Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

STATALE DEI TRULLI, IL BALLETTO DEI FONDI: DIETROFRONT

strada-172-trulli

Annunciata più volte dai consiglieri regionali Michele Boccardi (Forza Italia) e Donato Pentassuglia (Partito Democratico), la messa in sicurezza della Strada Statale 172 - rinominata "strada della morte" - subisce l'ennesimo "scippo autorizzato". Ancora una volta le "promesse" e le "rassicurazioni" dei nostri "politicanti" non si concretizzano! Il finanziamento da 9 milioni di euro per il tratto Casamassima-Putignano, deliberato il 24 maggio 2012 dal CIPE e previsto per l’anno 2014, è stato sottratto e dirottato sulla nuova linea ferroviaria Torino-Lione, la nota TAV. Ad annunciarlo è stata la deputata di Sinistra Ecologia e Libertà, On. Annalisa Pannarale, che domani sarà a Putignano per affrontare l'argomento della S.S. 172.

Commentando il maxi emendamento alla Legge di Stabilità che assegna risorse del Fondo infrastrutture per l’anno 2014 al collegamento ferroviario Torino-Lione (TAV), in una nota congiunta con i deputati Fratoianni e Duranti, l'on. Pannarale dichiara: “Ancora una volta il governo ha posto la fiducia al Senato per far passare una decisione inaccettabile che sottrae risorse per interventi urgenti sui territori. Se ne ricordino le forze politiche pugliesi che sostengono il governo. È inaccettabile e assurdo: per l’ennesima volta il governo sottrae risorse già assegnate all’ammodernamento e alla messa in sicurezza della Strada Statale 172 dei Trulli, in Puglia, per un intervento non più prorogabile. Una strada ad alta densità di traffico la cui nota pericolosità causa ogni anno numerosi incidenti anche fatali, come tristemente ci confermano le statistiche ANAS e ACI - continua la deputata pugliese di Sel, Pannarale”.

"La modifica del Fondo infrastrutture riduce all’osso l’assegnazione già formalmente disposta nella relazione per la S.S. 172 dei Trulli: da 9 milioni di euro a solo 1 milione di euro per il 2014. Per i restanti 8 milioni di euro bisognerà attendere il 2016 o il 2017 per un’opera urgente e necessaria a rispondere al bisogno di sicurezza delle comunità dei paesi interessati. Si preferisce, invece, destinare i finanziamenti alla realizzazione della TAV - prosegue la deputata di Sel - un’opera contestata dai cittadini, i cui costi sono cresciuti di oltre sei volte in 15 anni, un pozzo nero di risorse pubbliche che andrebbero più utilmente destinate altrove, come già avviene in altri paesi che l’hanno declassata a 'non prioritaria'. Una sottrazione indebita che fa il paio con quanto stabilito dal CIPE lo scorso maggio”. 

“Sul ddl di Stabilità alla Camera, Sinistra Ecologia Libertà - conclude l’on. Pannarale – si opporrà ad ogni tentativo di sottrazione di risorse per opere di infrastrutturazione ordinaria e di messa in sicurezza dei territori. Se ne ricordino i deputati pugliesi e le forze politiche che compongono la maggioranza di questo governo, quando cadranno dalle nuvole e sosterranno di non sapere nulla di questo ennesimo scippo e insceneranno improvvisate opposizioni alle decisioni che il loro governo prende a danno dei cittadini pugliesi. SEL è l’unica che in Parlamento si sta battendo contro la continua sottrazione di fondi ai pugliesi e alle piccole opere urgenti per i territori.”

Per affrontare il tema della Strada Statale 172, oggi alle 18, presso la sala del Conservatorio Santa Maria degli Angeli a Putignano, si terrà un dibattito su “Le grandi opere utili al territorio”. Interverranno il vice sindaco di Putignano Dino Angelini e l’on. Annalisa Pannarale.

Commenti  

 
#1 Gino 2013-12-01 12:34
Questa triste e drammatica telenovela della SS 172, presa a cuore dall'allora consigliere provinciale dottor Pignataro, procede con fallimenti su fallimenti e nel frattempo il progresso migliora la viabilità su tutto il territorio nazionale, tranne della SS. 172!
Conclusione: incapacità dei politici indigeni, Turi, Casamassima, in primis!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI