Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

L’EX PDL SI DICHIARA: È UNIONE DI CENTRODESTRA

ex pdl

Cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia. E così, trasponendo il principio aritmetico alla politica locale, si arriva alla conclusione che anche all'interno del gruppo consiliare ex Pdl la sostanza è rimasta invariata. Anche dopo che lo stesso gruppo, soddisfacendo una richiesta avanzata dalla componente interna alla maggioranza del Movimento Schittulli, quella di identificarsi politicamente in maniera chiara e precisa, ha delineato la sua posizione. Volete sapere – questo in sintesi il concetto espresso dall'ex Pdl – chi siamo? Siamo l''Unione del Centro Destra – Casamassima'. Pinuccio Valenzano, Antonio Episcopo, Franco Pignataro, Donato Dalfino, Rino Carelli, Michele Bovino e Franco Reginella, tutti e sette espressione dell'ex Popolo della Libertà in consiglio comunale, come già ampiamente anticipato dal nostro settimanale rimangono uniti e compatti nel portare avanti la loro azione politico-amministrativa. Un'unità e una condivisione d'intenti, la loro, che è stata ufficializzata martedì scorso, 25 febbraio, attraverso il documento numero 4.234, protocollato in municipio.

Si chiude così, almeno per il momento, una prima fase di verifica degli equilibri in maggioranza, che proprio nella settimana appena trascorsa ha visto il sindaco Mimmo Birardi impegnato in una serie di confronti e consultazioni con i vari esponenti e rappresentanti della coalizione che da oltre due anni e mezzo lo sostiene. Giovedì scorso, dunque, è arrivato il chiarimento auspicato dal gruppo consiliare del Movimento Schittulli, con il gruppo ex Pdl che si è dichiarato 'Unione del Centro Destra – Casamassima', Ucdc, secondo il relativo acronimo. Dopo un primo documento attraverso il quale il gruppo consiliare Schittulli – questa una brevissima cronistoria dei recenti sviluppi politici – aveva sollecitato delle risposte all'ex Pdl, assieme alla richiesta di identificarsi politicamente in maniera precisa a seguito dello scioglimento del Pdl e della nascita a livello nazionale del Nuovo Centrodestra e della Nuova Forza Italia, nei giorni scorsi sembrerebbe che gli stessi rappresentanti del movimento politico in assise cittadina siano tornati nuovamente alla carica, rivolgendo una sorta di ultimatum al sindaco e all'amministrazione e indicando una scadenza, quella del 21 febbraio 2014, entro la quale i sette firmatari del documento protocollato giovedì scorso avrebbero dovuto fornire le spiegazioni richieste. Ultimatum – filtra dagli ambienti ex Pdl, adesso Ucdc – che in realtà non ha influenzato minimamente la loro recente decisione, dato che la stessa stava già maturando autonomamente senza alcuna spinta esterna.

“Nell'ottobre 2013 – si legge nel testo sottoscritto dai sette rappresentanti del nuovo Ucdc in consiglio comunale – il Pdl nazionale è stato sospeso per convergere in Forza Italia 2. Al contempo è stato fondato anche il Nuovo Centrodestra, mentre a destra si assiste a un fermento che porterà al rafforzamento della componente che si riconosceva in Alleanza Nazionale. A Casamassima, nel frattempo, i componenti del gruppo consiliare hanno saldato i loro legami e rafforzato la loro unione tanto da continuare a essere identificati come consiglieri e assessori 'ex Pdl'. Pertanto, così come ci siamo presentati uniti nella lista Pdl, abbiamo deciso di continuare un percorso di unità, con l'obiettivo di rafforzare e allargare la coalizione di Centro-Destra, della quale siamo e saremo soggetto qualificato e determinante. Al di là delle sigle e delle etichette – proseguono i rappresentanti dell'Ucdc – abbiamo deciso che la nostra priorità resta e resterà l''Unione del Centro Destra – Casamassima' (col nuovo nome scritto in grassetto, ndr), che intendiamo rappresentare in nome e nel rispetto della storia e del percorso di coerenza di ognuno di noi. I nostri elettori – spiegano ancora i cinque esponenti consiliari e i due rappresentanti di giunta – sanno benissimo chi siamo, e lo hanno dimostrato alle elezioni comunali scrivendo di pugno la propria preferenza e sancendo così, inequivocabilmente, la maggioranza relativa dell'attuale consiglio comunale. A seguito della confluenza di Alleanza Nazionale e Forza Italia nel Popolo della Libertà, nel 2008 è stata sancita la fine di due partiti fortemente radicati sul territorio casamassimese, per dar vita a un unico soggetto politico. La convivenza nel Pdl delle due anime politiche (Alleanza Nazionale e Forza Italia) ha prodotto risultati oltre le aspettative, in termini di condivisione delle problematiche tra i vari componenti e, quindi, di coesione e affiatamento del gruppo che oggi ha una voce sola e gode di visibilità e riconoscibilità politica come un'unica entità di centrodestra”.

Questo è dunque il punto di vista degli ex Pdl, oggi appunto Unione del Centro Destra – Casamassima, Ucdc, che è stato evidenziato in un apposito documento sottoscritto da Valenzano, Episcopo, Bovino, Reginella, Dalfino, Carelli e Pignataro, protocollato il 25 febbraio scorso e indirizzato al sindaco e, per conoscenza, anche al presidente del consiglio, a tutti i consiglieri comunali, alla giunta e al segretario generale del nostro Comune, Anna Maria Punzi. Ora resta da capire quali reazioni si genereranno – se ci saranno – dopo che vi sono stati l'ufficializzazione e la sottoscrizione di questo stesso documento. Capogruppo della neonata Unione del Centro Destra – Casamassima resta Pinuccio Valenzano, primo degli eletti nella lista del Pdl a maggio 2011 fra coloro che ricoprono il ruolo di consigliere comunale, e già in precedenza capogruppo del Popolo della Libertà nella pubblica assemblea.

I rappresentanti del Movimento Schittulli in consiglio comunale intanto, attraverso il loro capogruppo Salvatore Nacarlo, hanno fatto sapere di essere tutti concordi nel non voler rilasciare alcuna dichiarazione sull'argomento.

Si chiude così, almeno per il momento, questa parentesi. Una parentesi che, pur avendo portato le risposte che il gruppo cittadino del Movimento Schittulli si attendeva, comunque non è stata affatto condizionata – secondo quanto emerge dal Pdl locale – dalle mosse fatte dalla componente locale Schittulli. Perché, in sostanza, L'Ucdc sarebbe nata lo stesso, a prescindere da quelle che sono state le domande avanzate al vecchio Pdl dal gruppo consiliare Schittulli. E a sostenere questa ipotesi ci sono anche le recenti dichiarazioni rilasciate al nostro settimanale dai consiglieri comunali oggi dell'Ucdc, in particolar modo quella di Franco Pignataro che, riferendosi al documento attraverso il quale il gruppo Schittulli chiedeva agli ex Pdl di identificarsi politicamente, qualche settimana fa lo aveva definito “un documento di nessuna importanza”.

[da La voce del paese del 1° marzo 2014]

Commenti  

 
#8 facce di bronzo 2014-03-14 12:42
vergognatevi, con la nomina della franchini, avete fatto un'altra figura di *.....Ma cosa più grave che avete deluso tutti i vostri elettori.
siete persone inette solo attaccati alla poltrona chissà per quali interessi.
 
 
#7 Magghiat 2014-03-14 09:30
Caduto in disgrazia il vecchio *, da tempo, il gregge, abbandonato a se stesso, bela penosamente. Il vecchio ovile é ormai pieno di nuove caprette.
 
 
#6 Marcia su Roma 2014-03-14 09:20
Ahooouuu, sveglia, che * de figura ce fate! La Franchini è stata nominata assessora! Ste facce da abbiocati! Fate fare n'altra figura de * a noi che vi abbiamo dato er voto!
Svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ahaahhahahhaaahah ahah ah ha haha ha haaaaaa haa.
 
 
#5 Alfiere Nero 2014-03-11 20:50
...rispuntano, ritradotti more histrionis UCD. Siamo davvero a livello di Plasil in fleboclisi...
 
 
#4 Lello 2014-03-11 14:54
Aoh, ma che ci fate lì!
 
 
#3 Camel 2014-03-11 09:54
Credete ancora che unendovi alla banda NCD di Massimo Cassano avrete onore e gloria. Quando invece tutta la Nota Famiglia dovrà scontare i propri * allora fuggirete come topi. Durbans compreso.
 
 
#2 Zio Tom 2014-03-10 18:05
UNIONE FALLIMENTARE....RITIRATEVI, PER CASAMASSIMA NON AVETE MAI FATTO NULLA.
 
 
#1 Uomo di dx 2014-03-10 16:52
Solo fumo negli occhi, x pdl = UCDG cambia poco o nulla, se avete dignità politica, andate a casa che fate una grande cosa per il paese.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI