Mercoledì 18 Settembre 2019
   
Text Size

DON SANTE MONTANARO, FONDAZIONE RINVIATA

don sante montanaro titolo

Nulla di fatto, ieri, per la costituzione della fondazione di partecipazione cui affidare i servizi culturali e per il tempo libero del Comue di Casamassima. Il Consiglio comunale infatti, si riaggiornerà a data da destinarsi con l'intento - formalizzato al termine della seduta di ieri - di titolare la fondazione culturale a don Sante Montanaro. 

Il monsignore - venuto a mancare l'8 febbraio dello scorso anno - con una lettera manoscritta aveva provveduto, l'8 settembre 2008, a manifestare la volontà di donare un cospicuo patrimonio librario (e non solo) al Comune per favorire la crescita culturale della popolazione casamassimese. Donazione poi accettata con delibera del gennaio successivo, con l'allora amministrazione guidata da Vito De Tommaso.

Il rinvio è scaturito, in primis - secondo il sindaco Mimmo Birardi - dalla necessità di approfondire alcune questioni collegate alla formula costitutiva della fondazione, ma l'opposizione non ha fatto mancare di far notare che nell'atto presentato al consiglio nulla aveva come riferimento la costituzione di una fondazione da titolare proprio a don Sante e alla generosità manifestata con la donazione. Insomma, una mera chiacchierata tra consiglieri senza discussione su uno statuto che non è mai arrivato in consiglio.

Don Sante Montanaro, ieri, è stato ricordato con un minuto di silenzio in sala consiliare e con una funzione commemorativa presso la chiesa della Madonna delle grazie.

Commenti  

 
#43 .... 2012-02-22 00:03
ogni governo ha il dovere d'incassare le critiche. Credo pero che quello che il centrosinistra ha fatto è tutto quello che l'attuale amministrazione vorra fregiarsi di aver fatto. La tangenziale est (imminente inaugurazione), Monacelle, la casa della salute, il finanziamento e la procedimento della scuola superiore ( per chi non lo sapesse i lavori si sono gia bloccati come era stato gia annunciato), la struttura per la musica nell'ex pretura, il restauro della chiesa dell'addolorata(imminente inaugurazione) , la casa della salute (imminente inaugurazione). Si poteva fare meglio e di più se nella vecchia amministrazione non ci fossero stati personaggi inaffidabili che si sono dimostrati tali. Adesso vedremo cosa fara la nuova giunta. Fino adesso solo cose a vantaggio dei potenti...vedasi lo schema di convenzione per le lottizzazioni. Vedremo come andrà a finire la storiella.
 
 
#42 non dite mai la veri 2012-02-20 22:14
ma in 7 anni cosa avete fatto per casamassima????? il pd me lo lasci dire, naturalmente di casamassima pensava solo per i propri interessi. n. b. c'era già una lista di assunzioni per ampliamento del ........naturalmente vostri parenti e simpatizzanti del pd
 
 
#41 Vito CASSANO 2012-02-20 19:03
"... non nascondo che il mio fermo proposito è legato al grande interesse con il quale guardo all'avvenire delle giovani generazioni della nostra terra, all'incremento culturale e umano della nostra cittadinanza, e alla profonda convinzione che il progresso in tutti i campi della nostra civiltà non deve neppure prescindere dall'impegno, sia pur limitato, di tutta la comunità casamassimese ad ampliare il più possibile lo scibile delle sue conoscenze...". Bisogna far presto ad attuare la volontà di Don Sante così ci mettiamo al sicuro dal ritorno dei Borbone.
 
 
#40 Europpositore 2012-02-20 14:57
I tagli impostati da Tremorti, li ha decisi per lui l'unione europea. Il vassallo delle banche, monti, sta eseguendo alla lettera tutti i punti della famigerata lettera diktat che la BCE ha inviato al governo berlusca e che egli avrebbe approvato (certo, molto lentamente, perché si sarebbe giocato tutto l'elettorato) con la fulgida opposizione del PD, che invece ora,è costretto a sostenere (perché la lega è venuta meno) con un inciucio colossale, non visto volutamente solo da chi ha la mente soffocata dalla m**** propinata attraverso le TV di regime, dai propri partiti e che giustifica come "responsabilità"..Fa ridere vedere come lei, Vito cassano, trova ogni modo per difendere l'operato del suo partito, senza rendersi conto, di quanto ciò sia ridicolo e risibile, visto che sta sostenendo praticamente, il governo berlusconi (ahahah forse solo con meno escort e un velo di moralità assunta con aspetto serioso) ahahah
 
 
#39 Vito CASSANO 2012-02-20 11:22
no, disse che Birardi, per onestà intellettuale che a lui non manca, avrebbe dovuto dire che Tremonti con i tagli lineari ai comuni aveva ridotto le disponibilità per la spesa sociale. Problema, del resto, ancora attuale, anche se, grazie a Monti (anticipazione IMU anche a favore delle casse Comunali)un po' attenuato. Lascio ad altri il cinismo della speculazione politica sui bisogni della povera gente.
 
 
#38 non dite mai la veri 2012-02-19 12:49
scusate ma vito cassano non è colui che durante le votazioni e durante un confronto tra birardi e nitti disse che per le persone disabili il governo de tommaso non aveva soldi per sostenerli? adesso fa tanto il moralista, il suo partito queste problematiche non le prendeva per niente in considerazione. si pensava solo per i propri interessi, sistemare parenti e amici.
 
 
#37 Vito CASSANO 2012-02-16 19:12
E no caro Catone, è stato un atto notarile sottoscritto anche dal nostro sindaco Birardi ad impedire che la vecchia giunta portasse a termine i progetti. Non solo, ma presentarlo come un burattino nelle mani di altri, ne aggrava la posizione e ne fa lo zimbello di poteri occulti. Chi sono ? Ed il sindaco era consapevole di ciò quando ha accettato la candidatura? Non ho ancora letto l'ordine del giorno approvato nell'ultimo consiglio, mi riservo di farlo al più presto, spero solo che se una fondazione ci sarà, sia rispettosa della volontà di don Sante, solo così il sindaco ci dimostrerà la sua sincerità. I disegni segreti e perfidi, a cui si allude, si smontano solo insistendo nel procedere speditamente nell'apertura di Monacelle quale biblioteca comunale, anche sistemando almeno la parte più pregiata del patrimonio. Scusami Catone, ma Birardi, consigliere comunale da vent'anni, è una radice profonda o superficiale?
 
 
#36 Catone 2012-02-16 14:18
Devo spezzare una lancia a favore dell’attuale sindaco che non è certo la causa di questo guazzabuglio ma ne subisce i deleteri effetti. Il tutto è imputabile alla precedente amministrazione che ha tralasciato di risolvere i grossi e reali problemi del paese per favorire le logiche rampanti di alcuni dipendenti del comune. In particolare, di quelli che si sono resi disponibili ad affiancarla in determinati progetti e che oggi presentano il conto a Birardi il quale, essendo digiuno di tutto, ha più che mai bisogno di una dritta interna per governare. Il prezzo da pagare? La sistemazione dei parenti più stretti. In che modo? Tirando in ballo una fondazione in cui inserire pure qualche amico e annessa associazione. Il patrimonio di don Sante è solo il pretesto per mettere in atto il loro piano. La biblioteca a Casamassima non c’è e non ci sarà mai perché Monacelle non è il luogo idoneo alla sua sistemazione. Lo sapevano bene gli ex amministratori quando hanno accettato la donazione dell’illustre sacerdote ma nessuno di loro lo ha detto, anzi, hanno affidato incarichi a soggetti esterni. Come andrà a finire la querelle? I soldi dei cittadini buttati al vento, le aspettative dei parenti di don Sante deluse e l’immobile Monacelle adattato come sede chic di qualche servizio comunale e forse della stessa pro loco. Ma con tutto questo, ripeto, il nuovo sindaco non c’entra. Il mea culpa devono recitarlo i veri responsabili del degrado ambientale e morale del paese che ha radici profonde, e non superficiali.
 
 
#35 Sill. 2012-02-16 09:34
ah volevo aggiungere un ultima cosa. Ho la sensazione che alcune volpi vogliono usare il nome di Don Sante per fare altro e per non essere attaccati..e come se volessero proteggere il loro attivismo culturale dietro un nome autorevole.
 
 
#34 Sill. 2012-02-16 09:31
tempo fa partecipavo anch'io ai lavori della proloco e devo dire che se eviti di osservare e di riflettere tutto è molto bello. Entusiasmante a tal punto da essere istigato a fare il fesso. Ricordo che inizialmente anch'io sentivo di far parte di un gruppo e di prendere le difese del suo lavoro ogni volta che nasceva una critica. Con il tempo, purtroppo, non son riuscito a limitarmi nel godere solo delle attività e son stato costretto a riflettere su molti aspetti, e son stato indotto a prendere consapevolezza della situazione. Alla fine sono andato via senza polemiche e litigi. Credo che i commenti che son stati fatti sulla nostra situazione hanno seriamente focalizzato la problematica. Non si può restare per un quarto di secolo in un posto se si considera che i risultati culturali sono scadenti e per lo più effimeri. La cosa grave è che ci si vanta di questa cosa. Stupidità o presa per i fondelli?
 
 
#33 Antonella Radogna 2012-02-15 21:49
....infatti mi chiedevo, "come mai non arriva il possessore di ogni verità l'insigne castramaxima???" Ora siamo al completo,i giochi possono iniziare,Don Sante e Fondazione passano in secondo piano,per due giorni colpiamo la Pro Loco,se non affonda cambiamo bersaglio...Casamassima ne è piena,l'importante è rimanere nell'anonimato...e tanto vali.
 
 
#32 Vito CASSANO 2012-02-15 21:19
X Mimmo Birardi. Potrei dirti semplicemente: “neanch'io”, ma convinto come sono che il dialogo produce sempre un arricchimento culturale, cercherò di chiarire meglio il mio pensiero partendo da ciò che scrive arch.A_P “ ...Certo invece è che la Fondazione non può e non deve gestire le attività socio culturali di una comunità intera ….. Il Comune propone e indirizza lo sviluppo socio-culturale , la popolazione è libera di seguire , le Associazioni-privati-movimenti-gruppi-ect. sono liberi di progettare, proporre, sviluppare , attuare anche in alternativa . ..” Il punto è proprio quello di una Amministrazione Comunale che non svolge la propria funzione di indirizzo politico e sottrae la competente gestione amministrativa agli Uffici preposti. Ricordare con una targa un nostro concittadino con commemorazione ufficiale addirittura con rappresentanti istituzionali della Repubblica Armena sottoscivendola con una associazione che si richiama al Regno delle due Sicilie, quale comunità rappresenta? Se non vedo uno straccio di manifesto per ricordare prima la Shoah e poi le Foibe, con chi me la devo prendere se non con il Sindaco? Se dopo un anno di amministrazione il patrimonio di Don Sante giace nelle “carceri”, è giusto che mi chieda perché, chi ha impedito che si aprisse la Biblioteca Comunale e il Centro Culturale, nelle more della istituzione di una fondazione. Ma l'azione amministrativa che vede proporre di affidare ad una Fondazione “...la gestione? Dei servizi culturali e del tempo libero del Comune, che vede un Assessore a rimorchio delle preziose quanto belle iniziative delle scuole, (nella speranza di avere presto notizie sul dimensionamento scolastico, visto che è in costruzione la nuova scuola), un altro che fa “convenzioni?” con associazioni sportive, invece di intervenire per i problemi del palazzo dello sport, un altro che intende attivare una convenzione con un legale (di Bari!) per la tutela legale del comune in materia ambientale, che preferisce non affrontare la questione della raccolta differenziata, non ritieni che possa far nascere il dubbio tra buona fede e deliberata impostazione politica?
 
 
#31 Castramaxima 2012-02-15 18:47
Visto che i commenti su questo articolo parlano più della Proloco che di Monsignor Sante Montanaro, la domanda mi viene spontanea.......... è vero che la Proloco, pur avendo ottenuto da tempo tutte le somme, ad oggi non ha provveduto a versare ai Cartapestai Casamassimesi, al Presepe vivente e ad altre associazioni il contributo previsto nella convenzione sottoscritta tra la Proloco ed il Comune? Un'altra piccola domanda ...... leggevo sulla convenzione innanzi menzionata che vi erano anche €.1000,00 per gli addobbi natalizi! Parliamo solo di quell'alberello che ha fatto ridere tutto il circondario o ci sono anche altri addobbi di cui non abbiamo cognizione?? Grazie.
 
 
#30 Casamassimese 2012-02-15 18:27
Non mi risultano collaborazioni tra don sante e la proloco. Ricordo le mostre d' arte contemporanea organizzate dall'artistico operaia di Roma. Infatti Don Sante preferì portare un' associazione da fuori e non collaborare con quelle presenti sul territorio.. quindi nemmeno la proloco che all'epoca non era ancora il dominus della cultura casamassimese.. forse adesso sarebbe stato costretto. Odio la faziosità ma lei fa bene ad andare avanti con maggiore impegno. Siamo certi che le nostre parole, i nostri confronti la stimoleranno a fare sempre meglio, per Casamassima s'intende, noi osserveremo con maggiore attenzione. Buon Lavoro.
 
 
#29 Antonella 2012-02-15 03:43
...e vissero per sempre felici e scontenti.Che bella coppia,invitateci al vostro matrimonio via web.
 
 
#28 arch.A_P 2012-02-14 21:11
Per qualche ancora dis-informato/casamassimese ….. Dopo innumerevoli manifestazioni culturali organizzate con la collaborazione illuminante di Don Sante Montanaro , (da oltre 25 anni ) tanti hanno auspicato la costituzione di una Consulta della Cultura magari con sede nel complesso Monacelle …sede prevista anche per la Biblioteca Comunale ospitante anche i libri e altro donato dallo stesso don Sante Montanaro e da Altri illustri Concittadini. Anni di tribolazioni e incontri con gli Amministratori pro-tempore fino a costringere il nostro don Sante Montanaro a inviare una lettera-sollecito nel settembre 2008 , nella quale passando dalle chiacchiere ai fatti metteva l’Amministrazione del sindaco De Tommaso di fronte all’alternativa accettare la donazione e quindi realizzare la Biblioteca e Centro Culturale o altrimenti la donazione avrebbe preso altre strade. Un po’ costretta, un po’ convinta la maggioranza di allora nel gennaio 2009 con Delibera Consiliare accettava tale donazione e ricoverava ( momentaneamente ) parte della stessa presso il Carcere Mandamentale di Casamassima ( ovviamente non in uso )….. poi nulla di nulla solo rinvii e promesse non mantenute, e non solo a don Sante Montanaro ma anche a tutte le Associazioni di vedere nascere un luogo di aggregazione culturale e la Biblioteca Comunale ( nel frattempo chiusa e impachettata ). Ora dopo anni , l’attuale Amministrazione, .individuando nella istituzione di una Fondazione l’unica possibile soluzione di sbocco per tale progetto, prova a portare a termine il desiderio del nostro amato don Sante e di tutti i Cittadini desiderosi di incontrarsi in una Biblioteca Civica sede della cultura scritta e anche della Casamassima socio-culturale . Questa è la storia , altre sono chiacchiere ; chiacchiere di chi non sa , non vuole, non può , ha paura della cultura e di uscire dalla mediocrità ….. Continuo nella convinzione che “ uniti si può “ e che don Sante non merita chiacchiere ma fatti come di fatti è piena la Sua Storia. La Pro Loco da oltre 35 anni collabora e collabora e collabora e collabora …. e lo faremo sempre senza se e senza ma, pro Casamassima , pro Cittadini , con tutte le Associazioni e ora ancora di più per don Sante Montanaro .
 
 
#27 Casamassimese 2012-02-14 18:42
Ciao Anna, dalle tue parole si evince che sei passata da sotto le forche gaudine. Forse avrai anche tu un associazione. mi piacerebbe saperne di più se è possibile anche se posso immaginare. Se la tua è n associazione nuova allora tutte le porte saranno bloccate per sbloccarle devi usare olio e lingua e chissà cos'altro.
 
 
#26 Anna Gargaro 2012-02-14 14:46
casamassimese 21..ti adoro
 
 
#25 freeTIME 2012-02-14 09:22
Sono assolutamente d'accordo con casamassimese.
Quando ci si propone... sono sempre i soliti che vogliono fare e fare... cosa poi??

va beh..
 
 
#24 osservatore 2012-02-14 09:19
Se ho condiviso il primo commento dell'arch. A_P non certamente condivido il secondo in cui riesce a percorrere un tornante con una disinvoltura disarmante. Certo ci vuole coraggio..molto coraggio a girarsi la frittata cosi..pubblicamente e in forma scritta. Ma il coraggio quando vien fuori dall'appetito allora si diventa temerari, impavidi, spregiudicati fino al punto di non rendersi conto della gravita..totalmente disinteressati del giudizio altrui.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.