Mercoledì 18 Settembre 2019
   
Text Size

PRIMARIE, LA REAZIONE DEI RENZIANI A CASAMASSIMA

renzi-fabio nanna

Fabio Nanna, referente dei sostenitori di Matteo Renzi a Casamassima per il Pd, traccia un’analisi a caldo subito dopo i risultati delle primarie.

Cosa ha sbagliato Renzi? 

Per usare una espressione biblica, Renzi ha affrontato le primarie “come agnello in mezzo ai lupi”; ha usato il linguaggio della verità e della schiettezza. In questo modo si può ottenere un ottimo risultato, ma non basta per vincere.

Cosa ha permesso a Bersani di vincere? 

Una notorietà molto più consolidata rispetto a una assoluta novità, che poteva spaventare l’elettorato più tradizionalista; un accordo con Vendola già messo nel cassetto, con relative regole che già contemplavano quanto è successo e miravano a cristallizzare i risultati del primo turno, largamente prevedibili dagli addetti ai lavori; una organizzazione e un appoggio di tutte le strutture di partito e dei big del Pd, che si sono sentiti molto più “tutelati” dal rassicurante Bersani che dal “rottamatore” Renzi;

Le primarie a Casamassima: cosa non si muove? 

Casamassima segue la scia nazionale: le varie realtà della sinistra sono pronte a combattere divise per colpire unite. Questo può rivelarsi vincente finché la competizione si svolge nel recinto del centrosinistra. Ma vorrei ricordare che sarebbe opportuno ampliare questo campo, per essere maggioranza nel paese, e Renzi aveva tutte le caratteristiche per riuscirci.

Detto ciò, confido nell’intelligenza politica di Bersani: se saprà leggere questi risultati e farsi portatore delle idee e delle istanze di tutti, assumerà pienamente la caratura di leader politico.

Commenti  

 
#8 deluso 2012-12-08 17:55
Vi ringrazio per quanto tutti voi avete scritto, ma mi pongo una domanda che forse, da sola, spiega perchè un pò ovunque le cose non funzionano.
Chi ha mai saputo nella sede OPPORTUNA, che il dott. Nanna (da solo e/o in compagnia)fosse referente del PD di Casamassima di Renzi? Bravi voi di Casamassimaweb che lo avete saputo!
Altro che agnelli in mezzo ai lupi, calza molto più "il lupo perde il pelo ma non il vizio"
Chi ha voglia di intendere intenda!
Grazie per l'attenzione!
 
 
#7 Ex- PCI 2012-12-08 17:38
Bello, bello, peccato però, che se prima non abbandoniamo l'euro, tutte queste belle intenzioni rimarranno solo tali..
 
 
#6 m.v. 2012-12-08 16:04
Caro Fabio, sicuramente è stata una ventata che ha portato sicuramente molto bene a tutta la sinistra all'interno della quali da anni le primarie sono un esempio di partecipazione attiva dell'eletorato. Su alcune cose pero' era preferibile che non si calcasse la mano e a questo proposito ti voglio ricordare le volte in cui i casamassimesi erano giù al palco (compresa me) ad applaudire le "pantere grigie" al fianco delle quali c'eri anche tu sul palco. quindi? quindi direi che dell'esperienza è sempre meglio farne tesoro e non insistere.....lascio a te ed ai lettori le dovute riflessioni!
 
 
#5 echevelodicoafare 2012-12-08 15:31
Scopro che vedete la TV !!!!
Stessi progetti per il futuro italiano esposti da Piero Angela nel suo Superquark.
Bravo Vito..perchè non proporre un altro super tecnico al governo ?
 
 
#4 vito cassano 2012-12-07 17:52
Propongo ad Alfiere quanto segue: " Il modo più semplice per far ripartire l'Italia è investire sugli italiani: cominciare presto, con un grande progetto per gli asili pubblici, migliorare l'istruzione riportando il merito nella scuola e nell'università, restituire potere d'acquisto alle famiglie con un intervento immediato per i redditi più bassi e un'azione decisa sulle tariffe che crescono da noi molto più che altrove, incentivare l'occupazione dei giovani, delle donne e degli over 55 con politiche mirate, introdurre un welfare biografico, che segua il percorso di ognuno e permetta a tutti di sviluppare appieno il proprio potenziale. Il modo migliore di riscoprire un modello italiano fatto di bellezza e di sostenibilità è ripartire dai territori. Smentire Longanesi che diceva che l'Italia è un Paese di inaugurazioni, non di manutenzioni, con un grande programma di interventi di recupero ambientale e messa in sicurezza, investendo sulla viabilità, sul trasporto pubblico locale, sull'efficienza energetica." E' tratto dagli undici punti più uno proposti da Renzi. Non mi pare di leggere un "liberismo" destrorso, piuttosto un "liberalismo" progressista e riformista che sicuramente aiuta a far leggere l'ampio campo del centrosinistra come una opportunità per la democrazia ed il buon governo del paese. Ricordiamoci che le più importanti riforme (aborto, divorzio, Riforma sanitaria, 180, legge quadrifoglio, ecc.) degli anni '70 sono state possibili grazie agli ampi schieramenti (liberali compresi)politici che il PCI di Berlinguer seppe coagulare. A Fabio dico che Renzi mi pare consapevole della funzione innovatrice che ha voluto attribuirsi e che il nuovo "stile", (fatto il lavoro, si ritira in buon ordine, come fanno i vari competitor americani quando partono le loro primarie) che ha portato nel Pd e nella politica italiana, ha bisogno di tempo per essere capita ed apprezzata.
 
 
#3 Alfiere nero 2012-12-05 12:16
Caro Fabio,
Fra i liberisti italiani c'è grande sconforto per la sconfitta di Matteo Renzi alle primarie del centrosinistra. Ma non si capisce perchè, ormai da anni, hanno scelto questo campo per condurre le loro battaglie ideali. I liberisti dovrebbero battersi perchè in Italia ci sia una destra presentabile, non perchè la sinistra diventi di destra!
 
 
#2 il fascio 2012-12-05 10:12
SI sono coalizzati per non far vincere Renzi, questa è la realtà. Adesso Bersani ha detto che comunque Renzi farà parte della sua squadra, certo, magari gli affiderà un ministero che "scotta",tipo quello del lavoro , o della pubblica istruzione in modo da renderlo impopolare e farlo bruciare. Mi auguro solo che in se così fosse Renzi da persona intelligente quale è non accetti...
 
 
#1 e già 2012-12-03 23:08
Tutti per Bersani !!! era una vittoria annunciata,Vendola lo ritroveremo a fare il presidente del senato,della camera o a qualche ministero,Emiliano concorrerà per la Regione Puglia e Schittulli al Comune (futura area metropolitana)di Bari.Queste dinamiche (poltrone) sono state usate in tutta la nazione.Evviva la partitocrazia,ma chi mi ha deluso molto è stato il presidente assente Vendola che pur di "ubicarsi" su comode poltrone ,ha continuato e continua a riempirci di chiacchiere vuote.Ma mi facci il piacere!!! diceva Totò.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.