Lunedì 16 Settembre 2019
   
Text Size

CARELLI: “DECISIONI GIUSTE CON IL DIALOGO”

martino carelli

Nel prossimo consiglio comunale occuperà uno dei banchi riservati alla maggioranza. E, d'ora in avanti, farà parte della vita amministrativa cittadina, come espressione della Puglia prima di tutto. Lui è Martino Carelli, geometra casamassimese, 43enne e padre di una bimba di 8 anni, Antonella.

Dopo la scomparsa dell'ex assessore a urbanistica e lavori pubblici Peppino Padalino, avvenuta nel febbraio scorso, nel corso di questa settimana, lunedì 8 aprile, Paolo Montanaro (anche lui eletto alle ultime amministrative nelle file della Puglia prima di tutto) è stato nominato assessore, 'liberando' un posto in consiglio comunale, che è andato appunto a Martino Carelli. Dopo due mesi di attesa, dunque, nel rispetto del criterio sposato dall'attuale maggioranza, secondo il quale le cariche assessorili vengono assegnate in base ai voti conferiti ai partiti dagli elettori nel maggio del 2011, Martino Carelli entra in consiglio, a seguito del contemporaneo passaggio di Paolo Montanaro in giunta.

“Nel momento in cui Paolo Montanaro – osserva Martino Carelli a riguardo – ha fatto il suo ingresso in giunta, automaticamente si è liberato un banco per me in consiglio comunale. (Ricordiamo che Martino Carelli era stato il primo dei non eletti nel 2011, e per la Puglia prima di tutto, con 63 voti, alle spalle di Peppino Padalino e, appunto, Paolo Montanaro, ndr). Adesso, pertanto, siederò tra i banchi della maggioranza della quale entro a far parte”.

Ma quali sono gli obiettivi che si propone di raggiungere ora, attraverso questa esperienza?

“Quelli classici, dettati dalla volontà di dare il mio contributo per cercare di migliorare, per quel che compete il lavoro degli enti locali, le condizioni del paese, cercando di risolvere per quanto possibile i problemi dei cittadini. È chiaro che da solo non posso far nulla, perché chiunque da solo in politica non va da nessuna parte, ma con la collaborazione delle altre forze di maggioranza, e perché no, anche di minoranza, credo si possa lavorare bene. Il mio sogno è che si riesca, almeno qualche volta, a far sì che la minoranza dia il suo appoggio convinto ai provvedimenti della maggioranza, così come mi piacerebbe che anche il centrodestra, in commissione, di tanto in tanto seguisse le indicazioni provenienti dal centrosinistra e da Autonomia cittadina. Da parte mia, sono convinto che non serva arroccarsi a priori sulle proprie posizioni, perché è attraverso il dialogo che si possono prendere decisioni giuste e spesso anche condivise”.

Come mai sono trascorsi due mesi prima del suo ingresso in maggioranza?

“Non credo che in questo – spiega ancora Carelli – ci sia nulla di anomalo o di strano. Il sindaco, l'ha ribadito anche in consiglio comunale, era molto legato a Peppino Padalino e dopo la scomparsa di quest'ultimo ha fatto passare del tempo anche in segno di rispetto – cosa che ritengo giusta – verso l'ex assessore. Poi, come è ovvio che sia, ha fatto le sue valutazioni, ha studiato i vari scenari possibili, e il resto l'ha fatto la normale prassi burocratica. E ora eccoci qua, con Paolo Montanaro in giunta e io in consiglio comunale”.

Qual è stato secondo lei, in questi quasi due anni di attività dell'attuale maggioranza, il suo maggior merito e il suo più grande demerito?

“Il merito, per quel che finora ho potuto vedere ovviamente dall'esterno, credo sia quello – conclude Carelli – di aver risolto, a condizioni favorevoli per le casse comunali, diversi contenziosi rivenienti dal passato. Il demerito, invece, è stato quello di non aver reso molto visibile il tanto lavoro fatto”.


[da La voce del paese del 13 aprile 2013]

Commenti  

 
#4 verginella 2013-04-27 01:03
Ma la febbre dell'oro non è finita da tempo?
 
 
#3 incredibile 2013-04-26 16:54
il consiglio di comunale mi sembra un albo di geometri e ingegneri
 
 
#2 Un tuo collega 2013-04-26 14:56
Martino Carelli è il 4° tecnico a fare parte della maggioranza in consiglio comunale, oltre ad entrare di diritto sulla commissione consigliare sull’urbanistica.
Non è un caso!…………..
…...si è voluto sedere anche lui al grande tavolo per partecipare alla grande abbuffata, che si prepara con la programmazione dei lavori pubblici del prossimo triennio, oltre ai 15 piani di lottizzazione che attendono di essere approvati in consiglio comunale.
Carelli preparati ad alzare o abbassare la mano, a dire si o no, come se fossi ***.
E comunque a tenere sempre la bocca chiusa…… e vedrai che ci sarà qualcosa anche per te!
 
 
#1 FATALISTA 2013-04-26 14:35
Auguri geometra, ma evita di essere passionale quanto il sindaco.
Un gran rispetto per la morte, ma la comunità viene prima di ogni cosa. Sentimenti nobili a parte,PURTROPPO!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.