati, ancora, un seminario, organizzato con la collaborazione del consorzio 'Artemide', avente ad oggetto il sostegno alle imprese, l'evento 'Caerula nox' nel centro storico, il primo corso comunale relativo all'uso dei fitofarmaci in agricoltura, i corsi di idoneità al riconoscimento dei funghi. A giugno scorso, inoltre, siamo riusciti a ottenere la sospensione dell'aumento tariffario dell'acqua per uso agricolo. Con la responsabile dei servizi socio culturali del Comune, Margherita Diana, abbiamo anche dato vita al progetto sul disagio infantile, 'Ars pueri'. Ma già stiamo guardando al futuro, al progetto Deco, che porterà al riconoscimento dei prodotti a denominazione comunale, al Piano per gli insediamenti produttivi, al Duc, al regolamento commerciale per regolamentare l'organizzazione di manifestazioni e fiere, alla riqualificazione dell'area mercatale. E' stato fatto un lavoro importante, ma già il nostro pensiero è proiettato ai prossimi traguardi”.

“Sul fronte di bilancio e tributi – ha detto invece l'assessore Franco Reginella – abbiamo dato vita al passaggio, un obbligo di legge, dalla Tarsu alla Tares, la nuova tassa che riguarda soprattutto il servizio di smaltimento e raccolta dei rifiuti, che a mio avviso è più equa rispetto alla vecchia Tarsu perché riconosce il principio secondo il quale chi più sporca più paga. Ci sono state diverse riduzioni tariffarie, mentre rispetto alle pertinenze, per quel che riguarda il rapporto tra tariffa fissa e variabile, credo si possa ancora migliorare qualcosa e ci muoveremo adesso in questa direzione per far risparmiare in futuro il più possibile i contribuenti. Per quel che riguarda informatizzazione e innovazione tecnologica, invece, è stato fatto tantissimo. Abbiamo dato vita a un nuovo sistema informatico, prima assente negli uffici comunali, in grado di consentire incroci di dati capaci di rendere più rapido e snello e preciso il lavoro degli stessi uffici. Abbiamo fatto realizzare il nuovo sito del Comune, adeguandolo a tutti i più moderni criteri voluti dalla Comunità Europea, e portato in rete tutte le sedute consiliari, abbiamo inoltre eliminato il servizio di stenotipia adeguando l'emissione del verbale delle sedute consiliari agli stessi moderni parametri che si adottano alla Camera dei Deputati a Roma. E presto saranno attivi il wifi gratuito in piazza, nelle sue vicinanze e in villa comunale, e il servizio per richiedere direttamente da casa, tramite procedura informatica, i certificati in carta semplice per i quali adesso ci si deve necessariamente recare in municipio. Il tutto, senza dimenticare che è già attivo da tempo il servizio di rilevazione automatica delle presenze giornaliere alla mensa scolastica e che, guardando ora al futuro, come Comune abbiamo già aderito a una rete unica informatica che collegherà tutti i Comuni della prossima area metropolitana. Gli uffici comunali di via Pacinotti che si occupano del sociale, infine, saranno tutti trasferiti in piazza Moro, nei locali di palazzo Zella Milillo, in modo da concentrare in centro tutte le attività di ufficio dell'ente locale”.

“Mi sono insediata da appena una settimana – ha sottolineato invece il neo assessore e nuova quota rosa, Valentina Franchini – quindi è presto ovviamente per fare qualsiasi tipo di bilancio della mia attività. Come ho già avuto modo di dire metterò tutto il mio impegno e le mie competenze in questa, per me nuova, esperienza al servizio della comunità”.

[da La voce del paese del 22 marzo 2014]

Commenti  

 
#3 giovanni ferriero 2014-04-02 19:33
troppe chiacchiere ma i fatti reali concreti per il bene del paese della gente di CASAMASSIMA dove sono? Dopo tre anni di amministrazione non e stato fatto neanche il minimo bello andare in giro e dire promuoviamo l'immagine di CASAMASSIMA ma i risultati quando Sig.Petroni o SIG. Reginella con la tarsu dell'anno scorso ci avete ammazzato il portafoglio e i vari disguidi nelle consegne delle bollette ma fate il piacere andate a z....... la terra e vediamo i risultati.
 
 
#2 Casamassimese 2014-04-01 22:24
E l'artista che ha regalato a Casamassima i cassonetti senza pedali chi è tra gli assessori!
 
 
#1 politicamente deluso 2014-04-01 15:31
Visto Casamassimesi, voi vi lamentate della situazione, ormai insostenibile, del paese (sporco, con bidoni dell'immondizia da terzo mondo, con edifici scolastici da entroterra Albanese, servizi alla cittadinanza INESISTENTI!!!!!!!!!!, manto stradale simil Bagdad post bombardamenti, cani randagi in ogni dove,giardini pubblici non pervenuti ecc. ecc.) mentre i nostri amministratori stanno trasformando, con il loro duro lavoro, la nostra cittadina nel paese dei balocchi, quindi zitti e non siate sciocchi. P.S. ma il pifferaio non doveva dimettersi? Povera Casamassima.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI