Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

LA MAGGIORANZA DISERTA IL CONSIGLIO COMUNALE

consiglio 28 mar 2014

A due riprese "non esiste il numero legale". Così il consiglio comunale convocato per ieri, venerdì 28 marzo, non si svolge ed è aggiornato in seconda convocazione alle ore 17 di lunedì 31 marzo.

Sono pressappoco le 17.30. La sala consiliare del Comune appare spettrale quando alcuni cittadini occupano le sedie destinate al pubblico per assistere al consiglio che di lì a poco avrebbe dovuto svolgersi. Si sarebbe trattato del primo consiglio comunale dopo svariati mesi di silenzio, sul fronte dell'operosità e delle risposte ai cittadini, da parte dell'amministrazione comunale.

Al momento dell'appello tra i banchi dell'opposizione figurano Nitti, Loiudice e Rella per il Pd e Lilli per Sel e Prc, mentre nell'opposta fazione spicca una figura solitaria, il consigliere Pignataro, l'unico rappresentante della maggioranza a presenziare l'assise pubblica.

La situazione si conferma mezz'ora dopo quando, al momento del secondo appello, solo i due rappresentanti di Autonomia cittadina, Rodi e Fortunato, si uniscono al resto del gruppo. L'opposizione è al completo ma non sussiste ugualmente il numero legale. Risultato: il consiglio comunale non si fa.

Tante le interpellanze, anche di stringente attualità, presentate nei giorni scorsi dai diversi schieramenti politici, la cui discussione è rimandata alla prossima settimana, sempre che questa volta si verifichino le condizioni necessarie affinché il dibattimento possa finalmente prendere forma.

Lo stesso Pignataro, consigliere di maggioranza, si era fatto promotore di un'interpellanza riguardante presunti abusi riconducibili all'area Auchan e ai suoi terreni. "Occorre che io chiarisca, perché non vorrei si pensasse che voglia strumentalizzare la morte di una persona, che quell'interpellanza l'avevo presentata prima che la signora georgiana morisse su quel ponte", spiega Pignataro. "Ho chiesto una perizia a un avvocato - precisa - per capire come siamo messi in quanto a proprietà al centro commerciale. Tale parere è stato depositato già a giugno dello scorso anno". "Mi sembra - sottolinea - che da allora sia passato un bel po' di tempo, anche troppo, e che forse sia necessario capire una volta per tutte come stanno effettivamente le cose, in prima istanza attraverso un consiglio monotematico sull'argomento".

Poi tornando sull'episodio del giorno aggiunge: "Oggi mi sono recato al Comune perché credevo si sarebbe svolto un consiglio comunale. Nel primo pomeriggio mi è stato comunicato che la maggioranza non si sarebbe presentata ma nessuno mi ha spiegato le ragioni alla base di questa decisione. Mi sono presentato ugualmente come credo sia tenuto a fare ogni consigliere ma, siccome mi sembra che in seconda convocazione un consiglio comunale non possa andare avanti, soprattutto quando a mancare è la maggioranza, per quanto mi riguarda l'interpellanza sul centro commerciale sarà riproposta la prossima volta".

Come vede dunque Pignataro il futuro della maggioranza? "Questo bisogna chiederlo ad essa, perché continuo a non capire per quale motivo sia scappata", ironizza prima di allontanarsi dalla sala. Appuntamento rimandato a lunedì, quindi, per capire come andrà a finire.

Commenti  

 
#6 Fedifrago Incallito 2014-03-31 11:59
Pignataro è rimasto un sognatore, un giovane così affascinato dalla politica che, alla pari di un fidanzato perso dall'amore, è l'ultimo a sapere che la sua amata lo tradisce come l'ultimo dei *!
Il suo sentimento d'amore ha preso il sopravvento sulla ragione e qualche vecchia volpe, approfittandone, ne ha tratto vantaggi!
Povero ingenuo!
 
 
#5 Web communicator 2014-03-31 09:51
grande Pignataro, semprea al centro dell'attenzione e unico a differenziarsi da questi personaggi di dentrodestra e centrosinistra che vanno daccordo sottobanco. Ecco il segreto del successo che fa scoppiare i poveri cristi.
 
 
#4 Un vero amico 2014-03-31 08:43
E Pignataro perse anche i suoi fedeli informatori telefonici.
Meschinamente tradito!!!

Pignataro si fermerà alla sola interpellanza sull'Auchan?
Dimentica argomenti altrettanto scottanti e molto recenti da affrontare?
Ha forse timore di confrontarsi con il suo amato e patetico "professionista"?

Un vero amico.
 
 
#3 Er mejo 2014-03-30 16:15
Pignataro e' sempre contro tutto e tutti perché, incapace di costruire, in 40 dico ben 40 anni di politica all'opposizione ha solo tale imprinting mentale.
Ha allontanato tanti giovani capaci che ne mettevano in discussione la leadership solo per mostrare, più a se stesso che alla collettività, che solo lui è "er mejo". Ora che tutti, ma proprio tutti lo hanno capito a casamassima che sei il politico più superfantasticissimo di tutti, per i cittadini cosa hai costruito, cosa rimarrà a casamassima oltre la tua vis polemica? Riflettici e, per cortesia, non ricandidarti più poiché tutti ci risparmieremmo qualcosa, anche l'economato comunale.
 
 
#2 selvaggio 2014-03-29 17:50
Scappa, scappa, il traguardo e' vicino.
 
 
#1 indignato 2014-03-29 15:13
Pignataro: BASTA!!!!!
Ogni altro commento alle tue assurde dichiarazioni è inutile!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI