Domenica 16 Dicembre 2018
   
Text Size

E A CENTRODESTRA RIMASERO I FANTASMI..

berlusconi-birardi-cassano

Le sorprese a livello nazionale (nemmeno così sorprese poi, visto che da queste colonne avevamo previsto da mesi la scelta di Berlusconi di riorganizzare il partito puntando sui giovani e sulla figlia Marina) pare stiano incidendo non poco sulle dinamiche locali, in alcuni casi, secondo noi, provocando anche la caduta di qualche amministrazione. La vicina Turi, infatti, ci sembra che abbia scontato anzitempo lo scossone del centrodestra italiano. Anche le candidature cittadine di Bari si riaprono a centrosinistra e lasciano ampio margine di movimenti nel centrodestra. Massimo Cassano, già coordinatore del Pdl (ex) casamassimese non esclude la corsa a primo cittadino (e in prospettiva forse la Regione Puglia). Ciò che non è ancora del tutto chiaro è il nuovo assestamento, a questo punto, che il partito avrà (o sta avendo) a livello locale. Vediamo. Donato Dalfino proviene dalla Puglia prima di tutto e potrebbe essere uno dei superstiti fittiani; Pietro Cristantielli è forse l’unico rimasto fedele a Berlusconi per ideologia; Rino Carelli si diceva vicino a Michele Boccardi (ora in che relazione con lo stesso Cassano che ha scelto di seguire Alfano?); Franco Pignataro, Antonio Lucio Episcopo e Pinuccio Valenzano sono reduci di Alleanza nazionale, rediviva dal 9 novembre scorso. Questo per il consiglio comunale. Tra gli assessori si conta ancora un’assenza (rosa) in quota Pdl (per quanto, a questo punto, possa valere parlare ancora di quote), vicesindaco Michele Bovino (area An) e Franco Reginella (storicamente berlusconiano) che da sabato scorso potrebbe aver cominciato a sorridere ad Alfano vista la vicinanza a Cassano. Insomma, la partita è aperta e in maggioranza si comincia ad avvertire forte lo scricchiolio. Gole profonde interne all’amministrazione farebbero notare come non corra più buon sangue tra i pidiellini e i cugini schittulliani, che potrebbero rivedere la loro posizione a Palazzo. Da tempo, tuttavia, lamentavano mugolii e per diversi consigli comunali hanno fatto mancare la loro presenza. Da qualche giorno avrebbero ritirato i remi in barca, anche se non si conoscono le motivazioni e si ignorano le posizioni ufficiali. Nessuno ha ancora convocato una conferenza stampa per chiarire. Certamente il non dialogo con gli elettori farà incalzare il malcontento di chi vuol sapere in che direzione sta viaggiando Casamassima.

Intanto il consiglio comunale monotematico (lama-stazione Enel) pensato per ieri, lunedì 25 novembre, non è stato più convocato.

Commenti  

 
#12 Uomodiveradestra 2013-11-29 09:11
Per post# 9 berardina: sai perché i consiglieri si inchinano al cospetto del dittatore? Perché oramai sono tutti morti politicamente, dopo il fragello che stanno combinando a casamassima chi li votera più, per cui faranno di tutto per non far cadere questa amministrazione. Ti devi rendere conto che questi incapaci hanno fatto peggio dell' amministrazione de Tommaso, quella dell' anatra zoppa, e sono state le stesse persone che ci amministrano a farla cadere. Non dimentichiamo i che Berardi ha solo aumentato le tasse ed messe delle nuove IRPEF comunale.
 
 
#11 Annibale 2013-11-29 02:13
Finalmente con Berlusconi fatto fuori, la sinistra potrà dimostrare quanto sa fare! Ora non ha più scuse da accampare!
Chi vivrà, vedrà!
 
 
#10 Flit 2013-11-28 17:14
Bravo post 10 Birandina, il Sindaco tiene tutti i suoi consiglieri in un pugno, peccato che quando si aprirà voleranno via tante mosche.
 
 
#9 Barandina 2013-11-28 10:27
Grande sindaco Birardi! I miei complimenti vanno a te che riesci a tenere in pugno tutti i consiglieri di maggioranza! Hai dimostrato che tutti alzano la voce, minacciano ecc., ma puntualmente si inchinano al tuo cospetto!
Vai avanti!
 
 
#8 Autonomista Civico 2013-11-27 19:15
A #6 Io non mi sono affatto risentito, il problema è che tu dici cavolate al contrario mio che ti fornisco nomi e cognomi:
Arch. Pastore era con Camasta in Casamassima prima di tutto, ora è il coordinatore della Puglia prima di tutto, cioè Fitto; Paolo Montanaro era Iil candidato sindaco proposto da Camasta, ora è assessore in quota alla Puglia prima di tutto, altro che lista Rodi. Quello era de è il contenitore di voti di Fitto.
 
 
#7 Vecchia pantegana 2013-11-27 19:11
A livello nazionale il PDL è stato azzerato, ma a Casamassima è ancora forte e coeso, e i risultati si vedono!
 
 
#6 Domanda 2013-11-27 17:52
A post 4 autonomista civico volevo chiedere scusa se si è risentito,
ma l'archivio non e' l'immobile in locazione, ma la gente o parte della stessa che è confluita.
Ma di quale contenitore parli in capo a Boccardi e Fitto, in campagna elettorale pur di prendere voti si raccoglie tutto.
Capisco la forte sensibilità, ma tra casamassimesi autoctoni ci si conosce bene anche se ormai in minoranza.
 
 
#5 poverinoi 2013-11-27 14:18
A sinistra i morti viventi , a destra i fantasmi, ma stiamo in un film dell'orrore ????????
 
 
#4 Autonomista Civico 2013-11-27 14:09
A #3 domanda, a dire il vero anche tu aggiungi altra confusione, per intenderci l'ex movimento politico di A.Camasta, che si chiamava Casamassima prima di tutto, aveva come riferimenti ed era un bacino elettorale per FITTO e BOCCARDI, cioè la Puglia prima di tutto e il centro destra. Quel movimento non è confluito in nessuna lista civica di Rodi, ma è morto insieme a Camasta, pace all'anima sua. Rodi e la sua lista, nati dopo, hanno soltanto preso in affitto per la campagna elettorale,lo stesso locale e non hanno nulla a che fare nè con Dalfino nè con Camasta. E tu da quale archivio storico ti sei documentato inventandoti questa storiella?
 
 
#3 Domanda 2013-11-26 20:58
Scusatemi,
ma da quale archivio storico avete riscontrato l'appartenenza di Pinuccio Valenzano alla vecchia Alleanza Nazionale.
Lo stesso e' sempre stato uno di forza Italia, altro che A.N.
E Dalfino, da quale Puglia prima di tutto l'avete tirato fuori.
Lo stesso e' stato candidato e non eletto la prima volta, in quel movimento politico locale che faceva parte a Tonino Camasta, poi confluito nell'attuale lista civica di Rodi.
Un po' di confusione di partiti e persone, forse giustificato dal caos generale .
 
 
#2 Destro Orso 2013-11-26 18:56
Le poche preferenze espresse per Pignataro e Episcopo nell'ultima tornata elettorale (senza dimenticare il vice sindaco Bovino), sono il chiaro e netto rifiuto degli elettori nei confronti degli stessi!
Si deduce, che per una vera rinascita della destra a Casamassima, che sia AN o altro, ci sarà bisogno di personaggi nuovi che non si sono "bruciati" con il PDL e abbiano, anche, maggiori referenze!
Senza nulla togliere ai succitati ripescati della politica, la realtà è proprio questa! Circostanze, fatti, avvenimenti ed...altro (!?!?), sono la prova del nove che conforta le mie esternazioni (in buona e pura fede!).
Auguro un buon ritorno a casa a chi vuole capire!
 
 
#1 un osservatore 2013-11-26 16:56
solo chiacchiere... chiedono qualcosa ...il sindaco promette .... e il bilancio passerà perchè sono pupi nelle mani del sindaco Birardi. Grande Birardi !!!!! Poi naturalmente i consiglieri non ricevono nulla altrimenti il sindaco perde la maggioranza.osservate gente osservate!!!!
Il resto sono solo chiacchiere...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI