Venerdì 13 Dicembre 2019
   
Text Size

LA NUOVA GIUNTA, CHI SONO GLI ASSESSORI

consiglio comunale

Vediamo chi sono gli assessori e il presidente del Consiglio.

NINNI COLUMBO

Tributi e Politiche fiscali e finanziarie e vicesindacocolumbo ninni

Ninni Columbo nasce a Bari il 28 febbraio 1942. Terminati gli studi di ragioneria, comincia la sua lunga esperienza nel mondo del commercio, campo nel quale tuttora è consulente. Grande appassionato di sport, ottiene ottimi risultati nel canottaggio. Nel mondo della politica sin da giovanissimo, milita  prima nella Democrazia Cristiana, poi in Forza Italia e adesso nel Popolo della Libertà. Alla sua terza candidatura a consigliere comunale qui a Casamassima.

 

 

 

 

 

PINO GENGO

Pubblica istruzione, Ambiente, Ato, rifiuti, verde pubblico, informatizzazione e innovazione tecnologicagengo giuseppe

Pino Gengo nasce a Capurso l’8 maggio 1962. Sin da giovassimo si avvicina alla vita politica, seguendo le orme tracciate dal padre, il compianto Mimì. Agente di commercio editoriale nel settore scolastico, sposato e padre di due figli, Pino Gengo vive diverse esperienze politiche come per esempio – per citarne alcune – quella che lo porta a diventare, dopo le elezioni amministrative del 1993, assessore con delega a commercio, industria, artigianato e agricoltura. Più di recente, contribuisce all’elezione di Massimo Cassano come consigliere regionale.

 

 

 

 

MARIA SANTA MONTANARO

Servizi sociali, Pari opportunità, Politiche giovanili e del lavoro, servizi demografici ed elettoralimontanaro maria santa

Maria Montanaro, 32 anni, nasce a Casamassima il 19 maggio 1979. Una volta conseguito il diploma di ragioniera, si iscrive alla facoltà di giurisprudenza dell’Università di Bari, dove si laurea discutendo una tesi in diritto civile. Successivamente diventa avvocato. La sua avventura politica comincia quando la Montanaro è ancora giovanissima, nel 2003, anno in cui si candida per la prima volta alle comunali. Cinque anni dopo, nel 2008, viene eletta consigliere comunale, incarico che gli elettori le confermano anche un mese fa, in occasione della recente tornata elettorale. La Montanaro è inoltre l’unica donna presente in giunta.

 

 

 

 

GINO PETRONI

Attività produttive, politiche agricole, industria e commerciopetroni gino

Gino Petroni nasce a Bari il 18 dicembre 1964. Dopo aver conseguito il diploma di geometra al Pitagora di Bari, nel 1985, ottiene dalla Regione Puglia l’attestato di agente e rappresentante di commercio. Coniugato, svolge attività di imprenditore nel settore della commercializzazione e della distribuzione dell’abbigliamento da uomo e da donna. Amministratore unico della società “Pl group srl” operante al Baricentro, è coordinatore cittadino per il movimento politico Schittulli.

 

 

 

padalino giuseppe

 

PEPPINO PADALINO

Urbanistica e assetto del territorio, lavori pubblici e infrastrutture

Giuseppe Padalino, nato a Lucera, in provincia di Foggia, il 27 marzo 1935, ha vissuto gran parte della sua vita a Santo Spirito, dove per trent’anni è stato direttore amministrativo di un grande stabilimento industriale con sede centrale a Milano. Diplomatosi in ragioneria, per quattro anni è stato amministratore dell’Amniu di Bari, nonché agente della Siae. In pensione dal 1995, tra le altre cose è stato anche presidente della prima circoscrizione Santo Spirito-Palese.


 

 

Presidente del Consiglio

carelli rinoRINO CARELLI nasce ad Acquaviva l’8 settembre 1970. Il suo percorso di studi e formazione lo porta al conseguimento della laurea in giurisprudenza, all’Università di Bari. Subito dopo segue un master in Sviluppo territoriale e gestione d’impresa. Imprenditore e consulente in sistemi di qualità per le principali società petrolifere, ma anche per Autostrade per l’Italia, più di recente si abilita anche come mediatore civile e commerciale. Segretario provinciale di Bari, segretario regionale aggiunto per la Puglia, e membro dell’esecutivo nazionale di Fegica-Cisl, ma anche membro del direttivo provinciale di Bari di Felsa-Cisl, è consigliere comunale uscente.

Commenti  

 
#21 cobra 2011-07-13 07:49
ma quante chiachiere quelo mangia quello no quello è serio, ma basta tanto ormai sono li, è quello che dite non fà un piega a nessuno.
avete votato bn ora ci sono loro lasciamoli lavorare, ora andate al mare che faà cald.
 
 
#20 Curioso 2011-07-12 15:48
Pin Pin sei per caso parente stretto del Consigliere Ping-Ping??
 
 
#19 Boccaccio 2011-07-12 12:13
Caro Libertadores, sarà anche come dici tu ma il magna, magna che tu affermi che esiste in alcuni nostri rappresentanti eletti è colpa solo del popolo che vota come dice lo scrivente TIMIDO io voto a te e tu dai un voto a me. Se fai un' analisi degli eletti ti rendi conto che la risposta viene da se. Ti stai preoccupando del consigliere Pignataro lo stesso è l'ultimo dei problemi dei costi della politica comunale di Casamassima. Lo stesso è consigliere comunale a Casamassima dal lontano 1978 e sono 33 anni di seguito. L' unica cosa che va riconosciuta allo stesso è almeno la coerenza e serietà non ha mai cambiato partito, è sempre stato nel M.S.I, poi in Allenza Nazionale ed adesso catapultato nella gloaca del popolo delle Libertà. Io non penso che lo stesso possa far parte dei Magna, Magna di cui tu fai riferimento, se fosse così, penso che lo stesso ha avuto tante possibilità anche durante il suo mandato di 10 anni alla provincia. Non voglio difendere nessuno, ma almeno va riconosciuta la serietà, l' onestà, la correttezza e la capacità politica. Stai guardando il rimborso percepito del viaggio, ma molto probabilmente non hai valutato quanto costa alle tasche dei cittadini gli orari di permessi, ferie e quant' altro di tutti coloro che sfruttano la loro carica di consigliere o assessore. Per quello che mi risulta egli è un libero professionista ed è certo che il giorno del consiglio non penso che si faccia rilasciare l' attestazione di presenza in consiglio per sfruttare le giornate o i permessi. Se fossi in te, focalizzerei gli occhi su altri soggetti, che usano la politica per interessi personali e non i sacrifici personali per la politica. HAI VISTO LE FACCE DI TUTTI COLORO CHE OGGI SI APPRESTANO AD AMMINISTRARE IL NOSTRO COMUNE? MI FAREBBE PIACERE CONOSCERE LA LORO DICHIARAZIONE DEI REDDITI E VEDERE ALLA SCADENZA DEL MANDATO I COSTI DI OGNUNO PER LA LORO CARICA ESPLETATA ED I VARI RIMBORSI CHE OTTERRANO PER MANDATO. A MEMORIA QUASI TUTTI AVRANNO CAMBIATO ALMENO 2-3 VOLTE PARTITO E VARIE COALIZIONI QUESTI SECONDO ME SONO I VERI COSTI E DRAMMI E DI CUI IL POPOLO E' L' ARTEFICE DI QUESTE SCELTE. I GIOVANI SI LAMENTANO DI NON ACCEDERE ALLA POLITICA, IL POPOLO SI LAMENTA DEI POTERI FORTI, IL POPOLO DI LAMENTA DI TUTTO E POI TRA LE MANI STRINGONO IL BIGLIETTINO DEL BURATTINO O DEI BURATTINI CHE SONO POI GLI ESPONENTI DEI POTERI FORTI DA MANDARE IN CONSIGLIO ED AMMINISTRARE. I RISULTATI ELETTORALI E LE PREFERENZE PARLANO CHIARO. Quindi caro liberatores, la tua esternazione è giusta, ma va scrupolosamente analizzata con più oculutezza ed impegno e non solo per l' avere sentito dire tra i vari chiacchieroni di piazza e quelli che comunemente fanno come gli struzzi che mettono la testa sotto la sabbia.
 
 
#18 Petrarca 2011-07-11 11:23
Veramente per rispondere a Vendoliano, Genco è stato colui che ha contribuito anche all' elezione di De Tommaso e il centro sinistra a Casamassima. Poi si è confessato ad un grande sacerdote che molto probabilmente ha consiglliato lo stesso di candidarsi nella sua parrocchia ed evitare di professare la fede in via trasversale. Il ritiro spirituale è cominciato con la campagna elettorale che tu conosci bene Vendoliano e con i metodi che tu vorresti sapere e di cui anche io sono veramente """ incuriosito""" ANZI SE RIESCI A SAPERLO, MI INFORMI?
 
 
#17 Boccaccio 2011-07-11 11:14
In questa amministrazione mi sembrea di rivivere l' identica situazione del 2008. Hanno accusato Montanaro per mesi di aver tradito la coalizione appoggiando l' amministrazione De Tommaso. Oggi notiamo l' identica e precisa situazione Rino Carelli eletto presidente del consiglio per voti trasversali avuti dalla minoranza. Non capisco come faccia a sentirsi con l' anima pulita ed a posto politicamente dopo che la sua elezione è avvenuta con i voti dell' opposizione. Bravo ha capito bene la politica di oggi, molto probabilmente la serietà delle persone passa in secondo ordine rispetto ad "altro" Ha ragione l' utente PIN, PIN il numero uno della giunta. Sicuramente adesso staranno adottando la scelta della ricerca dell' appoggio della minoranza anche per i provvedimenti che la giunta avrà in itinere di adottare. Auguri e buona fortuna per lo shopping, tanto adesso siamo in pieno periodo di saldi di fine stagione. Prezzi bassi e buoni affari sulla merce di scambio.
 
 
#16 pin pin !!!!! 2011-06-29 19:44
IL NUMERO 1 DELLA NUOVA GIUNTA, RINO CARELLI !!!!! :lol:
 
 
#15 TIMIDO 2011-06-28 18:15
Come sempre dopo le nomine degli assessori si crea il solito bailame di sospetti e dietrologie, tipiche di chi vive la politica appollaiato sulla retorica.
Sicuramente ognuno si barrica dietro le proprie convinzioni, ed è questo che fa più male al nostro comune e ai nostri giovani.
Purtroppo non ci sono più partiti che osano investire nei giovani, formandoli e inserendoli gradualmente nel mondo della politica.
Viceversa bisogna ammettere che i giovani non hanno la voglia di imparare e di sacrificarsi, se non dietro un immediato resoconto.
Amici i giovani candidati, come le donne, ci stavano bisognerebbe capire perchè non siano stati eletti, forse perchè inesperti? non credo.
Purtroppo, finchè ci troveremo difronte alla politica del baratto, tu favore a me io voto a te, sia i giovani che la vera politica non si incontreranno mai.
 
 
#14 libertadores 2011-06-28 17:45
pignataro è meglio che se ne stia zitto zitto.fosse per me non lo avrei mai fatto diventare consigliere.i suoi viaggi da mestre a casamassima costano troppo alle tasche di noi cittadini.
 
 
#13 libertadores 2011-06-28 16:55
dante qui è tutto un magna magna.o no?cacciamo i vecchi volponi dalla giunta e forse ci sarà una politica migliore.
 
 
#12 vendoliano 2011-06-28 16:37
Apprendiamo che Genco: "Più di recente, contribuisce all’elezione di Massimo Cassano come consigliere regionale.".
Si desidera conoscere i metodi concreti.
 
 
#11 Giolitti 2011-06-28 16:31
A Forza Italia, al Popolo della Libertà, a Columbo e a tutti i suoi fiancheggiatori conosciuti e occulti si possono e si devono rimproverare tantissime cose per come hanno agito politicamente negli ultimi anni a Casamassima.
Però, non condivido il metodo utilizzato da Pignataro per contestare Columbo e i suoi adepti.
Pignataro dovrebbe conoscere meglio di ogni altro come si può dissentire da scelte politiche ritenute sbagliate.
Cosa centra l'elezione del Presidente del Consiglio Comunale (che tra l'altro dovrebbe essere un ruolo di garanzia e di conduzione imparziale dei lavori consiliari) dal mancato coinvolgimento per la scelta degli assessori?
Solo perchè non è stato eletto lui?
Il programma della coalizione di centrodestra e di Mimmo Birardi a tal proposito era chiaro. O no?
Se Pignataro (nonostante la sua pluriennale attività politica) non ha ottenuto moltissime preferenze dai casamassimesi di destra con chi vuole prendersela?
Detto questo, faccia il consigliere comunale con competenza e capacità (che certo non gli difettano) e se non condividerà le scelte amministrative e politiche di Columbo etc.etc. faccia battaglia nell'interesse di Casamassima e dei casamassimesi. Dopotutto, gli assessori non sono più consiglieri comunali e se Columbo e gli altri assessori non si atterranno al programma amministrativo o non avranno le capacità per farlo, Pignataro potrà sempre chiedere di fare "un tagliando" alla compagine di giunta e...
 
 
#10 DANTE 2011-06-27 16:02
Per XXX, la tua risposta è giusta e non è discutibile. Infatti Boccardi non fu appoggiato, ma fu coinvolto dopo la sua elezione a consigliere regionale in una riunione nel circolo della ex A.N. aperta al pubblico. Carelli è una brava persona e nulla si può opinare sulla stessa, quello che è stato contestato per fonti certe degli ex A.N. e detto nell' intervento di Pignataro è stato il medoto della scelta. Loro non hanno gradito il fatto di di non essere coinvolti nelle trattative ed A.N. non esiste più ed il popolo delle libertà è unico. Quello che contestano è che non possono essere rappresentati da Columbo, ma serve un confronto e bisogna insieme decidere cosa fare. Non possono accettare di alzare solo la mano ed accettare scelte a monte già decise e concordate. L' allontanamento dall' aula non era contro Carelli, ma sui metodi imposti che sono anti democratici e non rispettano le giuste proporzioni e di rappresentanza. Non a caso anche il consigliere Vallareli ha seguito gli stessi allontanandosi, non condividendo scelte a monte già fatte e di cui non tutti erano informati. Sono certo che anche Laricchia a breve si unirà se tutto continua n questo modo. Anche la campagna acquisti fatta nei confronti dei due esponenti della Lista Rodi, non era stata concordata e sapere scelte già fatte non è corretto per una amministrazione che si affaccia a governare. Mi auguro che il sig. Rodi da persona seria che è almeno nella vita privata, rinunci alla sua nomina di vice presidente in quanto accettando non rispecchierebbe la volontà del suo numerosissimo elettorato che ha premiato lo stesso con tanti voti per novità e trasparenza.
 
 
#9 XXX 2011-06-27 14:55
Per Dante, se la tua ricostruzione fosse vera, ossia Carelli sarebbe stato alle scorse elezioni vicino a Pignataro ed Episcopo, perché proprio gli ex AN sono usciti per non votare? Ma non e' vero che alle scorse regionali Pignataro orfano di AN appoggio' Boccardi ?
 
 
#8 zeus 2011-06-26 23:25
nessuno si è accorto però che i consiglieri prima di votare si mettevano d'accordo sul nome da scrivere sul bigliettino?purtroppo si signori......è un vero schifo.
 
 
#7 tifoso 2 2011-06-26 20:20
Non si tratta di giovani ma solo di interesse e passione. Se il popolo di casamassima manifesta interesse solo in occasione delle elezioni non si potra mai fare nulla di serio. Ci prenderanno puntualmente in giro. Ci sono persone come Laricchia e Pignataro che fanno opposizione da una vita alla fine anche loro in qualche modo sin son piegate nonostante hanno cominciato da giovani e con passione. Solo la maturita della cittadinanza puo portare i nostri politici al mantenimento di livelli di serietà accettabili.
 
 
#6 XXX 2011-06-26 20:14
Sarebbe interessante sapere i veri motivi di quella contestazione di Pignataro, Episcopo, Vallarelli: staranno alzano il prezzo della loro "collaborazione" e lo hanno fatto capire con un segnale plateale... Birardi rischi di durare poco se anche il tuo partito ti contesta alla prima seduta: siamo alla follia politica. E di Casamassima chissenefrega!!!
 
 
#5 Dante 2011-06-26 17:38
Caro Sbirulino, Ti rispondo ha avuto il sostegno del consigliere regionale Boccardi su disposizione dell' onorevole Di staso per porre un freno al potere di Cassano su Casamassima gestito da Columbo. Io penso che avranno frenato con Carelli la loro incapacità o forse non hanno capito una mazza di niente. Carelli la volta scorsa, è stato messo in lista da quelli di A.N. per riempire la lista di Forza Italia e fu eletto con circa 120-150 voti non ricordo, oggi con gli aiuti ha raggiunto 195. EQUILIBRI E SPARTIZIONE DI RUOLI ED INCARICHI.
 
 
#4 boh.. 2011-06-26 14:15
mah!!
 
 
#3 Lady 2011-06-26 12:19
Che dire............è quello che meritiano finchè terremo i nostri giovani lontani dalla politica.
 
 
#2 Sbirulino 2011-06-26 11:04
Il Presidente del Consiglio, viste le proprie competenze in materia di sistemi di qualità, come valuta la Sua elezione con il sostegno di qualche voto della minoranza e senza il sostegno della propria maggioranza??? A me sembra, qualitativamente parlando, SQUALLIDA!!!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.