Mercoledì 18 Settembre 2019
   
Text Size

CASAMASSIMA SI CANDIDA A DIVENTARE UN “BORGO AUTENTICO”

bai

Uno dei provvedimenti (forse il più programmatico) votato in Consiglio all'unanimità, lo scorso 26 luglio, è stata l’adesione all’associazione “Borghi autentici italiani”, (BAI). Uno degli obiettivi dell’associazione di Comuni è istituire, promuovere e gestire “laboratori” e centri o reti multimediali, ovvero programmi di divulgazione e/o di sperimentazione tecnica, culturale e scientifica attorno ai temi della qualità urbana ed edilizia, della sostenibilità ambientale, della valorizzazione dell’identità della tradizione culturale locale, nonché delle politiche sociali e di welfare riguardanti i comuni e le realtà locali, il tutto riferito ai borghi aderenti alla rete associata. Il che è già un programma di per sé.

L’iniziativa è stata presentata in Consiglio dall’assessore alle Attività produttive, Gino Petroni, e articolata con la lettura del manifesto da parte del sindaco. “I Comuni Borghi Autentici aspirano a un ambiente pulito, sano e desiderano che le risorse siano conservate e tutelate a favore delle future generazioni – si legge nel documento denominato ‘Carta della qualità’ – I Comuni e i borghi associati sono impegnati a migliorare continuamente i servizi di raccolta e smaltimento di ogni tipo di rifiuto, compresa l’incentivazione alla riduzione della produzione degli stessi mediante innovative metodologie e tecniche. In questa fase ritengono fondamentale, in coerenza con il ‘Decreto Ronchi’ incrementare il più possibile la raccolta differenziata”, poi più in là, viene indicata la condizione che la differenziata raggiunga il 60% entro il 2011.

E noi non possiamo fare a meno di sorridere.

Tuttavia l’adesione del nostro Comune a una rete di reti non possiamo che salutarla favorevolmente, dato che tempo fa ci eravamo chiesti come mai Casamassima fosse fuori da questo tipo di relazioni e non approdasse a progetti strategici di area e di tema, oltre che bandi di finanziamento. Il BAI è aderente a Res Tipica ANCI: Rete delle Città di Identità, all’Associazione Italiana turismo responsabile, a Legambiente Turismo e Giffoni film festival, giusto per nominare alcune delle realtà attive in Italia.

Naturalmente non mancherà l’appoggio “organizzativo” della Pro Loco, interessata a portare avanti il progetto tanto atteso del Paese azzurro: interessante sarà quindi partecipare alle riunioni che la stessa Pro Loco (neo tenutaria delle attività culturali fino a fine 2011) vorrà allargare alla cittadinanza in nome della rinascita culturale e sociale, oltre che ambientale, di questo paese. Il traguardo è ardito, l’auspicio lo è di più.

Ora restiamo in attesa di sapere se il BAI accetterà la nostra richiesta di adesione.

Per chi volesse capire di cosa si tratta: www.borghiautenticiditalia.it.
consiglio_bai

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.