Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

SEL CASAMASSIMA: “SOLIDARIETÀ PER LA CONSIGLIERA LILLI”

sel

L’avvilente show che ha accompagnato l’approvazione del bilancio comunale nella seduta consiliare del 29/11/2013 è stato condito da una patetica approvazione dello stesso a ranghi compatti da una maggioranza che "magicamente" si è ritrovata unita e coesa solo quando è toccato votare un provvedimento in Consiglio comunale.

Se già questa notizia è drammatica, quello che è accaduto successivamente lo è ancora di più, perché ancora una volta è la dimostrazione del fatto che la presenza della nostra consigliera Nicoletta Lilli in Consiglio non è gradita e che ogni occasione è buona per attuare aggressioni verbali nei suoi confronti.

Purtroppo le immagini del Consiglio comunale che si possono visionare sul sito del Comune di Casamassima "magicamente" risultano prive di audio proprio nel momento in cui si consuma l'aggressione verbale e non possono rendere davvero l'idea dell'accaduto a chi non era presente. Ma la durezza è stata tale da ledere la sensibilità della nostra consigliera che, come spesso succede alle donne coinvolte in politica, viene forse considerata un bersaglio più facile per l’esaltazione del proprio ego.

Non vogliamo credere che l’unica presenza femminile in Consiglio rechi disturbo ad una maggioranza che al momento ha qualche problema ad avere una rappresentanza rosa al suo interno. O forse dovremmo?!

Non vogliamo credere che dia fastidio una persona che nel pieno rispetto delle regole, con l'onestà e la trasparenza che contraddistinguono il suo mandato, porta avanti un progetto, condiviso dal suo partito e da quelli della coalizione, e opera nel bene del paese. O forse dovremmo!

Noi siamo, da sempre, promotori attivi del cambiamento culturale, cercando di rompere il silenzio di fronte a episodi o situazioni di violenza contro le donne, dalle aggressioni verbali a quelle psicologiche e fisiche, e di contribuire a diffondere modelli di comportamento positivi basati sul rispetto reciproco.

Noi diciamo basta!

Il Partito Sel, nel ribadire il proprio rispetto verso le opinioni altrui e verso la leale dialettica politica, che talvolta può essere anche accesa, condanna ed esprime un forte dissenso per tutte le forme di offesa e di provocazione che trasformano la battaglia politica in attacchi esclusivamente strumentali e personali.

Se il Consiglio comunale deve rappresentare l'esempio per eccellenza di democrazia e di rispetto delle regole nel contesto cittadino, dopo quello che è avvenuto la maggioranza, e soprattutto chi maggiormente la rappresenta, dovrebbe farsi un esame di coscienza e fare ammenda di quanto accaduto.

Circostanze sgradite come quella verificatasi, comunque, al contempo ci trasmettono tanta energia per continuare nelle nostre battaglie e ci uniscono sempre di più.

Solidarietà alla nostra consigliera Nicoletta Lilli.

Sel Casamassima

Commenti  

 
#16 potere operaio 2013-12-07 07:48
Ex comunista la Lilli va bene così, in consiglio DEVE rompere, lei sta all'opposizione e contrasta la maggioranza. Immagino che sia un concetto di difficile comprensione....nn sarai mica quell' ex comunista che ha sostenuto, votato e fatto votare Birardi???????
 
 
#15 si problem 2013-12-06 23:17
Per post #12 - Pensa che Sel è il partito che organizza più eventi politici a Casamassima! Immagina come stanno messi gli altri allora!
 
 
#14 ex comunista 2013-12-06 22:54
Brava Lilli la vagabonda. Continua così, anche in consiglio comunale stai portado liti. Dove vai tu rompi sempre.
 
 
#13 selvaggio 2013-12-06 22:05
no problem vai dall'oculista credo che tu abbia problemi di vista.
 
 
#12 noproblem 2013-12-06 14:12
ma esiste sel a casamassima? ne conosco tre o quattro e gli altri dove stanno? la famiglia lilli è sel casamassima dove sel significa altro....
 
 
#11 mery 2013-12-06 12:46
SEL, rendete noto questo accaduto ai piani alti, ai coordinatori provinciali, regionali.... non è possibile, fatevi valere!!! sindaco maleducato
 
 
#10 bah! 2013-12-06 12:20
ex comunista mi sa che di comunista hai ben poco!
Prima di giudicare informatevi dei fatti...
 
 
#9 ex comunista 2013-12-05 20:58
Vergognatevi, abbandonare l'aula su argomenti importanti per le famiglie bisognose e poi dite di essere comunisti. Con i fatti non con le chiacchiere. Dovete vergognarVi anche di parlare e scrivete * che offendono l'inteligenza di chi sente o legge. Siete stati eletti per lavorare per il bene del paese non per andare a dormire. Non venite più a chiede i voti.
 
 
#8 una come moana 2013-12-05 14:01
Una domanda ai consiglieri: ma le donne vi piacciono o no? Cominciamo ad avere qualche dubbio. E l'assessore no, e la consigliera Lilli no, eppure siete tutti brutti non e' che siete dei Bred Pitt ma rilassatevi ca ma sit nsciun.
 
 
#7 laura 2 2013-12-05 13:50
Il bello delle donne. Con la sola presenza Nica manda in tilt l'intera amministrazione.
 
 
#6 Domanda 2013-12-05 08:43
Avevo preannunciato in precedenza che la consigliera sarebbe diventata una martire?
Ecco fatto, tanto non ci vuole molto ad inventarsi
il personaggio del momento.
Chiaramente non avendo argomenti, come fomentare la voglia pazza di parlare di qualcosa e di qualcuno.
 
 
#5 Nicola 2013-12-05 07:31
Birardi devi andare a casa perché se non capisci che i comunisti sono bravissimi nel lanciare la pietra e nascondere la mano, sei un povero imbelle che non può governare.
 
 
#4 calciatore 2013-12-05 00:09
Più che gonfiato, direi un pallone sgonfiato!
A che serve un pallone sgonfiato?
 
 
#3 AMMIRATORE 2013-12-04 22:48
Sei grande Nica! E per quanto riguarda al NS Mister Sorriso;così come lo chiamo io, perchè non mi viene di chiamarlo *... bleaaa!!! :-x (al solo nominarlo sto male), ha dimostrato di essere quello che da tempo pensavo, un pallone gonfiato!
 
 
#2 C. R. 2013-12-04 22:46
"IL SINDACO STA SFIDANDO LA PAZIENZA"
È Pignataro a parlare: "l'assessore deve restare al PDL".
Da "la voce del paese" n. 43 pag 6.
...è bene che il Sindaco tenga conto di questi aspetti e, allo stesso tempo, si sbrighi a restituire le deleghe al PDL, anche perché se qualcuno sollevasse eventuali problemi di legittimità in merito ai provvedimenti adottati in questi mesi dalla giunta, legati al fatto che sia mancata la quota rosa nell'esecutivo, la cosa risulterebbe sgradevole.

- Pignataro e questo provvedimento, senza la quota rosa, è valido?
- Pignataro e il sindaco Birardi ha restituito le deleghe al PDL?
- Pignataro e che hai dimenticato le dichiarazioni forti rilasciate nell'intervista?
Leggo di una maggioranza coesa, quindi te compreso! Molto coerente!

Ancora una volta, Pignataro, ti dedico un bel passo di Isaia 53, 7. Lo meriti: "Maltrattato e umiliato, non aperse bocca. Come un agnello condotto al macello, come pecora muta davanti ai suoi tosatori non aperse bocca."

A presto.
 
 
#1 poverinoi 2013-12-04 21:45
BUFFONI e mentitori. Lilli se non intervieni sei poco seria. Dici che stavi andando via come tutta l'opposizione e che l'audio non si sente perchè a microfoni spenti non viene registrato nulla.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI