Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

AMMINISTRAZIONE BIRARDI, VA IN SCENA LA PRIMA CONTESTAZIONE

astensione an-udc

E così il gran vociare delle settimane scorse un minimo di attendibilità l’aveva. Un vociare che (s)parlava di contestazioni interne e prese di posizione di qualcuno; imposizioni (?) eccellenti e malessere interno alla componente An soprattutto.

Spesso questo vociare è giunto direttamente dai nostri lettori, che interpretano il loro ruolo di “confessori” o reporter, a seconda che si voglia intravedere (o ipotizzare) in loro qualcuno “interessato” agli sviluppi delle vicende o semplicemente a caccia di notizie.

Non c’erano scoop e non ce ne sono, per ora, solo la registrazione di un dato che non abbiamo potuto fare a meno di notare: cosa è accaduto ieri sera dalle ore 20 alle ore 21.

Andava in scena l’atto primo dell’amministrazione Birardi e dopo le regolari operazioni di avvio del primo Consiglio comunale, si votava per la presidenza del Consiglio, ma ecco che 3 sedie della maggioranza restavano vuote: sono quelle dei due consiglieri primi dei non eletti del Pdl, Antonio Lucio Episcopo e Franco Pignataro (componente An appunto), e quella del consigliere “titolare” dell’Udc, Nicola Vallarelli (che i ben informati riferiscono avesse chiesto la presenza di un’altra donna, scudocrociata stavolta).

astenuti an-udc

“Il presidente del Consiglio dev’essere nominato dai consiglieri; i consiglieri non sono stati per nulla coinvolti – commenta Pignataro – almeno noi non siamo stati coinvolti in questa scelta, quindi è stata una scelta unilaterale non si sa bene di chi, per cui non abbiamo condiviso questa forzatura che ci è stata fatta. Un’amministrazione, per funzionare bene, ritengo che debba coinvolgere tutti i membri di maggioranza”.

Siamo all’inizio e ci pare un po’ prematuro parlare di leggende metropolitane, ma il dubbio che ‘a essere in tanti c’è il rischio di perdersi le comunicazioni’ un po’ emerge. Tant’è che onde evitare fraintendimenti, Birardi, in chiusura di assemblea, anticipa che occorrerà convocare presto, prestissimo un altro consiglio, “perché ci sono provvedimenti urgenti: uno è quello della scuola e l’altro è finanziario e riguarda i fondi in scadenza il 30 giugno”. Non dovremo attendere molto dunque, prima di rivedere i banchi del Consiglio animarsi nuovamente. Con quale spirito sarà tutto da vedere.

Commenti  

 
#7 TIMIDO 2011-06-28 16:56
Non capisco l'atteggiamento del consigliere U.D.C. visto che fa parte dello stesso partito del Sindaco anche se da lui c'è da aspettarsi di tutto.
 
 
#6 alex 2011-06-27 19:29
Hai proprio ragione dante ma.... quella determina che fine ha fatto? Tempo fà girava voce di una lettera che denunciava tale abuso.... Che fine ha fatto? Sembra che tutti sapessero dell'abuso ma nessuno è intervenuto....eeehhhh la forza della politica si rischiava il tutti a casa se si metteva mano....cosa che meno male è avvenuta... ma non doveva essere per la sfiducia posta dall'opposizione ma per i rapporti di fiducia che nella sinistra e ancor più nel partito si sarebbero incrinati.
 
 
#5 Dante 2011-06-26 17:29
E' meglio rimborsare un biglietto di treno o aereo ad uno con gli attributi, capace,preparato e vero politico e non ferie,permessi lavorativi ed indennità a tanti mentecatti e miserabili che costeranno molto di più al comune di Casamassima ed a coloro che pagano le tasse. Per sinistra forever (sinistra per tutti), penso che sarebbe opportuno guardare la determina per un sinistro inesistente di oltre 7.000 euro riborsato camuffando causa lavoro ad una molto, molto vicina ad un vecchio amministratore di sinistra. Per pietro70, rispondo che bisogna vivere in piazza a sentire le sciocchezze ed i pettegolezzi di paese e poi inventarsi politici. Nella piazza caro Pietro 70, non si leggono le delibere, le determine di spesa, ma le cazzate ed i pettegolezzi del popolino per sentito dire.
 
 
#4 Sbirulino 2011-06-26 10:56
Posso garantirVi che è costato molto di più avere in Consiglio un Consigliere residente a circa venti km da Casamassima che non pagare al Dott. Pignataro il rimborso del biglietto in treno ed in classe economica!!! Date un'occhiata alle determine dell'ultima amministrazione De Tommaso!!!!!
 
 
#3 Sbirulino 2011-06-26 10:29
Nessuno della minoranza si è accorto che in aula la maggioranza non aveva il numero legale????? Birardi avrebbe certamente chiesto la verifica dei numeri e avrebbe fatto sciogliere la seduta!!! Cosa c'è che bolle in pentola???????
 
 
#2 sinistra forever 2011-06-26 10:05
infatti....soprattutto la tratta MESTRE-BARI
 
 
#1 pietro70 2011-06-26 08:03
bisogna tagliare le SPESE INUTILI,tipo quelle dei vari consiglieri che fanno i pendolari su e giu.E' opportuno VIVERE il nostro paese per poter svolgere un ruolo serio e di vera partecipazione.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.