Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

PIETRO CRISTANTIELLI: “ERO SOLO”

pietro cristantielli

Pietro Cristantielli è un nuovo consigliere comunale del Movimento Schittulli. Il passaggio a quest'ultima espressione politica, parte sempre del centrodestra attualmente alla guida del paese, è stato ufficializzato dallo stesso Cristantielli lunedì scorso, 27 gennaio, attraverso una lettera protocollata in mattinata presso l'apposito ufficio municipale. Cristantielli, dunque, che già nel marzo scorso aveva preso le distanze da quello che è ormai l'ex gruppo consiliare cittadino del Pdl, dopo un anno di riflessione torna a far parte di una componente consiliare. E lo fa allontanandosi dalla compagine di cui era stato parte integrante fino al momento in cui aveva scelto di dichiararsi indipendente. Compagine che dunque, rispetto a quando è stata disegnata la maggioranza attraverso il voto degli elettori, perde un esponente, e questo in attesa di conoscere quali saranno le mosse degli altri consiglieri comunali ex Pdl (Franco Pignataro, Antonio Episcopo, Pinuccio Valenzano, Donato Dalfino e Rino Carelli, quest'ultimo presidente del consiglio comunale) dopo che il Popolo della Libertà si è sciolto a livello nazionale e sono nati il nuovo centrodestra di Angelino Alfano e la nuova Forza Italia di Silvio Berlusconi.

Il fermento e i cambiamenti politici a livello centrale, disegnati a Roma, non possono dunque che incidere e avere ripercussioni pure sulla nostra Casamassima, che intanto ha registrato questo passaggio di Pietro Cristantielli al Movimento Schittulli, anche a seguito delle incomprensioni che, come detto, lo stesso consigliere comunale aveva manifestato quasi un anno fa quando di fatto era uscito dal gruppo consiliare allora ancora del Pdl. La geografia del consiglio comunale cittadino, a questo punto, inevitabilmente cambia, con il Movimento Schittulli che adesso esprime nell'assise cittadina un assessore, Gino Petroni, e tre consiglieri, il capogruppo Salvatore Nacarlo, Gianfranco Laricchia e appunto Pietro Cristantielli. Il vecchio Pdl invece, in attesa di conoscere quelli che saranno i nuovi orientamenti dei consiglieri eletti nella lista del partito alle amministrative del maggio 2011, adesso si riconosce nella pubblica assemblea attraverso il vicesindaco Michele Bovino e l'assessore Franco Reginella, e i consiglieri Pignataro, Episcopo, Valenzano, Dalfino e il presidente Carelli. Considerato il fatto che gli assessori sono parte della giunta, dunque di un organo esecutivo i cui rappresentanti non votano i provvedimenti adottati in consiglio comunale, a parte il sindaco, e che a esprimersi a riguardo sono i soli consiglieri e il presidente Carelli, dopo che Cristantielli è confluito nel Movimento Schittulli il rapporto tra i consiglieri del movimento politico stesso e quelli dell'ex Pdl è di cinque a tre.

Questo da un'analisi strettamente numerica. Ma perché Cristantielli, che come detto già un anno fa si era dissociato dal gruppo dell'allora Pdl – ma che a parte il suo dichiararsi indipendente ha sempre continuato a dirsi parte integrante della maggioranza e a manifestare unità d'intenti con la stessa - oggi ha optato proprio per l'ingresso nella componente consiliare che ha per capogruppo Salvatore Nacarlo? “Perché – ha precisato a riguardo proprio Cristantielli – mi rivedo nelle idee e nei valori del Movimento Schittulli. A marzo scorso, come ho già ampiamente avuto modo di dire e di spiegare, non condividendo più l'operato dell'allora gruppo consiliare del Popolo della Libertà mi sono dichiarato indipendente. E l'ho fatto senza mai rinnegare il partito e quelle che erano le sue linee programmatiche fuori dai confini di Casamassima. Ho pertanto cominciato, in questa fase, a votare i singoli provvedimenti consiliari secondo coscienza, dopo averli studiati di volta in volta e avallandoli se a mio parere stessero andando nella direzione di fare il bene della comunità casamassimese. Poi è avvenuto che il Popolo della Libertà, a livello nazionale, si è sciolto e hanno preso forma il Nuovo Centrodestra e la nuova Forza Italia, quindi anche noi consiglieri comunali eletti nel 2011 nella lista del Pdl siamo stati chiamati a fare una scelta, e a decidere in quale contesto politico collocarci. E io, riconoscendomi nel Movimento Schittulli, la mia decisione l'ho presa, dato che così facendo resto nel centrodestra cittadino che non ho mai smesso di supportare pur avendo preso le distanze dall'ex Pdl. Infatti ho sempre detto, anche quando ero indipendente, che comunque avrei sempre sostenuto il nostro programma elettorale presentato alla cittadinanza ormai oltre due anni e mezzo fa. Adesso, sposando e condividendo in pieno i valori del Movimento Schittulli, e dovendo comunque decidere in che area politica collocarmi dopo la scomparsa del Pdl, ho protocollato un documento nel quale spiego e motivo la mia adesione al gruppo consiliare composto da Salvatore Nacarlo, Gianfranco Laricchia e ora da me, e rappresentato in giunta dall'assessore Gino Petroni”.

Consigliere, cosa pensa del documento presentato al sindaco dai suoi firmatari Pignataro, Episcopo, Valenzano, Dalfino e Carelli, del quale è stata messa al corrente tutta la maggioranza, e nel quale si auspica una diversa gestione politica e amministrativa?

“Sinceramente – dice ancora Cristantielli – non ho dato importanza a quel documento, dato che al momento (lunedì scorso per chi legge, ndr) non ho avuto ancora modo di valutarlo con attenzione. Non sapevo nemmeno che i suoi sottoscrittori lo stessero redigendo, ma in ogni caso non mi pare il caso di stare a bacchettare il sindaco, anche perché è opportuno a mio avviso remare nella direzione che porta al bene del nostro paese e della sua gente. Il mio atteggiamento nei confronti del primo cittadino, l'ho sempre detto, è sempre stato positivo e costruttivo e anche adesso, passando al Movimento Schittulli dopo una lunga riflessione durata un anno, l'ho dimostrato. Da parte mia non c'è stato nessun salto della quaglia, tengo a precisarlo, dato che convergo in un gruppo sempre di maggioranza attraverso il quale credo si possano ottenere ottimi risultati per la nostra Casamassima”.

[da La voce del paese del 1° febbraio 2014]

Commenti  

 
#8 Chi 2014-02-14 07:43
Pietro Cristantielli... Cristantielli chi?
Uauauahhhh
Il nulla... assoluto, ma in buona compagnia con Nacarlo.
Ahahahah...
Adda' v'ni' addmanna' arret u vot. c la mazz tegghia manna'
 
 
#7 Rispettosamente 2014-02-14 07:18
Cristantielli Lei ha la faccia della persona mite e tranquilla però il vero motivo per cui è passato con Schittulli non lo dice veramente, perché non può farlo, e' una cosa tutta sua personale che deve rimanere tra Lei e Mimmo anche se tutti lo sanno perché credo passi da Rutigliano o Noicattaro.
 
 
#6 Filosofo 2014-02-12 23:15
Progetti futuri? Esponga signor Cristantielli!
 
 
#5 Domanda 2014-02-12 12:11
Che dice???
 
 
#4 Dtterist 2014-02-12 01:30
Meglio solo che mal accompagnato, caro amico mio.
 
 
#3 Libero 2014-02-12 01:23
La schiavitù nel mondo non è stata mai debellata. I primi tentativi agli inizi del 1800. Da allora è cambiato solo il nome: schiavitù moderna!
 
 
#2 Napule 2014-02-11 20:43
I... So piezz e' cor
Perché prima di un certo periodo Pietro Cristantielli decideva di volta in volta quali provvedimenti votare -credo non fosse in consiglio durante la discussione della sfiducia al sindaco e non abbia poi votato pro sindaco- ed era spesso strategicamente assente, altro che chiacchiere, e poi ha deciso di appoggiare, senza se è senza ma, il sindaco?
Aueeeeee ca' nisciun e' fess.
 
 
#1 gino 2014-02-11 10:06
ci vorrebbe piu' onestà intellettuale ,offendi l'intelligenza di chi legge
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI