Venerdì 14 Dicembre 2018
   
Text Size

FIDUCIA MONCA AL SINDACO: SOLO IN 8 VOTANO A FAVORE

casamassima palazzo comunale

L'amministrazione Birardi incassa la fiducia e prosegue il suo percorso alla guida del paese. E' questo l'esito del confronto avvenuto ieri mattina, in un consiglio comunale monotematico, convocato a seguito della mozione di sfiducia al sindaco proposta e protocollata dalla minoranza consiliare il 6 settembre scorso. Il centrodestra dunque va avanti, per via di una votazione che ha visto respingere la mozione di sfiducia con 8 voti contrari appunto alla mozione stessa e 6 favorevoli. Chiariamo subito un aspetto, onde evitare di generare confusione: i singoli consiglieri, al termine di cinque ore consecutive di dibattito, dalle 9 alle 14, sono stati invitati uno per uno, attraverso la chiamata nominale e il voto palese, a esprimere favore o contrarietà circa la sfiducia al sindaco. Per confermare l'appoggio al primo cittadino, dunque, dovevano votare no, per sottrarglielo invece sì. E la votazione finale, come detto, ha fatto registrare 8 no e 6 sì, confermando l'appoggio a colui che guida la giunta, il quale come vuole la prassi in questi casi si è astenuto dalla votazione che lo riguardava in prima persona.

A rigettare la mozione, garantendo l'appoggio al sindaco, sono stati Martino Carelli, Rino Carelli, Donato Dalfino, Antonio Episcopo, Gianfranco Laricchia, Salvatore Nacarlo, Franco Pignataro e Pinuccio Valenzano, mentre per la sfiducia si sono espressi Pinuccio Fortunato, Nica Lilli, Michele Loiudice, Alessio Nitti, Gianni Rella e Vito Rodi. Assenti al momento della votazione sono risultati Pietro Cristantielli (che in consiglio è arrivato alle 9 ma poi è andato subito via), eletto alle ultime amministrative nelle liste del Pdl ma ormai da tempo dichiaratosi indipendente, e Nicola Vallarelli, che invece ha preso parte alla seduta consiliare, sedendosi regolarmente al suo posto, ma che è risultato assente al momento di accordare la fiducia al sindaco. La maggioranza non vuol sentir parlare di fiducia monca accordata al sindaco, e al momento in cui andiamo in stampa non conosciamo le motivazioni che hanno spinto Vallarelli a lasciare l'aula prima del voto. Resta però il fatto, e questo non è per nulla un mistero, che l'Udc, il partito nelle cui file quasi due anni e mezzo fa sono stati eletti il consigliere Nicola Vallarelli ma anche il primo cittadino, da tempo chiede maggiore visibilità in maggioranza, e in particolar modo in giunta.

E il nodo assessore, lo ricordiamo, dopo l'estromissione dalla giunta di Maria Montanaro del Pdl, alla quale il sindaco ritirò le deleghe il 16 luglio scorso, al momento in cui affidiamo il nostro settimanale alla stampa, non è stato ancora sciolto, con il commissario cittadino del Popolo della Libertà, Massimo Cassano, che giovedì scorso ha detto “che rispetto a una settimana fa nulla è cambiato sul versante del nuovo rappresentante che dovrà fare il suo ingresso in giunta, che la discussione è ancora aperta e tutto è ancora in piedi”.

Ieri, intanto, dunque venerdì, il giorno dopo, durante il consiglio comunale, il sindaco ha detto che “entro due o tre giorni vi sarà la nomina del nuovo assessore, e che l'incarico sarà affidato a una donna”. Ora pertanto non resta che attendere gli sviluppi di questa situazione che ormai si trascina da quasi tre mesi, ma che sembra adesso vicina alla soluzione.

[da La voce del paese del 28 settembre 2013]

Commenti  

 
#3 Turbato 2013-10-03 15:22
Solo otto danno la fiducia al sindaco! Proviamo ad elencare le motivazioni:
chi, manipolando, spera nella salvezza,
chi ha finalmente realizzato un sogno ultra trentennale,
chi spera in un futuro migliore,
chi ci spera ancora,
chi finalmente non è più un numero, ma 'il primo del villaggio'.
Se ritenete valide queste supposizioni, perchè dovrebbero mollare l'osso?
O semplicemente perché ritengono di poter dare ancora qualcosa al paese? E fino ad ora cosa hanno fatto?
 
 
#2 entu190 2013-10-03 08:40
invece di perdere tempo con queste cavolate cn fiducia e scemitudini varie perchè non vi mettete a sistemare il paese?
per esempio:
- la scuola superiore che fine farà?
- la casa della salute che doveva essere
effettuata all'interno dell'ex ospedale
miullia che punto si trova?
- etcettera eccetera potrei fare iuna lista lunghissima.

cara amministrazione invece di perdere tempo e di sprecare i nostri soldi pubblici preziosi (invece di effettuare consigli comunali fasulli non dando la maggioranza al sindacoo)si muova a fare concretamente le cose che in questi ultimi tempi non si e fatto di serio per il paese non si è fatto proprio niente!
 
 
#1 Numero nove 2013-10-02 17:06
È vero che il sindaco lo votano solo in 8, ma quegli 8, di pari valore, sono il max del paese!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI