Lunedì 28 Settembre 2020
   
Text Size

SEL ALLARGA L'ASSEMBLEA A SINISTRA E GIORNALISTI

nica lilli

Nica Lilli riconfermata alla guida della segreteria del circolo cittadino di Sinistra Ecologia Libertà. L’esponente di Sel, infatti, è stata nuovamente riproposta nel suo incarico, essendo stata votata all’unanimità dai rappresentanti del partito. Lilli potrà dunque proseguire il suo lavoro, dato che ha presentato la sua candidatura, che ha poi portato alla sua elezione, da segretario uscente. L’incarico di tesoriere di circolo, invece, è stato affidato a Gianni Simone. Si va delineando, dunque, il nuovo organigramma della sezione casamassimese di Sel, anche se per completare l’intero mosaico bisognerà attendere la prossima settimana: allora, infatti, gli ultimi tasselli andranno a posto con la nomina dei membri del direttivo.

Il lavoro del circolo, dunque, prosegue. E lo fa, nel segno della continuità. “Il percorso che noi di Sel abbiamo intrapreso – ha detto Nica Lilli subito dopo aver appreso la notizia della sua riconferma come segretaria – va avanti. Continueremo a perseguire i nostri obiettivi, cercando di dar vita a una politica partecipata che sia il più possibile capace di coinvolgere i cittadini. Tra le altre cose, a tal proposito, stiamo già pensando di costituire dei forum tematici permanenti, al fine di stimolare discussioni e proposte. Alcuni dei temi che vorremmo diventassero oggetto di questi forum sono quelli riguardanti le politiche sociali, ambientali, culturali e giovanili. Noi crediamo che il rinnovamento al quale puntiamo – ha concluso Lilli – non possa che passare attraverso il coinvolgimento nella vita politica di figure nuove, capaci di portare in questo mondo freschezza, pulizia e voglia di fare”. [g.zac.]

***

E' avvenuto in discontinuità rispetto al passato, un'assemblea convocata dalla stessa Nica Lilli sulla scorta dell'aggregazione e dell'apertura alle altre forze politiche di centrosinistra e ai giornalisti. Sabato pomeriggio, nella sede di Sel, è andata in scena la prova generale di convergenza di area, un tentavivo per tornare a dialogare con l'obiettivo di dare vita a uno sforzo propulsore in vista di qualsivoglia consultazioni elettorali.

"Occorre farlo stando uniti. Proviamoci" ha concluso l'incontro Lilli, "togliamo il proviamoci e facciamolo".

All'assemblea ha partecipato anche Lorenzo Cipriani, segretario provinciale di Sel: "Dobbiamo ripartire dalla gente e dal ruolo chiave delle persone per bene nella società - ha esordito - proviamo a immaginare il 'Palazzo di cristallo' in nome della trasparenza amministrativa; gli 'Sguardi di genere' in nome del coinvolgimento delle donne nella politica; la comunicazione e il dialogo con le altre forze politiche vicine (riferendosi a Pd e Idv come sta accadendo a livello nazionale, ndr)". Domani, infatti, la sottoscrizione di un documento d'intesa che si ispira a etica e legalità e che scolpirà l'accordo tra le parti. 

Saranno molti gli obiettivi da perseguire, così è parso, ma il circolo Sel Casamassima è anche il più attivo tra quelli dei paesi interessati dalla questione Lama S. Giorgio e depuratore. [mar. r.]

Commenti  

 
#11 luca battista 2011-12-04 21:14
Come si suol dire chi di striscione ferisce,di striscione perisce,ad ogni buon conto la sostanza mica cambia di molto ,a mio parere,se il messaggio propagandistico affisso nei pressi della scuola è diseducativo,l'associazione tra il simbolo della bandiera italiana emblema dell'unità nazionale,visto che ricorre il 151nesimo anno della medesima,affiancata dalla bandiera dell'unione europea nella quale con fatica, sacrifici, lacrime e sangue stiamo provando a rimanere, associata ad un agenzia che si occupa di acquistare metalli preziosi costituiscono un oltraggio, in alternativa una metafora di quanto accade nel paese che affoga nel mostruoso debito pubblico a cui porre rimedio ricorrendo alla vendita di collane orecchini e quant'altro ricevuto in dono dopo aver ricevuto i sacramenti.A mio avviso ,ogni tanto,mica sempre, l'agire umano oltre che comandato da economisti e banchieri,potrebbe ispirarsi una tantum al buon senso evitando concessioni ed affissioni scellerate!
 
 
#10 nica lilli 2011-12-04 20:10
gentilissimo sig. Nicola,avevo sottolineato il fatto che non avevo nessuna intenzione di polemizzare, ma quanto posso constatare c'è chi non vede l'ora di fare polemica, comunque per essere precisi:
1)io non ho mai parlato di abusivismo, ma di condivisione in C.C.
2)chiedo venia per la confusione sulla denominazione dell'attività, ma per quanto legale resta discutibile quanto un bar - tabacchi.
3)non cerco pubblicità ne per me ne tantomeno per il mio partito, volevo semplicemente dire, che si può collaborare per il bene del paese pur essendo partiti agli antipodi, pur essendo noi opposizione ( la nostra intenzione è stata più volte espressa) voi maggioranza.
4)sono felice di averle donato un sorriso, ma io nn ho mai permesso a nessuno di dirmi cosa dire( scusate la ridondanza). Ho detto:" io credo che possa costituire vilipendio" e non potevo e non volevo dire null'altro perchè non avrebbe espresso il mio pensiero.
5) non mi sembra che l'attività in questione corrisponda a una banca .
6) n on dobbiamo e non vogliamo far passare nelle segrete stanze le nostre interpellanze. Le facciamo nei luoghi preposti. Ripeto il concetto, qual'ora non fosse stato chiaro. Si può governare bene un paese anche stando all'opposizione, forse lo si fa anche meglio perchè questo accada è indispensabile l'unico e solo obiettivo comune che è il bene del nostro paese. Bisogna avere la capacità di riconoscere gli errori commessi e partire da quelli per poter ricominciare e ricostruire, non è necessario riguardare e recriminare in continuazione quello che è stato. Perchè è verissimo che noi eravamo in maggioranza, ma voi come la facevate l'opposizione?
E con questo chiudo.
" Chi ha orecchie per intendere...intenda"
 
 
#9 Nicola Pastore 2011-12-01 22:51
Ciao Nica,sono Nicola,visto che lo striscione sul balcone del Municipio l'ho affisso io vorrei precisare alcune cose,innanzitutto ho tanto di richiesta fatta al Sindaco di Casamassima protocollata il 18 ottobre,quindi non era per niente abusivo.Due,non confondere le intestazioni delle due attività, "compro oro & argento" non è "giallo oro",quindi non dire cose che in questo caso poco rispondono alla verità solo per pubblicizzare una azione svolta dal tuo partito l'estate scorsa.Tre,alcune realtà di Casamassima(come La Voce del Paese) devono ringraziare lo sponsor "compro oro & argento" altrimenti avrebbero parecchi problemi di bilancio e di uscita.Tre, "compro oro & argento di Vito Natale" ha tante di autorizzazioni e licenze da poter svolgere la propria attività in dieci paesi diversi nella provincia di Bari quindi il discorso del vilipendio scusami,mi fa ridere,forse potevi dire che non era il massimo da inserire sotto le bandiere d'Europa e d'Italia,però dimentichi che qui ormai comandano le banche e gli economisti quindi come sponsor non è poi così cattivo.Ultimo,dici che se vogliamo fare quattro chiacchiere sappiamo dove trovarvi,anche voi prima di fare l'interpellanza sapevate dove trovarci ma non ci avete considerati anzi.Al consigliere D'addabbo vorrei dire che lo hanno informato male,perchè lo striscione sulla recinzione della scuola era ben prima di venerdi 25 novembre alle 19,30,grazie per l'attenzione.
 
 
#8 Considerazione 2011-12-01 17:54
Premesso che sono convinto che l’attività di “compro oro & argento” sia del tutto legale e che quindi l’azienda può fare pubblicità come e quando vuole ma voglio proporvi stralcio di un articolo apparso su un noto quotidiano a tiratura nazionale che narra “ Silenzioso, ma sotto gli occhi di tutti gravita il giro dei “compro oro”. Negli ultimi 2 anni i negozi di compro oro in Italia sono quadruplicati. Il fenomeno è in crescita e richiede l’istituzione di controlli, dato che “la procedura amministrativa attuale sulla concessione delle licenze è fin troppo semplice, mentre il controllo della filiera è pressoché inesistente. Questo potrebbe dare spazio a chiunque voglia sfruttare tutte quelle famiglie che trovandosi nei guai a causa della crisi, hanno iniziato a vendere sempre di più i propri effetti personali……ect ect” - non vado oltre nell’articolo perché si entra nella parte giudiziaria inerente indagini nazionali della Guardia di Finanza).
Solo per le conclusioni tratte da questo articolo necessitava un po’ di buon senso e quindi non permettere l’affissione dello striscione sulla facciata del Comune di Casamassima dal momento che il Palazzo Comunale non è un edifico privato ma rappresenta le Istituzioni ed in quanto tale non può essere delegittimato.
PS: Sono da rimuovere immediatamente anche gli striscioni sponsorizzati da una nota tabaccheria comunale, affissi sulle cancellate delle scuole locali. Insensibilità anche in questo caso ma, poiché tali striscioni risultano fissati esternamente alle strutture scolastiche, non è detto che tutto sia stato fatto alla luce del sole.
 
 
#7 nica lilli 2011-12-01 08:13
...credetemi, io non amo le polemiche ma non posso non rispondere a delle provocazioni.
il quesito che mi ponevo, sig.ra Maria Nanna, era ed è: " chi ha autorizzato l'affissione di quel cartellone ? la decisione è arbitraria, di un singolo o condivisa con gli organismi competenti?".
Non scrivo in difesa di nessuno, ma solo seguendo le MIE idee e prinicpi. Se è vero, com'è vero, che i tabacchi sottintendono la vendita di "bacco e tabacco" dobbiamo riconoscere che "Giallo Oro" è una specie di monte dei pegni o sbaglio? e che gli stessi, solo quest'estate sono usciti con una pubblicità altamente offensiva nei confronti delle donne ( fatto irrilevante , lo ricordo per onore di cronaca). Voglio per altro ricordare, che l'oscuramento di quei cartelloni è stato chiesto da SEL Casamassima direttamente al Sindaco Birardi, che, devo dire sembrò accogliere la nostra contestazione. Con questo chiudo e chiedo la cortesia a chiunque abbia voglia di confrontarsi con noi di farlo guadandoci negli occhi, magari davanti ad un caffè. Questo on line, è sicuramente un primo momento di conoscenza, ma per costruire e cambiare le cose , bisogna lavorare fianco a fianco. Noi siamo in via stazione al numero 31, i nostri riferimenti telefonici- 3478121911/39217165/3470139005. Vi aspettiamo!
 
 
#6 Giancarlo DAddabbo 2011-11-30 23:41
Ho avuto notizia dello striscione in Consiglio lunedì 28. L'ho visto alle ore 18:00 di martedì 29. Ho scoperto che era stato sistemato lì venerdì 25 alle ore 19:30 senza alcuna autorizzazione. Oggi 30 alle ore 18:00 è stato rimosso da colui che lo aveva sistemato. Nessun problema a riferire altri particolari in sede opportuna.
 
 
#5 Maria Nanna 2011-11-30 17:56
Sacrosanto il fatto che anche la scuola, debba utilizzare fondi reperiti in modo privato (come gli sponsor e le collaborazioni esterne), ma, prima di volare alto, sfoggiando concetti come vilipendio delle bandiere italiane ed europee, teniamo presente che non è stata collocata una pubblicità qualunque su una scuola elementare (ente statale con scopo EDUCATIVO), come potrebbe essere la sponsorizzazione di alimenti o materiale di cancelleria: sul cancello dell' istituto è stato affisso uno striscione che, vogliamo farla breve, pubblicizza SIGARETTE. La conclusione la lascio a tutti voi, liberi di pensare ed arbitrare.
P.S. lo striscione in piazza, sotto le bandiere, sicuramente sarà stato qutorizzato da qualche Auorità, per cui......
 
 
#4 A nica 2011-11-30 17:02
Il vilipendio della bandiera europea non è poi un male così grave...Se si sapesse cosa rappresenta, probabilmente la si brucerebbe.
 
 
#3 nica lilli 2011-11-29 19:04
gentilissimo " acquisto oro e argento",
la ringrazio per aver rilevato la presenza del manifesto pubblicitario affisso sulla cancellata di via bari ( zona inutilizzata e quindi, immagino poco frequentata dal Dirigente Scolastico, per altro coperta da fronde..) della scuola Rodari.
Io, in quanto domiciliata nei paraggi, sono una dirimpettaia di quel cancello e le posso garantire che, sullo stesso, da anni sono collocate pubblicità o pubblicizzazioni di ogni genere, dalla FIDAS ai tabacchi, cioè da molto tempo prima che il Preside D'Addabbo fosse dirigente in quella scuola
E'mia premura, farle presente, che la decisione di affiggere un cartellone pubblicitario su un edificio scolastico è deliberata in Consiglio di Circolo, organismo democratico della scuola che vede coinvolti; genitori ( uno ne è il presidente) ,dirigente, insegnanti e collaboratori, quindi tutta la scuola decide.
Mi chiedo se è stata utilizzata la stessa procedura, ha deciso il C.C. per la collocazione e l'affissione del manifesto di giallo oro???.
Le aggiungo che, visite le ristrettezze economiche della Scuola Pubblica, se ci sono contributi all' istituzione ( sponsor ) la pubblicità è permessa.
Questo è quanto io conosco, non ho ancora sentito il Consigliere, lo farò presto, ma onestamente non credo ci sia dell'altro.
P.S.
La pubblicità di giallo oro è stata collocata sotto le bandiere, dll'Italia e dell'Europa, io credo questo possa costituire vilipendio alle stesse ( art. 292 cost. It).
 
 
#2 Acquisto oro&argento 2011-11-29 15:06
"acquisto oro&argento",sig.ra Lilli,se mi avesse ascoltato avrebbe scongiurato al prof.D'Addabbo la brutta figura fatta ieri sera in consiglio comunale visto che ha fatto ridere tutti i presenti in aula affermando di non sapere che sulla recinzione della scuola Rodari (la sua) da giorni è affissa una pubblicità di tabacchi ed altro,complimenti.
 
 
#1 Acquisto ORO&ARGENTO 2011-11-27 19:33
Sig.ra Lilli,mi scusi se la disturbo,ma in me è sorto un dubbio che vorrei mi aiutasse a chiarire,questa mattina ho acquistato l'ultimo numero del settimanale "La Voce del Paese"e scorrendo le pagine sono arrivato alla sesta dove c'è l'ordine del giorno del prossimo(28/11/2011) Consiglio Comunale di Casamassima ed ho letto tra le altre:Interpellanza presentata dal cons.prof.D'Addabbo per la rimozione dal balcone del Municipio dello striscione con la scritta "Compro Oro e Argento",mi sono detto "Mamma Mia, evidentemente in questo periodo di crisi esporre una pubblicità del genere deve essere così distruggente per i cittadini da fare addirittura un'interpellanza in Consiglio Comunale,evidentemente al prof.D'addabbo una pubblicità con l'oro e l'argento non va a genio, può capitare perchè no??? Anzi bravo il D'Addabbo che da bravo cittadino combatte per rispettare le regole,su i monumenti,i palazzi comunali,le scuole pubbliche tutte le pubblicità vanno abolite o NO?????? Perchè tanti interrogativi??? Subito spiegato.Nel Pomeriggio mi avviavo per Bari,mentre passavo davanti alla scuola "Rodari" di cui il nostro bravo consigliere/professore è dirigente scolastico(cioè il capo) ho visto affisso sulla recizione della scuola uno striscione lì già da qualche giorno con la pubblicità di una rivendita di tabacchi-scommesse-gratta e vinci ed altro del genere,mi sono chiesto,ma i bambini dai sei ai dieci anni che ogni giorno guardano quella pubblicità cosa pensano del loro dirigente scolastico che è attento al palazzo comunale e disattento al proprio edificio scolastico,oh è proprio vero il detto,"FAI COME DICO IO MA NON COME FACCIO IO" professore D'addabbo a casamassima dicono anche "CAMIN VATTIN". Sig.ra Lilli ho scritto a lei,perchè la ritengo una persona preparata ed intelligente e sicuramente saprà riprendere il consigliere che Vi rappresenta in Consiglio Comunale,grazie per l'attenzione.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.