Martedì 18 Dicembre 2018
   
Text Size

IL DIRIGENTE: “NON HO PIÙ SENTITO NESSUNO”

scuola superiore francesco scaramuzzi

“In merito alla nuova scuola superiore di Casamassima, e al suo indirizzo di studi, ritengo sia opportuno attendere a riguardo il parere definitivo della Regione. Al momento, dunque, credo sia superfluo aggiungere altro”. Il preside del 'Rosa Luxemburg' di Acquaviva, Francesco Scaramuzzi, va con i piedi di piombo, e non si sbilancia, per quel che riguarda la scuola da lui guidata, nel dare pareri per ciò che attiene il dimensionamento della rete scolastica e la programmazione dell'offerta formativa per l'anno 2014-2015. E questo sebbene la Provincia si sia già espressa, adottando la proposta che ritiene accoglibile l'istituzione di una sede distaccata qui a Casamassima (la sede centrale resterebbe il 'Rosa Luxemburg' di Acquaviva) di un alberghiero e di un istituto per i servizi commerciali, a patto che non vi siano oneri aggiuntivi per la Provincia. La tempistica a riguardo – lo ricordiamo a beneficio dei nostri lettori – prevedeva che i Comuni adottassero i piani relativi al dimensionamento della rete scolastica con apposito atto deliberativo e li trasmettessero poi alla Provincia di appartenenza entro il 20 novembre di quest'anno. Le Province a quel punto, acquisiti i piani comunali, erano chiamate ad approvare e trasmettere i piani provinciali alla Regione e all'ufficio scolastico regionale, entro il 30 novembre 2013. La Regione a sua volta, acquisiti dall'ufficio scolastico regionale il parere e gli eventuali rilievi in ordine alla coerenza con l'assetto ordinamentale vigente delle proposte comunali e provinciali pervenute, sulla base dei piani provinciali, delibera il piano regionale di programmazione della rete scolastica e dell'offerta formativa entro il 31 dicembre 2013. Ecco perché il preside Scaramuzzi ha precisato di voler attendere che la Regione si esprima definitivamente sull'argomento, dato che la scadenza del 31 dicembre non è poi lontana.

Ma che succede dopo? A dare risposta all'interrogativo è sempre il preside Scaramuzzi. “Una volta giunto il parere finale della Regione – osserva quest'ultimo – se tutto dovesse essere confermato secondo le indicazioni della Provincia, allora noi del 'Rosa Luxemburg' ci prepareremmo per fare orientamento nelle scuole medie del territorio. E lo faremmo presentando agli alunni che quest'anno prenderanno la licenza media, e che l'anno prossimo si iscriveranno alle superiori, le attività della nuova scuola superiore di Casamassima e le potenzialità dei nuovi indirizzi di studio, alberghiero e istituto per i servizi commerciali. Per far questo, ovviamente, avremmo bisogno del sostegno e del supporto dell'amministrazione comunale di Casamassima, che ci auguriamo a quel punto possa aprire le porte alla nostra scuola. Da quando l'amministrazione comunale di Casamassima – prosegue Scaramuzzi con tono pacato, ma allo stesso tempo contraddistinto da una vena di amarezza – ha revocato alla nostra scuola la richiesta di presentare per il nuovo edificio d'istruzione domanda per un alberghiero, non ho più sentito nessuno. Dal 18 novembre scorso, dunque da oltre un mese, come detto da quando l'amministrazione casamassimese ha revocato la richiesta di un alberghiero inizialmente inoltrata alla nostra scuola, io non ho più avuto contatti con nessuno del Comune di Casamassima. Probabilmente anche i rappresentanti dell'ente municipale attendono di conoscere le decisioni definitive della Regione, ma se tutto dovesse essere confermato secondo le linee adottate dalla Provincia, mi auguro che si possa avviare una collaborazione comune per far partire la nuova scuola superiore a Casamassima. Sono cinque anni – conclude il preside – che io sto lavorando per inaugurare la scuola superiore nel territorio casamassimese, perché credo in questo progetto e perché ritengo che Casamassima abbia la vocazione ad accogliere un istituto d'istruzione di indirizzo commerciale, oltre che alberghiero. Sarebbe interesse di tutti riuscire a far partire la nuova realtà didattica il prossimo mese di settembre, pertanto credo che se la Regione sposerà la linea tracciata dalla Provincia ci si debba mettere tutti insieme all'opera per centrare l'obiettivo. Ecco perché mi auguro che, una volta ottenute le risposte definitive dalla Regione, l'amministrazione possa come detto aprire le porte alla nostra scuola”.

“Nei confronti del preside Scaramuzzi – sottolinea invece il consigliere comunale di maggioranza ex Pdl, Franco Pignataro – da parte nostra non c'è nessun problema. Già nel recente passato ho detto che è bene che tra istituzioni ci sia collaborazione e non attrito, quindi sono convinto che anche i problemi che ci sono stati possano essere superati per il bene di tutti. Personalmente non ho nulla in contrario circa l'apertura di una sede distaccata qui in paese del 'Rosa Luxemburg' di Acquaviva, quel che temo è solo il fatto che non si riescano a raccogliere 150 nuove iscrizioni per poter coprire cinque classi con quel solo indirizzo di studi. E non so come si possa attivare un alberghiero con le risorse a disposizione. Per questo avevo chiesto al sindaco di provare a ottenere oltre alle classi del 'Rosa Luxemburg' anche delle sezioni dell'alberghiero e del tecnologico, un nuovo indirizzo moderno e al passo coi tempi. In ogni caso, adesso attendiamo il parere della Regione per poi muoverci per far partire e funzionare la superiore nella nostra cittadina. Siamo una località di ormai 20.000 abitanti, con un sacco di giovani studenti che per studiare vanno fuori paese, quindi è interesse di tutti far finalmente partire il progetto scuola, e per questo lavoreremo tutti insieme”.

[da La voce del paese del 21 dicembre 2013]

scuola superiore stralcio del pr 2013

Commenti  

 
#1 Mimmo Trimonti 2014-01-05 01:35
L'istituto commerciale è in forte declino e senza alcuno sbocco lavorativo, checché ne dica Pignataro!
Il comune di Casamassima non potrà mai attrezzare la sede per un funzionale alberghiero, i costi sono elevatissimi. Se poi vorrà "arrangiare", le probabilità del fallimento saranno altissime!
O si fanno le cose per bene o si chiude baracca e burattini!
Ma quando lo consegnano questo immobile?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI