Mercoledì 19 Dicembre 2018
   
Text Size

FIDUCIA AL SINDACO? ECCO PERCHÉ

episcopo antonio lucio

Il consiglio comunale, con 8 voti contrari e 6 favorevoli – come riportato anche sulle colonne del nostro giornale nel numero in edicola la settimana scorsa – ha respinto la mozione di sfiducia al sindaco presentata il 6 settembre scorso da tutta la minoranza consiliare. Il centrodestra, dunque, va avanti nel suo percorso amministrativo, grazie ai voti espressi a sostegno del primo cittadino da Martino Carelli (Puglia prima di tutto), Rino Carelli, Donato Dalfino, Antonio Episcopo, Franco Pignataro e Pinuccio Valenzano (Popolo della Libertà), Salvatore Nacarlo e Gianfranco Laricchia (Movimento Schittulli), e quelli contrari di Vito Rodi e Pinuccio Fortunato (Autonomia cittadina), Nica Lilli di Sel-Prc-Idv e Alessio Nitti, Gianni Rella e Michele Loiudice del Partito democratico. Assenti al momento del voto Pietro Cristantielli, eletto alle ultime amministrative del 2011 tra le file del Pdl ma ormai da tempo dichiaratosi indipendente, e Nicola Vallarelli dell'Udc, lo stesso partito del sindaco, il quale però ha spiegato il motivo che l'ha portato ad allontanarsi dall'aula e a non esprimersi sulla questione (trattiamo l'argomento in un altro pezzo del nostro settimanale).

Ma quali sono state le valutazioni che hanno portato l'assise cittadina a esprimersi contro la sfiducia al sindaco? Per comprenderlo basta riprendere le dichiarazioni di voto fatte dai capigruppo dei vari partiti, ma anche dai consiglieri comunali, prima che l'assemblea fosse chiamata a far sentire la sua voce sull'argomento.

“Quando il confronto in aula – ha detto il capogruppo del Partito democratico Alessio Nitti – avviene non sulla base della verità, ma è supportato da imprecisioni da parte della maggioranza per mero spirito di propaganda, allora non è possibile accordare o chiedere alcuna fiducia. Su queste basi la minoranza non può e non è messa nelle condizioni di offrire il suo contributo all'attività amministrativa, pertanto il nostro voto non può che essere di sfiducia”.

“Questa maggioranza – ha detto invece Antonio Episcopo, consigliere comunale del Pdl – sta cercando di trovare e poi mantenere degli equilibri stabili. Ha lavorato e sta continuando a lavorare per questo, nella consapevolezza che il compito non è facile, ma si sta impegnando per garantire il raggiungimento di questo obiettivo. A volte il sindaco, pur operando secondo la legge – ha proseguito Episcopo – assume atteggiamenti prevaricatori, anche quando la politica, insieme alla stessa legge, imporrebbe altri comportamenti. Altre volte invece, la maggior parte delle volte, è di grande collaborazione, condividendo con noi della maggioranza le scelte sulle quali cerchiamo di convergere, ritenendole le più opportune. Nel 2001, dunque dodici anni fa – ha ricordato ancora Episcopo – io stesso, forse immeritatamente, fui chiamato a ricoprire l'incarico di vicesindaco nell'allora amministrazione guidata da Peppino Carelli. E in quella circostanza, essendosi venuta a sviluppare una forte dialettica all'interno della nostra coalizione, noi della giunta, dell'esecutivo, facendo forse un po' i permalosi rispetto alla nostra stessa maggioranza, interpretando questa forte dialettica come mancanza di fiducia, orgogliosamente arrivammo al punto di dimetterci. Bene, oggi, dopo dodici anni, dico che allora forse questo tipo di scelta non andava fatta, o almeno non nei termini in cui poi si concretizzò. Perché con quella scelta, pur orgogliosa, fummo causa dell'arrivo del commissario prefettizio, che avremmo probabilmente potuto evitare impegnandoci di più nel tentare di risolvere le divergenze. Dato che ora – ha proseguito ancora il consigliere del Pdl - reputo l'arrivo del commissario prefettizio una iattura per la nostra comunità, ritengo che sia obbligo di questa amministrazione fare tutto il possibile per ottenere i risultati migliori possibili. Per questo il mio voto nei confronti della sfiducia al sindaco sarà contrario, anche perché credo che questa maggioranza di centrodestra, per quanto insufficienti possano sembrare, ha già realizzato delle cose positive”. “Da capogruppo del Pdl – ha detto invece Pinuccio Valenzano – rinnovo in pieno la fiducia del partito nei confronti del sindaco, augurandogli di proseguire nel suo cammino verso la realizzazione del nostro programma elettorale”.

“Sarei ipocrita – ha spiegato invece il capogruppo consiliare della Puglia prima di tutto, Martino Carelli – se dicessi che non ci sono contrasti in maggioranza. Ma io faccio parte di una squadra che ha deciso, in maniera compatta, di andare avanti nel suo percorso amministrativo. Pertanto, sia come esponente della Puglia prima di tutto che personalmente, rinnovo la fiducia al primo cittadino”. “Non mi piace fare gli show – ha osservato invece il capogruppo del Movimento Schittulli, Salvatore Nacarlo -. I problemi, pur nella divergenza di vedute, vanno affrontati senza astio e con spirito di collaborazione. Viste le ripercussioni che la sfiducia al sindaco comporterebbe per la nostra collettività, e considerata anche la nostra volontà di non gravare sul paese attraverso un possibile commissariamento, il nostro voto sarà di sostegno al primo cittadino”.

Il capogruppo dell'Udc, il partito del sindaco, come detto non era in aula al momento di accordare o sottrarre la fiducia a colui che guida la giunta. Al suo punto di vista e alle sue spiegazioni, lo ricordiamo a beneficio dei nostri lettori, è dedicato un altro pezzo di questo stesso settimanale.

[da La voce del paese del 5 ottobre 2013]

Commenti  

 
#22 SILviO faSano 2013-10-14 20:16
Alla prosssima!
 
 
#21 Terry 2013-10-10 20:33
Il vicesindaco dovrebbe essere il primo collaboratore del sindaco; tu Episcopo, per mera permalosità, contribuisti a mandare a casa una persona onesta e per bene come Carelli e hai il coraggio di affermare che "forse immeritatamente, fui chiamato a ricoprire la carica di vicesindaco ..". Ma quale "forse immeritatamente", sicuramente immeritatamente!
Il ministro Galeazzo Ciano, fu incarcerato e giustiziato dal suocero per alto tradimento!
Questo racconta la storia!
Nessuna intenzione di paragonarti a Ciano, ma giusto per rendere l'idea!
Con la stima di sempre ed il perdono del buon cristiano, senza rancore, ti saluto!
P. S. Comunque, non ti voterò mai più!
 
 
#20 Teresa 2013-10-10 19:52
Uno che butta a mare un paio di sindaci, con la collaborazione di uno smidollato capace solo di muovere la bocca convinto di essere grande oratore (e che poi prende solo un pugno di consensi!), tenta pure di dare delle giustificazioni ad una evidentemente sciocca fiducia ad un sindaco che non ha i numeri per rimanere a ricoprire una carica che nulla ha a che vedere con il suo modo di essere!
Ma cerca di salvare almeno la faccia, taci!
Il POTENTE è fuori causa e da solo vali meno di un centesimo!
Non faccio nomi per non perdere tempo nei tribunali che spero prima o poi si decidano a svolgere il proprio dovere smascherando mezze calzette travestite da galantuomini!
 
 
#19 In cazzata 2013-10-10 19:24
Ma porca *, non capisco come fa gente che non ha manco avuto il consenso popolare, che siede lì per i capricci di un Birardi, ad arrogarsi il diritto di mantenere in piedi un'amministrazione semplicemente inesistente!
Ma chi credete di essere, siete solo dei ripescati che nulla avete dato al paese! Vergognatevi! E stendiamo un pietoso velo sulle denunce o avvisi di garanzia o forse rinvii a giudizio! E che *!
 
 
#18 Archimede 2013-10-10 19:18
Per TRASPARENTE. ZERO IN MATEMATICA: MA QUALE TERZO, IL CINQUANTA PER CENTO (50%) DELLA GIUNTA È ARRIVATA LÌ PER CASO!
 
 
#17 PRO CASAMASSIMA 2013-10-10 18:32
Quante anime perse in questo girone , chi invoca, chi maledice, chi inveisce, chi esorta, chi sentenzia, chi esalta lontane persone,chi merita e chi no. Se il sommo Dante avesse conosciuto la storia e i personaggi di Casamassima certamente avrebbe scritto un canto solo per voi. Benedetta e DIVINA COMMEDIA di un popolo che si parla e sparla addosso.
 
 
#16 Gino 2013-10-10 15:07
Grande Andrea, hai colto proprio nel segno! Ma Pignataro dov'è? Come farà a continuare a difendere quella che lui stesso ha definitito come l'armata Brancaleone?
 
 
#15 Andrea 2013-10-09 20:59
"DOVRESTE SFIDUCIARVI DA SOLI" a firma di Vito RODI!
Ingegnere Episcopo legga e contesti il contenuto del suddetto articolo, se ha difficoltà nel farlo non se ne faccia una colpa, ma si si convinca ed accetti che vi sono uomini e uomini, l'umanità è varia per fortuna!
E' senza colpa Lei, che ha dato fiducia a quel sindaco che RODI ha brillantemente smascherato?
Il suo sicuro tacere, ingegnere, sarà la migliore risposta!
 
 
#14 Vecchia volpe 2013-10-09 18:09
CURIOSONEEEEEEEEEE, EPISCOPO NON CAPISC SSCHIT QUALCHECOS, MA CAPISC ASSAJ D CHIÙ, NANTCARCANN!
 
 
#13 Curiosone 2013-10-09 06:50
Episcopo Lei è l'unico che come si dice a Casamassima " capisc qualche cos". Per favore però non offenda la Sua intelligenza, stacchi la spina, Birardi non La merita.
 
 
#12 considerazioni 2013-10-09 05:00
ma tutta la vita politica di Episcopo testimonia che non ha mai fatto politica per avere dei vantaggi per la sua professione.SA BENE CHE DUE PIù DUE FA QUATTRO,PUR TUTTAVIA FINGE DI NON SAPER CONTARE.
 
 
#11 Trasparente 2013-10-08 21:36
Per favore Episcopo, siamo diventati adulti, basta con queste baggianate!
Un'amministrazione retta da più di un terzo di ripescati, eletti per una manciata di voti, non può rappresentare una cittadina di 20.000 abitanti, non le sembra EPISCOPO?
Fuori Carelli, fuori DeTommaso, mi pare logico che vada via dalle * anche Birardi e... non solo! Ma stavolta vi sono mille buoni motivi!
Non posso pensare che lei, professionista serio e preparato, possa avere degli interessi personali, almeno su questo ci metto la mano sul fuoco, anzi mani e piedi sul fuoco!
 
 
#10 Alfiere Nero 2013-10-08 08:29
C’est toujours la même histoire

Episcopo con il suo ieratismo casamassimese e la tracotanza fatte di nulla, mostra ancora una volta l’indifferanza al bene di Casamassima; l’essere abbarbicato a tutti i costi al suo scranno
Il malessere, che comunica ai consimili, casamassimesi in primis, ti suggerisce secessioni possibili, eremitaggi, isolamenti acustici pur di non vederlo; l’enfer c’est les autre, insomma, come pretendeva Sartre.
 
 
#9 Trasparente 2013-10-08 08:25
Bene, avete dato fiducia al sindaco e qualsiasi motivazione la ritengo giusta! Per una maggiora trasparenza, una attenta valutazione dei consiglieri, sopratutto di coloro che hanno responsabilità nelle varie commissioni, va necessariamente fatta!
Tanto per evitare perplessità e dubbi che preoccupano i cittadini che seguono le vicende politiche e amministrative di ognuno di voi!
Al sindaco, adesso, spetta il controllo dei suoi collaboratori!
Bon lavoro!
 
 
#8 Pro Birardi 2013-10-07 22:57
Episcopo e Valenzano, considerato che fortunatamente questa amministrazione andrà avanti, anche grazie alla vostra responsabilità, chi meglio di voi due, valenti tecnici e politici, potrà dare forza a quel NOPE che nel maresciallo Manzaro ha trovato un suo valente e valido collaboratore?
Se è vero che tale operato procede in maniera rallentata, spiegate ai cittadini cosa possa essere accaduto?
Mi pare che facciate parte della 1' commissione, competenze da vendere, quindi!
Grazie.
 
 
#7 Chivivravedra 2013-10-07 22:45
Carelli e Birardi, due pesi e due misure. Riprenderemo questo discorso al momento opportuno, ora parleremmo solo di ...aria!
Il tempo è galantuomo e cà nisciun è fess! Ingegnere!
Arrisentirci!!!!!!!
 
 
#6 Verista 2013-10-07 22:08
Vili e facce di * fino in fondo!
O vi costringe qualche problema a rimanere attaccati alla poltrona?
 
 
#5 Propignataro 2013-10-07 22:04
Pignataro cosa pensi di questa amministrazione con l'ossigeno?
Gli "incapaci" sono improvvisamente diventati dei fulmini?
E le poco onorevoli certezze*avute in ritardo (?!?!?) su qualche compagno di partito, sono diventate di nuovo fantasie popolari?
In fondo non posso rimproverarti nulla Franco, entrambi abbiamo avuto la sfortuna di frequentare qualche amico poco onesto!
Io ho provveduto e tu come sempre ...TIREREMO INNANZI?
A presto.
 
 
#4 Scordevole 2013-10-07 21:33
INGEGNER Episcopo, GEOMETRA Valenzano, ho letto i vostri nomi su qualche quotidiano (forse "la gazzetta del mezzogiorno") o la "voce del paese", il giornale locale, ma mi sfugge Il motivo di queste fugaci apparizioni, mah, forse la memoria mi inganna?????
 
 
#3 Osservazioni 2013-10-07 21:26
Carelli, Pignataro, Episcopo, siete da ammirare, pur rappresentando il nulla (per le poche preferenze racimolate, nulla da eccepire come individui!) siete riusciti a ridare fiato ad un cadavere! Un amministrazione che ha mostrato il fianco in diverse occasioni e che nulla di buono potrà dare in queste condizioni! Lo dicono i fatti e perfino VALLARELLI e Cristantielli ve lo urlano in faccia senza timore! E non fanno parte dell'opposizione!
Beh, Valenzano, il rimprovero al sindaco è servito, farà le cose per bene d'ora in avanti
NACARLO ha ragione, a noi basta lo show delle tue dimissioni!
Laricchia il suo premio l'ha già ritirato, una bella lapide in piazza!
Rino Carelli da qualche parte avrà letto che il presidente deve essere sempre a favore!
È Donato? Un piccolo simpaticone!
Tutti al lavoro adesso, bando alle ciance!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI