Lunedì 17 Dicembre 2018
   
Text Size

ROCCO BAGALÀ SOSTIENE RENZI A CASAMASSIMA

pd rocco bagala

“Gli uomini vincenti trovano sempre una strada... i perdenti una scusa”. È con le parole di JF. Kennedy che Rocco Bagalà apre la chiacchierata sui risultati piddini a Casamassima: “Matteo Renzi è l’alternativa reale a ridare credibilità ai partiti”, ridacchia. Ride, per la verità, pensando al leader Maximo, quello che ancora – a nostro parere – conta a Bari. “D’Alema piange – ribatte Bagalà – e non vuole ammettere di aver perso. Insomma, i risultati pugliesi parlano chiaro: è Renzi che ha vinto”. Ma a Bari, insistiamo, è Cuperlo, il “bello e democratico” (come recita il suo slogan) ad essersi aggiudicato la manche. “D’Alema – incalza lui – non ha imparato a perdere e minaccia scissioni. Per questo che mi venivano in mente le parole di un uomo che ha unito, Kennedy. Ma non mi sembra che lui (D’Alema, ndr) stia reagendo bene all’erosione del potere nel partito”. A Bari però, è ancora il nostro parere, il feudo dalemiano pare abbia restituito numeri favorevoli al suo candidato. “Allora – stigmatizza Bagalà – facciamo così. Contiamo. In Puglia Renzi ha vinto su Cuperlo e su questo non ci sono dubbi, sono i numeri che lo dicono (41,7% a 34%, ndr). Taranto, Brindisi e Bat sono nettamente per il sindaco di Firenze”. Il nostro cruccio però resta il capoluogo, tant’è che facciamo osservare che la partita per le candidature a sindaco di Bari si riapre: “Abbiamo espugnato il feudo dalemiano, aveva detto Michele Emiliano, no? Per cui andiamo avanti e pensiamo a lavorare bene. Ora ci sono le primarie aperte e sarà qui che si giocherà la partita vera”. “Il tempo è finito – sottolinea enfaticamente Bagalà – tocca ai quarantenni”.

pd cambiaverso casamassima

Rocco Bagalà – ricordiamo – è da un paio di settimane nella segreteria organizzativa del Pd locale ma è anche delegato provinciale della mozione di Renzi su Casamassima, referente del Comitato elettorale del sindaco e delegato provinciale del Pd eletto durante l’ultimo congresso. Sabato 23 dovrebbe svolgersi l’assemblea provinciale per la costituzione formale del direttivo e della segreteria provinciale e lui è dentro la squadra. “Il lavoro che abbiamo fatto in passato – riferisce il renziano della prima ora – ci ha dato l’opportunità di consolidare il gruppo di lavoro e adesso punteremo sul messaggio ‘Casamassima cambia verso’, sulle orme dello slogan nazionale”. “È un bisogno che diventa esigenza”, sentenzia. Ma perché tanta sfiducia nei partiti, chiediamo. “D’Alema nel centrosinistra e Berlusconi nel centrodestra – è il suo ragionamento – hanno contribuito a demolire i partiti e a favorire il sorgere delle liste civiche e del movimento di Grillo. Se poi cambiassimo questa benedetta legge elettorale ci renderemmo conto di quanto sia necessario il rapporto di fiducia tra elettore e candidato. Vedi la debacle dei 5 stelle in Basilicata”. E dunque, su cosa punterete in campagna elettorale? “Be’, i temi cari sono quelli della riforma elettorale appunto, del lavoro (con la rivisitazione della riforma Fornero), la semplificazione del Parlamento, l’istruzione e la detassazione”. "E poi - conclude - spazio ai giovani”.


[da La voce del paese del 23 novembre 2013]

Commenti  

 
#9 Xxxxxxx 2013-12-10 14:43
La sinistra è morta, con l' illusione di una rinnovata onda ideologica. Il liberismo nn fu e nn puó essere di sinistra. Loro, i fautori di mille scissioni, di spedizioni puntive, venditori di fumo, sono ancora là, presenti, sotto mentite spoglie. Pronti ad abbeverare, un popolo che ha sete , di giustizia e riscatto sociale. Ma l 'Italia, si sa, segue la moda del momento, salvo poi, pentirsi di essersi sprecata ed illusa x un nuovo che non c'è. Addio Donne e Uomini di sinistra. Bentornata Democrazia Cristiana
 
 
#8 Catone 2013-12-09 19:44
Il centrosinistra italiano, dopo vent' anni passati a spacciarsi per partito socialdemocratico, ma alla prova dei fatti sempre liberista e privatizzatore, mette fine a ogni ambiguità: è ufficialmente un partito liberista dichiarato che va ad aggiungersi al pdl, alla lega e alle sparate anti dipendente pubblico di Grillo. A che serve la legge elettorale se non si può scegliere nulla di diverso?

MATTEO RENZI, IN UN' INTERVISTA DEL 2012 SUL FOGLIO:

"“Dimostreremo che non è vero che l’Italia e l’Europa sono state distrutte dal liberismo ma che al contrario il liberismo è un concetto di sinistra, e che le idee degli Zingales, degli Ichino e dei Blair non possono essere dei tratti marginali dell’identità del nostro partito, ma ne devono essere il cuore”.

Ed ebbero la faccia tosta alle scorse primarie di usare lo slogan: "Per il Bene Comune.."
 
 
#7 Rocco Bagalà 2013-12-07 22:17
L'area di riferimento del PD è il CENTROSINISTRA e non la SINISTRA...RIBADISCO che D'Alema dovrebbe capire che non è più il suo tempo ( mille i motivi...)come lo capi Andreotti...e sulla legge elettorale COMUNQUE QUELLO VOLEVAMO TUTTI SPERANDO in una soluzione quanto più adeguata ai cittadini che devono avere la possibilità di scegliere chi li rappresenta. Renzi non è alla ricerca sfrenata della caduta del Governo anzi adesso dopo l'elezione a Segretario vedrete che saggiamente aspetterà le altre riforme strategiche e prioritarie per gli italiani cosi come ha detto.
 
 
#6 Rocco Bagalà 2013-12-06 16:04
Spero un giorno, appunto, di avere molti tifosi come amministratore, la passione per il territorio è GRANDISSIMA,la voglia di fare TANTO per il NOSTRO FUTURO anche...ho un bel po' di IDEE spero di METTERLE IN PRATICA quanto prima...
 
 
#5 Nicola X 2013-12-06 15:13
Bello scherzo giocato a Renzi dal clan Dalema, guarda caso dopo sette anni e cinque giorni prima del congresso PD la Consulta si accorge che il porcellum e' incostituzionale, quindi niente legge elettorale niente elezioni per Renzi che voleva buttare giù Letta da segretario PD. Alle elezione del 2015 il povero Matteo arriverà sfinito e perdente. Mai sfidare *' ( prima era Andreotti oggi è D'Alema). Medita Rocco e attento a non fare la stessa fine a Casamassima.
 
 
#4 L.M 2013-12-06 15:13
Se Renzi è di sinistra....io sono comunista!!!!
 
 
#3 CURIOSONE 2013-12-06 15:08
Bagala' ma non puoi cominciare a far politica criticando gli esponenti di spicco del tuo partito, D'Alema non è di Forza Italia! O meglio lo è in forma anonima ma questo posso dirlo il che non sono del PD non tu. Comunque auguri per te e per Renzi, almeno qualcosa di nuovo si muove in questo panorama putribondo.
 
 
#2 Tuo tifoso 2013-12-06 10:14
Rocco, se dovessi mettere la stessa grinta di quando tiravi calci al pallone, potresti diventare un grande amministratore!
 
 
#1 Stellare 2013-12-05 21:58
Renzi, della sinistra, è sicuramente il miglior politico!
Ma a proposito della ministra Cancellieri, che andava cacciata a pedate dal governo, lui afferma che sarebbe stato giusto metterla fuori, ma ha dovuto adeguarsi al gruppo dei contrari! E allora? È come tutti gli altri! Basta coni partiti!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI