Mercoledì 12 Dicembre 2018
   
Text Size

SCUOLA SUPERIORE, ISTITUZIONI IN IMBARAZZO: COLPE?

scuola superiore giu 2103

Soffia forte il vento della polemica all'interno del mondo politico locale, all'indomani della lettera scritta dal dirigente scolastico dell'istituto 'Rosa Luxemburg' di Acquaviva, Francesco Scaramuzzi, attraverso la quale il preside ha espresso tutto il suo disappunto nei confronti del sindaco del nostro paese, Mimmo Birardi, per come è stata gestita la questione relativa alla nuova scuola superiore e all'indirizzo di studi da dare alla stessa. E se Scaramuzzi, in merito all'argomento, ha parlato senza mezzi termini di “scorrettezza istituzionale” da parte del Comune di Casamassima, ma anche di “improvvisazione e mancanza di programmazione” da parte del primo cittadino, i rappresentanti dei partiti casamassimesi si sono divisi. Se da un lato, infatti, vi è chi difende strenuamente l'operato di Birardi, dall'altro vi è chi non gli risparmia critiche anche feroci. Ma anche nella maggioranza consiliare c'è chi, in questa circostanza, avrebbe preferito un atteggiamento diverso da parte del sindaco. E' il caso del consigliere comunale Franco Pignataro, che adesso auspica che la questione venga affrontata con buon senso da tutti i protagonisti al centro della vicenda.

“Al sindaco – spiega a riguardo proprio Franco Pignataro – era stato suggerito, una volta concessoci dal preside del 'Rosa Luxemburg' l'indirizzo scolastico 'servizi commerciali', senza il quale con ogni probabilità non avremmo potuto comunque avere la scuola superiore qui in paese, di provare a ottenere anche l'istituzione di un altro indirizzo, al fine di un'eventuale successiva autonomia. A mio parere, per esempio, nell'ottica di raggiungere col tempo i 900 studenti necessari a ottenere l'indipendenza, visto che qui a Casamassima nascerà una succursale, avremmo potuto richiedere un indirizzo tecnologico, introdotto nel 2010 dall'allora ministro della pubblica istruzione Mariastella Gelmini, che ci avrebbe probabilmente garantito un buon numero di iscritti. Era stato dato mandato al sindaco, pertanto, di sondare il terreno per valutare la possibilità di portare in paese questo indirizzo di studi, o anche un alberghiero, allo scopo di riempire le cinque sezioni e le venticinque classi previste con l'apertura della nuova scuola. Il tutto, con l'obiettivo di scongiurare il rischio che l'istituto potesse rimanere un 'contenitore' vuoto o solo in parte occupato dagli studenti. Ecco perché la richiesta, avanzata allo stesso dirigente del 'Rosa Luxemburg', di attivarsi per provare a portare qui a Casamassima, nella succursale dell'istituto da lui diretto, anche delle sezioni della scuola di servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera. Poi ci sono state delle incomprensioni tra il sindaco e il preside della scuola di Acquaviva che sono sfociate nella lettera (pubblicata una settimana fa sul nostro settimanale, ndr) scritta da quest'ultimo. Di quest'ultimo atto della vicenda sono personalmente desolato e adesso spero vivamente che i rapporti istituzionali tra la scuola e il nostro Comune possano presto migliorare, nell'interesse di tutti. Mi auguro pertanto che i protagonisti di questa vicenda, con buon senso e tendendosi a vicenda una mano, possano ripristinare la correttezza istituzionale che è un elemento imprescindibile nei rapporti tra enti che rappresentano lo Stato”.

Totalmente dalla parte del sindaco, invece, l'assessore a politiche fiscali e tributi, Franco Reginella. “Scorrettezza istituzionale da parte del nostro primo cittadino? Il nostro obiettivo – osserva Reginella – era quello di attivare qui in paese anche delle sezioni dell'alberghiero, l'indirizzo di studi secondo il mio personale parere più adatto alla realtà casamassimese, anche in considerazione del fatto che molti studenti della nostra cittadina si spostano fuori per frequentare questo tipo di scuola. L'obiettivo del sindaco, da sempre e al di là del tipo di orientamento didattico da dare alla nuova struttura scolastica, è prima di tutto quello di riempire aule e sezioni. E questo perché non ci possiamo permettere di avere un istituto superiore nuovo di zecca ma poi privo di studenti. L'idea di regalare alla cittadinanza un istituto professionale ma anche delle sezioni dell'alberghiero non è affatto peregrina, se la si inquadra nell'ottica di riempire la nuova scuola di alunni. Tra gli alberghieri di Bari e Castellana, inoltre, gravitano una trentina di giovani casamassimesi, che potrebbero invece studiare qui in paese se fossero attivate sezioni con questo indirizzo di studi. Ecco perché il sindaco ha operato chiedendo l'alberghiero, e l'ha fatto nell'interesse della gente di Casamassima. Se poi ci sono state delle incomprensioni col preside di Acquaviva è chiaro che la cosa ci dispiace, ma ora cercheremo di limare le frizioni”.

Di tenore del tutto opposto, ovviamente, le reazioni della minoranza, che si è detta senza mezzi termini sconcertata per come la maggioranza ha gestito la vicenda. “La lettera inviata al nostro sindaco e alle istituzioni scolastiche competenti dal dirigente del 'Rosa Luxemburg' – fa sapere a riguardo il segretario di Autonomia cittadina, Franco Pastore – non fa altro che confermare il nostro pensiero su questa amministrazione: 'improvvisazione e mancanza di programmazione, incompetenza nell'affrontare così tardivamente e in modo approssimativo i problemi, scorrettezza istituzionale' sono soltanto alcuni passaggi della lettera in questione. Ora, al di là delle ragioni di opportunità sulle scelte e dei calcoli momentanei più o meno risibili, utili a giustificare un'opzione anziché un'altra, rimane lo sconcerto e il profondo senso di amarezza nel constatare, ancora una volta, il giudizio pesantemente negativo che viene verso i nostri rappresentanti, e che purtroppo ricade automaticamente sul popolo che li ha eletti. Questo scenario ci rattrista, e proviamo un senso di vergogna per l'immagine che da un po' viene proiettata di Casamassima. Ogni volta ci chiediamo: sarà l'ultima?”.

Quanto emerso – sottolinea invece il segretario cittadino del Pd, Adriano Bizzoco - contiene degli elementi che il nostro partito ritiene di gravità assoluta. Scoprire dalle parole di un dirigente scolastico che questa amministrazione, nella persona del sindaco, ha gestito una doppia trattativa con due istituti scolastici differenti, negli ultimi quattro giorni prima della scadenza dei termini per la definizione dei nuovi indirizzi di studio (la scadenza era fissata al 20 novembre, l'accordo con l'istituto alberghiero di Castellana è datato 16 novembre, la disdetta indirizzata al 'Rosa Luxemburg' è datata 18 novembre), rappresenta per noi un'ulteriore conferma dell'incapacità di programmare seriamente il lavoro e della naturale tendenza all'improvvisazione da parte di questa compagine amministrativa. Oltretutto intendiamo approfondire il passaggio in cui si subordina l'accettazione da parte dell'istituto alberghiero di Castellana all'impegno da parte del comune di Casamassima di allestire a proprie spese tutti i laboratori necessari (di cucina e non solo). Un impegno di spesa reso ancora più aleatorio dal fatto che, stando alle ultime indiscrezioni di stampa, lo stesso istituto alberghiero di Castellana avrebbe dato parere favorevole all'apertura della propria sede distaccata, anche al comune di Noicattaro (con la differenza che lì ci sono strutture già pronte)”.

[da La voce del paese del 30 novembre 2013]

Commenti  

 
#15 Signora Lucia 2013-12-19 09:42
Le iscrizioni sono aperte?
 
 
#14 Neos 2013-12-18 13:15
In questo momento l'unico diploma da conseguire è l'alberghiero!
L'alberghiero! L'ALBERGHIERO!
Porterà dei benefici a tutti, vedrete!
Non contate solo i 30 alunni di Casamassima, contate qpure quelli che si spostano da Turi, Adelfia, Rutigliano eccetera!
 
 
#13 Renzo 2013-12-18 13:03
Ma quale imbarazzo? È un normale stile di vita!
 
 
#12 Vincenzo Boris 2013-12-15 19:36
In questo momento l'unico diploma da conseguire è l'alberghiero!
Non avanzate altre proposte che potrebbero solamente confondere ancora di più i nostri poco preparati amministratori!
Ancora per qualche anno in Italia ci sarà forte richiesta di ragazzi diplomati e poi bisognerà guardare all'estero, dove la cucina italiana è molto richiesta! Comunque l'alberghiero non sforna solamente cuochi specializzati, ma maître de salle, receptionnist e...
Se poi alla regione decidono di lasciare a comuni più qualificati questo indirizzo scolastico, pazienza. Dovremo accontentarci della solita scatola cinese: bella fuori è vuota dentro!
Ciao
 
 
#11 Facete 2013-12-13 10:52
perchè non ci facete un cientro per anziani? tanto a casamasima ci sono solo queli!
Potere agli anciani!
 
 
#10 Aimèèè!!! 2013-12-13 08:46
PAX all'anima del Dott. Franco Sorrentino...." Ma vù a chidd lavit a votà arret???"...... Si può Si può :-(
 
 
#9 Giuseppe75 2013-12-12 21:42
Caro Vittorio ai detto bene,nonostante l'insignificante operato di questa amministrazione, i cittadini di Casamassima quando incontrano gli amministratori gli sorridono in faccia e gli danno confidenza,forse un vaffa o uno sguardo stucchevole sarebbe più utile per lanciare un segnale di insoddisfazione.Purtroppo i cittadini di Casamassima tendono a votare e a farsi rappresentare da gente che non ha la capacità di reagire.Io con larghissimo anticipo già avevo predetto il destino della nuova scuola superiore che sarebbe stato quello del palestrone nuovo di zecca ma che attualmente e alla deriva.
Colgo l'occasione per ringraziare il nostro sindaco e tutti gli amministratori e assessori anche quelli di opposizione per il tanto sudore e la tanta dedizione che offrono a Casamassima e l'impegno con cui riscaldano le sedie della giunta. ANDATE A .........!!!!! VOI E GLI STOLTI CASAMASSIMESI CHE VI VOTANO E VI FANNO IL SORRISO IPOCRITA,va bene cosi alla fine e quello che si meritano i cittadini di questo paese.
Io sono nato qui ma sono molto afflitto perché man mano che passa il tempo mi accorgo che non ci sono risorse umane politiche che abbiano sentimento e dedizione per questo paese ,piuttosto vi è gente che contribuisce notevolmente al debusciamento di questo comune.Complimenti!!!!
 
 
#8 Non casamassimese 2013-12-12 20:37
Per Casamassimese post 6.
Se i Casamassimesi si esprimessero tutti come te, rinuncerei volentieri alla cittadinanza!
 
 
#7 Vittorio 2013-12-12 20:32
Caro Michele, chi ti parla è molto al di là del semplice "grillismo".
Casamassima merita questi amministratori, pochissimi hanno capacità di reazione! Se ognuno di noi togliesse il semplice saluto a questi...li deridesse per strada e li mettesse alla berlina, i risultati non tarderebbero ad arrivare! Vedo gente che ancora si prostra quando li incontra!
Un'altra occasione perduta con una scuola che non decolla!
Ma sì, c'è la pro loco che ci propina feste, festicciole, musica e danze!
Ne faremo di strada, amico mio!
 
 
#6 Casamassimese 2013-12-12 18:32
Penso solo una cosa: anziché parlare parlare parlare, ogni tanto fate e vedrete che ci sarà qualcuno che parlerà anche di Voi!
 
 
#5 michele amoruso 2013-12-12 16:27
anche la Scuola, oggetto di chissà quali remoti contenziosi.
Quello che più colpisce e rattrista, è il modo con il quale viene trattato il cittadino di Casamassima. un individuo senza nessun valore, incapace di offrire il pur minimo e banale contributo ad una diatriba, che senza spingersi troppo nelle interpretazioni dei fatti,potrebbe essere superata con qualcosa alla quale nessuno aveva pensato. deve per forza essere un istituto alberghero, o comerciale? e se fosse un centro informatico di livello superiore, o chissà cos'altro esistente su questa terra?
non è possibile ignorare il cittadino ridotto a puro elettore quando richiesto e mai protagonista dello sviluppo della propria comunità.

risolvete ogni cosa:INTERPELLATE I CITTADINI
 
 
#4 max 2013-12-12 15:54
Perché non un istituto agrario???
 
 
#3 Forcone 2013-12-12 14:45
Bisognerebbe matterie davanti al comune ed evitare di far entrae tutti gli esponenti di questa pessima amministrazione.
È indifendibile il sindaco, regginella eè meglio che tace, perché finora ha detto solo * vedesse anche quanti studenti fanno i pendolari per frequentare istituti commerciali. Siete solo vergognosi e senza dignità
 
 
#2 Gigi 2013-12-12 14:41
Istituto nato sotto una cattiva stella e con tanti problemi!
Le colpe? Della triste inefficienza delle persone che fin dall'inizio hanno gestito male la cosa!
E chissà quando finirà!
 
 
#1 giacomo cristantiell 2013-12-12 14:25
si ragiona sempre nel modo sbagliato e improduttivo in questo paese. alberghiero perchè nei nostri paraggi non ve ne sono invece commerciale turi acquaviva bari castellana rutigliano triggiano ecc. ecc, certamente ci saranno delle spese da sopportare ma alla fine i conti torneranno grazie alla grande affluenza di alunni che ci sarà. ne gioverà anche il commercio casamassimese tipo bar salumerie ed altro.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI