Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

LE GAFFE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA SCUOLA MARCONI

scuola elementare marconi

“Leggendo la Gazzetta del Mezzogiorno di martedì scorso (7 gennaio, ndr) mi sono un attimo allertato – ha dichiarato Marco Vacchiano, ex assessore della giunta De Tommaso – e mi sono preoccupato di verificare, così ho fatto una visura catastale e ho scoperto che il sindaco si è sbagliato: la scuola Marconi risulta regolarmente catastata dal 1987”.

Il riferimento è all’articolo a firma di Valentino Sgaramella riportato sul quotidiano, nel quale Birardi, tracciando un bilancino sulle spese sostenute in favore delle scuole di Casamassima, aveva dichiarato di aver “speso 20mila euro per accatastare la scuola elementare Marconi”. “Dalla visura effettuata lo stesso 7 gennaio scorso – ha spiegato Vacchiano – emerge chiaramente che il 1° gennaio 1992 è stata effettuata una ‘variazione del quadro tariffario’, cioè una rivalutazione delle rendite catastali, e portato il valore da 24.608 lire a 55.368.900 lire (oggi circa 28mila e 600 euro). Rivalutazione effettuata sul valore iniziale che risale al codice meccanografico assegnato il 30 giugno 1987, appunto. Codice attribuito direttamente dal Catasto. Sicché si presume che il sindaco debba controllare meglio i dati e spiegare a cosa si riferiva quando ha detto di aver speso 20mila euro”. Oltre alla Marconi spunta fuori, tra le carte, anche la Collodi, regolarizzata con rivalutazione catastale il 12 gennaio 2008. Abbiamo ripreso l’argomento perché ai nostri taccuini anche il presidente del consiglio, Rino Carelli, aveva rilasciato le medesime notizie.

Ma la vicenda si evolve e sempre sulla Gazzetta del Mezzogiorno, venerdì 10 gennaio, viene riportata una rettifica del sindaco: “Solo la ‘Marconi’ è accatastata, le altre no”. E in ogni caso spunterebbe fuori dell’altro, citato sempre da Birardi: “..il Palestrone, altri immobili, quando ci siamo insediati abbiamo trovato il macello”. A cosa però si riferisca non lo ha specificato.

visura marconi

Commenti  

 
#13 vacchiano 2014-01-22 10:23
gentile cittadino le consiglio di procurarsi le visure catastali (ripeto, come ho fatto io, prima di parlare) delle scuole e si renderà conto che sia lei che il Sindaco dite una marea di fesserie... non si può commentare qualcosa senza sapere di cosa si sta parlando. e prenda esempio dal commento numero 12. quella persona si che ha capito tutto di questa amministrazione. se cosi si può ancora chiamare. e con questo chiudo qui la questione, anche perchè io sono sicuro di quello che dico, a differenza di qualcun altro
 
 
#12 Cialdedd 2014-01-21 09:21
La cosa che più mi stupisce è la nonchalance ed il sorriso con cui il Sindaco dica tante fesserie e l'ingenuità dei pochi che ancora gli credono!
 
 
#11 cittadino informato 2014-01-21 08:34
il sindaco ha chiarito anche in consiglio comunale, ero presente io, che tutte le scuole ad eccezione della scuola Marconi non sono accatastate,. Tant'è che si è riusciti a partecipare ad un bando di finanziamento solo per la scuola Marconi perchè lo stesso bando chiedeva l'accatastamento. nell'ultimo bilancio di previsione sono stati messi € 20.000 per l'accatastamento di tutte le altre le scuole. Non dire tu fesserie Vacchiano. P.S. Anche il palestrone ha riferito il Sindaco non è accatastato. Ma che cosa avete fatto nei lunghi anni di vostra amministrazione oltre alle fontane , a non fare manutenzione alle strade, a non andare in Provincia per avere una scuola superiore. Avete solo aumentato il contenzioso per dare soldi agli avvocati amici di partito? o avete pagato € 500.000 alla ditta che si occupa di smaltimento rifiuti? come mai non avete controllato?
 
 
#10 vacchiano 2014-01-20 19:29
caro cittadino le assicuro che il sindaco sulle scuole ha detto fesserie!!! e lo dimostrano le carte!
 
 
#9 cittadino 2014-01-20 16:02
caro Vacchiano, non ha saputo ben leggere il mio commento; ho specificato "se è vero" quindi fesserie non le ho scritte. Il mio è stato un commento da normale cittadino non appena ho letto l'articolo, non vado in nessuna agenzia a richiedere l'accatastamento delle scuole, non perchè non mi interessa, ma semplicemente perchè penso che il Sindaco (che tra l'altro non conosco)non avrebbe potuto dire queste falsità con il rischio di essere attaccato come, infatti, ha fatto lei. Ci pensi, ci pensi Sig. Vacchiano, qualcosa non torna.
 
 
#8 Vacchiano 2014-01-19 17:10
Gentile cittadino, invece di celarsi dietro uno pseudonimo abbia il coraggio di firmarsi.. Se poi per lei la replica che ho fatto significa spettegolare la sua risposta cosa sarebbe? Lei e' uno dei classici casamassimesi paesani che non sapendo cosa dire scrive fesserie. Prima di parlare la invito a rivolgersi a qualsiasi agenzia e richiedere (a pagamento come ho fatto io) tutte le visure catastali delle scuole di Casamassimese e si accorgerebbe che quello che dice il suo amico Sindaco non corrisponde a verita'.. Se le scuole non fossero accatastate i bambini non potrebbero nemmeno metterci un piede dentro.. Ed io le garantisco che sono accatastate.. La prossima volta prima di parlare, solo perche' e' amico + di uno che dell'altro, si informi meglio.. Io non sono amico di nessuno ma conosco tante persone, se ho fatto questo articolo e' solo perche' da ex amministratore mi sono sentito chiamato in causa.. Lei al posto mio cosa avrebbe fatto se qualcuno avesse detto qualcosa di sbagliato sul suo conto? Ah dimenticavo, fa parte dell'indole dei paesani parlare e sparlare degli altri invece che pensare ai fatti propri. Saluti
 
 
#7 cittadino 2014-01-18 21:24
caro Vacchiano, se è vero che le scuole non sono accatastate, tranne la Marconi, tu quando eri assessore della giunta De Tommaso cosa cavolo sei stato a fare? Adesso cosa vuoi? Ti piace solo spettegolare, è l'unica cosa che sai fare.
 
 
#6 Pepò 2014-01-18 10:00
Incapaci !!
Andate a zappare !!!
 
 
#5 R.Siffredi 2014-01-17 22:18
Per post 4: beata ignoranza!
 
 
#4 x alfiere nero 2014-01-17 13:31
Quindi? Cosa volevi dire? Invece di sostentare la (eventuale?) cultura con paroloni e frasi ad effetto, poche righe e concetti più chiari! Grazie
 
 
#3 Fiducioso 2014-01-16 20:53
Gaffes su gaffes. Questa è la norma. Pazienza, devono apprendere!
 
 
#2 Buon Cristiano 2014-01-16 20:50
Vacchiano non inciti il sindaco a parlare. Ma cosa deve specificare?
Padre perdona loro che non sanno quel che fanno ( o dicono).
 
 
#1 Alfiere Nero 2014-01-16 14:48
Birardi, le fiabe e le gaffe

Non sono giorni facili, nell'ora perigliosa che stiamo vivendo; e la gaffe, per eccessiva precipitazione o per accidia mortale di Birardi, potrebbe essere fatale agli incerti. E tocca sceverare, con molta perspicacia, tra il grano delle cose serie e il loglio delle futilità, nella Babele degli slogans e delle parole d'ordine piene di vuoto della sua campagna elettorale del 2011.
Mi faccio del male a ironizzare sul degrado del paesaggio casamassimese; dico sempre a me stesso che il tempo che mi resta da vivere lo dovrei dedicare alle mense della povera gente, a leggere (ed a far leggere) “I quaderni dal carcere” di Gramsci, le opere letterarie di Silone, Pasolini, Calvino, Sartre, Camus, Bobbio, i fratelli Rosselli, Turati, e gli scritti di Di Vittorio; i brani del Clavicembalo ben temperato o le suite per violoncello eseguite da Rostropovich (che riesco ormai a ricordare soltanto quando le riascolto; il bene perduto, che ricompare per la malia di una immagine, di un accordo, di un profumo, dimenticati nel monte di pietà della memoria).
Per insipienza, per il desiderio colpevole di novità, per la voglia di distogliere lo sguardo e la mente dallo spettacolo raggelante offerto dalla rappresentanza istituzionale della nostra cittadina, mi rifugio in qualche decente editoriale o nei famigerati "dibattiti" della televisione di "prima serata".
I casamassimesi sogneranno gnomi custodi di monete d'oro, fatine dal biondo crine suonatrici di spinette, e rane e lucci d'argento, guizzanti senza posa in laghetti colorati di cielo. E gli dovremo spiegare, con calma, che, a vegliare sul loro sonno, non ci saranno nibelunghi e fate dalla voce flautata, ma Birardi, Pignataro & Company. La cattiva politica e l’ingenuità dei gonzi, sempre attivi nel Campo dei Miracoli. Un buon governo a Casamasima ha bisogno, tutti i giorni, anche quando sono fuori servizio, di servitori dello Stato, dalla tempra la cui spocchia si chiama invece, terra terra, dignità..Poi, Deo iuvante et fortuna patriae, sarà quel che sarà.
Una storia triste, tutto sommato; una storia antica e nuova, sempre attuale, nel 2011, 2012 2013 come nel 2014, se Birardi continuerà ad essere sindaco di Casamassima. E non c'è peggior sordo di chi si sente male.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI